Trova in INPS
Trova Subito
Come Fare per
I PIU' RICHIESTI
Contatti
Torna indietro

Versione Testuale
900403
SERVIZIO ELABORAZIONE
AUTOMATICA DATI 667
SERVIZIO RAGIONERIA 594
CIRCOLARE N.230
AI DIRIGENTI CENTRALI E PERIFERICI
   E,              PER              CONOSCENZA,
AI CONSIGLIERI DI AMMINISTRAZIONE
AI PRESIDENTI DEI COMITATI REGIONALI
AI PRESIDENTI DEI COMITATI PROVINCIALI
PROCEDURA FLUSSI DI CASSA - NUOVI PROGRAMMI PER LO STORNO DEGLI
ACCREDITI E DEGLI ADDEBITI.
SERVIZIO ELABORAZIONE
AUTOMATICA DATI 667
SERVIZIO RAGIONERIA 594
ROMA, 16 DICEMBRE 1980        AI DIRIGENTI CENTRALI E PERIFERICI
                                 E,              PER              CONOSCENZA,
CIRCOLARE N.230               AI CONSIGLIERI DI AMMINISTRAZIONE
                              AI PRESIDENTI DEI COMITATI REGIONALI
   ALL. 1                     AI PRESIDENTI DEI COMITATI PROVINCIALI
OGGETTO  PROCEDURA FLUSSI DI CASSA - NUOVI PROGRAMMI PER LO STORNO DEGLI
          ACCREDITI E DEGLI ADDEBITI.
             IN DATA 29 OTTOBRE 1980 E' STATO COMUNICATO IL RILASCIO DI NUOVE
          VERSIONI DEI PROGRAMMI RELATIVI ALLA PROCEDURA FLUSSI DI CASSA, CHE
          CONSENTONO, TRA L' ALTRO, LA GESTIONE DI UNA NUOVA "PROCEDURA
          STORNI".
             CON LA PRESENTE CIRCOLARE SI FORNISCONO LE RELATIVE ISTRUZIONI DI
          CARATTERE PROCEDURALE E OPERATIVO CHE DOVRANNO TROVARE APPLICAZIONE
          PER TUTTE LE CONTABILI ERRONEAMENTE ACQUISITE NEL SS IBM 3790 (O
          8100) A DECORRERE DAL 1 GENNAIO 1981.
          1. PREMESSA.
             LA PROCEDURA "STORNI" CONSENTE DI RETTIFICARE QUALSIASI TIPO DI
          ERRORE (1) (2) COMMESSO IN FASE DI ACQUISIZIONE E RILEVATO
          SUCCESSIVAMENTE ALL' ESECUZIONE DEL PGM 653 (AGGIORNAMENTO ARCHIVIO).
             GLI ERRORI POSSONO ESSERE RELATIVI AD UNO QUALSIASI DEI DATI
          ACQUISITI:
              - BANCA
              - DATA E VALUTA DELLA CONTABILE
              - NUMERO DELLE OPERAZIONI
              - CAUSALE
              - IMPORTO
          OVVERO ALLA CONTABILE NEL SUO COMPLESSO IN QUANTO NON DOVEVA ESSERE
          ACQUISITA.
             LO STORNO CONSISTE IN UNA OPERAZIONE CONTABILE DI SEGNO OPPOSTO
          RISPETTO A QUELLA ERRATA.  COSI, AD ESEMPIO, NELLO STORNO DI UNA
          CONTABILE DI ACCREDITO DI CONTO FINANZIARIO SARA' INTERESSATO IN
          SEZIONE AVERE, MENTRE IL CONTO DI CONTROPARTITA SARA' IN SEZIONE
          DARE.
          2. NORMATIVE GENERALI DELLA PROCEDURA.
             PER LA GESTIONE DI TALE PROCEDURA SONO STATE CREATE DUE NUOVE
          OPZIONI NELL' AMBITO DEL PGM 651, UNA PER LO STORNO DEGLI ACCREDITI
          (OPZIONE 4) E UNA PER QUELLO DEGLI ADDEBITI (OPZIONE 5), E SONO
          PREVISTI I SEGUENTI ADEMPIMENTI.
               A) L' ADDETTO ALLA GESTIONE DEI FLUSSI DI CASSA DEVE PROVVEDERE
          A:
                - REPERIRE IL MOD. SC-7/24 ERRATO IN POSSESSO DEL NUCLEO ENTI
          COLLETTORI E LA RELATIVA CONTABILE ERRONEAMENTE ACQUISITA;
                - COMPILARE IL MOD. SC 7/25 DI NUOVA ISTITUZIONE (VEDI ALLEGATO
          1); IL MODELLO DEVE ESSERTE FIRMATO DAL CONTROLLER E LO STORNO DEVE
          ESSERE RICHIESTO PER L' INTERA CONTABILE ACQUISITA, NON ESSENDO
          AMMESSI STORNI PARZIALI;
               B) L' OPERATORE DEL REPARTO CONTABILITA':
                - RICHIAMA IL PROGRAMMA 651 (OPZIONE DI STORNO), RILEVA I DATI
          ESCLUSIVAMENTE DAL MOD. SC 7/24 ERRATO DIGITANDO GLI STESSI VALORI
          CONTENUTI NEI VARI CAMPI E LE CAUSALI CORRISPONDENTI AI CONTI DI
          CONTROPARTITA;
                - EFFETTUA, QUANDO RICHIESTO, LA NUOVA ACQUISIZIONE DELLA
          CONTABILE CON IL PGM 651 (OPZIONI 1 O 2);
                - ANNOTA SULLA CONTABILE E SUL MODELLO SC7/24 ERRATO IL NUMERO
          DEGLI ARTICOLI DI STORNO E DELLA NUOVA ACQUISIZIONE;
               C) L' ADDETTO ALLA GESTIONE DEI FLUSSI DI CASSA ANNOTA:
                - SUL MOD. SC7/24 DI STORNO, GLI ESTREMI DELL' ARTICOLO
          ERRATO;
                - SUL GIORNALE, MOD. SC/6, IN CORRISPONDENZA DELL' ARTICOLO
          ERRATO,DI QUELLO DELLO STORNO E DI QUELLO DI NUOVA ACQUISIZIONE I
          RIFERIMENTI RECIPROCI.
          3. NORMATIVE PARTICOLARI.
             LA NORMATIVA GENERALE INDICATA IN PRECEDENZA SI APPLICA A TUTTE LE
          IPOTESI DI ERRORI.
             INOLTRE SONO PREVISTI ULTERIORI ADEMPIMENTI AGGIUNTIVI CHE SI
          DIVERSIFICANO A SECONDA DEL MOMENTO IN CUI L' ERRORE E' STATO
          RILEVATO E DEL TIPO DI ERRORE COMMESSO.
               SI DISTINGUONO LE SEGUENTI IPOTESI:
               A) L' ERRORE E' STATO RILEVATO PRESSO IL NUCLEO ENTI COLLETTORI
          PRIMA DELLO SMISTAMENTO DELLA DOCUMENTAZIONE E RIGUARDA UNO QUALUNQUE
          DEI DATI ACQUISITI SUL SS;
               B) L' ERRORE E' STATO RILEVATO SUCCESSIVAMENTE ALLO SMISTAMENTO
          DELLA DOCUMENTAZIONE E CONCERNE DATI RILEVANTI PER IL SOLO SISTEMA
          DEI FLUSSI DI CASSA (BANCA, DATA E VALUTA DELLA CONTABILE, N.
          OPERAZIONI);
               C) L' ERRORE E'STATO RILEVATO SUCCESSIVAMENTE ALLO SMISTAMENTO
          DELLA DOCUMENTAZIONE E CONCERNE LA CAUSALE E L' IMPORTO, CON LE
          SEGUENTI ULTERIORI IPOTESI:
                - NON SONO STATE EFFETTUATE SUCCESSIVE OPERAZIONI SU A/7;
                - SONO STATE EFFETTUATE SUCCESSIVE OPERAZIONI SU A/7.
          3. 1. ERRORI RISCONTRATI NELL' AMBITO DEL NUCLEO ENTI COLLETTORI
          PRIMA DELLO SMISTAMENTO DELLA DOCUMENTAZIONE.
