I due sistemi di calcolo della pensione

Home > Informazioni> Gestione Lavoratori Spettacolo e Sport > La pensione > I due sistemi di calcolo della pensione

Salta il menu di navigazione del canale

ATTENZIONE!

I contenuti informativi presenti in questa pagina sono in corso di aggiornamento.


Il criterio di calcolo della pensione varia a seconda dell’anzianità contributiva maturata dal lavoratore al 31 dicembre 1995.

  • lavoratori con anzianità contributiva di almeno 18 anni al 31.12.1995: sistema retributivo;
  • lavoratori con anzianità contributiva successiva al 31.12.1995: sistema contributivo;
  • lavoratori con anzianità contributiva inferiore ai 18 anni al 31.12.1995 e contribuzione successiva a tale data: sistema misto.

I lavoratori con un anzianità contributiva pari o superiore a 15 anni, di cui almeno 5 dal 1.1.1996 in poi, possono chiedere il calcolo della pensione interamente con il sistema contributivo: opzione al sistema contributivo.


Sistema retributivo

Il sistema retributivo si applica a coloro che possono far valere un’anzianità contributiva ed assicurativa, al 31 dicembre 1995, pari o superiore a 18 anni. Il sistema retributivo si basa sulle retribuzioni percepite durante la vita assicurativa.
A partire dall’1.1.1993, la pensione calcolata con il sistema retributivo è composta di due quote:

  1. la quota A, relativa all’anzianità contributiva maturata sino al 31.12.1992;
  2. la quota B, relativa all’anzianità contributiva maturata dall’1.1.1993 in poi.

Per il calcolo della quota A la retribuzione giornaliera pensionabile viene ricavata dalla media delle migliori 540 retribuzioni giornaliere, fra tutte quelle versate ed accreditate nell’arco dell’intera vita lavorativa. Le retribuzioni, per il periodo intercorrente tra il 1° gennaio 1957 ed il 1° gennaio del quinto anno anteriore a quello di decorrenza della pensione,sono rivalutate sulla base della variazione media annua dell’indice ISTAT del costo della vita.
Per il calcolo della quota B, la retribuzione giornaliera pensionabileviene ricavata dallamedia di un determinato numero di migliori retribuzioni ovvero di ultime retribuzioni a seconda che il lavoratore appartenga al raggruppamento A, B o C. Le retribuzioni sono rivalutate secondo lo stesso criterio utilizzato per la quota A.



raggruppamento A raggruppamento B raggruppamento C
Dal 1.1.2002 in poi 1.900
Migliori
2.600
Ultime
3.120
Ultime

La quota A è riferita alle giornate versate e accreditate sino al 1992 e la quota B alle giornate versate e accreditate dal 1.1.1993 alla decorrenza della pensione.
L’importo della pensione corrisponde alla somma delle due quote.


Fondo Sportivi Professionisti

Anche per gli sportivi professionisti la pensione è data dalla somma della quota A e della quota B.
Per il calcolo della quota A, la retribuzione giornaliera pensionabile viene ricavata dalla media delle migliori 540 retribuzioni giornaliere, fra tutte quelle versate ed accreditate nell’arco dell’intera vita lavorativa. Le retribuzioni, per il periodo intercorrente tra il 1° gennaio 1957 ed il 1° gennaio del quinto anno anteriore a quello di decorrenza della pensione,sono rivalutate sulla base della variazione media annua dell’indice ISTAT del costo della vita.
Per il calcolo della quota B, la retribuzione giornaliera pensionabile è costituita dalla media delle migliori 2080 retribuzionipiù elevate assoggettate a contribuzione, anch’esse rivalutate (a regime dal 1.1.2002).


Sistema contributivo

Si applica a coloro che sono privi di anzianità contributiva al 31.12.1995 o a coloro che, in possesso di un anzianità contributiva pari o superiore a 15 anni, di cui almeno 5 dal 1.1.1996 in poi, optanoper tale sistema.


Il sistema contributivo si basa sui contributi versati durante la vita assicurativa.
I contributi versati vengono sommati per dare luogo alla base contributiva complessiva o montante individuale che viene moltiplicato per il coefficiente di trasformazione, stabilito dalla legge, relativo all’età dell’a ssicurato alla data dei decorrenza della pensione o alla data del decesso, nel caso di pensione ai superstiti di assicurato.


Determinazione del montante

Al fine della determinazione del montante individuale occorre:

  • individuare la base imponibile annua (retribuzione annua complessiva);
  • calcolare l’ammontare dei contributi di ciascun anno moltiplicando la base imponibile annua per l’aliquota di computo del 33%;
  • determinare il montante individuale dei contributi sommando l’ammontare dei contributi di ciascun anno rivalutato annualmente sulla base del tasso annuo di capitalizzazione risultante dallavariazione media quinquennale del prodotto interno lordo nominale (PIL), calcolata dall’ISTAT con riferimento al quinquennio precedente l’anno da rivalutare.

Coefficiente di trasformazione

Il coefficiente di trasformazione è rilevato in relazione all’età dell’a ssicurato alla data di decorrenza della pensione, a partire dall’età di 57 anni.
Per i trattamenti di pensione liquidati ai soggetti di età inferiore a 57 anni (assegno ordinario di invalidità, pensione di inabilità, pensione ai superstiti di assicurato…) viene applicato il coefficiente di trasformazione previsto per i soggetti che hanno compiuto i 57 anni.


ANNI/MESI 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11
57 4,720 4,731 4,742 4,753 4,764 4,775 4,786 4,797 4,808 4,819 4,830 4,841
58 4,860 4,872 4,884 4,896 4,908 4,920 4,932 4,944 4,956 4,968 4,980 4,992
59 5,006 5,019 5,032 5,045 5,058 5,071 5,084 5,097 5,110 5,123 5,136 5,149
60 5,163 5,177 5,191 5,205 5,219 5,233 5,247 5,261 5,275 5,289 5,303 5,149
61 5,334 5,349 5,364 5,379 5,394 5,409 5,424 5,439 5,454 5,469 5,484 5,499
62 5,514 5,530 5,546 5,562 5,578 5,594 5,610 5,626 5,642 5,658 5,674 5,690
63 5,706 5,723 5,740 5,757 5,774 5,791 5,808 5,825 5,842 5,859 5,876 5,893
64 5,911 5,929 5,947 5,965 5,983 6,001 6,019 6,037 6,055 6,073 6,091 6,109
65 6,109











Fondo Sportivi Professionisti

Per gli sportivi professionisti, stante la peculiarità dell’attività lavorativa, ai fini del conseguimento del suddetto requisito dei 57 anni di età, è consentito di aggiungere alla propria età anagrafica, un anno ogni quattro di lavoro effettivamente svolto con la qualifica di sportivo professionista sino ad un massimo di 5 anni.
Conseguentemente, il coefficiente di trasformazione da applicare è individuato in corrispondenza dell’età risultante dalla somma dell’età anagrafica dell’assicurato, non inferiore a 52 anni, ed il numero degli anni aggiunti sino ad un massimo di 5.


Sistema misto

Si applica ai lavoratori che alla data del 31.12.1995 hanno maturato un'anzianità contributiva inferiore ai 18 anni.
L’ammontare del trattamento pensionistico è determinato dalla somma della quota di pensione corrispondente alle anzianità acquisite anteriormente alla data del 31.12.95 (quote A e B), calcolata secondo il sistema retributivo e della quota di pensione corrispondente alle anzianità acquisite successivamente alla data del 31.12.95, calcolata secondo il sistema contributivo.


Leggi questo articolo in formato PDFTorna su all'inizio del contenuto.

Contenuti correlati