Salta il menu di navigazione del canale

ATTENZIONE

A seguito delle recenti novità legislative introdotte dalle leggi “Riforma del mercato del lavoro”(L. 92/2012), “Misure urgenti per la crescita del paese”(L. 134/2012) e dalla legge di stabilità (L.228/2012), le informazioni contenute nella seguente scheda sono in corso di revisione/aggiornamento e saranno rese disponibili a breve”


PRESTAZIONE UNA TANTUM AI LAVORATORI CO.CO.PRO.

Per l'anno 2010 la Legge Finanziaria (legge n° 191/2009) ha ampliato i requisiti e la misura dell' indennità una tantum da corrispondere ai collaboratori a progetto, iscritti in via esclusiva alla gestione separata, che siano in possesso dei requisiti previsti (con esclusione dei soggetti individuati dall’articolo 1, comma 212, della Legge 23 dicembre 1996, n. 662, quali ad esempio collaboratori occasionali, lavoratori autonomi occasionali ecc). (Circ. N° 36 del 09/03/2010)


LA DOMANDA

La domanda dovrà essere presentata all'I.N.P.S. entro 30 giorni dalla data in cui siano stati soddisfatti i requisiti previsti per il diritto.

Alla domanda dovrà essere allegata copia della la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o ad un percorso di riqualificazione professionale.


REQUISITI

Per aver diritto all’indennità bisogna che si verifichino tutte le sotto elencate condizioni (Msg. N° 009718 del 9/4/2010):

  • il rapporto di lavoro deve cessare per fine lavoro;
  • monocommittenza, durante l’ultimo rapporto di lavoro, quello per il quale si è verificato l’evento di “fine lavoro”, il collaboratore deve avere un unico committente;
  • reddito anno precedente, non superiore a 20.000 euro e non inferiore a 5.000 euro;
  • assenza di contratto di lavoro da almeno 2 mesi;
  • accredito contributivo, devono risultare accreditati nell’anno precedente non meno di 3 contributi mensili, e nell'anno di riferimento non meno di 1 contributo mensile.

MISURA DELL'INDENNITÀ

Per gli anni 2010 e 2011 l'indennità una tantum da erogare, sarà pari al 30% del reddito di lavoro percepito nell'anno precedente, e comunque non potrà essere superiore a 4.000 euro.


DECADENZA

Si decade dal diritto in caso di rifiuto di sottoscrivere la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o ad un percorso di riqualificazione professionale, ovvero, una volta sottoscritta la dichiarazione, in caso di rifiuto di un percorso di riqualificazione professionale o di un lavoro congruo.



Leggi questo articolo in formato PDFTorna su all'inizio del contenuto.

Contenuti correlati

Chiudi

La tua opinione ci aiuta a darti un servizio migliore:

Abbiamo aggiornato le informazioni del sito.
Valuta la qualità dei contenuti:

Chiari
  • Attuale 0/5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Esaurienti
  • Attuale 0/5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Facili da raggiungere
  • Attuale 0/5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Legenda
Per niente
Per niente
Poco
Poco
Abbastanza
Abbastanza
Molto
Molto
Del tutto
Del tutto
Vota

Ultime circolari

N° 52 del 22-04-2014
Convenzione fra l’INPS e UNITA’ SINDACALE FALCRI SILCEA per la riscoss..
N° 51 del 16-04-2014
Contributi volontari anno 2014: lavoratori dipendenti non agricoli, la..

Ultimi messaggi

Messaggio numero 4152 del 17-04-2014
DL marzo 2014, n. 34. Prime indicazioni in materia contributiva. Resti..
Messaggio numero 4069 del 14-04-2014
Gestione del “DURC interno” - Messaggio 2889/2014.