www.inps.it - News Informazioni Inps.it - Canale news per le Informazionihttp://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?rss=yesit-IThttp://blogs.law.harvard.edu/tech/rssFri, 21 Jun 2019 00:08:20 GMThttp://www.inps.it/nuovoportaleinps/images/logo_bussola_new.jpginps.ithttp://www.inps.it8450Pubblicato l’Osservatorio sul precariato con i dati di aprile 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52873http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52873Thu, 20 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati i <strong>dati di aprile 2019 </strong>dell’<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=0%3b46437%3b51387%3b&amp;lastMenu=51387&amp;iMenu=1&amp;itemDir=46919',3);">Osservatorio sul precariato</a>. Nei primi quattro mesi del 2019, nel settore privato, <strong>le</strong> <strong>assunzioni sono state 2.320.426</strong>. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente risultano in crescita i contratti a tempo indeterminato, di apprendistato, stagionali e intermittenti. In diminuzione, invece, i contratti a tempo determinato (-9,2%) e quelli in somministrazione (-36,5%).</p> <h2>La dinamica dei flussi</h2> <p>Nei primi quattro mesi del 2019 si conferma, rispetto al 2018, l’<strong>incremento</strong> <strong>delle</strong> <strong>trasformazioni da tempo determinato a indeterminato</strong>, che passano da 165.240 a 271.763 (+64,5%). In crescita anche le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (+10,7%).</p> <p>Le <strong>cessazioni</strong> nel complesso sono state 1.793.391, in diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La riduzione riguarda le cessazioni di contratti in somministrazione, di rapporti a termine e di rapporti a tempo indeterminato. In crescita sono invece le cessazioni di rapporti con contratto intermittente, stagionale e in apprendistato.</p> <p>Nei mesi di gennaio-aprile 2019 sono stati <strong>incentivati 41.463 rapporti di lavoro</strong> con i benefici previsti dall’esonero triennale strutturale per le attivazioni di contratti a tempo indeterminato di giovani (legge 205/2017). Si registra una lieve diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-4,3%).</p> <h2>Il lavoro occasionale</h2> <p>I lavoratori impiegati con <strong>Contratto di Prestazione Occasionale </strong>(CPO) ad aprile 2019 sono stati 19.133, con un importo mensile lordo medio di 224 euro.</p> <p>Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del <strong>Libretto Famiglia</strong> (LF), ad aprile 2019 sono stati 9.657, con un importo mensile lordo medio di 221 euro.</p>Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG): i dati di maggio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52874http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52874Thu, 20 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato l’<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/menu/cig/main1.html',3);">Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni</a> con i dati di <strong>maggio 2019</strong>. Il numero di <strong>ore di cassa integrazione</strong> complessivamente autorizzate è stato pari a 25.208.214, in aumento del 6,3% rispetto allo stesso mese del 2018 (23.718.372).</p> <p>Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:</p> <ul> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria </strong>(CIGO) sono state 8.636.935, in diminuzione del 20,1% rispetto a maggio 2018;</li> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria</strong> (CIGS) sono state 16.540.632, in aumento del 35% rispetto a maggio 2018;</li> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni in Deroga</strong> (CIGD) sono state 30.647, in diminuzione del 95,3% rispetto a maggio 2018.</li> </ul> <p>Ad aprile 2019 sono state presentate 118.549 domande di NASpI, 1.171 di DIS-COLL e tre domande di mobilità, per un totale di 119.723 domande, segnando una diminuzione del 1,7% rispetto ad aprile 2018.</p> <p>In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è stato pubblicato il <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fCIG_focus_giugno_2019.pdf">Focus giugno 2019</a> (pdf 819KB) con i dati di maggio.</p>Concorso pubblico a 967 posti: modificate le graduatorie finalihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52875http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52875Thu, 20 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si comunica che, con determinazione presidenziale 19 giugno 2019, n. 63, sono state <strong>modificate</strong> la <a title="Scarica il file in formato PDF " href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fgraduatoria_finale_determina_63-2019.pdf">graduatoria finale</a> (pdf 253KB) e la <a title="Scarica il file in formato PDF" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fgraduatoria_dei_vincitori_determina_63-2019.pdf">graduatoria dei vincitori</a> (pdf 75KB) del <strong>concorso pubblico</strong>, per titoli ed esami, a <strong>967 posti di consulente protezione sociale</strong> nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1, indetto con determinazione presidenziale 24 aprile 2018, n. 42, il cui bando di concorso è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4ª Serie speciale “Concorsi ed esami”, 27 aprile 2018, n. 34.</p>Lavoratori agricoli: pubblicato il primo elenco di variazione 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52876http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52876Thu, 20 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Dal 15 fino al 30 giugno </strong>è possibile consultare il <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?iiDServizio=2531">primo elenco di variazione 2019</a>&#160;dei <strong>lavoratori agricoli</strong>.</p> <p>La pubblicazione ha valore di notifica a ogni effetto di legge ai sensi dell’articolo 38, commi 6 e 7, legge 6 luglio 2011, n. 111.</p>Blockchain e PA: il resoconto del convegno INPShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52867http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52867Wed, 19 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si è svolto martedì 18 giugno 2019 nella sede di Palazzo Wedekind a Roma il <strong>convegno</strong> “Blockchain fattore abilitante negli ecosistemi della PA”. <br/> Durante l’incontro, al quale ha partecipato il <strong>Presidente INPS Pasquale Tridico</strong>, si è discusso dei rapporti tra Pubblica Amministrazione e cittadini, dell’importanza di una scelta consapevole degli ambiti strategici in cui l’introduzione della tecnologia può generare impatti positivi sulla qualità di vita, del ruolo italiano in Europa e delle innovazioni della Blockchain a livello nazionale e internazionale.<br/> Ad aprire il simposio è stato il <strong>Direttore Generale INPS Gabriella Di Michele. </strong>A seguire sono intervenuti esperti del settore e rappresentanti del mondo accademico, tra cui il Direttore centrale progetti di internazionalizzazione INPS <strong>Antonio De Luca</strong>, il Direttore centrale Organizzazione Digitale INAIL <strong>Paolo Guidelli</strong>, <strong>Silvia Ciucciovino</strong> (LabChain, Università degli Studi Roma Tre, Consigliere Esperto del CNEL), <strong>Marco Bellezza</strong> (consigliere giuridico per le comunicazioni e l’innovazione digitale del vice Presidente del Consiglio dei Ministri) e <strong>Vincenzo Damato</strong> (Direttore centrale Organizzazione e Sistemi informativi INPS). In collegamento da Bruxelles è intervenuto il Direttore Generale della DG Connect <strong>Roberto Viola</strong>. </p>Nota congiunta occupazione: online i dati del primo trimestre 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52872http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52872Wed, 19 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’ISTAT, il <strong>Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali</strong>, l’INPS, l’INAIL e l’ANPAL hanno pubblicato oggi sui rispettivi siti web la <a title="Consulta la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51044%3b52315%3b&amp;lastMenu=52315&amp;iMenu=12&amp;iNodo=52315&amp;p4=2',3);">Nota trimestrale</a> congiunta sulle tendenze dell’occupazione relativa al primo trimestre del 2019. <br/> Alla <strong>Nota</strong> sono allegate anche le serie storiche relative ai flussi di attivazioni, cessazioni e trasformazioni per classe dimensionale d’impresa e tipologia contrattuale derivanti dai dati <strong>INPS-UNIEMENS</strong>. <br/> Inoltre riprende la pubblicazione dei dati <strong>INAIL</strong> sul numero delle denunce, comprensivi delle comunicazioni obbligatorie di infortunio (assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento). <br/> Come è consuetudine alla <strong>Nota</strong> vengono allegate in formato excel le serie storiche dei <strong>flussi di attivazioni</strong>, cessazioni e trasformazioni per settore di attività economica e tipologia contrattuale (comunicazioni obbligatorie, fornite dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, rielaborate) e gli stock relativi alle <strong>posizioni lavorative dipendenti </strong>nelle imprese industriali e dei servizi di fonte ISTAT provenienti dalla rilevazione su Occupazione, retribuzioni, oneri sociali (OROS).</p> Fondo Trasporto Aereo: chiarimenti sulle prestazioni integrativehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52860http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52860Tue, 18 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2097%20del%2001-06-2017.htm',3);">circolare INPS 1 giugno 2017, n. 97</a> sono state fornite le istruzioni amministrative e operative sulle <strong>prestazioni integrative</strong> erogate dal <a title="vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50269">Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo,</a> previste dal decreto interministeriale 95269/2016.</p> <p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2089%20del%2017-06-2019.htm',3);">circolare INPS 17 giugno 2019, n. 89</a> si forniscono chiarimenti sui termini di presentazione della domanda di accesso e sulla compatibilità delle prestazioni integrative, sia della misura che della durata, delle indennità di ASpI e NASpI e di mobilità ordinaria con il trattamento di maternità. Si forniscono, inoltre, indicazioni sulla compatibilità e sulla cumulabilità delle prestazioni integrative nei casi di rioccupazione del lavoratore e con lo svolgimento di attività lavorativa in forma autonoma o parasubordinata.</p>Lavoratori agricoli: contributi obbligatori 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52861http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52861Tue, 18 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a title="Vai alla circolare numero 91 del 17 giugno 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2091%20del%2017-06-2019.htm',3);">circolare INPS 17 giugno 2019, n. 91</a> l’Istituto comunica i <strong>contributi</strong> obbligatori dovuti dai <strong>coltivatori diretti</strong>, <strong>coloni</strong>, <strong>mezzadri </strong>e <strong>imprenditori agricoli professionali </strong>per il 2019.</p> <p>Il reddito medio convenzionale 2019, a cui si applicano le aliquote per la determinazione dei contributi IVS (invalidità, vecchiaia e superstiti), è stato fissato a <strong>58,62 euro</strong> dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.</p> <p>La circolare fornisce indicazioni sui contributi di maternità, sui contributi INAIL e sulle agevolazioni per i territori montani e le zone svantaggiate. Sono riportate, infine, le tabelle dei contributi 2019 e le modalità di pagamento.</p>Artigiani e commercianti: compilazione del modello “Redditi 2019-PF”http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52862http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52862Tue, 18 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’articolo 10, comma 1, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241 dispone che i soggetti iscritti all’<strong>INPS</strong> per i propri <strong>contributi previdenziali</strong> (ad eccezione dei coltivatori diretti) devono determinarne l’ammontare nella propria <strong>dichiarazione dei redditi</strong>.</p> <p>Ai fini della determinazione dei contributi dovuti all’INPS, i soggetti iscritti alle Gestioni dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli <strong>artigiani </strong>e degli <strong>esercenti attività commerciali</strong> e terziario, nonché i <strong>lavoratori autonomi</strong> che determinano il reddito di arte e professione e sono iscritti alla Gestione Separata devono compilare il <strong>Quadro RR</strong> del <strong>modello </strong>“<strong>Redditi 2019-PF</strong>”.</p> <p>La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2090%20del%2017-06-2019.htm',3);">circolare INPS 17 giugno 2019, n. 90</a> fornisce le istruzioni per la compilazione.</p> <p>&#160;</p>Lavoratori della PA: esclusione opzionale dal massimale contributivohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52863http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52863Tue, 18 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2093%20del%2017-06-2019.htm',3);">la circolare INPS 17 giugno 2019, n. 93</a>, fornisce le indicazioni relative all’<strong>esclusione </strong>dall’applicazione del <strong>massimale della base contributiva e pensionabile</strong> per i <strong>lavoratori iscritti dal 1° gennaio 1996 a forme pensionistiche obbligatorie</strong> e privi di anzianità contributiva precedente.</p> <p>Il massimale annuo della base contributiva e pensionabile, annualmente rivalutato dall&#39;ISTAT, per il <strong>2019</strong> è di <strong>102.543 euro</strong>.</p> <p>I soggetti che possono esercitare l’opzione sono i lavoratori delle <strong>pubbliche amministrazioni</strong>. Nell’ambito della PA rientrano anche la Banca d’Italia, la Consob, le Autorità Indipendenti e le Università non statali legalmente riconosciute.</p> <p><br/> Condizione per esercitare la facoltà di opzione è che i lavoratori prestino servizio in settori in cui non risultano attivate forme pensionistiche complementari compartecipate dal datore di lavoro.</p> <p>Nella circolare sono indicati, infine, i termini entro cui la facoltà di opzione dev’essere esercitata e la decorrenza degli effetti.</p>Corso di lingue in Italia: pubblicato il bando 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52864http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52864Tue, 18 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato <strong>pubblicato</strong> il <strong>bando di concorso</strong> <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=527',3);">“Corso di lingue in Italia”</a> finalizzato a sostenere gli esami per la certificazione del livello di conoscenza della lingua secondo il <strong>Quadro Comune Europeo di Riferimento</strong> (CEFR).<br/> Il bando è rivolto ai figli e agli orfani equiparati dei dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali (ex Fondo Credito) e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici (GDP).<br/> Possono partecipare al concorso gli <strong>studenti</strong> che hanno frequentato, nell’anno scolastico <strong>2018-2019</strong>, gli ultimi <strong>due anni</strong> della <strong>scuola primaria</strong> e la <strong>scuola secondaria di primo e secondo grado</strong>.<br/> La <strong>domanda</strong> dovrà essere presentata, per via telematica, attraverso il servizio dedicato sul Portale, dalle 12 del 26 giugno 2019 e non oltre le 12 del 26 luglio 2019.</p>Settore agricolo: versamenti volontari per il 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52865http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52865Tue, 18 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2092%20del%2017-06-2019.htm',3);">circolare INPS 17 giugno 2019, n. 92</a> fissa le aliquote utili al calcolo della contribuzione volontaria a fini previdenziali che, anche per l‘anno 2019, i lavoratori agricoli, dipendenti e autonomi, possono decidere di versare all’Istituto. <br/> Gli operai agricoli possono chiedere, al concorrere delle 270 giornate annue, un <strong>contributo integrativo volontario</strong> di importo pari al 29,10% (aliquota applicata per il F.P.L.D.) dell’imponibile contributivo determinato in base alle retribuzioni percepite. <br/> Nella circolare e nei suoi allegati, sono presenti i coefficienti di riparto da utilizzare per <strong>i </strong><strong>lavoratori agricoli dipendenti</strong>, le classi di reddito settimanale e i contributi ai fini della prosecuzione volontaria, con decorrenza 1° gennaio 2019, dei <strong>Coltivatori diretti, mezzadri, coloni e imprenditori agricoli professionali</strong>.</p> <p>Sono inoltre illustrati gli importi dei contributi integrativi volontari degli Operai agricoli a tempo determinato e indeterminato, dei Piccoli coloni e compartecipanti familiari e dei Coloni e mezzadri reinseriti nell’Assicurazione Generale Obbligatoria. </p>Fondo di garanzia TFR: intervento in caso di trasferimento d’aziendahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52858http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52858Mon, 17 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il “<strong>Mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d&#39;azienda</strong>” è disciplinato dal codice civile, che prevede una serie di tutele volte ad assicurare che le vicende circolatorie dell’azienda non incidano negativamente sulle posizioni dei lavoratori coinvolti.</p> <p>La protezione dei diritti dei lavoratori subordinati in caso di trasferimento d’azienda è disciplinata, inoltre, dalla direttiva n. 23/2001/CE e, in subordine, dalla <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2074%20del%2015-7-2008.htm',3);">circolare INPS 15 luglio 2008, n. 74</a>.</p> <p>Alla luce della più recente giurisprudenza di legittimità in materia e del nuovo contesto normativo di riferimento, l’Istituto, con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%202272%20del%2014-06-2019.htm',3);">messaggio del 14 giugno 2019, n. 2272</a>, fornisce le indicazioni riepilogative sulle modalità di intervento del <strong>Fondo di garanzia del TFR</strong> nelle diverse ipotesi di trasferimento d’azienda: trasferimento d’azienda da parte di cedente <em>in bonis</em>, trasferimento d’azienda da parte di cedente assoggettato a procedura concorsuale, affitto d’azienda.