Salta il menu di navigazione del canale

Accesso area riservata Inps - Servizi ex Inpdap

Per accedere all’Area Riservata Inps > Servizi ex Inpdap è necessario essere in possesso di un PIN, cioè un codice segreto di identificazione personale.

Il PIN può essere di tipo “on line” o di tipo “dispositivo”.

Il PIN on line non è sufficiente per completare l’iter procedurale di alcuni servizi telematici, per i quali è invece richiesto l’utilizzo del PIN dispositivo.

Il PIN dispositivo è stato istituito per garantire maggiore sicurezza sull’identità del richiedente; a differenza del PIN on line, il PIN dispositivo viene rilasciato solo dopo che l’utente sia stato identificato o abbia inviato copia di un documento di riconoscimento.

Al fine di semplificare l’accesso ai servizi telematici, a partire dal 1° marzo 2013 il numero di caratteri che compongono il PIN è stato portato da 16 a 8. Il PIN iniziale, fornito in fase di assegnazione di un nuovo PIN o di ripristino per smarrimento, continua ad essere composto da 16 caratteri.
Al primo accesso con tale PIN, l’utente è invitato a generarne un nuovo composto di soli 8 caratteri. Tutti i successivi accessi sono effettuati con PIN di 8 caratteri.
Gli utenti già dotati del PIN di 16 caratteri possono continuare ad utilizzarlo sino alla modifica periodica, allorché saranno guidati per la generazione di uno di 8 caratteri.

Il PIN si può richiedere:

  1. presso gli sportelli delle sedi Inps (PIN dispositivo);
  2. on line, sul sito www.inps.it, attraverso la procedura “PIN online”> “Richiedi PIN”(vedi Collegamenti (solo PIN on line);
  3. tramite Contact Center Inps chiamando il numero verde 803 164; per le chiamate da telefoni cellulari è disponibile il numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico del chiamante;
  4. con l’attivazione del PIN preassegnato da Inps, i cui primi otto caratteri sono trasmessi all’utenza tramite lettera, in occasione di comunicazioni periodiche (solo PIN on line).


1 - Richiesta di PIN dispositivo presso gli sportelli delle sedi Inps

Le sedi Inps rilasciano immediatamente il PIN: l’utente compila e consegna allo sportello il modulo (vedi Documentazione), e l’operatore, effettuate le necessarie verifiche, consegna una busta chiusa contenente il PIN già attivo.
Anche le sedi Inps - Gestione Dipendenti Pubblici (con alcune temporanee eccezioni) rilasciano il PIN.

Il PIN rilasciato presso gli sportelli delle sedi è di tipo dispositivo.

2 - Richiesta di PIN on line attraverso il sito www.inps.it

Attraverso la procedura “PIN online” > “Richiedi PIN” del sito www.inps.it (vedi Collegamenti) è possibile ottenere il PIN on line.

L’utente registra i propri dati, tra cui telefono e mail. La richiesta viene sottoposta a un processo automatico di verifica dell’indirizzo di residenza. Se l’indirizzo è validato, i primi otto caratteri vengono rilasciati via e-mail o Sms, mentre i restanti otto caratteri sono spediti all’indirizzo di residenza attraverso il servizio postale.

Il PIN rilasciato con questa modalità è di tipo on line.

3 - Richiesta di PIN on line attraverso il Contact Center Inps

Il PIN on line può inoltre essere ottenuto telefonando al numero verde 803 164; per le chiamate da telefoni cellulari è disponibile il numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico del chiamante. L’operatore del Contact Center registra i dati forniti dall’utente (identità, residenza, dati della tessera sanitaria) e comunica telefonicamente i primi otto caratteri del PIN; i restanti otto caratteri sono spediti all’indirizzo di residenza attraverso il servizio postale.

Il PIN rilasciato con questa modalità è di tipo on line.

4 - Attivazione di PIN on line preassegnato

Ricevuta una lettera con i primi otto caratteri del PIN, in occasione di comunicazioni periodiche dell’Istituto, l’utente può ottenere i restanti otto caratteri attraverso la procedura “PIN online” > “Attiva PIN” del sito www.inps.it (vedi Collegamenti).

La procedura richiede i dati contenuti nella tessera sanitaria. Terminata la procedura, l’utente riceverà i restanti otto caratteri via e-mail o Sms.

Il PIN rilasciato con questa modalità di tipo on line.

Conversione del PIN on line in PIN dispositivo

A differenza del PIN rilasciato dalla sede, che è di tipo dispositivo, il PIN ottenuto attraverso le altre modalità è di tipo “online”.

La procedura “PIN online” >“Converti PIN” disponibile sul sito Inps (vedi Collegamenti) consente di convertire il PIN on line in PIN dispositivo: l’utente, sottoscritto il modulo di richiesta e digitalizzato il documento di riconoscimento, li invia all’Inps utilizzando l’apposita procedura “Converti PIN”.

In alternativa, il modulo e la copia del documento possono essere consegnati ad una sede Inps o inviati via fax al Contact Center Inps 800 803 164.

Completate le verifiche, il PIN on line viene convertito in PIN dispositivo.

Amministrazioni, Patronati e Personale Inps - Gestione Dipendenti Pubblici

Nulla è variato per l’accesso all’ Area Riservata dedicata alle Amministrazioni, ai Patronati e al Personale Inps - Gestione Dipendenti Pubblici.

Figli di scritti o di pensionati

I figli e orfani maggiorenni di iscritti e pensionati per presentare domande on line di partecipazione a concorsi i accedono direttamente ai Servizi telematici disponibili nell’Area Riservata. Prima di richiedere il PIN per l’accesso i concorrenti devono innanzitutto richiedere l’iscrizione nella banca dati dell’Istituto. Infatti essere in possesso del PIN senza essere correttamente registrati nella banca dati come figlio di iscritto o pensionato non permette l’accesso alle applicazioni che consentono l’invio delle domande on line.

Informazioni dettagliate nella pagina Servizi in linea > Figli di Iscritti e di Pensionati di questo sito (Vedi Sezione di riferimento).

 


Leggi questo articolo in formato PDFTorna su all'inizio del contenuto.

Contenuti correlati

Ultime circolari

N° 145 del 07-11-2014
Convenzione tra l’INPS e l'Associazione Lavoratori Pensionati Autonomi..
N° 144 del 07-11-2014
Convenzione tra l’INPS e il Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori e ..

Ultimi messaggi

Messaggio numero 8889 del 19-11-2014
Note di rettifica recanti addebiti per mancato rinnovo dei benefici in..
Messaggio numero 8881 del 19-11-2014
Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvag..