Salta il menu di navigazione del canale

Gli studenti vanno in vacanza con l’Inps


Ogni anno l’Istituto propone ai ragazzi numerosi soggiorni estivi di vacanza e studio in Italia e all’estero, della durata – rispettivamente – di una o di due settimane, e di due o quattro settimane.


È un’opportunità interessante in cui ai momenti ricreativi e sportivi si alternano varie attività culturali e gite, ma soprattutto, per l’estero, lo studio di una lingua straniera.


Ai giovani disabili è offerta l’assistenza continua di personale qualificato.


Due benefici, un solo bando


I posti di soggiorno sono assegnati attraverso un concorso, che l’istituto bandisce nei primi mesi dell’anno. Due i benefici messi a concorso per diverse destinazioni e fasce di età.


Per i soggiorni è prevista una quota di partecipazione che varia con il valore dell’indicatore Isee e con il costo effettivo del soggiorno prescelto.


Poiché l’attestazione Isee viene acquisita automaticamente dalla banca dati dell’Istituto, prima di trasmettere la domanda on line, sarà, necessario far elaborare la suddetta Attestazione ISEE, riferita al nucleo familiare in cui compare il giovane concorrente, presso INPS e Ente convenzionato ( C.A.F., Comuni, ect.), affinchè durante l’istruttoria della pratica il sistema rilevi i valori ISEE corrispondenti.


I soggiorni in Italia


I soggiorni in Italia si svolgono presso strutture alberghiere dislocate su tutto il territorio nazionale situate in prossimità di centri di particolare interesse storico, culturale e turistico.


I soggiorni in Europa


All’estero i ragazzi sono ospiti di college e campus, situati in diversi paesi europei (Francia, Germania, Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica d'Irlanda e Spagna), dove entrano in contatto con la cultura del paese che li accoglie.

Si può scegliere tra francese, inglese, spagnolo o tedesco, anche se la lingua studiata a scuola è diversa. Un test iniziale permette di verificare il livello di preparazione dei ragazzi e di dividerli in classi di non più di 15 persone. Seguono le lezioni in aula, tenute da insegnanti madrelingua. Alla fine del corso ciascun partecipante riceve un attestato di frequenza.


Non è l’Istituto a gestire direttamente le vacanze, ma soggetti turistici specializzati.


Notizie utili


Nell’area riservata dei Servizi in linea, consultabile sul sito www.inps.it – Gestione Dipendenti Pubblici, è consentito alle famiglie utenti, seguire l’iter della propria domanda. Altre eventuali news, legate al bando, potranno essere consultate nella pagina Facebook dedicata.


A chi si rivolge


I soggiorni sono aperti ai giovani dai 7 ai 17 anni, figli di:

  • iscritti e pensionati della gestione dipendenti pubblici;
  • lavoratori e pensionati pubblici iscritti al Fondo credito;
  • iscritti alla Gestione Fondi Gruppo Poste italiane – l’istituto Postelegrafonici;
  • assistiti dall’Istituto di previdenza e assistenza per i dipendenti di Roma capitale (IPA).

I concorrenti devono appartenere alle 4 fasce di età specificate sul bando.



 

Leggi questo articolo in formato PDFTorna su all'inizio del contenuto.

Contenuti correlati