</p>UNIEMENS: modifica dei codici contratto da luglio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52859http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52859Mon, 17 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’INPS comunica che, a partire dal <strong>periodo di paga luglio 2019</strong>, sono istituiti <strong>nuovi codici contratto</strong> da utilizzare all’interno del flusso <strong>UNIEMENS</strong>. Viene, inoltre, cambiata la descrizione di alcuni codici contratto e ne vengono disattivati altri. </p> <p> Tutti i dettagli sono contenuti nel <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%202259%20del%2014-06-2019.htm',3);">messaggio 14 giugno 2019, n. 2259</a>. </p>Aste INPS: unità immobiliari in Lombardia e Venetohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52857http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52857Fri, 14 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati sul sito del Notariato gli atti necessari a partecipare alle <a title="Consulta la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=0%3b46240%3b&amp;lastMenu=46240&amp;iMenu=1',3);">aste immobiliari</a> di unità di proprietà dell’Istituto collocate in <strong>Lombardia</strong> e <strong>Veneto</strong> (entrambe al primo turno).</p> <p>Le aste si svolgeranno in modalità telematica rispettivamente il 16 luglio e il 18 luglio 2019.</p> <p>Alla pagina <a title="Consulta il sito" href="javascript:goLink('https://www.notariato.it/ran/enti/inps',3);">RAN - Rete Aste Notarili</a> è possibile consultare, per ogni asta, il bando integrale, un estratto dello stesso, il disciplinare e i suoi allegati, che regolano le modalità di partecipazione e l’elenco delle unità per ciascun comune.</p> Lavori di pubblica utilità: assegno ASU e contribuzione figurativahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52854http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52854Thu, 13 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Nel corso degli ultimi anni si è sviluppato un contenzioso, giunto sino al terzo grado di giudizio, su alcune tematiche connesse alla gestione delle misure in favore dei <strong>lavoratori di pubblica utilità</strong>, di cui al decreto legislativo 7 agosto 1997, n. 280. Le questioni di maggiore criticità hanno riguardato la rivalutazione dell’<strong>assegno ASU</strong> e il riconoscimento della <strong>contribuzione figurativa</strong> per i lavoratori di pubblica utilità. </p> <p> A tal proposito è stato interessato il <strong>Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali</strong>, che ha recepito il principio enunciato dalla <strong>Corte di Cassazione</strong> secondo il quale i lavori socialmente utili comprendono tutte le attività che hanno per oggetto la realizzazione di opere e la fornitura di servizi di utilità collettiva, ben descritti dall’articolo 1 del decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468.</p> <p> I lavori di pubblica utilità, dunque, sono riconducibili alla medesima tipologia di attività e alla medesima finalità dei lavori socialmente utili di cui costituiscono una specifica.</p> <p> Applicando l’orientamento dalla <strong>Suprema Corte</strong>, il Ministero ha convenuto circa l’opportunità che sia l’incremento dell’assegno, sia la rivalutazione dello stesso siano applicati anche ai lavori di pubblica utilità in quanto “lavori socialmente utili” secondo la definizione fissata dal legislatore.<br/> Il <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%202212%20del%2012-06-2019.htm',3);">messaggio 12 giugno 2019, n. 2212</a>, fornisce indicazioni in merito alla rivalutazione dell’<strong>assegno ASU</strong> e al riconoscimento della contribuzione figurativa per i lavoratori di pubblica utilità. </p>Blockchain e PA: a Palazzo Wedekind il convegno INPShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52855http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52855Thu, 13 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>“<strong>Blockchain fattore abilitante negli ecosistemi della PA</strong>” sarà il tema centrale del convegno che si terrà il prossimo <strong>18 giugno</strong>, nella sede di Palazzo Wedekind, a Roma.</p> <p>All’evento prenderanno parte, tra gli altri, il Presidente dell’INPS <strong>Pasquale Tridico</strong>, il Direttore Generale <strong>Gabriella Di Michele</strong>, insieme ad esperti del settore e a rappresentanti del mondo accademico.</p> <p> La tecnologia Blockchain, con le sue caratteristiche e potenzialità, è uno strumento utile per favorire nuove forme di collaborazione tra i diversi soggetti della pubblica amministrazione e i cittadini.</p> <p> Il <strong>programma </strong>completo è disponibile in allegato.</p> Rapporti tra prestazioni a sostegno del reddito e pensioni anticipatehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52856http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52856Thu, 13 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2088%20del%2012-06-2019.htm',3);">circolare INPS 12 giugno 2019, n. 88</a> l’Istituto chiarisce i <strong>rapporti tra alcune prestazioni a sostegno del reddito e i trattamenti pensionistici anticipati </strong>disciplinati dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, fornendo indicazioni sugli aspetti connessi al riconoscimento e al mantenimento delle prestazioni stesse.</p> <p>Nel dettaglio, la circolare fa riferimento a:</p> <ul> <li><a title="Consulta la scheda prestazione" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50593">indennità di disoccupazione NASpI</a> e <a title="Consulta la scheda prestazione" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=52405">pensione Quota 100</a>;</li> <li>decadenza dall’indennità di <a title="Consulta la scheda prestazione" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50112">mobilità ordinaria</a> e <a title="Consulta la scheda prestazione" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50109">in deroga</a>, prestazioni integrative della NASpI e della mobilità e prestazioni di assegno emergenziale erogate dai fondi di solidarietà, in caso di raggiungimento dei requisiti per la pensione Quota 100;</li> <li>NASpI e <a title="Consulta la scheda prestazione" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50308">pensione anticipata</a>;</li> <li>NASpI in caso di raggiungimento dei requisiti per l’<a title="Consulta la scheda prestazione" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50300">Opzione donna</a>;</li> <li>NASpI in caso di raggiungimento dei requisiti per la <a title="Consulta la scheda prestazione" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50301">pensione per i lavoratori precoci</a>;</li> <li>NASpI e <a title="Consulta la scheda prestazione" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50294">assegno ordinario di invalidità</a>.</li> </ul>Certificato di legislazione comunitaria applicabile: servizio onlinehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52852http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52852Wed, 12 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Dal 1° settembre 2019</strong> sarà attiva la nuova <strong>procedura telematica</strong> di presentazione delle domande di rilascio del <strong>certificato di legislazione applicabile</strong>.</p> <p>Il <strong>documento portatile A1</strong> viene rilasciato per certificare la legislazione di sicurezza sociale applicabile a un <strong>lavoratore</strong> che svolga un’attività lavorativa in uno o più Stati che applicano la <strong>regolamentazione comunitaria</strong>.</p> <p>I <strong>datori di lavoro </strong>e gli <strong>intermediari </strong>previdenziali devono presentare le domande tramite il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=50122&amp;lang=IT',3);">servizio online</a>. Per le tipologie di richieste per le quali è prevista la presentazione da parte del lavoratore interessato, invece, la trasmissione della domanda, in attesa del completamento del processo di telematizzazione, dovrà avvenire con le modalità attualmente in uso.</p> <p>Per un periodo transitorio, fino al 31 agosto 2019, è possibile inviare le domande sia con le consuete modalità sia utilizzando il canale telematico.</p> <p>Nella <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2086%20del%2011-06-2019.htm',3);">circolare INPS 11 giugno 2019, n. 86</a> sono illustrati tutti i dettagli.</p>Misure di politica attiva: la convenzione tra INPS e Regione Calabriahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52853http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52853Wed, 12 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <strong>Regione Calabria</strong>, in coerenza con quanto stabilito dal Programma Operativo Regionale (POR) Calabria per il sostegno del FESR e del FSE 2014/2020 e con l’Asse 8 “Promozione dell’Occupazione Sostenibile e di Qualità” e l’Asse 10 “Inclusione Sociale, intende perseguire l’obiettivo di favorire l’inserimento lavorativo e l’occupazione di disoccupati di lunga durata, l’incremento della partecipazione al mercato del lavoro delle persone maggiormente vulnerabili, nonché la permanenza al lavoro e la ricollocazione dei lavoratori coinvolti in situazioni di crisi settoriali e di grandi aziende. </p> <p>A tal fine la <strong>Regione Calabria</strong> ha siglato una convenzione con l’<strong>INPS</strong> finalizzata a disciplinare le modalità con cui l’Istituto eroga, per conto della Regione, l’importo per gli interventi di politica attiva del lavoro. Gli oneri di tale convenzione sono a carico della <strong>Regione Calabria</strong>, che provvede al finanziamento delle indennità versando anticipatamente le risorse per il pagamento dei suddetti emolumenti.</p> <p> La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2087%20del%2012-06-2019.htm',3);"><strong>circolare INPS 12 giugno 2019, n. 87</strong></a> fornisce le istruzioni operative e contabili relative alla convenzione. <strong> </strong></p> Dottorati di ricerca 2019-2020: avviso per le Universitàhttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52849http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52849Tue, 11 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato un <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b&amp;lastMenu=46050&amp;iMenu=13&amp;p4=2',3);"><strong>Avviso</strong></a><strong> </strong>rivolto alle<strong> Università</strong> e finalizzato alla selezione di <strong>dottorati di ricerca</strong>, per l’anno accademico 2019-2020, in materia di <strong>industria 4.0</strong>, <strong>sviluppo sostenibile</strong>,<strong> welfare e benessere</strong>, <strong>scienze statistiche e attuariali.</strong></p> <p>Sono <strong>100</strong>, complessivamente, le <strong>borse di studio</strong> da assegnare. A seguito della pubblicazione di un successivo bando di concorso, l’INPS finanzierà per ciascun dottorato una borsa aggiuntiva rispetto a quelle finanziate dal MIUR in favore dei <strong>figli </strong>e orfani <strong>di pensionati </strong>utenti della <strong>Gestione Dipendenti Pubblici</strong> o di iscritti alla <strong>Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali</strong>. </p> <p>Sono soggetti proponenti le Università, statali e non statali, riconosciute dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, i cui corsi di dottorato, alla data della presentazione della domanda, siano già stati accreditati. L’Istituto procederà al convenzionamento con gli Atenei proponenti per ciascun dottorato di ricerca ritenuto idoneo.</p> <p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46050%3b&amp;lastMenu=52294&amp;iMenu=1&amp;sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fWelfare%2fAllegato_1_scheda_tecnica.pdf&amp;RedirectForzato=True',3);"><strong>modello</strong></a> (Allegato 1 dell’Avviso) dovrà essere trasmesso dagli Atenei proponenti <strong>entro il 30 giugno 2019.</strong></p> Rider e Gig Economy: workshop all’INPShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52850http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52850Tue, 11 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Mercoledì 5 giugno, presso la Direzione Generale dell’INPS, si è tenuto un <strong>workshop di Design Thinking</strong> con l’obiettivo di progettare soluzioni innovative per i <strong>rider</strong> e per le <strong>Food Delivery Platform </strong>destinate alla creazione di un sistema di welfare, ottimizzato per l’ecosistema della <strong>Gig Economy</strong>. </p> <p>Dai tavoli di lavoro, che hanno visto coinvolti oltre a INPS anche INAIL, CNEL, Moovenda, EY e IBM, sono emerse diverse soluzioni, basate anche su tecnologia blockchain, che saranno approfondite in successivi incontri.</p>Concorso pubblico a 967 posti: pubblicata la graduatoria finalehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52851http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52851Tue, 11 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si comunica che, con determinazione presidenziale 11 giugno 2019 n. 51, sono state approvate la <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fgraduatoria_finale_11062019.pdf">graduatoria finale</a> (pdf 1,2MB) e la <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fgraduatoria_dei_vincitori_11062019.pdf">graduatoria dei vincitori</a> (pdf 349KB) del <strong>concorso pubblico</strong>, per titoli ed esami, a <strong>967 posti di consulente protezione sociale</strong> nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1, indetto con determinazione presidenziale 24 aprile 2018 n. 42, il cui bando di concorso è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4ª Serie speciale “Concorsi ed esami”, 27 aprile 2018, n. 34.</p> <p>A decorrere <strong>dal 1° luglio 2019</strong> e con successive decorrenze nel corso del 2019, si procederà all’assunzione di tutti i candidati presenti nella graduatoria finale, sulla base delle autorizzazioni ad assumere previste dalla vigente normativa.</p> <p>Tutti i candidati presenti nella graduatoria finale dovranno inviare, <strong>entro il 19 giugno 2019</strong>, le proprie preferenze in ordine alla sede di lavoro, esclusivamente in via telematica, mediante l’utilizzo di PIN INPS, SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure CNS (Carta Nazionale dei Servizi), compilando l’apposito modulo e utilizzando l’applicazione <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51303%3b&amp;lastMenu=0&amp;iMenu=1&amp;iiDServizio=2913',3);">ConcorsINPS</a>, che sarà <strong>attiva dalle 9 del 15 giugno 2019</strong>. Si tratta della medesima procedura utilizzata per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso.</p> <p>Il modulo consiste nell’elenco di tutte le strutture INPS disponibili, per le quali occorre indicare l’ordine di preferenza. Si precisa che laddove è indicata “Strutture INPS site nel territorio della provincia di...&quot;, ovvero “Strutture INPS site nel territorio della Filiale di...&quot;, potranno essere assegnate anche Agenzie che insistono sul territorio della provincia/Filiale scelta.</p> <p>Occorre compilare totalmente il modulo, inserendo l’ordine di preferenza per tutte le strutture presenti nel modulo. Nel caso di compilazione parziale (e cioè nel caso in cui non siano state inserite tutte le strutture presenti nel modulo) e nel caso di mancato invio del modulo entro il termine perentorio del 19 giugno 2019, l’Istituto assegnerà i candidati d’ufficio alle strutture che residueranno in esito alle assegnazioni effettuate sulla base delle preferenze espresse dagli altri candidati.</p> <p>L’Istituto si riserva la facoltà di non procedere alla sottoscrizione del contratto individuale di lavoro qualora il candidato non risulti in possesso dei requisiti prescritti dall’articolo 2 del bando del concorso in oggetto.</p> <p>Si precisa, inoltre, che l’assunzione è subordinata alle autorizzazioni da parte degli organi preposti.</p> <p>In data <strong>21 giugno 2019</strong>, nella medesima procedura utilizzata per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso e per comunicare la preferenza in ordine alla sede di lavoro, sarà possibile consultare la sede di lavoro assegnata e la data di decorrenza dell’assunzione (1° luglio o successiva, entro il 2019).</p> <p>Il presente <a href="javascript:goLink('https://www.gazzettaufficiale.it/atto/concorsi/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2019-06-11&amp;atto.codiceRedazionale=19E06729',3);">avviso</a>&#160;vale come notifica agli interessati.</p>Bonus Bebè 2019: importo, requisiti e domandahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52847http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52847Mon, 10 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a title="vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2085%20del%2007-06-2019.htm',3);">circolare INPS 7 giugno 2019, n. 85</a> l’Istituto fornisce chiarimenti sui requisiti, sugli importi e sulle modalità di accesso all’<strong>assegno di natalità</strong>, anche detto &quot;<strong>Bonus Bebè</strong>&quot;, per il 2019.</p> <p>Il beneficio, assegnato per un periodo di tre anni a favore dei nati o dei minori adottati nel triennio 2015-2017, è stato in seguito riconosciuto soltanto per la durata di un anno anche per i nati o adottati nel 2018. È stato quindi esteso anche ai nati o adottati <strong>dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019</strong>, fino al compimento del primo anno di età o di ingresso nel nucleo familiare.</p> <p>Per la sua applicazione è stato previsto anche un <strong>aumento dell’importo del 20%</strong> in caso di figlio nato o adottato nel 2019 successivo al primo e sono stati fissati i limiti di spesa, a 204 milioni di euro per il 2019 e a 240 milioni per il 2020. L’importo maggiorato del 20% si applica anche ai parti gemellari.</p> <p><strong>Bonus Bebè: domanda entro il 13 giugno</strong></p> <p>La domanda di assegno di natalità può essere presentata dal genitore, anche affidatario in possesso dei requisiti, <strong>entro 90 giorni</strong> dalla nascita oppure dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare. La domanda per un figlio nato, affidato o adottato tra il 1° gennaio e il 15 marzo 2019 deve essere quindi presentata <strong>entro il 13 giugno</strong>, al fine di non perdere le mensilità arretrate.</p> <p>La domanda può essere presentata anche oltre il 13 giugno: in questo caso, però, l’assegno decorrerà dalla data di presentazione della domanda.