Salta il menu di navigazione del canale

La Rappresentanza in Italia della Commissione europea organizza quattro importanti appuntamenti in occasione dell'Anno europeo dei cittadini. Il primo ha avuto luogo a Napoli il 30 novembre 2012 alla presenza del Commissario Lazslo Andor, responsabile per l'occupazione, gli affari sociali e l'integrazione. Il secondo appuntamento, incentrato sul tema della protezione dei valori del modello sociale europeo e della sicurezza dei cittadini, ha avuto luogo a Torino il 21 febbraio 2013 alla presenza della Commissaria agli Affari interni Cecilia Malmstroem. E' stata Pisa ad ospitare il terzo incontro dedicato all'uso sostenibile delle risorse, che si è svolto il 5 aprile 2013 alla presenza del Commissario responsabile per l'Ambiente Janez Potocnik. In occasione della festa dell'Europa, il 7 maggio 2013, si è svolto a Trieste un grande evento finale con la vicepresidente Viviane Reding. (Approfondimento)

 

Il 7 maggio 2013 si è aperto a Firenze il Festival d'Europa, appuntamento organizzato dall'Istituto universitario europeo di Fiesole, occasione di riflessione sull'UE di domani, laboratorio della comunicazione tra Unione Europea e cittadini, vetrina delle attività dell'Unione e dei suoi Stati membri. Per l'Anno UE dei cittadini, il Dipartimento Politiche Europee partecipa al forum “Verso il 2014: l’Europa che vogliamo” promosso dal Cime, Consiglio italiano del Movimento europeo. (Sito dedicato al Festival d'Europa).

 


Il 29 maggio 2013 a Roma, l’INPS ha organizzato una videoconferenza indirizzata a tutte le Strutture territoriali dell’Istituto, che ha visto la partecipazione dell’Ufficio della Cittadinanza Europea e del Centro Solvit per la Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Divisione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che si occupa della sicurezza sociale comunitaria ed internazionale e di un esperto legale di Your Europe Advice, rete di informazione sui diritti dei cittadini dell’Unione Europea. La videoconferenza ha inteso divulgare gli obiettivi sanciti dall’Anno europeo dei cittadini e l’attività del Centro SOLVIT, inserito in una rete europea per la risoluzione di reclami e criticità poste dai cittadini e dalle imprese dell’Unione Europea anche in materia di sicurezza sociale. In particolare obiettivo della videoconferenza è stato quello di richiamare l’attenzione sull’opportunità offerta ai cittadini e alle imprese di presentare reclami attraverso il servizio europeo SOLVIT, che consente di utilizzare un procedimento alternativo, gratuito e molto più rapido delle vie legali, per la risoluzione delle controversie riguardanti pratiche transnazionali.

In occasione dell’edizione 2013 del Forum PA, il 30 maggio 2013, si è svolto a Roma un convegno dal titolo “Unione europea, cittadinanza europea, democrazia europea: quale bilancio ad un anno dalle elezioni europee del 2014 ?” organizzato dal Ministero degli Affari Esteri. Il convegno ha offerto l’occasione per fare il punto su una delle sfide cruciali per le prospettive dell’integrazione europea, quella di assicurare una più effettiva identificazione dei cittadini europei con le proprie istituzioni attraverso strumenti che garantiscano processi decisionali basati sulla trasparenza e sulla democrazia partecipativa. Una piena realizzazione del principio di cittadinanza europea, nella sua accezione più ampia, diventa quindi elemento essenziale per una democrazia europea compiuta e condizione indispensabile per il progresso dell’integrazione europea. Al convegno hanno partecipato rappresentati del Parlamento europeo, della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’Istituto Universitario Europeo di Firenze.

 

 

L’Istituto ha organizzato il 27 settembre 2013, il Forum Internazionale “The Social Security Agencies Transformation looking at Europe 2020”, con l’obiettivo principale di divulgare i risultati del progetto europeo B.E.S.T, (Benefit European Social Teller), presentato a maggio 2012, finanziato dalla Commissione europea nell'ambito delle iniziative del programma europeo EESSI - Electronic Exchange of Social Security Information. Il Forum ha registrato la partecipazione di rappresentanti della Commissione Europea, di numerose Istituzioni previdenziali comunitarie, dell’Ufficio della Cittadinanza Europea presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e di esponenti del mondo accademico internazionale.
Il progetto B.E.S.T., finalizzato alla realizzazione di un prototipo di tecnologia avanzata,  rappresenta un prezioso contributo italiano al programma EESSI che, come noto,  si prefigge la dematerializzazione dei processi di gestione delle domande di prestazione a livello comunitario attraverso lo scambio telematico dei dati previdenziali. Durante il Forum sono state anche presentate le iniziative dell’Italia organizzate in occasione dell’Anno europeo dei cittadini 2013. Infatti, come evidenziato nel corso dei lavori, il progetto BEST e l’Anno europeo dei cittadini hanno come obiettivo comune quello di promuovere l’esercizio effettivo dei diritti connessi alla cittadinanza, rimuovendone gli ostacoli.

Per maggiori informazioni vedi la pagina dedicata all’evento in INPS comunica.

 


Leggi questo articolo in formato PDFTorna su all'inizio del contenuto.

Contenuti correlati