             ESEGUITI GLI ADEMPIMENTI DESCRITTI AL PRECEDENTE PUNTO 2 L'
          ADDETTO ALLA GESTIONE DEI FLUSSI DI CASSA:
               - RIUNISCE IL MODELLO SC7/24 ERRATO, IL MODELLO SC7/25, IL
          MODELLO SC7/24 DI STORNO E PROVVEDE ALLA RELATIVA ARCHIVIAZIONE NELL'
          AMBITO DELLA RACCOLTA DEGLI SC7/24 PER BANCA; (3)
               - ABBINA UNA COPIA DEL MODELLO SC7/24 DI NUOVA ACQUISIZIONE CON
          LA CONTABILE E PROVVEDE ALLA RELATIVA ARCHIVIAZIONE; (4)
               - ABBINA LE RIMANENTI COPIE DEL MODELLO SC7/24 ALLA
          DOCUMENTAZIONE CHE DEVE ESSERE SMISTATA.
          3. 2. ERRORI RILEVATI SUCCESSIVAMENTE ALLO SMISTAMENTO DELLA
          DOCUMENTAZIONE E RELATIVI A DATI RIGUARDANTI IL SOLO SISTEMA DEI
          FLUSSI DI CASSA (BANCA, DATA E VALUTA (5) DELLA CONTABILE, N.
          OPERAZIONI).
             ESEGUITI GLI ADEMPIMENTI DESCRITTI AL PRECEDENTE PUNTO 2, L'
          ADDETTO ALLA GESTIONE DEI FLUSSI DI CASSA:
               - APPONE SUL MOD. SC7/24 DI NUOVA ACQUISIZIONE LA SEGUENTE
          ANNOTAZIONE "RIACQUISIZIONE, AI SOLI FINI DELLA PROCEDURA DEI FLUSSI,
          DELL' OPERAZIONE DI CUI ALL' ARTICOLO N. ...... DEL .....";
               - RIUNISCE IL MOD. SC7/24 ERRATO, IL MOD. SC7/25, IL MOD. SC7/24
          DI STORNO, UNA COPIA DEL MOD. SC7/24 DI NUOVA ACQUISIZIONE E PROVVEDE
          ALLA RELATIVA ARCHIVIAZIONE NELL' AMBITO DELLA RACCOLTA DEI MODELLI
          SC7/24; (6)
               - ABBINA LE RIMANENTI COPIE DEL MOD.  SC7/24 DI NUOVA
          ACQUISIZIONE CON LA CONTABILE E PROVVEDE ALLA RELATIVA ARCHIVIAZIONE
          NELL' AMBITO DELLA RACCOLTA DEI MODELLI SC7/24.
          3. 3. ERRORI CONCERNENTI IL CONTO DI CONTROPARTITA (CAUSALE) O L'
          IMPORTO, (7) RILEVATI SUCCESSIVAMENTE ALLO SMISTAMENTO DELLA
          DOCUMENTAZIONE PRIMA CHE I MODELLI SC7/24 SIANO STATI ACQUISITI SU
          A/7.
             IL REPARTO COMPETENTE PER GLI ADEMPIMENTI CONTABILI:
              - REPERISCE LE DUE COPIE DEL MOD. SC7/24 ERRATO;
              - EFFETTUA GLI ADEMPIMENTI DESCRITTI AL PRECEDENTE PUNTO 2.
             L' ADDETTO ALLA GESTIONE DEI FLUSSI DI CASSA:
               - RIUNISCE IL MOD SC7/24 ERRATO, IL MOD. SC7/25 E IL MOD. SC7/24
          DI STORNO E PROVVEDE ALLA ARCHIVIAZIONE NELL' AMBITO DELLA RACCOLTA
          DEI MODELLI SC7/24;
              - INSERISCE UNA COPIA DEL MOD. SC7/24 DI NUOVA ACQUISIZIONE CON
          ALLEGATA LA CONTABILE NELLA RACCOLTA DEI MODELLI SC7/24;
               - CONSEGNA AL SETTORE DI LAVORO CHE AVEVA IN CARICO IL MOD.