</p> <p>La domanda deve essere trasmessa in via telematica, una sola volta per ciascun figlio nato o adottato o in affidamento preadottivo.</p> <p><strong>Bonus Bebè: importi e ISEE</strong></p> <p>Il Bonus Bebè spetta a condizione che il nucleo familiare del genitore richiedente, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, sia residente in Italia e in possesso di un ISEE in corso di validità non superiore a 25.000 euro.</p> <p>L’<strong>importo </strong><strong>del</strong><strong> Bonus Bebè</strong> dipende dal <strong>valore dell’ISEE minorenni</strong>. Nel caso in cui non sia superiore a 25.000 euro annui, ammonta a 80 euro al mese per un massimo di 12 mesi (960 euro annui); con la maggiorazione, 96 euro al mese per un massimo di 12 mesi (1.152 euro annui).</p> <p>Nel caso in cui, invece, il valore non sia superiore a 7.000 euro annui, ammonta a 160 euro al mese per un massimo di 12 mesi (1.920 euro annui); con la maggiorazione, 192 euro al mese per un massimo di 12 mesi (2.304 euro annui).</p> <p>La circolare contiene, inoltre, le istruzioni da seguire in caso di perdita di uno dei requisiti e per la presentazione di una nuova domanda nei casi di rettifica dell’ISEE.</p>Piccoli coloni e compartecipanti familiari: aliquote contributive 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52846http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52846Thu, 6 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2084%20del%2006-06-2019.htm',3);">circolare INPS 6 giugno 2019, n. 84</a> l’Istituto comunica i <strong>contributi</strong> dovuti dai <strong>concedenti per i piccoli coloni e compartecipanti familiari</strong> per il <strong>2019</strong>.</p> <p>Anche per il 2019 viene applicata la normativa stabilita dal decreto legislativo 16 aprile 1997, n. 146, che prevede l’aumento di 0,20 punti percentuali dell’aliquota dovuta al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD) per la generalità delle aziende agricole a carico dei concedenti.</p> <p>L’aliquota contributiva risulta perciò fissata nella misura complessiva del 28,99%, di cui il 20,15% a carico del concedente e l’8,84% del concessionario.</p> <p>Nella circolare, inoltre, sono comunicate le aliquote da applicare per la riduzione degli oneri sociali e del costo del lavoro, i contributi dovuti all’INAIL e le modalità di pagamento.</p>Polo Unico visite fiscali: Forze armate, sicurezza e vigili del fuocohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52841http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52841Wed, 5 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <a title="Vai al messaggio numero 1399 del 29 marzo 2018" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201399%20del%2029-03-2018.htm',3);">messaggio 29 marzo 2018, n. 1399</a> e il chiarimento, pronunciato in materia, dalla Ragioneria Generale dello Stato il <strong>25 marzo 2019</strong>, hanno reso noto che il personale delle <strong>Forze armate</strong> (Esercito, Marina militare, Aeronautica militare), dei <strong>Corpi armati dello Stato</strong> (Guardia di Finanza e Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria) e del <strong>Corpo nazionale dei vigili del fuoco </strong>è da considerarsi assoggettato alla normativa sul <strong>Polo Unico della medicina fiscale</strong>.</p> <p>Con il <a title="Vai al messaggio numero 2109 del 3 giugno 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%202109%20del%2003-06-2019.htm',3);">messaggio 3 giugno 2019, n. 2109</a>, l’Istituto informa che gli applicativi informatici sottostanti al <strong>Portale aziende on line - Richieste di visite mediche di controllo</strong> sono stati aggiornati al fine di permettere l’identificazione automatica delle singole Amministrazioni in qualità di datori di lavoro dei dipendenti pubblici che rientrano nel <strong>Polo Unico</strong>. Qualora un’Amministrazione non venisse riconosciuta automaticamente dall’applicativo on line, in fase di richiesta di visita medica di controllo la stessa potrà autodichiararsi come datore di lavoro a cui si applica la disciplina del <strong>Polo Unico</strong>.</p> <p>Dunque, per il personale dipendente appartenente ai ruoli delle <strong>Forze armate</strong> e dei <strong>Corpi armati dello Stato</strong> e del <strong>Corpo nazionale dei vigili del fuoco</strong>, i rispettivi datori di lavoro, in caso di assenza dal servizio per malattia, potranno richiedere visite mediche di controllo nell’ambito della normativa sul Polo Unico della medicina fiscale e senza oneri a loro carico.</p> <p>In attesa dell’esito degli approfondimenti con i Dicasteri coinvolti l’Istituto si riserva di comunicare ulteriori indicazioni in ordine alla disposizione, per il medesimo personale, delle visite mediche di controllo d’ufficio.</p>Bandi per soggiorni estivi e cure termali Fondo ex IPOST: graduatoriehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52821http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52821Tue, 4 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono state pubblicate le <strong>graduatorie</strong> per il 2019 dei seguenti bandi di concorso:&#160;</p> <ul> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46067%3b&amp;lastMenu=46067&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46067&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=521',3);">Soggiorni estivi Nuovo Fondo di Mutualità ex IPOST</a></li> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46067%3b&amp;lastMenu=46067&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46067&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=523',3);">Cure termali Nuovo Fondo di Mutualità ex IPOST</a></li> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46067%3b&amp;lastMenu=46067&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46067&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=522',3);">Cure termali Vecchio Fondo di Mutualità ex IPOST</a></li> </ul> Trasporto pubblico locale: rimborso maggiori oneri per malattia 2013http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52822http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52822Tue, 4 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il decreto interministeriale 25 febbraio 2019, adottato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, quantifica i <strong>maggiori oneri</strong> sostenuti dalle <strong>aziende di trasporto pubblico locale</strong> e stabilisce i criteri e le modalità di ripartizione delle risorse finanziarie.</p> <p>L’Istituto, con la <a title="Vai alla circolare numero 80 del 3 giugno 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2080%20del%2003-06-2019.htm',3);">circolare INPS 3 giugno 2019, n. 80</a>, fornisce a tali aziende le istruzioni operative per il <strong>recupero degli oneri</strong> sostenuti a titolo di integrazione delle<strong> indennità di malattia</strong> relativi al <strong>2013</strong>.</p>Società di calcio professionistiche: le nuove agevolazionihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52823http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52823Tue, 4 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la legge di bilancio 2018 sono stati introdotti nuovi <strong>benefici</strong> in favore delle <strong>società di calcio professionistiche</strong>, per agevolare e promuovere lo sport sociale e giovanile. </p> <p>Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 24 aprile 2018 ha definito le modalità di applicazione delle agevolazioni, nonché i requisiti oggettivi e soggettivi del contributo.</p> <p>Con il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%202101%20del%2003-06-2019.htm',3);">messaggio 3 giugno 2019, n. 2101</a> l’Istituto fornisce indicazioni operative in merito alla conseguente <strong>cessazione delle agevolazioni contributive precedentemente stabilite</strong> dall’articolo 145, comma 13, legge 23 dicembre 2000, n. 388 e alla relativa cessazione della validità dei codici del flusso UNIEMENS.</p> Mobilità in deroga aree crisi industriale complessa: Campania e Venetohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52824http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52824Tue, 4 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2090%20del%2001-08-2018.htm',3);">circolare INPS 1 agosto 2018, n. 90</a> l’Istituto ha fornito le istruzioni operative sul trattamento di <strong>mobilità in deroga per i lavoratori occupati in aziende localizzate nelle aree di crisi industriale complessa</strong>. Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20322%20del%2024-01-2019.htm',3);">messaggio 24 gennaio 2019, n. 322</a> ha poi anticipato le modifiche sulle risorse destinate a Campania e Veneto.</p> <p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%202108%20del%2003-06-2019.htm',3);">messaggio 3 giugno 2019, n. 2108</a> si comunica che sono state <strong>modificate le risorse</strong> destinate a finanziare il trattamento.&#160;Oltre ai 3.187.462,75 euro già riconosciuti alla Campania, a rettifica di quanto disposto con i precedenti decreti ministeriali, sono stati <strong>assegnati 3.826.378,34 euro al Veneto e 26.986.158,91 euro alla Campania</strong>.&#160;</p> <p>Nel messaggio vengono fornite le istruzioni per l’erogazione della prestazione da parte delle strutture territoriali, con gli specifici codici d’intervento a seconda della regione.</p>Gestione pubblica: invio note di rettifica 2017, 2018 e 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52826http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52826Tue, 4 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%202111%20del%2003-06-2019.htm',3);">messaggio 3 giugno 2019, n. 2111</a> l’INPS comunica che sono ora disponibili, per il 2017 e il 2018, le <strong>note di rettifica </strong>relative alla differenza tra l’importo dei contributi dichiarati e quelli calcolati sulla base delle aliquote contributive vigenti per la <strong>gestione pubblica</strong>.</p> <p>A<strong> luglio </strong>si emetteranno le note relative al 2019, da gennaio fino al giorno corrente, per arrivare all’invio, con cadenza mensile, delle note riguardanti l’ultimo mese corrente trasmesso ed elaborato.</p> <p>Gli enti interessati possono visualizzare il dettaglio dei singoli contributi ricalcolati tramite il servizio di consultazione delle denunce.</p>Prestazioni di malattia, maternità e tubercolosi: retribuzione 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52838http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52838Tue, 4 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2079%20del%2003-06-2019.htm',3);">circolare INPS 3 giugno 2019, n. 79</a> riporta la misura, per il 2019, del limite minimo di retribuzione giornaliera e degli altri valori da considerare per il <strong>calcolo </strong>delle <strong>c</strong><strong>ontribuzioni </strong>dovute per <strong>malattia, maternità e tubercolosi</strong> per la generalità dei <strong>lavoratori dipendenti</strong>&#160;e dei <strong>lavoratori autonomi</strong>.</p> <p> Nella circolare sono, inoltre, indicati gli<strong> importi</strong> da prendere a riferimento, sempre nel 2019, per prestazioni di maternità e paternità, congedo parentale, assegni per il nucleo familiare, malattia e degenza ospedaliera per i lavoratori iscritti alla Gestione Separata dei lavoratori autonomi, assegno di maternità dei Comuni, assegno di maternità dello Stato per i lavoratori atipici e discontinui. </p> <p> Vengono, infine, indicati i limiti di reddito ai fini dell’<strong>indennità</strong> del<strong> congedo parentale</strong> nei casi&#160;previsti dall’articolo 34, comma 3, del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151 e gli importi massimi ai fini dell’indennità economica e dell’accredito figurativo per i periodi di <strong>congedo</strong> riconosciuti in favore dei <strong>familiari di disabili gravi</strong>.&#160;</p> Aste INPS: unità immobiliari in Emilia Romagna e Calabriahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52839http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52839Tue, 4 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati<strong>&#160;</strong>sul sito del Notariato gli atti necessari a partecipare alle <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=46718">aste immobiliari</a>&#160;di unità di proprietà dell’Istituto collocate in&#160;<strong>Emilia Romagna</strong> (terzo turno) e <strong>Calabria</strong> (secondo turno).</p> <p>Le aste si svolgeranno in modalità telematica il 15 luglio 2019.</p> <p>Alla pagina <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51511%3b&amp;lastMenu=51511&amp;iMenu=1&amp;sURL=https%3a%2f%2fwww.inps.it%2fnuovoportaleinps%2fdefault.aspx%3fsPathID%3d%253b0%253b51461%253b%26lastMenu%3d51461%26iMenu%3d1%26sURL%3dhttps%253a%252f%252fwww.inps.it%252fnuovoportaleinps%252fdefault.aspx%253fsPathID%253d%253b0%253b51434%253b%2526lastMenu%253d51434%2526iMenu%253d1%2526sURL%253dhttps%253a%252f%252fwww.notariato.it%252fran%252fenti%252finps%2526RedirectForzato%253dTrue%26RedirectForzato%3dTrue&amp;RedirectForzato=True',3);">RAN - Rete Aste Notarili</a> è possibile consultare, per ogni asta, il bando integrale, un estratto dello stesso, il disciplinare e i suoi allegati, che regolano le modalità di partecipazione e l’elenco delle unità per ciascun comune.</p>Reddito di Cittadinanza: presentate oltre 1.250.000 domandehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52840http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52840Tue, 4 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono 1.252.148 le <strong>domande</strong> di <strong>Reddito di Cittadinanza</strong> presentate al 31 maggio 2019.</p> <p> Sono state già lavorate oltre 960mila domande (su un totale di poco più di un milione e 60mila presentate a marzo e ad aprile), di cui 674mila sono state accolte, 277mila respinte e 9mila in evidenza per ulteriore attività istruttoria. Il tasso di rifiuto è attualmente al 26%.</p> <p> L’importo medio del Reddito di Cittadinanza è di 540 euro. L’importo medio delle Pensioni di Cittadinanza finora liquidate, circa 81mila, è di 210 euro.</p> Pubblicato il Bando di concorso Centri Estivi 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52819http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52819Mon, 3 Jun 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=526',3);">Bando di concorso Centri Estivi diurni 2019</a> per l’assegnazione di contributi, a titolo di rimborso spese, per la partecipazione a Centri estivi diurni in Italia, riservati a minori di età compresa tra i 3 e i 14 anni.</p> <p>Destinatari della prestazione sono <strong>i figli o gli orfani ed equiparati</strong> dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici.</p> <p>La <strong>domanda </strong>deve essere trasmessa dal beneficiario a partire dalle ore <strong>12.00 </strong>del<strong> 5 giugno 2019</strong> e non oltre le ore <strong>12.00</strong> del <strong>24 giugno 2019</strong>.</p>Nuova Passweb: richiesta di abilitazione per amministrazioni ed entihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52803http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52803Wed, 29 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’applicazione <strong>Nuova Passweb</strong> consente alle amministrazioni pubbliche, previa abilitazione, di visualizzare e sistemare le posizioni assicurative dei propri dipendenti iscritti alle casse della gestione pubblica.</p> <p>Per rendere più efficiente l’intero processo, si rende necessario decentrare il servizio di abilitazione all’applicazione Nuova Passweb.</p> <p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%202045%20del%2028-05-2019.htm',3);">messaggio 28 maggio 2019, n. 2045</a> si comunica che le richieste di abilitazione dovranno essere indirizzate tramite posta elettronica certificata (PEC) alle direzioni provinciali e alle filiali metropolitane competenti per territorio, in relazione alla sede di servizio dell’ente che chiede l’abilitazione, a decorrere dal <strong>1° giugno 2019</strong>.</p>Gestione Dipendenti Pubblici: l’Osservatorio sulle pensionihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52804http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52804Wed, 29 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/menu/gdp/gdp.html',3);">Osservatorio</a> sulle <strong>pensioni</strong> della <strong>Gestione Dipendenti Pubblici</strong> (GDP), con i dati sulle prestazioni vigenti al 1° gennaio 2019 e liquidate nel 2018.</p> <p> Il numero delle <strong>pensioni vigenti al 1° gennaio 2019</strong> è pari a 2.913.778, in aumento dello 1,7% rispetto all’anno precedente (2.864.050). L’importo complessivo annuo (tredici mensilità) delle pensioni è di 72.028,1 milioni di euro, con incremento del 3,9% rispetto al 2018 (69.328,8 milioni di euro).</p> <p> Per quanto riguarda la <strong>ripartizione per cassa</strong>, il 58,9% delle pensioni è erogato dalla Cassa Trattamenti Pensionistici Statali (CTPS), seguita dalla Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali (CPDEL) con il 37,8%. Le altre casse rappresentano complessivamente il 3,3% del totale. Con riferimento all’importo complessivo annuo, risulta che il 61,8% è a carico della <strong>CTPS</strong> (1.995,68 euro), il 31,3% a carico della <strong>CPDEL</strong> (1.575,09 euro) e il rimanente 6,9% è erogato dalle altre casse, con importi che variano da 1.437,40 euro mensili per la Cassa Pensioni Insegnanti (<strong>CPI</strong>), a 4.541,26 euro per la Cassa Pensioni Sanitari (<strong>CPS</strong>).</p> <p><strong>Pensioni GDP: dati per categoria e sesso</strong><br/> Per quanto riguarda le prestazioni <strong>vigenti </strong>al 1° gennaio 2019, emerge che il 58,6% del totale dei trattamenti pensionistici è erogato alle donne, contro il 41,4% erogato agli uomini.</p> <p> Relativamente alle pensioni <strong>liquidate</strong> nel 2018, la categoria delle pensioni di <strong>anzianità/anticipate</strong> è la più numerosa con il 48,7% del totale e importi complessivi annui pari a 2.779,1 milioni di euro (60,4% del totale). Le <strong>pensioni ai superstiti</strong> rappresentano il 25,9% del totale come numero e il 12,7% come importo. Infine le pensioni di <strong>vecchiaia </strong>e di <strong>inabilità</strong> sono rispettivamente circa il 21% e il 5%, sia nel numero che nell’importo.</p> <p><strong>Pensioni GDP: dati per area geografica</strong> <br/> La <strong>distribuzione</strong> per area geografica delle pensioni vigenti al 1° gennaio 2019 mette in evidenza che il maggior numero delle prestazioni è concentrato al Nord (41% del totale nazionale), seguito dal 36% al Sud e nelle isole e dal 22,9% al Centro. Esiguo il numero delle pensioni erogate all’<strong>estero</strong>, pari allo 0,1% del totale.</p> <p> Le regioni con il maggior numero di pensioni pubbliche sono la Lombardia e il Lazio, che erogano rispettivamente l’11,8% e l’11,6% del totale, seguite dalla Campania (9,2%) e dalla Sicilia (8,3%). Le regioni che erogano il minor numero di pensioni sono la Valle d’Aosta (0,2%), il Molise (0,6%) e la Basilicata (1%).</p> <p><strong>Pensioni GDP: dati per età, categoria e importo</strong> <br/> L’età media complessiva dei titolari di pensioni di <strong>vecchiaia e anzianità/anticipate</strong> è di 73,9 anni per gli uomini e di 73,8 per le donne. Quella dei titolari di pensione di <strong>inabilità</strong> si discosta di oltre tre anni tra i due sessi (70,7 per gli uomini e 74,1 per le donne). L’età media della categoria <strong>superstiti</strong> è molto differenziata tra i due sessi, essendo pari a 71,7 anni per gli uomini e a 78,8 anni per le donne.</p> <p> Il 16,4% delle pensioni pubbliche ha un importo mensile inferiore ai 1.000 euro, il 48,4% tra 1.000 e 1.999,99 euro e il 26% tra 2.000 e 2.999,99. Il 9,2%, infine, ha un importo dai 3.000 euro mensili lordi in su. </p> Gestione spettacolo e sport: l’Osservatorio su pensioni e lavoratorihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52805http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52805Wed, 29 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’<a title="Visualizza la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/menu/enpals/enpals.html',3);">Osservatorio</a> con le statistiche sulle <strong>pensioni</strong> e sui <strong>lavoratori</strong> della <strong>Gestione ex ENPALS</strong>, soppressa nel 2011 e confluita nell&#39;INPS con la denominazione di Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo (FPLS) e di Fondo Pensione Sportivi Professionisti (FPSP).</p> <p><strong>Gestione ex ENPALS: statistiche pensioni</strong></p> <p>Le pensioni vigenti al 1° gennaio 2019 sono 58.316, di cui 55.768 a carico del <strong>Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo</strong> e 2.548 del <strong>Fondo Pensione Sportivi Professionisti</strong>. L’importo complessivo annuo in pagamento è di 977,6 milioni di euro, di cui il 93,4% (913,5 milioni di euro) in carico al FPLS e il 6,6% in carico al FPSP.</p> <p> Rispetto all’anno precedente si registra un <strong>incremento</strong> del <strong>numero delle pensioni</strong> e degli <strong>importi annui</strong> in pagamento a inizio anno, con una netta differenziazione per gestione. Mentre la gestione dei lavoratori dello spettacolo, infatti, ha visto crescere il numero delle prestazioni e dell’importo complessivo annuo rispettivamente dello 0,2% e del 2,3%, la gestione degli sportivi ha fatto registrare un incremento numerico delle pensioni del 7,2% e un incremento dell’importo complessivo annuo in pagamento dell’8,6%.</p> <p>Per quanto riguarda la distribuzione per categoria, il 68,7% delle prestazioni sono <strong>pensioni di vecchiaia</strong>, il 27,4% <strong>pensioni ai superstiti</strong> e il restante 3,9% <strong>pensioni di invalidità</strong>. L’importo complessivo annuo si distribuisce per l’80,3% alle pensioni di vecchiaia, per il 2,8% a quelle di invalidità e per il 16,9% a quelle ai superstiti.</p> <p> Dall’analisi della distribuzione territoriale si evidenzia una marcata concentrazione delle pensioni di entrambe le gestioni nell’Italia centrale, con un picco nella provincia di Roma dove vengono erogate il 25,6% delle prestazioni e il 29,5% degli importi.</p> <p>Le pensioni d’invalidità sono maggiormente concentrate nell’Italia centrale (40,9%), mentre quelle di vecchiaia nell’Italia settentrionale (45,6%). Il 3,1% delle prestazioni viene inoltre erogato a pensionati residenti all’estero.</p> <p> L’età media dei pensionati è 75,7 anni (74,2 per gli uomini e 77,1 per le donne). Analizzando la distribuzione per classi di importo mensile delle pensioni, infine, si osserva che il 42,7% delle pensioni ha un importo inferiore a 750 euro.</p> <p><strong> Gestione ex ENPALS: statistiche lavoratori</strong></p> <p> Nel 2018 il numero di <strong>lavoratori dello spettacolo</strong> con almeno una giornata retribuita nell’anno è risultato pari a 324.614, con una retribuzione media annua di 10.524 euro e un numero medio annuo di 100 giornate retribuite.</p> <p> Il gruppo professionale più numeroso è quello degli <strong>attori</strong> (25,2%), seguito dai gruppi dei lavoratori degli impianti e circoli sportivi (11,1%), degli impiegati (11%), dei concertisti e orchestrali (9,7%). Analizzando la struttura per classi di età emerge che, nel 2018, la classe di età modale è quella tra i 25 e i 29 anni con 45.806 lavoratori (il 14,1% del totale). I lavoratori uomini rappresentano il 57,6% della collettività considerata.</p> <p> La retribuzione media annua nel 2018, pari a 10.524 euro, risulta molto differenziata sia per età, sia per genere. In particolare aumenta al crescere dell’età, almeno fino alla classe 55–59, ed è costantemente più alta per gli uomini (11.672 euro contro 8.968 euro per le donne).</p> <p> Gli <strong>sportivi professionisti</strong> con almeno un contributo versato nel 2018 sono 7.763, il 92% dei lavoratori è costituito dagli appartenenti alla Federazione Calcio. Nel 2018 si registra un incremento del 3,8% del numero dei lavoratori rispetto all’anno precedente. Più della metà degli sportivi professionisti lavora al Nord (52,1%).</p> <p> Il 55,9% degli sportivi è costituito da atleti, il restante 44,1% da allenatori, direttori tecnico-sportivi e preparatori atletici.</p> <p> Nel 2018, la classe di retribuzione modale dei lavoratori sportivi professionisti è quella tra i 10.000 e fino a 50.000 euro con il 42,4%. Alla classe di retribuzione oltre i 700.000 euro appartengono perlopiù gli sportivi professionisti della Federazione Calcio e si tratta in prevalenza di atleti (87,1%).</p> Costituzione di rendita vitalizia: disciplina e precisazionihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52806http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52806Wed, 29 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <strong>costituzione della</strong> <strong>rendita vitalizia</strong> è finalizzata a riscattare i periodi di omissione contributiva caduti in prescrizione. Può essere richiesta dal datore di lavoro, dal lavoratore, anche nel caso in cui abbia già ottenuto la pensione, e dai superstiti del lavoratore.</p> <p>La facoltà di riscatto, precedentemente applicata ai rapporti di lavoro subordinato, è stata poi estesa:</p> <ul> <li>ai familiari coadiuvanti e coadiutori dei titolari di imprese artigiane e commerciali;</li> <li>ai collaboratori del nucleo diretto coltivatore diversi dal titolare e ai collaboratori dei nuclei&#160;colonici e mezzadrili;&#160;</li> <li>a tutti coloro che, essendo soggetti al regime di assicurazione obbligatoria nella Gestione Separata, non siano però obbligati al versamento diretto dei contributi, essendo la propria quota trattenuta dal committente/associante e versata direttamente da quest’ultimo;</li> <li>agli iscritti alla Cassa per le pensioni degli insegnanti di asilo e di scuole elementari parificate, dal 1° gennaio 2020.</li> </ul> <p>La <a title="Vai alla circolare numero 78 del 29 maggio 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2078%20del%2029-05-2019.htm',3);">circolare INPS 29 maggio 2019, n. 78</a> fornisce chiarimenti sul regolamento della costituzione di <strong>rendita vitalizia</strong>. Si ricorda, in particolare, che per richiedere il riscatto dei contributi omessi e caduti in prescrizione è necessario provare l’esistenza del rapporto di lavoro e la retribuzione percepita dal lavoratore.</p>Pensionamenti Scuola Roma 2019: certificazione del diritto a pensionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52801http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52801Tue, 28 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Nuovi aggiornamenti sulla definizione delle <strong>domande di riscatto, ricongiunzione e computo</strong> e alla relativa <strong>sistemazione delle posizioni assicurative</strong> dei <strong>pensionandi </strong>con decorrenza <strong>1° settembre 2019</strong>.</p> <p>Per quanto riguarda la “<strong>prima platea</strong>” di<strong> pensionandi</strong> (domanda di cessazione in POLIS presentata entro il 12 dicembre 2018), secondo le disposizioni <strong>MIUR-INPS</strong>, al fine di garantire la certificazione del diritto a pensione (o la revisione della prima certificazione negativa), entro il prossimo <strong>31 maggio</strong> è assicurata la sistemazione della posizione assicurativa degli interessati tramite l’aggiornamento della posizione assicurativa derivante dall’accettazione dei provvedimenti di riscatto, ricongiunzione e computo emessi dal <strong>Progetto ECO</strong>, dalle sedi territoriali INPS e dagli uffici MIUR (per le posizioni che non rientrano nell’Accordo sperimentale INPS-USR), nonché l&#39;inserimento dell’ulteriore contribuzione utile.</p> <p>Per la &quot;<strong>seconda platea</strong>&quot; di pensionandi (domanda di cessazione presentata entro il 28 febbraio 2019 - <strong>Quota 100</strong>), invece, le <strong>posizioni assicurative</strong> saranno <strong>certificate anche nei prossimi mesi</strong>, dopo le attività di definizione delle domande di prestazione e di sistemazione sopra indicate, in tempo utile per consentire agli interessati la cessazione dal servizio al 31 agosto.</p> <p>Confermata, inoltre, la verifica del diritto a pensione entro il termine del <strong>28 giugno 2019 </strong>per i <strong>dirigenti scolastici</strong>.</p> <p>In ogni caso, le attività di definizione delle domande di riscatto, ricongiunzione e computo da parte del Progetto ECO INPS, relative ai pensionandi di <strong>Roma </strong>nati dal 1953 al 1956, per i quali è stato fornito il <strong>fascicolo digitalizzato</strong>, proseguiranno fino a esaurire entro metà luglio prossimo la giacenza dei fascicoli trasferiti.</p> <p>Dopo l’accertamento del diritto a pensione, le sedi INPS procederanno alla <strong>liquidazione delle pensioni</strong>, il cui ultimo giorno utile per convalidare la rata pensionistica di settembre, per il personale scolastico, è il <strong>19 luglio 2019</strong>. </p> <p>Per le pensioni non definite entro questa data ma convalidate entro il 12 agosto 2019, sarà comunque disposta la corresponsione di un’anticipazione, esigibile dal 7 settembre 2019, pari all’arretrato netto. Pertanto, tutte le pensioni, che saranno pagate entro i termini suddetti, risulteranno definite senza alcun ritardo rispetto ai tempi ordinari. </p> <p>La liquidazione della pensione avverrà dopo il riscontro circa l’avvenuta cessazione dal servizio sul sistema SIDI del MIUR.</p> <p>E&#39; possibile scaricare, nella colonna Allegati, la <strong>brochure informativa </strong>su <strong>Pensionamenti Scuola 2019</strong> dell’<strong>Area metropolitana di Roma</strong>, in base all&#39;<strong>Accordo di collaborazione INPS e Uffici MIUR</strong>, con indicazione di enti e soggetti coinvolti, della distribuzione delle attività e delle risposte a quesiti ricorrenti pervenuti al Progetto ECO INPS.</p>Aste INPS: unità immobiliari in Campania e Liguriahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52802http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52802Tue, 28 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati predisposti sul sito del Notariato gli atti necessari a partecipare alle <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=46718">aste immobiliari</a> di secondo turno per unità secondarie di proprietà dell’Istituto collocate in <strong>Liguria</strong> (<strong>data asta 28 giugno 2019</strong>) e di primo turno per unità secondarie di proprietà dell’Istituto collocate in <strong>Campania</strong> (<strong>data asta 28 giugno 2019</strong>)</p> <p>Le aste si svolgeranno in modalità telematica o tradizionale.</p> <p>Alla pagina <a href="javascript:goLink('https://www.notariato.it/ran/enti/inps',3);">RAN - Rete Aste Notarili</a> è possibile consultare, per ogni asta, il bando integrale, un estratto dello stesso, il disciplinare e i suoi allegati, che regolano le modalità di partecipazione e l’elenco delle unità per ciascun comune.</p>Commercianti: indennizzo per cessazione attivitàhttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52793http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52793Mon, 27 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2077%20del%2024-05-2019.htm',3);">circolare INPS 24 maggio 2019, n. 77</a>, l’Istituto fornisce istruzioni e chiarimenti sull’<strong>indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale</strong>, alla luce delle novità normative introdotte dalla legge di bilancio 2019.</p> <p>A decorrere da quest’anno l’indennizzo, disciplinato dal decreto legislativo 28 marzo 1996, n. 207, diventa una misura strutturale, con l’obbligo di versamento del contributo aggiuntivo dello 0,09% destinato in parte al <strong>Fondo per la razionalizzazione della rete commerciale</strong>.</p> <p>La concessione dell’indennizzo, subordinata alle risorse finanziarie del Fondo, spetta:</p> <ul> <li>ai titolari o coadiutori di attività commerciale al minuto in sede fissa, anche abbinata ad attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;</li> <li>ai titolari o coadiutori di attività commerciale su aree pubbliche, anche in forma itinerante;</li> <li>agli esercenti attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;</li> <li>agli agenti e ai rappresentanti di commercio.</li> </ul> <p>Alla data di presentazione della domanda bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti:</p> <ul> <li>almeno 62 anni di età, se uomini, o 57 anni, se donne;</li> <li>essere iscritti, al momento della cessazione dell&#39;attività, per almeno cinque anni (anche non continuativi), in qualità di titolari o di coadiutori, alla Gestione dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli esercenti attività commerciali;</li> <li>aver cessato definitivamente l’attività commerciale a decorrere dal 1° gennaio 2019.</li> </ul> <p>La domanda per l’indennizzo può essere presentata all’INPS direttamente dal cittadino, accedendo al <a href="javascript:goLink('https://serviziweb2.inps.it/PassiWeb/jsp/login.jsp?uri=https%3a%2f%2fservizi2.inps.it%2fservizi%2fPrestazioniPensionisticheOnline%2fHomeDirect.htm%3fGPT%3d000600510175&amp;S=S',3);">servizio online</a>, oppure tramite i patronati, gli altri intermediari dell’Istituto o il Contact center.</p> <p>La circolare, inoltre, fornisce informazioni sulla durata dell&#39;indennizzo e sulle cause di incompatibilità.</p>Sisma Centro Italia: rateizzazione versamenti contributi sospesihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52781http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52781Fri, 24 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Per i territori colpiti da <strong>eventi sismici</strong> nelle regioni <strong>Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo</strong>, la legge di bilancio 2019 ha disposto che gli adempimenti e i <strong>pagamenti dei contributi</strong> previdenziali e assistenziali e dei premi per l&#39;Assicurazione Obbligatoria, precedentemente sospesi, devono essere effettuati in un’<strong>unica soluzione entro il 1° giugno 2019</strong>, senza applicazione di sanzioni e interessi.</p> <p>Le istruzioni operative per il versamento della contribuzione sospesa, sia in caso di pagamento in unica soluzione che di versamento rateizzato, sono riportate nel <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201654%20del%2029-04-2019.htm',3);">messaggio del 29 aprile 2019, n. 1654</a>.</p> <p>L’Istituto, con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201987%20del%2023-05-2019.htm',3);">messaggio 23 maggio 2019, n. 1987</a>, provvede ora a fornire le modalità di <strong>comunicazione e gestione della rateizzione</strong>, che deve essere trasmessa esclusivamente <strong>in via telematica</strong>, direttamente dal titolare o dal legale rappresentante ovvero dagli intermediari abilitati.</p> <p>Gli <strong>utenti interessati</strong> sono quelli iscritti alle seguenti gestioni:</p> <ul> <li>Datori di lavoro con dipendenti;</li> <li>Artigiani e Commercianti;</li> <li>Gestione Separata committenti;</li> <li>Gestione Separata lavoratori autonomi (liberi professionisti);</li> <li>Aziende agricole;</li> <li>Lavoratori agricoli autonomi e concedenti piccola colonia e compartecipazione familiare;</li> <li>Datori di lavoro domestico;</li> <li>Gestione pubblica, per la sola tipologia di aziende con natura giuridica privata con dipendenti.&#160;</li> </ul> <p>Nel messaggio vengono illustrate, inoltre, tutte le agevolazioni di natura previdenziale previste per la “<strong>Zona Franca Urbana Sisma Centro Italia</strong>”, con i codici tributo da utilizzare e le modalità di gestione previdenziale delle comunicazioni relative ai datori di lavoro privati con dipendenti da parte degli operatori abilitati.</p>INPS su Facebook: le quattro pagine ufficialihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52773http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52773Thu, 23 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il dialogo con cittadini e utenti passa sempre più attraverso i canali social, anche nella Pubblica Amministrazione.</p> <p>L’<strong>INPS</strong> è presente su <strong>Facebook</strong> con <strong>quattro pagine tematiche ufficiali</strong>:</p> <ul><li> <a title="Visualizza la pagina Facebook" href="javascript:goLink('https://www.facebook.com/pages/INPS-Giovani/1718867128340120?ref=hl',3);">INPS Giovani</a>; </li> <li> <a title="Visualizza la pagina Facebook" href="javascript:goLink('http://www.facebook.com/INPS.PerLaFamiglia',3);">INPS per la Famiglia</a>; </li> <li> <a title="Visualizza la pagina Facebook" href="javascript:goLink('http://www.facebook.com/inps.lavoratorimigranti',3);">INPS per i Lavoratori Migranti</a>; </li> <li> <a title="Visualizza la pagina Facebook" href="javascript:goLink('http://www.facebook.com/INPS.DipendentiPubblici',3);">INPS - Credito e Welfare dipendenti pubblici</a>. </li></ul> <p>Ognuno di questi profili è contrassegnato con una <strong>spunta grigia</strong>, indicativa dell’autenticità della pagina, che solo in questo caso è gestita direttamente dall’Istituto. In mancanza di questo requisito, si tratta di <strong>pagine <em>fake</em></strong> o non riconducibili all’Istituto e possono, pertanto, contenere informazioni non in linea con la <a title="Visualizza la pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=47134">social media policy</a> di INPS, false o prive di qualunque fondamento.