          SC7/24 ERRATO LE DUE COPIE DEI MODELLI SC7/24 DI NUOVA ACQUISIZIONE.
          3. 4. ERRORI CONCERNENTI L' IMPORTO, RILEVATI SUCCESSIVAMENTE ALL'
          ESECUZIONE DI OPERAZIONI SU A/7.
               3. 4. 1. IPOTESI IN CUI E' POSSIBILE ANNULLARE L' ARTICOLO SU
          A/7 IN QUANTO NON E' STATO ANCORA CHIUSO IL MESE CONTABILE E TUTTA LA
          DOCUMENTAZIONE E' ANCORA PRESSO IL NUCLEO RILEVAZIONE.
             IL NUCLEO RILEVAZIONE PROVVEDE ALL' ANNULLAMENTO DELL' ARTICOLO SU
          A/7 E PROVVEDE A CONSEGNARE I MODELLI SC7/24 CONTENENTI I DATI ERRATI
          AL NUCLEO ENTI COLLETTORI CHE PROVVEDE AGLI ADEMPIMENTI DECRITTI AL
          PRECEDENTE PUNTO 3. 3.
             3. 4. 2. IPOTESI IN CUI L' ANNULLAMENTO DELL' ARTICOLO SU A/7 NON
          E' POSSIBILE.
             DOPO AVER EFFETTUATO GLI ADEMPIMENTI DI CUI PRECEDENTE PUNTO 2, L'
          ADDETTO ALLA GESTIONE DEI FLUSSI DI CASSA:
               - RIUNISCE IL MODELLO SC7/24 ERRATO, IL MODELLO SC7/25, IL
          MODELLO SC7/24 DI STORNO E PROVVEDE ALL' ARCHIVIAZIONE NELL' AMBITO
          DELLA RACCOLTA DEI MODELLI SC7/24;
                - INSERISCE UNA COPIA DEL MODELLO SC7/24 DI NUOVA ACQUISIZIONE
          CON ALLEGATA LA CONTABILE NELLA RACCOLTA DEI MODD. SC7/24;
               - COMPILA IL QUADRO D DEL MODELLO SC7/24 DI STORNO PER PROPORRE
          L' ELIMINAZIONE CONTABILE DELL' ARTICOLO GIA' RESISTRATO SU A/7 E
          TRASMETTE IL MODELLO STESSO AL NUCLEO RILEVAZIONE;
               - COMPILA LE DUE COPIE DEL MOD. SC7/24 DI NUOVA ACQUISIZIONE PER
          PROPORRE LA RILEVAZIONE SU A/7 DELL' ARTICOLO ESATTO E LE TRASMETTE
          AL NUCLEO RILEVAZIONE.
          3. 5. ERRORI RELATIVI AL CONTO DI CONTROPARTITA (CAUSALE) RILEVATI
          SUCCESSIVAMENTE ALL' ESECUZIONE DI OPERAZIONI SU A/7.
             QUALORA L' ERRORE SI RIFERISCA ALLA CAUSALE, NON E' OPPORTUNO
          ANNULLARE O STORNARE L' ARTICOLO REGISTRATO SU A/7.
             IN TALE IPOTESI, ESPERITI GLI ADEMPIMENTI DESCRITTI AL PRECEDENTE
          PUNTO 2, L' ADDETTO ALLA GESTIONE DEI FLUSSI DI CASSA:
               - RIUNISCE IL MOD. SC7/24 ERRATO, IL MOD. SC7/25, IL MOD. SC7/24
          DI STORNO E PROVVEDE ALL' ARCHIVIAZIONE NELL' AMBITO DELLA RACCOLTA
          DEI MODELLI SC7/24;
               - INSERISCE UNA COPIA DEL MOD. SC7/24 DI NUOVA ACQUISIZIONE, CON
          ALLEGATA LA CONTABILE, NELLA RACCOLTA DEI MODD. SC7/24;
               - COMPILA IL MOD. SC7/24 DI NUOVA ACQUISIZIONE PROPONENDO SU
          A/7
          LO STORNO RECIPROCO DEI CONTI DI CONTROPARTITA INTERESSATI E LO
          TRASMETTE AL NUCLEO RILEVAZIONE.