</p>Pubblicato l’Osservatorio sul precariato con i dati di marzo 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52775http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52775Thu, 23 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati i <strong>dati di marzo 2019</strong> dell’<a title="Visualizza la pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=46919">Osservatorio sul precariato</a>. Nei primi tre mesi del 2019, nel settore privato, le <strong>assunzioni sono state 1.661.000</strong>. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente in crescita risultano i contratti a tempo indeterminato, i contratti di apprendistato e i contratti di lavoro intermittente. In evidente diminuzione risultano invece i contratti di somministrazione (-36,3%).</p> <p><strong>La dinamica dei flussi</strong></p> <p>Nei primi tre mesi del 2019 si conferma, rispetto al 2018, l’incremento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, che risultano quasi raddoppiate (da <strong>125.000</strong> a <strong>219.000</strong>: +94.000, +75,5%). Un lieve incremento si registra per le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (+7%). <br/> Le <strong>cessazioni</strong> nel complesso sono state <strong>1.318.000</strong>, in diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: la riduzione riguarda le cessazioni di contratti in somministrazione, di rapporti a termine e di rapporti a tempo indeterminato; in crescita sono invece le cessazioni di rapporti con contratto intermittente e di contratti in apprendistato.</p> <p>Nei mesi di gennaio - marzo 2019 su un totale di <strong>705.000</strong> nuovi rapporti a tempo indeterminato (attivati sia con assunzioni incluso l‘apprendistato sia con trasformazioni da rapporti a termine), i rapporti agevolati risultano pari a <strong>143.000</strong> (circa il 20%), di cui <strong>29.000</strong> dovuti all’esonero strutturale giovani under 35 previsto dalla legge di stabilità 2018.<br/> <strong>Il saldo annualizzato</strong> (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi 12 mesi) a marzo 2019 risulta positivo e pari a <strong>+351.000</strong>, inferiore a quello del corrispondente mese 2018 (<strong>+537.000</strong>). Negli ultimi 12 mesi si è registrata una inversione di tendenza fra l’andamento dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato e quello dei tempo determinato; il saldo annualizzato dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato è passato da <strong>–57.000</strong> (03/2018) a <strong>+324.000</strong> (03/2019), quello dei rapporti a tempo determinato è passato da <strong>+ 346.000</strong> (03/2018) a <strong>–90.000</strong> (03/2019). Anche il saldo annualizzato dei rapporti di apprendistato risulta positivo (<strong>+80.000</strong>).</p> <p><strong>Il lavoro occasionale</strong></p> <p>La consistenza dei lavoratori impiegati con <strong>Contratto di Prestazione Occasionale</strong> (CPO) a marzo 2019 si attesta intorno alle 19.000 unità, (stabile rispetto allo stesso mese del 2018) con un importo mensile lordo medio di <strong>243 euro</strong>.</p> <p> Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del <strong>Libretto Famiglia</strong> (LF), a marzo 2019 sono stati circa 10.000 (contro circa 6.000 a marzo 2018), con un importo mensile lordo medio di <strong>247 euro</strong>.</p> <p>Dalla prossima settimana sarà possibile accedere alla versione navigabile aggiornata dell’Osservatorio, che arricchisce le informazioni presenti nel report cartaceo.</p> Contribuzione agricola unificata per vendita prodotti al dettagliohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52776http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52776Thu, 23 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’articolo 1, comma 700, legge di bilancio 2019, nel confermare che gli <strong>imprenditori agricoli</strong> possono <strong>vendere al dettaglio</strong> i prodotti agricoli e alimentari, ha modificato l’articolo 4 del decreto legislativo 228/2001, specificando che i prodotti possono anche appartenere a uno o più comparti agronomici diversi da quelli dei prodotti della propria azienda.</p> <p>Questa attività non fa venire meno i requisiti per la definizione agricola dell’azienda e, pertanto, con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2076%20del%2022-05-2019.htm',3);">circolare INPS 22 maggio 2019, n. 76</a> si forniscono chiarimenti in merito ai riflessi sul corretto inquadramento, ai fini dell’assoggettamento a <strong>contribuzione agricola unificata</strong>, dei soggetti che vendono direttamente al dettaglio. Sono indicate, inoltre, le modalità di compilazione del modello Denuncia Aziendale (DA).</p>Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG): i dati di aprile 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52877http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52877Thu, 23 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato l’Osservatorio&#160;Cassa Integrazione Guadagni&#160;con i dati di <strong>aprile 2019</strong>. Il numero di <strong>ore di cassa integrazione</strong> complessivamente autorizzate è stato pari a 25.359.574, in aumento del 30,5% rispetto allo stesso mese del 2018 (19.428.073). <br/> Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:</p> <ul type="disc"><li><strong>Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria</strong> (CIGO) sono state 7.439.292, in diminuzione del 18% rispetto ad aprile 2018;<strong></strong></li> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria</strong> (CIGS) sono state 17.900.680, in aumento del 78,1% rispetto ad aprile 2018;</li> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni in Deroga</strong> (CIGD) sono state 19.602, in&#160;&#160;&#160;&#160;&#160;&#160; diminuzione del 93,6% rispetto ad aprile 2018.</li></ul> <p>A marzo 2019 sono state presentate 103.965 domande di <strong>NASpI </strong>e 1.089 di DIS-COLL. Nello stesso mese sono state inoltrate 12 domande di Mobilità, per un totale di 105.066 domande, segnando una diminuzione&#160; del 2% rispetto a marzo 2018.<br/> In allegato all’Osservatorio sulla&#160;Cassa Integrazione Guadagni&#160;(CIG) è stato pubblicato il <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2ffocus_maggio_2019.pdf">Focus maggio 2019</a> (pdf 824KB) con i dati di aprile.</p> VisitINPS Scholars: assegnati altri 25 programmi di ricercahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52770http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52770Wed, 22 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la determinazione del 17 maggio 2019, n.23, il Direttore centrale Studi e ricerche ha assegnato ulteriori <strong>25 programmi di ricerca</strong> “<em>Visitinps Scholars Program di tipo B</em>. È ora disponibile la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46689%3b46699%3b50616%3b51486%3b&amp;lastMenu=51486&amp;iMenu=12&amp;iNodo=51486&amp;p4=2',3);">graduatoria</a>&#160;degli ulteriori assegnatari.</p>Reddito e Pensione di Cittadinanza: a breve online il Simulatorehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52771http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52771Wed, 22 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito in legge 28 marzo 2019, n. 26, è stata introdotta la nuova prestazione denominata <strong>Reddito di Cittadinanza/Pensione di Cittadinanza</strong> (RdC e PdC).</p> <p>Per andare incontro alle richieste avanzate da cittadini, Strutture territoriali INPS e CAF, è stato predisposto un <strong>simulatore </strong>che a breve sarà disponibile sul portale.</p> <p>Il simulatore consente di valutare il possesso dei <strong>requisiti reddituali e patrimoniali</strong> previsti ai fini dell’accesso al Rdc e alla PdC. È possibile, inoltre, <strong>calcolare la misura della prestazione </strong>spettante.</p> <p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201954%20del%2021-05-2019.htm',3);">messaggio 21 maggio 2019, n. 1954</a> fornisce le indicazioni operative per accedere alle diverse funzionalità, sulla base dei dati relativi a una DSU attestata valida o tramite dati ISEE autodichiarati dal cittadino, previa autenticazione tramite PIN, Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Sistema Pubblico Identità Digitale (SPID).</p>UNIEMENS: modifica dei codici contratto da giugno 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52772http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52772Wed, 22 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201962%20del%2022-05-2019.htm',3);">messaggio 22 maggio 2019, n. 1962</a> vengono istituiti, con decorrenza dal periodo di paga <strong>giugno 2019</strong>, i <strong>nuovi codici </strong>del flusso di denuncia <strong>UNIEMENS</strong>. Viene inoltre cambiata la descrizione di alcuni codici contratto e ne vengono disattivati altri.</p>Riduzione pensioni di importo superiore a 100.000 euro: giugno 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52765http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52765Tue, 21 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La legge di bilancio 2019 prevede la <strong>riduzione</strong>, a decorrere dal <strong>1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2023</strong>, delle <strong>pensioni di importo complessivamente superiore a 100.000 euro</strong> lordi l’anno.</p> <p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b52187%3b&amp;lastMenu=52187&amp;iMenu=1&amp;sURL=https%3a%2f%2fwww.inps.it%2fbussola%2fVisualizzaDoc.aspx%3fsVirtualURL%3d%252fCircolari%252fCircolare%2520numero%252062%2520del%252007-05-2019.htm&amp;RedirectForzato=True',3);">circolare INPS 7 maggio 2019, n. 62</a> l’Istituto fornisce le istruzioni applicative per la determinazione della riduzione e le relative istruzioni contabili.</p> <p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201926%20del%2020-05-2019.htm',3);">messaggio 20 maggio 2019, n. 1926</a> si comunicano le attività effettuate con effetto sulla <strong>rata di giugno 2019</strong>: riduzione delle pensioni di importo superiore a 100.000 euro l’anno e conguaglio di perequazione per il 2019. Sul cedolino della pensione vengono descritte e analizzate anche le voci relative alle trattenute.</p>Nomina di Pasquale Tridico a Presidente INPShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52766http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52766Tue, 21 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Luigi Di Maio, visto il parere favorevole espresso dalle competenti commissioni parlamentari, ha deliberato il conferimento al prof. <strong>Pasquale Tridico</strong> dell&#39;incarico di <strong>Presidente dell&#39;Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.</strong><strong> </strong></p> Attività di manutenzione: possibili disservizihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52767http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52767Tue, 21 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto informa gli utenti che il <strong>22 maggio 2019</strong>, dalle ore 20.00 alle 22.00, potrebbero verificarsi disservizi sulle procedure online per <strong>attività di manutenzione</strong>.</p>Polo unico di tutela della malattia: dati 1° trimestre 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52768http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52768Tue, 21 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/menu/malattiatrim/main.html',3);">l’Osservatorio statistico sul “Polo unico di tutela della malattia”</a> con i dati relativi al <strong>primo trimestre 2019</strong>. L’Osservatorio, che ha lo scopo di monitorare il fenomeno <strong>dell’astensione dal lavoro per malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici</strong>, è stato realizzato prendendo come riferimento i certificati medici inviati dal medico e le visite mediche di controllo effettuate dall’Istituto.</p> <p>Nel primo trimestre del 2019 si registra un incremento del numero dei certificati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sia per il settore privato (+1,2%) che per il settore pubblico (+5,4%).</p> <p>A livello territoriale, l’incremento risulta più consistente al Centro sia per il settore privato (+4%), che per quello pubblico (+9,6%).</p>Pensioni: online il certificato ObisMhttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52758http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52758Mon, 20 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal 10 maggio è disponibile online il certificato di pensione per l’anno 2019, il cosiddetto <a title="Vai al servizio" href="javascript:goLink('https://serviziweb2.inps.it/PassiWeb/jsp/login.jsp?uri=https%3a%2f%2fservizi2.inps.it%2fservizi%2fmobileobism%2fInpsObisIntroduzione.aspx&amp;S=S',3);">ObisM</a>. Il certificato è stato pubblicato a conclusione delle operazioni di rideterminazione delle pensioni per l’<strong>anno 2019</strong>, rese necessarie dai nuovi criteri di rivalutazione introdotti dalla legge di bilancio per il 2019 (legge 30 dicembre 2018, n. 145).</p> <p>Il certificato di pensione fornisce, tra l’altro, i criteri di calcolo della perequazione automatica per l’anno 2019, <strong>l’importo mensile lordo della rata di gennaio </strong>e della tredicesima, l’importo delle singole trattenute obbligatorie, le eventuali detrazioni di imposta, l’importo mensile netto della rata di gennaio e della tredicesima. Nei casi previsti dalla legge, viene inoltre riportato l’importo della trattenuta giornaliera che il pensionato dovrà comunicare al datore di lavoro. </p> <p>L’<strong>INPS</strong>, infine, mette a disposizione online anche il <a title="Vai al servizio" href="javascript:goLink('https://serviziweb2.inps.it/PassiWeb/jsp/login.jsp?uri=https%3A%2F%2Fserviziweb2.inps.it%2FFaiDaTeWEB%2Fhome&amp;S=S',3);">cedolino mensile della pensione</a> che contiene le voci di dettaglio dei singoli pagamenti. Al servizio è possibile accedere anche da mobile. </p> Libretto Famiglia: nuove funzionalità in caso di utilizzatori decedutihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52760http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52760Mon, 20 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201908%20del%2017-05-2019.htm',3);"><strong>messaggio 17 maggio 2019, n. 1908</strong></a>, comunica che, in materia di prestazioni occasionali, è stata implementata la piattaforma operativa per consentire, nelle ipotesi di decesso degli utilizzatori del Libretto Famiglia, la gestione delle seguenti due fattispecie:</p> <ul> <li>richiesta di rimborso delle somme versate dal dante causa per il pagamento di prestazioni occasionali tramite <strong>Libretto Famiglia</strong> e non utilizzate per il pagamento di prestazioni;</li> <li>inserimento di prestazioni lavorative svolte anteriormente al decesso del dante causa e dallo stesso non inserite nella procedura del Libretto Famiglia, al fine dell’erogazione del compenso al lavoratore da parte dell’<strong>INPS</strong> e dell’accredito della relativa contribuzione previdenziale.</li> </ul> <p>Le somme oggetto di richiesta di rimborso devono essere state effettivamente versate dal dante causa e non devono derivare dal riconoscimento di bonus da parte della pubblica amministrazione.</p> <p>In via preliminare, l’interessato deve effettuare una dichiarazione in procedura che attesti la propria qualità di <strong>erede legittimo o testamentario</strong>. L’erede testamentario dovrà inserire copia del testamento in procedura tramite l’apposita funzionalità. L’interessato potrà inserire la domanda di rimborso e/o le suddette prestazioni lavorative dopo la validazione di tale dichiarazione da parte dell’operatore di sede.</p> <p>Per l’inserimento delle prestazioni svolte prima del decesso del dante causa, l’erede è tenuto a rilasciare le proprie dichiarazioni di responsabilità precisando, tra l’altro, di non essere a conoscenza che fosse in corso al momento della <strong>prestazione lavorativa</strong>, né fosse cessato da meno di sei mesi, un rapporto di lavoro subordinato o di collaborazione coordinata e continuativa tra l’utilizzatore e il lavoratore indicato.</p> <p>Non è possibile inserire prestazioni lavorative aventi data inizio/fine successiva alla morte del dante causa.</p> <p>In attesa del prossimo rilascio del <strong>Manuale operativo</strong>, nell’allegato n.1 al messaggio sono descritte le specifiche tecniche per l’accesso alla procedura e per il suo corretto utilizzo da parte degli utenti esterni e degli operatori delle Strutture territoriali.</p>Assegno Nucleo Familiare: livelli reddituali e domande da luglio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52762http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52762Mon, 20 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La legge 13 maggio 1988, n. 153 ha stabilito che i livelli di reddito familiare per il pagamento <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50091">dell&#39;Assegno per il Nucleo Familiare (ANF)</a> siano rivalutati annualmente, con effetto dal 1° luglio di ogni anno, in misura pari alla variazione dell&#39;indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato dall&#39;ISTAT.<br/> Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2066%20del%2017-05-2019.htm',3);">circolare INPS 17 maggio 2019, n. 66</a> l’Istituto comunica i <strong>nuovi livelli reddituali </strong>per il periodo <strong>1° luglio 2019 - 30 giugno 2020</strong> validi ai fini della corresponsione dell&#39;Assegno per il Nucleo Familiare.</p> <p>Come indicato nella <a title="Visualizza la circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%2045%20del%2022-03-2019.htm',3);">circolare INPS 22 marzo 2019, n. 45 </a>, i lavoratori dipendenti del settore privato, per i quali fino al <strong>31 marzo 2019</strong> era prevista la presentazione della domanda di <strong>ANF</strong> al datore di lavoro con il modello cartaceo <strong><a title="Visualizza il modulo" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?moduli=true&amp;iidmodulo=279&amp;lingua=it&amp;IdArea=4880',3);">ANF DIP</a></strong>, dal <strong>1° giugno 2019</strong> potranno accedere alla procedura telematica <a title="Visualizza il servizio" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?iiDServizio=3009">Assegno per il nucleo familiare: lavoratori dipendenti di aziende attive</a> anche per inviare le domande di <strong>ANF DIP</strong> per il periodo di riferimento 1° luglio 2019 - 30 giugno 2020. </p> <p> Le tabelle con i nuovi livelli reddituali, nonché i corrispondenti importi mensili della prestazione da applicare alle diverse tipologie di nuclei familiari, sono allegati alla circolare.</p>Disoccupazione strutturale e finanza pubblica: il seminario dell’INPShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52764http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52764Mon, 20 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Ha preso il via il 15 maggio scorso, nella sede di Palazzo Wedekind, il <strong>ciclo di seminari </strong>su <strong><em>output gap</em>, tasso di disoccupazione strutturale </strong>e obiettivi di medio periodo della<strong> finanza pubblica</strong>, curato dalla <strong>Direzione centrale Studi e Ricerche</strong>. </p> <p>Il primo incontro sul tema “<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?lastMenu=46575&amp;iMenu=10&amp;ItemDir=52763',3);">Stima del prodotto potenziale e obiettivi fiscali di medio termine</a>” ha visto la partecipazione al dibattito del Presidente dell’INPS <strong>Pasquale Tridico</strong>.</p> Premio alla nascita o adozione di un minore: attivo il servizio mobilehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52757http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52757Thu, 16 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal 4 maggio 2017 è possibile richiedere il <strong>premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore</strong> esclusivamente <strong>in via telematica</strong>.</p> <p>Come riporta il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201874%20del%2016-05-2019.htm',3);">messaggio 16 maggio 2019, n. 1874</a>, l’Istituto ha recentemente realizzato il <strong>servizio “Premio Nascita” versione <em>mobile</em></strong>, che consente alle utenti di presentare le domande mediante dispositivo mobile/tablet al compimento del settimo mese di gravidanza o inizio ottavo e a nascita avvenuta, anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese.</p> <p>Laddove ricorrano altri eventi (adozione, affidamento preadottivo, interruzione di gravidanza dall’ottavo mese e le casistiche di subentro paterno), è necessario avvalersi dei consueti canali (Web, Patronato, Contact Center), che continuano a essere disponibili anche per tutte le altre casistiche previste dalla normativa vigente.</p> <p>In caso di utilizzo della versione <em>mobile</em> del servizio, le richiedenti potranno inoltrare all’Istituto le domande di “Premio Nascita” tramite l’app “<strong>INPS Mobile</strong>”.</p> <p>Attraverso “INPS Mobile” è possibile, inoltre, visualizzare l’elenco delle domande di “Premio Nascita” presentate mediante i diversi canali previsti e verificare lo stato della domanda.</p>Fondo PSMSAD: riapertura dei termini per nomina commissioni tecnichehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52753http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52753Wed, 15 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l&#39;<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46050%3b&amp;lastMenu=46050&amp;iMenu=1&amp;itemDir=52559',3);">Avviso</a> relativo alla<strong> riapertura dei termini</strong> per la <strong>manifestazione</strong> <strong>di interesse</strong> alla nomina quale componente delle commissioni tecniche del Fondo di assistenza e previdenza dei pittori e scultori, musicisti, scrittori e autori drammatici <strong>(</strong><strong>Fondo PSMSAD</strong><strong>).</strong></p> <p> Le dichiarazioni di interesse dovranno compilate utilizzando l’apposito modulo allegato ed essere presentate <strong>entro il 7 giugno 2019</strong> all&#39;indirizzo PEC <a href="javascript:goLink('mailto:dc.invaliditacivilecreditowelfare@postacert.inps.gov.it',3);">dc.invaliditacivilecreditowelfare@postacert.inps.gov.it</a>, o tramite posta raccomandata A/R in busta chiusa all’indirizzo INPS - Direzione centrale Sostegno alla non autosufficienza, invalidità civile e altre prestazioni - viale Aldo Ballarin, n. 42 - 00142 Roma.</p> Palazzo Wedekind: INPS avvia un ciclo di seminarihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52749http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52749Tue, 14 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <strong>Direzione centrale Studi e Ricerche</strong> dell’INPS avvia un ciclo di seminari di riflessione sui temi dell’output gap, del tasso di disoccupazione strutturale e degli obiettivi di medio periodo della finanza pubblica.</p> <p>Il primo dei seminari, alla presenza del Presidente dell’Istituto, prof. <strong>Pasquale Tridico</strong>, dal titolo: “Stima del prodotto potenziale e obiettivi fiscali di medio termine”. L’incontro si terrà il <strong>15 maggio 2019 alle 15.00</strong> a Roma, presso Palazzo Wedekind<em>, </em>Piazza Colonna 366.</p> <p>Il seminario si articolerà come segue:</p> <ul> <li>“Aspetti generali della metodologia, le sue controindicazioni e le implicazioni per la sorveglianza delle politiche di bilancio”, <strong>Riccardo Barbieri </strong>(Ministero dell’Economia e delle Finanze);</li> <li>“La stima del NAWRU e della scomposizione ciclo-trend della TFP”, <strong>Ottavio Ricchi </strong>(Ministero dell’Economia e delle Finanze);</li> <li>dibattito e domande dal pubblico.</li> </ul>Dir centrale Studi e ricerche INPS riconoscimento EUROSTAThttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52746http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52746Mon, 13 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <strong>Direzione centrale Studi e ricerche INPS</strong> ha ottenuto il <strong>riconoscimento di “entità di ricerca”</strong> da parte dell’Ufficio statistico della Commissione Europea (EUROSTAT). Sarà inserita, pertanto, nell’elenco degli enti di ricerca riconosciuti da <strong>EUROSTAT</strong>.</p> <p> Il riconoscimento è avvenuto a seguito di una valutazione dell’attività scientifica svolta in questi anni, in relazione agli standard della ricerca universitaria, e della conformità delle modalità di accesso e gestione in ambiente sicuro dei dati, rispetto alle direttive europee in materia di privacy.</p> <p> La normativa italiana prevede, in questo caso, l’automatico riconoscimento anche da parte dell’ISTAT. Sarà dunque possibile, per l’attività di analisi e ricerca scientifica, accedere ai dati in possesso di altre amministrazioni italiane che partecipano al Sistema Statistico Nazionale (SISTAN) e di tutte le altre autorità statistiche europee facenti parte dell’European Statistical System (ESS).</p> Contribuzione agricola: nuove modalità di trasmissione Uniemenshttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52747http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52747Mon, 13 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La legge di bilancio 2019 ha <strong>prorogato al 1° gennaio 2020 </strong>l&#39;entrata in vigore dell&#39;<strong>obbligo</strong>, per i <strong>datori di lavoro agricoli </strong>che occupano operai, di trasmettere mensilmente le <strong>denunce all’INPS </strong>attraverso il sistema <strong>Uniemens</strong>.</p> <p>La decorrenza di tale obbligo, previsto precedentemente a partire da gennaio 2018, era già stata posticipata al 1° gennaio 2019.</p> <p>La <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2065%20del%2010-05-2019.htm',3);">circolare INPS 10 maggio 2019, n. 65</a> illustra le <strong>nuove modalità di trasmissione mensile</strong>, attraverso i flussi Uniemens, degli <strong>elementi retributivi, contributivi e assicurativi </strong>riferiti ai rapporti di lavoro instaurati nel settore dell’agricoltura.</p> <p>Per espressa previsione di legge, il nuovo sistema di trasmissione non comporta modifiche relative alle vigenti tutele assistenziali e previdenziali del settore agricolo, comprese la compilazione e la pubblicazione degli elenchi annuali e di variazione dei lavoratori agricoli.</p> <p>Restano invariate le procedure di calcolo della contribuzione dovuta dalle aziende e le relative scadenze di pagamento attualmente vigenti, così come restano immutati i seguenti termini:</p> <ul> <li>il periodo temporale di insorgenza dell’autonoma obbligazione contributiva per ognuno dei quattro trimestri solari dell’anno; </li> <li>il termine per la compilazione e pubblicazione dell’elenco nominativo annuale fissato al 31 marzo dell’anno successivo;</li> <li>i termini di versamento dei contributi;</li> <li>i termini degli elenchi trimestrali di variazione.</li> </ul> <p>La circolare informa, inoltre, che quanto riportato dai flussi mensili determinerà, come attualmente già avviene, la tariffazione trimestrale i cui risultati saranno registrati nell’estratto conto aziendale.</p> <p>A decorrere dal secondo periodo di trasmissione dei <strong>flussi contributivi </strong>relativi al <strong>secondo trimestre 2019 </strong>(mesi di aprile, maggio e giugno) è stata avviata una <strong>fase sperimentale</strong> finalizzata a garantire una graduale operatività del nuovo sistema. </p> Premi di produttività e contributo aggiuntivo IVS: chiarimentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52748http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52748Mon, 13 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con la <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20104%20del%2018-10-2018.htm',3);">circolare INPS 18 ottobre 2018, n. 104</a> ha illustrato le modalità operative per la fruizione della <strong>riduzione contributiva sui premi di produttività </strong>(legge 21 giugno 2017, n. 96). </p> <p>Relativamente alla <strong>contribuzione aggiuntiva IVS </strong>a carico del <strong>datore di lavoro</strong>, pari allo 0,50% della retribuzione imponibile, si precisa che questa rientra nell’ambito di applicazione della decontribuzione.</p> <p>Pertanto, il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201817%20del%2010-05-2019.htm',3);">messaggio 10 maggio 2019, n. 1817</a> chiarisce che, in linea con quanto previsto circa l’incidenza su tale aliquota aggiuntiva dello sgravio contributivo sulle retribuzioni di secondo livello, i datori di lavoro che fruiscono della riduzione contributiva sui premi di produttività (20 punti percentuali IVS) applicano tale riduzione anche sull’aliquota aggiuntiva.</p> Esonero contributivo: aggiornato il servizio http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52744http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52744Fri, 10 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La legge di bilancio 2018 ha introdotto l’<strong>esonero</strong> dal versamento dei<strong> contributi previdenziali</strong> a carico dei <strong>datori di lavoro</strong> in relazione alle <strong>assunzioni</strong> con contratto di lavoro subordinato <strong>a tempo indeterminato</strong> che decorre <strong>dal 1° gennaio 2018</strong>.</p> <p>L’esonero spetta a condizione che l’assunzione riguardi <strong>giovani </strong>che non siano stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro nel corso dell’intera vita lavorativa. La sua durata è di <strong>36 mesi</strong> a decorrere dalla data di assunzione e nell’ipotesi in cui il lavoratore, per la cui assunzione è stato parzialmente fruito l&#39;esonero, sia nuovamente assunto a tempo indeterminato da altri datori di lavoro privati, il beneficio è riconosciuto agli stessi datori per il periodo residuo utile alla piena fruizione, indipendentemente dall’età anagrafica del lavoratore alla data delle nuove assunzioni.</p> <p>Le indicazioni per la fruizione dell’esonero contributivo sono riportate nella <a title="vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2040%20del%2002-03-2018.htm',3);">circolare INPS 2 marzo 2018, n. 40</a>.</p> <p>Per agevolare le verifiche del possesso dei requisiti richiesti, l’Istituto, con <a title="vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201784%20del%2009-05-2019.htm',3);">il messaggio del 9 maggio 2019, n. 1784</a>, comunica di avere realizzato un aggiornamento dell’apposita <a title="vai all&#39;utility" href="javascript:goLink('https://serviziweb2.inps.it/PassiWeb/jsp/login.jsp?uri=https%3a%2f%2fservizi2.inps.it%2fservizi%2fENTRATEINTCPS%2fCPS%2fRAP_INDETERMINATO&amp;S=S',3);">utility</a>, attraverso la quale i datori di lavoro, i lavoratori e i loro intermediari previdenziali possono acquisire, sulla base delle condizioni di aggiornamento delle basi dati interne ed esterne, le informazioni sullo svolgimento di rapporti di lavoro a tempo indeterminato instaurati precedentemente al 1° gennaio 2018 ovvero a decorrere da questa data.</p>Trattamenti pensionistici e previdenziali: effetti limiti retributivihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52745http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52745Fri, 10 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2064%20del%2009-05-2019.htm',3);">circolare INPS 9 maggio 2019, n. 64</a> l’Istituto fornisce chiarimenti sugli effetti dell’applicazione dei <strong>limiti retributivi</strong> sui <strong>trattamenti pensionistici e previdenziali</strong>. </p> <p> La legge ha fissato, per i titolari di pensioni erogate da gestioni previdenziali pubbliche, un limite retributivo di 240.000 euro l’anno, con decorrenza dal 1° maggio 2014, come livello remunerativo massimo onnicomprensivo per chiunque riceva emolumenti o retribuzioni a carico delle finanze pubbliche.</p> <p> La circolare, in particolare, si rivolge ai casi in cui gli iscritti non percepiscano alcun emolumento a seguito del superamento di questo limite. In questi casi il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha precisato che, “a decorrere dalla entrata in vigore delle leggi che hanno introdotto il limite retributivo, il periodo in cui non viene corrisposta una retribuzione assoggettata alla relativa contribuzione non può essere valutato ai fini del calcolo e della liquidazione delle correlate prestazione previdenziali”. </p> <p> I periodi di attività lavorativa svolti in assenza di retribuzione, pertanto, non concorrono a determinare alcuna anzianità contributiva ai fini pensionistici e previdenziali, vista la non valutabilità di periodi non coperti da contribuzione.</p> <p> Si precisa, inoltre, che per le sole cessazioni entro il 30 aprile 2014, nel caso in cui la retribuzione di riferimento sia stata ridotta ma non azzerata a decorrere dal 1° gennaio 2014, la stessa costituirà la base di calcolo della pensione e del trattamento di fine servizio.</p> Domanda di Assegno per il Nucleo Familiare (ANF): nuove istruzionihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52740http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52740Thu, 9 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal 1° aprile 2019 l’<strong>Assegno per il Nucleo Familiare (ANF)</strong> dei <strong>lavoratori dipendenti</strong> di aziende attive del <strong>settore privato non agricolo</strong> deve essere richiesto esclusivamente in <strong>modalità telematica</strong>, come indicato nella <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2045%20del%2022-03-2019.htm',3);">circolare INPS 22 marzo 2019, n. 45</a>, tramite il <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?iiDServizio=2504">servizio </a>&#160;online.</p> <p>Fanno eccezione le richieste di prestazione familiare da parte degli <strong>operai agricoli a tempo indeterminato (OTI)</strong>, che continueranno a presentare la domanda al proprio datore di lavoro attraverso il <strong>modello </strong>cartaceo “<strong>ANF/DIP</strong>” (cod. SR16).</p> <p>Per gli impiegati del settore agricolo, invece, valgono le nuove disposizioni descritte nella circolare. Sono inquadrati nel settore non agricolo anche i soci lavoratori delle imprese cooperative che trasformano, manipolano e commercializzano prodotti agricoli e zootecnici.</p> <p>L’Istituto, con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201777%20del%2008-05-2019.htm',3);">messaggio 8 maggio, n. 1777</a>, fornisce ulteriori istruzioni operative e procedurali anche ai fini della compilazione del flusso UNIEMENS, descrivendo la nuova procedura “ANF DIP”.</p> <p>Il messaggio informa anche il lavoratore che l’<strong>esito della domanda</strong> da lui presentata e gli importi giornalieri e mensili massimi spettanti saranno visibili accedendo con le proprie credenziali alla sezione “Consultazione domanda”, all’interno dell’area riservata. In caso di esito positivo, il dipendente dovrà comunicarlo al proprio datore di lavoro, il quale avrà accesso ai dati necessari all’erogazione e al conguaglio degli ANF attraverso un’apposita applicazione. Sarà inviato un provvedimento formale solo in caso di reiezione della richiesta.</p> <p>L’esito sarà visibile, sempre con le stesse modalità, anche ai <strong>Patronati</strong> che, su delega del cittadino richiedente, hanno provveduto a inviare le domande di Assegno per il Nucleo Familiare.</p> <p>In caso di <strong>variazione </strong>nella composizione del <strong>nucleo familiare</strong> in un periodo già richiesto, o in caso di modifica delle condizioni che danno diritto all’aumento dei livelli reddituali, il lavoratore interessato dovrà presentare all’Istituto, esclusivamente in modalità telematica, una domanda di variazione per il periodo di interesse sempre attraverso la procedura “ANF DIP”.</p> <p>Per il lavoratore dipendente del settore privato o il soggetto titolare del diritto all’ANF che presenta domanda di “ANF DIP”, se privo di un provvedimento di autorizzazione in corso di validità, è necessario presentare la<strong> domanda di autorizzazione</strong> tramite la procedura telematica “Autorizzazione ANF” corredata della documentazione necessaria.