          4. RETTIFICHE DI ERRORI COMMESSI DALLA BANCA.
             LA PROCEDURA STORNI FIN QUI ESAMINATA SI RIFERISCE AD ERRORI
          COMMESSI DALLA SEDE IN FASE ACQUISIZIONE DI CONTABILE BANCARIA.
             PUO' AVVENIRE CHE L' ERRORE DERIVI DA ERRATO ACCREDITAMENTO O
          ADDEBITAMENTO DA PARTE DELLA BANCA CHE CONSEGUENTEMENTE PROVVEDE AD
          EMETTERE CONTABILI DI RETTIFICA.
             LA BANCA PUO' EMETTERE CONTABILI PER RETTIFICARE SIA L' IMPORTO
          CHE LA VALUTA DI CONTABILE PRECEDENTEMENTE EMESSA.
             L' ACQUISIZIONE DI TALI CONTABILI DOVRA' ESSERE EFFETTUATA DALLA
          SEDE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:
          4. 1. ACQUISIZIONE DI CONTABILI CHE RETTIFICANO ERRORI NELL' IMPORTO.
             IN PRESENZA DI CONTABILI DI RETTIFICA IN AUMENTO DI PRECEDENTI
          ADDEBITI O ACCREDITI SI DOVRA' PROCEDERE ALLA NORMALE ACQUISIZIONE
          DELLE CONTABILI INVIANDO I RELATIVI MODELLI SC7/24 AGLI OPERATORI
          INTERESSATI.
             IN PRESENZA DI CONTABILI DI RETTIFICA IN DIMINUZIONE DI PRECEDENTI
          ACCREDITI O ADDEBITI POSSONO VERIFICARSI LE SEGUENTI IPOTESI:
               A) LA CONTABILE DI RETTIFICA EMESSA DALLA BANCA ELIMINA
          DUPLICAZIONI INTEGRALI DI ADDEBITAMENTI O ACCREDITAMENTI;
               B) LA CONTABILE DI RETTIFICA EMESSA DALLA BANCA ELIMINA IMPORTI
          GIA' ADDEBITATI O ACCREDITATI NON DI COMPETENZA DELL' ISTITUTO;
               C) LA CONTABILE DI RETTIFICA EMESSA DALLA BANCA CORREGGE ALTRI
          TIPI DI ERRORE RELATIVI AD IMPORTI.
               4. 1. 1. UTILIZZAZIONE DELLA PROCEDURA STORNI.
             SOLO IN PRESENZA DI CONTABILI DI RETTIFICA DEL TIPO DESCRITTO AI
          PRECEDENTI PUNTI A) E B) LA SEDE DEVE FARE RICORSO ALLA PROCEDURA
          STORNI, SECONDO LE MODALITA' GIA' DESCRITTE AI PRECEDENTI PUNTI 2 E
          3.
             4. 1. 2. UTILIZZO DELLA NORMALE PROCEDURA (PGM 651 - OPZIONE 1 O
          2) CON L' USO DELLE CAUSALI STA 08 O STP 18.
             IN PRESENZA DI CONTABILI RETTIFICATIVE DI TIPI DI ERRORE SULL'
          IMPORTO DIVERSI DA QUELLI TRATTATI AL PRECEDENTE PUNTO 4. 1. 1., LE
          SEDI DEVONO REGISTRARE LE CONTABILI DI RETTIFICA UTILIZZANDO LA
          PROCEDURA NORMALE (PGM 651 - OPZIONI 1 O 2) CON L' USO DELLE CAUSALI
          STA 08 O STP 18, COSI' COME AVVIENE ATTUALMENTE.
          4. 2. ACQUISIZIONE DI CONTABILI CHE RETTIFICANO ERRORI DI VALUTA.
             IN TALE IPOTESI LA BANCA NORMALMENTE EMETTE DUE CONTABILI, UNA DI
          ACCREDITO ED UNA DI ADDEBITO PER LO STESSO IMPORTO, MA CON VALUTA
          DIVERSA.