&#160; &#160;</p>Gestione dipendenti pubblici: regolarizzazioni contributivehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52741http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52741Thu, 9 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201779%20del%2009-05-2019.htm',3);">messaggio 9 maggio 2019, n. 1779</a> l’Istituto informa che è stata <strong>aggiornata</strong> l’attuale <strong>procedura</strong> di <strong>regolarizzazione contributiva</strong> per la Gestione dipendenti pubblici.</p> <p>Le strutture territoriali INPS predisporranno i fascicoli elettronici dei dipendenti sui cui procedere alla regolarizzazione contributiva, ed in relazione ai quali può essere emessa, a carico dell’ente, la relativa nota di debito con gli <strong>importi richiesti</strong> per ciascun nominativo.</p> <p>L’ente potrà <strong>consultare</strong> i dettagli dei <strong>calcoli effettuati</strong> e le partite contributive a debito, a credito e gli esiti della compensazione direttamente sul portale dei servizi on line, accedendo al servizio web “Note di debito”, appositamente implementato con la funzione di visualizzazione e disponibile in automatico a tutti gli utenti già abilitati.</p> <p>L’ente, ricevuta la nota di debito, avrà <strong>90 giorni</strong> per pagare l’importo dovuto o per effettuarne la contestazione.</p>Contributi previdenziali: retribuzioni eccedenti il massimale annuohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52742http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52742Thu, 9 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Come stabilito dall’articolo 2, comma 18, legge 8 agosto 1995, n. 335, per i lavoratori che rientrano nel sistema pensionistico contributivo la retribuzione percepita oltre il limite annualmente fissato non è assoggettata a contribuzione previdenziale, né viene computata nel calcolo delle prestazioni pensionistiche. Pertanto, il valore massimo normativamente fissato costituisce limite invalicabile sia ai fini del versamento della contribuzione sia ai fini dell’erogazione dei trattamenti pensionistici.</p> <p>Il datore di lavoro che abbia assunto a riferimento, per il calcolo della contribuzione dovuta, un imponibile contributivo eccedente rispetto a quello previsto, può chiederne la restituzione.</p> <p>La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2063%20del%2009-05-2019.htm',3);">circolare INPS 9 maggio 2019, n. 63</a> fornisce le indicazioni per la corretta rilevazione del regime contributivo applicabile e per il recupero della contribuzione indebita non prescritta.</p>Big Data e pubblica amministrazione: costruiamo un futuro data-drivenhttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52743http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52743Thu, 9 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <strong>7 maggio 2019</strong>, nella sede di Palazzo Wedekind, a <strong>Roma</strong>, si è svolto il <strong>workshop “I Big Data nella pubblica amministrazione</strong>”, organizzato in collaborazione con Cerved Group.</p> <p>Ai lavori hanno partecipato esperti e ricercatori provenienti da università e centri di ricerca italiani e stranieri.</p> <p>Gli interventi in programma hanno affrontato il tema della gestione dei Big Data da parte delle amministrazioni pubbliche, in particolare le basi dati amministrative dell’<strong>INPS</strong>, al fine di migliorare le scelte di politica economica.</p> <p>Il programma del workshop e le slide degli interventi sono consultabili nella documentazione allegata. </p>Forum PA 2019: l’INPS promotore di valore per il Paesehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52738http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52738Tue, 7 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Al via <strong>dal 14 al 16 maggio</strong>, presso il Roma Convention Center “La Nuvola”, l’edizione 2019 di <strong>Forum PA</strong>, l’evento nazionale di riferimento sulle <strong>politiche pubbliche</strong> per l’<strong>innovazione sostenibile</strong>, al quale prenderà nuovamente parte l’<strong>INPS</strong>.</p> <p>In linea con il tema di quest’anno, l’azione dell’Istituto è tesa alla <strong>creazione di valore per il Paese</strong>, attraverso la promozione e l’erogazione di servizi che migliorano la qualità di vita dei cittadini e delle imprese, contribuendo in modo diretto e concreto a uno sviluppo sostenibile dal punto di vista sociale, economico e ambientale, secondo i principi e gli obiettivi dell’Agenda 2030.</p> <p>L’INPS è il principale Ente previdenziale italiano e uno dei più grandi in Europa: assicura quasi tutti i lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato e la maggior parte dei lavoratori autonomi, eroga circa 21 milioni di pensioni ogni mese, compresi i trattamenti agli invalidi civili, gestisce una serie di prestazioni assistenziali volte a tutelare i lavoratori in difficoltà e a sostenere il reddito delle famiglie. Cittadini e imprese possono fruire di più di 300 servizi disponibili direttamente online sul sito dell’Istituto.</p> <p>Quest’anno l’INPS partecipa a Forum PA in collaborazione con il <strong>Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali</strong>, altri enti e Agenzie vigilate, con i quali propone un focus congressuale sul lavoro e sulle tutele, uno dei temi guida dell’intera manifestazione.</p> <p>Nella sala congressi Lavoro &amp;Welfare l’INPS presenta una serie di <strong>convegni e seminari </strong>dedicati al tema della <strong>protezione sociale</strong>. All’interno della sala, inoltre, è sempre disponibile un desk con materiale informativo sulle prestazioni dell’Istituto.</p> <p>Da segnalare, in particolare, i seguenti incontri:</p> <ul> <li>Seminario 14 maggio 2019, ore 10.30 <br/><strong>“Stato di attuazione della banca dati delle prestazioni sociali agevolate”</strong> <br/>Relatori: <br/>Carmeliana Franzese, Dirigente Area Isee e casellario – INPS; Amedeo Bogliaccino, Dirigente Direzione centrale Organizzazione sistemi informativi – INPS; Paolo Borrelli, Ufficiale della Guardia di Finanza </li> <li>Seminario 15 maggio 2019, ore 15 <br/><strong>“Prevenire le frodi: intelligenza artificiale e nudge al servizio dei “buoni”</strong> <br/>Relatori: <br/>Maria Sandra Petrotta, Direttore centrale Entrate e recupero crediti – INPS; Antonello Lilla, Dirigente Area Vigilanza documentale e analisi dei rischi – INPS </li> <li>Convegno 16 maggio 2019, ore 11.45 <br/><strong>“L’INPS dalla parte delle persone con disabilità: il valore della semplificazione”</strong> <br/>Relatori: <br/>Rocco Lauria, Direttore centrale Sostegno alla non autosufficienza, invalidità civile e altre prestazioni INPS; Angela Magazù, Dirigente Area Gestione invalidità civile e prestazioni assistenziali INPS; Alessandra Meucci, esperta procedure di gestione INPS; Stefano Cascone, Dirigente informatico area Credito e welfare INPS; Sabrina Guida, Dirigente Area Prestazioni sociali INPS; Vincenzo Falabella, Presidente FISH; Vincenzo Zoccano, Sottosegretario di Stato per la Famiglia e le Disabilità; Vincenzo Damato, Direttore Generale Vicario INPS.</li> </ul>Pensioni: riduzione per importi superiori a 100.000 euro l’annohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52739http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52739Tue, 7 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La legge di bilancio 2019 prevede la <strong>riduzione</strong>, a decorrere dal <strong>1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2023</strong>, delle <strong>pensioni di importo complessivamente superiore a 100.000 euro</strong> lordi l’anno. </p> <p>Con la <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2062%20del%2007-05-2019.htm',3);">circolare INPS 7 maggio 2019, n. 62</a> l’Istituto fornisce le istruzioni applicative per la determinazione della riduzione e le relative istruzioni contabili. </p> <p>I trattamenti pensionistici interessati saranno ridotti in base alle seguenti aliquote percentuali:</p> <ul> <li>15% per la quota di importo da 100.000,01 a 130.000,00 euro; </li> <li>25% per la quota di importo da 130.000,01 a 200.000,00 euro;</li> <li>30% per la quota di importo da 200.000,01 a 350.000,00 euro;</li> <li>35% per la quota di importo da 350.000,01 a 500.000,00 euro;</li> <li>40% per la quota di importo eccedente i 500.000,01 euro.</li> </ul> <p>Sono escluse da queste disposizioni le pensioni di invalidità, i trattamenti pensionistici di invalidità, i trattamenti pensionistici riconosciuti ai superstiti e a favore delle vittime del dovere o di azioni terroristiche.</p> Venerdì 10 maggio 2019: sciopero generale nazionale dei dipendenti pubblicihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52724http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52724Mon, 6 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Venerdì 10 maggio 2019,</strong> l’Associazione Sindacale <strong>USB P.I.</strong> ha proclamato, <strong>per l’intera giornata</strong>, lo sciopero generale nazionale dei dipendenti pubblici in tutti i comparti del Pubblico Impiego, compreso i lavoratori del comparto Scuola, dei vigili del fuoco e i lavoratori precari di qualsiasi tipologia contrattuale con esclusione dell’intero Comparto Scuola della Regione Sardegna. Si precisa che a tale sciopero ha aderito anche l’Associazione Sindacale <strong>ANIEF</strong>.<br/> <br/> Si informano i cittadini di eventuali, possibili rallentamenti nell’erogazione dei servizi INPS.</p> Recupero spese legali e consulenza tecnica: nuova procedurahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52727http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52727Mon, 6 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stata attivata una <strong>nuova procedura</strong>, denominata RESPEL, finalizzata al <strong>recupero delle spese legali e di consulenza tecnica</strong>, mediante emissione di <strong>avviso di addebito</strong>, nel procedimento di accertamento tecnico preventivo in materia di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità.</p> <p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201708%20del%2003-05-2019.htm',3);">messaggio 3 maggio 2019, n. 1708</a> viene illustrato il procedimento esecutivo di recupero mediante questa procedura e vengono fornite le istruzioni contabili e operative per l’emissione dell’avviso di addebito (AVA). Vengono, inoltre, descritte le variazioni apportate al piano dei conti.</p>Fondo per il personale di volo: disciplina vigente e chiarimentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52728http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52728Mon, 6 May 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Per rendere più agevole la consultazione degli <strong>estratti contributivi</strong> dei <strong>lavoratori </strong>iscritti al <strong>Fondo Volo</strong> in forza alle aziende operanti nel <strong>settore del trasporto aereo</strong>, il <a title="vai ala messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201711%20del%2003-05-2019.htm',3);">messaggio 3 maggio 2019, n. 1711</a> fornisce una ricognizione della normativa in materia, succedutasi nel tempo, e riepiloga le indicazioni operative già illustrate dall’Istituto.</p> <p>Il messaggio, in particolare, fa riferimento alla corretta valorizzazione dell’<strong>indennità di volo </strong>ai fini della determinazione della retribuzione soggetta a contribuzione e della retribuzione pensionabile.</p>Ricovero in strutture assistenziali: proroga termini bando LTChttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52698http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52698Tue, 30 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato prorogato il termine di presentazione delle domande per il <a title="Visualizza il bando" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=519',3);">bando</a> <strong>Long Term Care 2019</strong>, finalizzato al riconoscimento di contributi per ricoveri presso residenze sanitarie assistenziali.</p> <p> Gli interessati possono trasmettere la domanda a partire <strong>dalle 12.00 del 4 aprile 2019 e non oltre le ore 23.59 del 6 maggio 2019</strong>. </p> Persone non autosufficienti: proroga bando Home Care Premium - HCPhttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52699http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52699Tue, 30 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stata prorogata al <strong>6 maggio 2019</strong> la scadenza del <a title="vai al bando" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=518',3);">bando</a>&#160;<strong>Home Care Premium</strong> per l’<strong>assistenza domiciliare </strong>dei <strong>dipendenti</strong> e <strong>pensionati pubblici</strong>, dei loro coniugi, parenti e affini <strong>non autosufficienti</strong>.</p> <p>Il&#160;<strong>programma</strong>&#160;prevede l&#39;erogazione da parte dell&#39;Istituto di <strong>contributi economici mensili</strong> (prestazioni prevalenti) in favore di soggetti non autosufficienti, maggiorenni o minorenni, che siano disabili e che si trovino in condizione di non autosufficienza per il rimborso di spese sostenute per l&#39;assunzione di un assistente domiciliare.</p> <p>La&#160;<strong>domanda</strong>&#160;di partecipazione al concorso deve essere presentata dal beneficiario, ovvero dal titolare delegato, esclusivamente per via telematica.</p>Eventi sismici Centro Italia: versamento contributi sospesihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52700http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52700Tue, 30 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Nuove istruzioni contabili per i territori colpiti da <strong>eventi sismici</strong> nelle regioni <strong>Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo</strong>.</p> <p>La legge di bilancio 2019 (articolo 1, comma 991, lettera b), legge 30 dicembre 2018, n. 145) ha disposto che gli adempimenti e i <strong>pagamenti dei contributi</strong> previdenziali e assistenziali e dei premi per l&#39;assicurazione obbligatoria, precedentemente sospesi, devono essere effettuati in un’<strong>unica soluzione entro il 1° giugno 2019</strong>, senza applicazione di sanzioni e interessi.</p> <p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201654%20del%2029-04-2019.htm',3);">messaggio del 29 aprile 2019, n. 1654</a> illustra le istruzioni operative, riferite alle diverse gestioni previdenziali, per il versamento in unica soluzione della contribuzione sospesa.</p> <p>In alternativa, la ripresa dei versamenti potrà avvenire mediante <strong>rateizzazione</strong>, fino ad un massimo di 120 rate mensili dello stesso importo, a decorrere dal mese di giugno 2019, previa comunicazione di rateizzazione dei debiti contributivi in fase amministrativa, da presentare entro il 1° giugno 2019, unitamente al versamento della prima rata.</p> <p>Al riguardo, l’INPS provvederà a fornire, con successivo messaggio, le necessarie indicazioni operative.</p>Osservatorio sui lavoratori parasubordinati: dati definitivi 2017http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52701http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52701Tue, 30 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/menu/parasub/parasub.html',3);">l’Osservatorio sui lavoratori parasubordinati</a> con i <strong>dati definitivi del 2017</strong>. L’unità statistica presa in esame è rappresentata dal lavoratore che ha avuto almeno un versamento contributivo per prestazioni di lavoro parasubordinato nell’anno.</p> <p>L’Osservatorio analizza due tipologie di contribuenti: professionisti e collaboratori. Sono considerati professionisti i contribuenti che esercitano per professione abituale, anche se in modo non esclusivo, un’attività di lavoro autonomo, e il versamento dei contributi è effettuato dal lavoratore stesso.</p> <p>I <strong>contribuenti</strong> sono invece considerati <strong>collaboratori</strong> se l’attività è di collaborazione coordinata e continuativa e il versamento dei contributi è effettuato dal committente, entro il mese successivo a quello di corresponsione del compenso.</p> <p>Secondo le statistiche, nel 2017 i contribuenti <strong>collaboratori</strong> sono stati 918.965, mentre i <strong>professionisti</strong> 348.449. Nel complesso, i <strong>lavoratori</strong> <strong>parasubordinati</strong> <strong>contribuenti</strong> sono stati 1.267.414 (di cui 776.213 uomini e 491.201 donne). </p>Lavori usuranti: domanda di accesso ai beneficihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52702http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52702Tue, 30 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <strong>1° maggio 2019</strong> è il termine ultimo per presentare le domande di riconoscimento dello svolgimento di <strong>lavori</strong> particolarmente <strong>faticosi e pesanti</strong>, con riferimento ai lavoratori che perfezionano i requisiti agevolati nel 2020.</p> <p>Come indicato nel <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Messaggi/Messaggio%20numero%201660%20del%2029-04-2019.htm',3);">messaggio 29 aprile 2019, n. 1660</a>, possono presentare domanda:</p> <ul><li>i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti;</li> <li>i lavoratori addetti alla cosiddetta “linea catena”;</li> <li>i conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo;</li> <li>i lavoratori notturni a turni;</li> <li>i lavoratori notturni che prestano attività per periodi di durata pari all’intero anno lavorativo.</li></ul> <p>Il messaggio specifica, inoltre, la decorrenza del trattamento pensionistico anticipato, nel caso di richiesta presentata oltre il termine del 1° maggio 2019, e dettaglia le modalità di presentazione della domanda e della relativa documentazione.</p> Summer Camp 2019: pubblicato il bando di concorsohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52703http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52703Tue, 30 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato il <strong>bando di concorso </strong>“<a title="Consulta la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46039%3b46046%3b46047%3b&amp;lastMenu=46047&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46047&amp;ipagina=1&amp;sregione=&amp;stipologia=&amp;ianno=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=11&amp;idettaglio=525',3);">Corsi di formazione in modalità residenziale Summer Camp 2019</a>“, rivolto agli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale. </p> <p>I <strong>corsi</strong> <strong></strong>si svolgono in modalità residenziale, per cinque giorni consecutivi durante i mesi di <strong>luglio</strong> e<strong> agosto</strong>, e sono finalizzati alla qualificazione e all’aggiornamento professionale:</p> <ul> <li>dei dirigenti scolastici; </li> <li>degli insegnanti della scuola primaria;</li> <li>degli insegnanti della scuola d’infanzia.