             L' ACQUISIZIONE DI DETTE CONTABILI DEVE AVVENIRE CON LA NORMALE
          PROCEDURA (PGM 651 - OPZIONE 1 O 2) UTILIZZANDO LE CAUSALI LOC 09 E
          LOC 19.
          5. RETTIFICA DI ERRORI RILEVATI NELL' ESERCIZIO SUCCESSIVO.
          5. 1. ERRORI COMMESSI DALLA SEDE.
             LA PROCEDURA STORNI SI APPLICA SOLO IN CASO DI ERRORI RILEVATI NEL
          CORSO DELL' ESERCIZIO INTERESSATO.
              QUALORA L' ERRORE SI RILEVATO NELL' ESERCIZIO SUCCESSIVO, SE SI
          TRATTA DI ERRORE RELATIVO A DATI RILEVANTI PER IL SOLO SISTEMA DEI
          FLUSSI DI CASSA (DATA, VALUTA, N. OPERAZIONI) NESSUN ADEMPIMENTO DEVE
          ESSERE EFFETTUATO. (8)
             QUALORA INVECE SI TRATTI DI ERRORE RELATIVO AL CONTO DI
          CONTROPARTITA, LA RELATIVA RETTIFICA, SE CONCERNE CONTI RIPRESI A
          NUOVO, DEVE ESSERE EFFETTUATA SOLTANTO ATTRAVERSO IL SISTEMA A/7.
          5. 2. ERRORI RILEVATI DALLA BANCA.
             ANCHE IN TALE IPOTESI NON DEVE IN ALCUN CASO FARSI RICORSO ALLA
          PROCEDURA STORNI IN PRESENZA DI ERRORI RILEVATI DOPO LA CHIUSURA
          DELL' ESERCIZIO.
          LE RELATIVE CONTABILI EMESSE DALLA BANCA DEBBONO ESSERE ACQUISITE
          CON
          LA NORMALE PROCEDURA (PROGRAMMA 651 - OPZIONI 1 E/O 2) E LE CAUSALI
          STA 08 E STP 18.
          6. NORME OPERATIVE.
          6. 1. VARIAZIONI AL PGM 651.
             CON PGM 651, NUOVA VERSIONE, L' OPERATORE DELL' UFFICIO RAGIONERIA
          PUO' ESEGUIRE L' ACQUISIZIONE DELLE CONTABILI, LE RETTIFICHE E GLI
          STORNI.
             ATTIVATO IL PROGRAMMA, SUL VIDEO VIENE EVIDENZIATO IL MESSAGGIO:
               BATTI: 1 PER ACCREDITI
                      2 PER ADDEBITI
                      3 PER RETTIFICHE
                      4 PER STORNI DI ACCREDITI
                      5 PER STORNI DI ADDEBITI
                      0 PER FINE LAVORO
             PER LE OPZIONI 1, 2 E 3 SONO TUTTORA VALIDI GLI INTERVENTI
          PREVISTI NELLA CIRCOLARE N. 662 EAD - N. 552 RG - N. 524 FOAP DEL 30
          APRILE 1980 IN QUANTO, COSI' COME COMUNICATO NEL RICHIAMATO MSG N.
          1751 DEL 29 OTTOBRE 1980, I CAMPI 6 - 10 ... 34 SONO TUTTORA INIBITI
          AUTOMATICAMENTE DAL SS
             DIGITANDO L' OPZIONE 4 APPARE LA SEGUENTE MASCHERA:
                            REGISTRAZIONE STORNI DI ACCREDITI
                               GIORNATA CONTABILE GGMMAA
                               CAMPO 1         CAMPO 2
          DENOMINAZ. BANCA     DATA CONTAB.  N. OPERAZIONI
                                  1)             2)
            CAMPO 3             CAMPO 4        CAMPO 5 - 6
            IMPORTO             VALUTA         CAUSALE
              3)                  4)            5)   6)
              7)                  8)            9)  10)
              .                   .             .    .
              .                   .             .    .
             31)                 32)           33)  34)
             DIGITANDO L' OPZIONE 5 APPARE LA SEGUENTE MASCHERA:
                            REGISTRAZIONE STORNI DI ADDEBITI
                              GIORNATA CONTABILE GGMMAA
                                CAMPO 1        CAMPO 2
          DENOMINAZ. BANCA     DATA CONTAB.  N. OPERAZIO.
                                  1)             2)
            CAMPO 3             CAMPO 4        CAMPO 5 - 6
            IMPORTO             VALUTA         CAUSALE
              3)                  4)             5)  6)
              7)                  8)             9) 10)
              .                   .              .   .
              .                   .              .   .
             31)                 32)            33) 34)
             PER ATTUARE LO STORNO DI UN MOD. SC7/24 ERRATO BISOGNA DIGITARE
          TUTTI I DATI CONTENUTI IN DETTO MODELLO NEGLI STESSI CAMPI DELLA
          MASCHERA, UTILIZZANDO L' OPZIONE 4 PER GLI STORNI DI ACCREDITI E L'
          OPZIONE 5 PER GLI STORNI DI ADDEBITI DEL PGM 651.
          6. 2. VARIAZIONI AL PGM 653.
             QUANDO VIENE EFFETTUATO LO STORNO DI UN MOD. SC7/24, AL MOMENTO
          DELL' AGGIORNAMENTO ARCHIVIO C/C (PGM 653), IL PROGRAMMA EFFETTUA UN
          CONTROLLO DI CAPIENZA.  IL PROGRAMMA 653 CONTROLLA CHE L' IMPORTO E
          IL NUMERO DELLE OPERAZIONI DA STORNARE SIANO INFERIORI O UGUALI ALL'
          IMPORTO E AL NUMERO OPERAZIONI RISULTANTI IN MEMORIA IN TUTTI I CAMPI
          INTERESSATI ALL' AGGIORNAMENTO ARCHIVIO C/C.  IN CASO CONTRARIO
          EVIDENZIA L' ANOMALIA CON APPOSITO MESSAGGIO E RIPRISTINA LA
          SITUAZIONE ESISTENTE PRIMA DELL' ATTIVAZIONE DEL PGM 653, CONSENTENDO
          DI RETTIFICARE L' ERRORE (TRAMITE PGM 651 OPZIONE 3).
          6. 3. VARIAZIONE SUI PROGRAMMI DI STAMPA.
             LA PROCEDURA COMPORTA ALCUNE VARIAZIONI PER QUANTO CONCERNE LE
          STAMPE PRODOTTE DAL SOTTOSISTEMA.
             TALI VARIAZIONI RIGUARDANO:
               1) LISTA DELLE CONTABILI (PGM 652) - LA LISTA DELLE CONTABILI
          ACQUISITE PRESENTA IMPORTI NEGATIVI E CAUSALE "INCASSI" SE TRATTASI
          DI STORNI DI ACCREDITI, E IMPORTI POSITIVI E CAUSALE "PAGAMENTI" SE
          TRATTASI DI STORNI DI ADDEBITI.
               2) MOD. SC7/24 (PGM 669) - IL MOD. SC7/24 DI STORNO CONTIENE GLI
          STESSI DATI DEL MODELLO ERRATO CON I CONTI MOVIMENTATI IN SEZIONI
          OPPOSTE.
               3) MOD. SC 6 (PGM 664) - IL GIORNALE, MOD. SC 6, RIPRODUCE L'
          ARTICOLO DI STORNO COSI COME ESSO APPARE SUL MOD. SC7/24 DI CUI PUNTO
          2).
          SONO EVIDENZIATI IN SEZIONE DI STORNO.
               5) LISTA DEI DATI STATISTICI (PGM 670) - IL PROSPETTO
          RIGUARDANTE I DATI STATISTICI VIENE PRODOTTO IN DUE PARTI: LA PRIMA
          RIGUARDA I DATI RELATIVI ALLE CONTABILI ACQUISITE SUDDIVISE PER BANCA
          E CAUSALE, LA SECONDA COMPRENDE SOLO LE OPERAZIONI DI STORNO,
          SUDDIVISA ANCH' ESSA PER BANCA E CAUSALE.
                                        IL F. F. DIRETTORE GENERALE
                                                    MEREU
          (1) LA RETTIFICA DI EVENTUALI ERRORI RISCONTRATI DOPO L' ESECUZIONE
          DEL PGM 653 PUO' ATTUALMENTE ESSERE EFFETTUATA SOLO MEDIANTE L'
          EMISSIONE DI CONTABILE DI SERVIZIO CHE NON CONSENTE PERO' DI
          CORREGGERE LE INFORMAZIONI RELATIVE ALLE CONTROPARTITE E AL NUMERO
          DELLE OPERAZIONI (CANALI DI FLUSSO).
          (2) PER QUANTO SI RIFERISCE AD ERRORI CONTENUTI NELLA CONTABILE SI
          RIMANDA AL PUNTO 4 DELLA PRESENTE CIRCOLARE.
          (3) L' INSERIMENTO NELLA RACCOLTA VA FATTO SECONDO LA CONSUETE
          MODALITA' (PER BANCA E PER NUMERO DI MOD. SC7/24).
          (4) L' INSERIMENTO NELLA RACCOLTA VA FATTO SECONDO LE CONSUETE
          MODALITA' (PER BANCA E PER NUMERO DI MOD. SC7/24).
          (5) SE L' ERRORE RIGUARDA LA VALUTA E' OPPORTUNO CHE UNA COPIA DEL
          MOD. SC7/24 DI STORNO E DI NUOVA ACQUISIZIONE SIA INVIATA AGLI
          OPERATORI INCARICATI DEL CONTROLLO DELLA VALUTA, AFFINCHE' NESSUN
          RILIEVO VENGA MOSSO ALLA BANCA.
          (6) L' INSERIMENTO NELLA RACCOLTA VA FATTO SECONDO LE CONSUETE
          MODALITA' (PER BANCA E PER NUMERO DI MOD. SC7/24).
          (7) NEL CASO IN CUI SIA STATO ACQUISITO UN IMPORTO INFERIORE A
          QUELLO INDICATO SULLA CONTABILE E' SUFFICIENTE EMETTERE UNA
          CONTABILE DI SERVIZIO PER LA DIFFERENZA ED INVIARE UNA COPIA DEL
          RELATIVO MOD. SC7/24 AGLI OPERATORI INTERESSATI.
          (8) ERRORI RELATIVI ALL' IMPORTO O ALLA BANCA NON POSSONO ESSERE
          RILEVATI NEL SUCCESSIVO ESERCIZIO IN QUANTO LA SEDE, A CHIUSURA
          DELL' ESERCIZIO, DEVE TROVARE CONCORDANZA CON I DATI COMUNICATI
          DALLA  BANCA.
                                                           ALLEGATO 1
                                                                 MOD. SC7/25
               INPS
          SEDE DI .......
          REPARTO .......
                                           ROMA, .........
                       RICHIESTA DI STORNO SUL SS IBM 3790
                        ADDEBITATO
          DELL' IMPORTO ----------  (1) DALLA BANCA........................
                        ACCREDITATO
          ED ACQUISITO CON L' ARTICOLO N. ......DEL .......
          IN QUANTO:
           - (2) L' OPERAZIONE NON E' STATA ESEGUITA DALLA BANCA SUL
                 C/C DELLA SEDE
           - (2) DETTO IMPORTO E' STATO ACQUISITO ANCHE CON L' ARTICOLO
                 N. .....DEL ........
           - (2) I DATI ACQUISITI SONO ERRATI (.................)
                 IMPORTO (3)
                         DEVE
          LA CONTABILE -------- (2) ESSERE RIACQUISITA
                       NON DEVE
               IL COMPILATORE           IL DIRIGENTE IL REPARTO
                                                    BANCARIA
             SI ALLEGA L' ORIGINALE DELLA CONTABILE -------- (1)
                                                    POSTALE
          E IL MOD. SC7/24 DELL' OPERAZIONE DA STORNARE.
                   ESTREMI DELLA CONTABILIZZAZIONE SUL SS IBM 3790
          (1) CANCELLARE LA VOCE CHE NON INTERESSA
          (2) BARRARE L' IPOTESI CHE INTERESSA.
          (3) INDICARE LO STESSO VALORE DEL MOD. SC7/24.