</li> </ul> <p>In allegato al bando è disponibile l’elenco dei corsi a concorso.</p> <p>Per partecipare è necessario presentare la <strong>domanda</strong> per via telematica attraverso il <a title="Consulta il servizio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?iiDServizio=2554',3);">servizio dedicato</a> - <strong>selezionando la voce “Valore PA”</strong> - a partire <strong>dalle 12 del 30 aprile </strong>e <strong>fino alle 12 del 22 maggio 2019</strong>.</p> Reddito di Inclusione (ReI): i dati fino a marzo 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52704http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52704Tue, 30 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’<a title="vai all&#39;osservatorio" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=51758">Osservatorio sul Reddito di Inclusione (REI)</a> con i dati relativi al periodo gennaio 2018 – marzo 2019, dando anche evidenza separata alle domande decorrenti dal mese di gennaio 2019. Nel corso dei 15 mesi trascorsi dall’istituzione del <strong>ReI</strong> sono stati erogati benefici economici a <strong>506 mila nuclei familiari</strong> coinvolgendo un totale di 1,4 milioni di persone.</p> <p>La maggior parte dei benefici sono stati erogati a nuclei residenti nelle <strong>regioni del Sud</strong> (68%), con interessamento del 71% delle persone coinvolte. Il 46% dei nuclei beneficiari di ReI, che rappresentano il <strong>50%</strong> delle persone coinvolte, risiedono in sole due regioni: <strong>Campania</strong> e <strong>Sicilia</strong>. A seguire Puglia, Lazio, Lombardia e Calabria coprono un ulteriore 29% dei nuclei e il 28% delle persone coinvolte.</p> <p>Le prestazioni decorrenti nel periodo gennaio - marzo 2019 sono <strong>38 mila</strong>. L’importo medio mensile erogato nel periodo <strong>gennaio 2018 - marzo 2019</strong>, pari a 292 euro, risulta variabile a livello territoriale, con un range che va da 234 euro per i beneficiari della Valle d&#39;Aosta a 324 euro per la Campania. Complessivamente le regioni del Sud hanno un valore medio del beneficio più alto di quelle del Nord di 50 euro (+21%) e di quelle del Centro di 33 euro (+12%).</p>Sisma 2016-2017: recupero ritenute erariali mediante trattenutehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52705http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52705Tue, 30 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Facendo seguito al <a title="vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%202108%20del%2024-05-2018.htm',3);">messaggio del 24 maggio 2018, n. 2108</a> , avente oggetto la ripresa dell’obbligo del versamento delle ritenute erariali sospese per gli <strong>eventi sismici</strong> verificatisi nel 2016 e nel 2017, l’Istituto fornisce ora, con il <a title="vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201662%20del%2029-04-2019.htm',3);">messaggio del 29 aprile 2019, n.1662</a>, ulteriori indicazioni, conseguenti alle novità normative introdotte dalla <strong>legge di bilancio 2019</strong> al fine di assicurare la continuità delle agevolazioni in favore delle popolazioni colpite dal sisma.</p> <p>L’articolo 1, comma 991, della legge n. 145 del 2018, modificando le scadenze precedenti, ha previsto che i <strong>contribuenti</strong> che hanno richiesto ed ottenuto il beneficio della sospensione delle ritenute fiscali sono tenuti a versare i tributi sospesi, <strong>senza applicazione di interessi e di sanzioni</strong>, entro il 1° giugno 2019, prevedendo dalla stessa data la facoltà di versare ratealmente gli importi dovuti, in alternativa al pagamento in un’unica soluzione e fino a un massimo di <strong>120 rate mensili</strong> di pari importo.</p> <p>Su richiesta del lavoratore dipendente, subordinato o assimilato, la ritenuta può essere operata anche dal sostituto d&#39;imposta. Pertanto, su richiesta di rateizzazione dei soggetti sostituiti, titolari di prestazione pensionistica e/o dipendenti dell’<strong>INPS</strong>, l’Istituto, in qualità di sostituto di imposta, provvederà ad effettuare la trattenuta relativa alle imposte sospese e dovute dall’interessato e al conseguente versamento all’erario delle stesse per conto del richiedente.</p> <p>Il <a title="vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201662%20del%2029-04-2019.htm',3);">messaggio del 29 aprile 2019, n.1662</a>, illustra quindi i criteri e le modalità operative relative alla presentazione da parte dell’interessato dell’istanza, che dovrà essere inoltrata in via telematica <strong>entro il 31 maggio 2019</strong> al fine di poter usufruire della rateizzazione nella misura massima di <strong>120 rate</strong> a decorrere dal mese di giugno 2019.</p> <p>Sono inoltre precisate le modalità di recupero previste per i pensionati e, in caso di decesso del richiedente, per gli eredi dell’avente diritto.</p>Manodopera agricola: gestione dichiarazioni secondo trimestre 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52696http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52696Mon, 29 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Nell’ottica della semplificazione del processo di trasmissione del <strong>flusso DMAG/UNICO</strong>, utile alla liquidazione dei contributi dei <strong>lavoratori agricoli</strong> e alla implementazione del conto assicurativo individuale, sono state introdotte modifiche in alcuni campi della <strong>dichiarazione trimestrale</strong>.</p> <p> L’Istituto, con il <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201653%20del%2029-04-2019.htm',3);">messaggio del 29 aprile 2019, n. 1653</a>, illustra le novità procedurali e le istruzioni per la corretta compilazione del flusso DMAG alle quali le <strong>aziende agricole</strong> e i loro intermediari devono attenersi a decorrere dalla dichiarazione di manodopera relativa al <strong>secondo trimestre 2019</strong>.</p> <p> Le modifiche apportate interessano i dati della retribuzione teorica e della retribuzione persa, la denuncia del numero di giornate e il nuovo tipo di retribuzione.</p> Artigiani e commercianti: imposizione contributiva maggio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52697http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52697Mon, 29 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Facendo seguito alla <a title="Visualizza la circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2025%20del%2013-02-2019.htm',3);">circolare del 13.02.2019, n. 25</a>, l’INPS, con il <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201655%20del%2029-04-2019.htm',3);">messaggio del 29 aprile 2019, n. 1655</a>, informa che è stata ultimata una nuova <strong>elaborazione dell’imposizione contributiva</strong> per tutti i soggetti iscritti alla gestione in oggetto per l’anno <strong>2019</strong> e per eventuali periodi precedenti non già interessati da imposizione contributiva.</p> <p> A seguito di tale attività, sono stati predisposti i modelli “F24” necessari per il versamento della contribuzione dovuta. </p>Reddito di Cittadinanza: presentate un milione di domandehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52692http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52692Fri, 26 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono 1.016.977 le <strong>domande di Reddito di Cittadinanza</strong> presentate al 30 aprile. La Campania è la regione che ha fatto registrare il maggior numero di richieste, 172.175, seguita dalla Sicilia, con 161.383 domande. Superiori alle 90mila le richieste in Lazio, Puglia e Lombardia (rispettivamente 93.048, 90.008 e 90.296).<br/> Le regioni con il minor numero di domande di Reddito di Cittadinanza sono invece la Valle D’Aosta (1.333), il Trentino (3.695) e il Molise (6.388).<br/> Per quanto riguarda i canali a disposizione per la presentazione delle domande, i CAF risultano quelli più utilizzati, con 748.742 richieste, seguiti dalle Poste (209.605) e dai patronati (35.593).<br/> I dati completi sono consultabili nella documentazione allegata.</p> <p><strong>Reddito di Cittadinanza: come richiederlo</strong></p> <p>Sostenere le famiglie in difficoltà puntando al reinserimento lavorativo e all’inclusione sociale: questo l’obiettivo del <strong>Reddito di Cittadinanza</strong>. Per i nuclei familiari composti esclusivamente da uno o più persone di età pari o superiore a 67 anni, assume la denominazione di <strong>Pensione di Cittadinanza</strong>.</p> <p>Per richiedere il beneficio sono stati pubblicati il <strong>modello aggiornato</strong> e i <strong>nuovi modelli </strong>“<strong>Ridotto</strong>” ed “<strong>Esteso</strong>”: il primo è necessario per comunicare i redditi di attività lavorative in corso al momento della presentazione della domanda e non interamente valorizzati su ISEE, il secondo modello, invece, è utile ai beneficiari che dovranno comunicare tutte le variazioni intervenute nel corso della percezione della misura.</p> <p> La <a title="Visualizza la circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2043%20del%2020-03-2019.htm',3);">circolare INPS 20 marzo 2019, n. 43</a> fornisce tutte le informazioni su questo beneficio economico, specificando requisiti, adempimenti, modalità di richiesta e calcolo dell’importo.</p> <p> Inoltre, è disponibile <strong>online</strong> il <a title="Consulta il servizio" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?iiDServizio=2992">servizio</a> per la <strong>consultazione delle domande</strong> di Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza presentate presso gli sportelli di Poste Italiane, i CAF o tramite SPID sul sito del Reddito di Cittadinanza.</p> Riscatto laurea: simulatore del calcolo esteso alla gestione pubblicahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52677http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52677Tue, 23 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201609%20del%2019-04-2019.htm',3);">messaggio 19 aprile 2019, n. 1609</a> l’Istituto comunica che la funzionalità<strong> </strong>per la<strong> simulazione del calcolo dell’onere di riscatto dei periodi di corsi di studio universitario</strong> è stata implementata. Lo <a title="vai al Servizio" href="javascript:goLink('https://servizi2.inps.it/servizi/RiscattiInternet/defaultRISCLA.aspx',3);">strumento di simulazione del calcolo</a> dell’onere di <strong>riscatto della laurea</strong>, già previsto per gli iscritti alla gestione privata, è stato infatti esteso agli iscritti alle casse della <strong>gestione pubblica</strong>.</p> <p>Per gli iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti e alle gestioni speciali di artigiani, commercianti, coltivatori diretti e coloni mezzadri, la funzionalità è stata estesa ai periodi collocati nei sistemi retributivo e misto.</p> <p>Nel messaggio vengono fornite le indicazioni operative per la simulazione e vengono spiegati i dati necessari per il calcolo dell’onere di riscatto.</p> Certificato di agibilità per lavoratori dello spettacolo: chiarimentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52678http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52678Tue, 23 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201612%20del%2019-04-2019.htm',3);">messaggio 19 aprile 2019, n. 1612</a> l’Istituto fornisce chiarimenti in merito al <strong>certificato di agibilità </strong>per i <strong>lavoratori dello spettacolo</strong>, in seguito alle disposizioni introdotte dalla legge 11 febbraio 2019, n. 12. </p> <p>Le imprese teatrali, cinematografiche e circensi, i teatri tenda, gli enti, le associazioni, le imprese del pubblico esercizio, gli alberghi, le emittenti radiotelevisive e gli impianti sportivi non possono impiegare i <strong>lavoratori autonomi dello spettacolo</strong>, compresi quelli con rapporti di collaborazione, che non siano in possesso del certificato di agibilità.</p> <p>In caso di mancato rispetto della legge le imprese sono soggette alla <strong>sanzione amministrativa di 129 euro </strong>per ogni giornata di lavoro prestata da ciascun lavoratore autonomo. Le imprese sono sempre obbligate a richiedere il certificato di agibilità a prescindere dalla durata temporale della prestazione.</p> <p>Queste le categorie di lavoratori autonomi dello spettacolo interessate: </p> <ul> <li>artisti lirici; </li> <li>attori di prosa, operetta, rivista, varietà e attrazioni, cantanti di musica leggera, presentatori, disc-jockey e animatori in strutture ricettive connesse all&#39;attività turistica; </li> <li>attori e generici cinematografici, attori di doppiaggio cinematografico;</li> <li>registi e sceneggiatori teatrali e cinematografici, aiuto registi, dialoghisti e adattatori cinetelevisivi; </li> <li>organizzatori generali, direttori, ispettori, segretari di produzione cinematografica, cassieri, segretari di edizione; </li> <li>direttori di scena e doppiaggio; </li> <li>direttori d&#39;orchestra e sostituti; </li> <li>concertisti e professori d&#39;orchestra, orchestrali e bandisti; </li> <li>tersicorei, coristi, ballerini, figuranti, indossatori e tecnici addetti alle manifestazioni di moda; </li> <li>amministratori di formazioni artistiche; </li> <li>tecnici del montaggio, del suono, dello sviluppo e stampa; </li> <li>operatori di ripresa cinematografica e televisiva, aiuto operatori e maestranze cinematografiche, teatrali e radio televisive; </li> <li>arredatori, architetti, scenografi, figurinisti teatrali e cinematografici; </li> <li>truccatori e parrucchieri.</li> </ul> Artigiani e commercianti: avvisi bonari per la rata di febbraio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52682http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52682Tue, 23 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con <a title="Vai al messaggio numero 1613 del 19 aprile 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201613%20del%2019-04-2019.htm',3);">messaggio 19 aprile 2019, n. 1613</a>, l’INPS segnala agli iscritti alla <a title="Vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50182">Gestione Artigiani</a> e alla <a title="Vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50172">Gestione Commercianti</a> l’inizio delle elaborazioni degli <strong>avvisi bonari</strong> relativi alla <strong>rata di febbraio2019</strong>.</p> <p>Gli avvisi bonari saranno a disposizione del contribuente nel <a title="Vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50241">Cassetto previdenziale artigiani e commercianti</a>, nella sezione “posizione assicurativa”, dove sarà possibile consultare anche la relativa comunicazione.</p> <p>Agli iscritti, o ai loro intermediari, che abbiano fornito un indirizzo di posta elettronica verrà inviata una email di <em>alert</em>.</p>Fondo per il settore del trasporto aereo: nuovi servizi telematicihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52684http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52684Tue, 23 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>In attuazione del processo di telematizzazione avviato negli ultimi anni dall’Istituto e al fine di rendere più efficienti i servizi offerti agli iscritti al <strong>Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo</strong> (FSTA), il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201615%20del%2019-04-2019.htm',3);">messaggio 19 aprile 2019, n. 1615</a> informa che le <strong>comunicazioni preventive </strong>di <strong>nuova attività lavorativa</strong> per il personale del settore aereo, le <strong>autocertificazioni </strong>di <strong>attività lavorativa all’estero</strong> e quelle per la <strong>salvaguardia delle certificazioni aereonautiche</strong> devono effettuarsi esclusivamente mediante i <strong>servizi telematici</strong> accessibili direttamente dal cittadino e dagli intermediari abilitati attraverso il portale. </p> <p> Si precisa che l’obbligo di comunicazione di nuova attività lavorativa, da rendere mediante il modello “SR83”, resta in capo al lavoratore beneficiario, fatta eccezione per i casi in cui le comunicazioni obbligatorie UNILAV del datore di lavoro assolvono all’obbligo di comunicazione posto a carico del lavoratore stesso.</p> Bando Estate INPSieme Senior: pubblicate le graduatorie 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52672http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52672Fri, 19 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono state <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46067%3b&amp;lastMenu=46067&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46067&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=516',3);">pubblicate le graduatorie</a> relative al bando di concorso <strong>Estate INPSieme Senior 2019,</strong> per l’assegnazione di contributi per soggiorni.</p> <p>Il <strong>bando di concorso annuale</strong> offre ai pensionati, ai loro coniugi e figli disabili conviventi, appartenenti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e della Gestione Fondo IPOST, la possibilità di fruire di <strong>soggiorni estivi</strong> in località marine, montane, termali o culturali italiane nei mesi di luglio, agosto e settembre.</p> <p>Sarà possibile visualizzare il posizionamento in graduatoria anche in Area riservata.</p> <p>Ai soli ammessi (vincitori) verrà inviata per <strong>SMS o email</strong> una comunicazione di ammissione con riserva; con successiva comunicazione verranno fornite indicazioni in merito a tempistiche e modalità di allegazione dei documenti di viaggio previsti dal bando (contratto e fattura).</p>Pensioni decorrenti nel 2018 e nel primo trimestre del 2019: i datihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52663http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52663Thu, 18 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=0%3b46437%3b46441%3b&amp;lastMenu=46441&amp;iMenu=1',3);">Osservatorio di monitoraggio dei flussi di pensionamento</a> con i dati delle <strong>pensioni liquidate nel 2018 e nel primo trimestre 2019</strong>. Il monitoraggio riguarda le seguenti gestioni:</p> <ul> <li>Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD);</li> <li>coltivatori diretti, mezzadri e coloni;</li> <li>artigiani;</li> <li>commercianti;</li> <li>lavoratori parasubordinati;</li> <li>assegni sociali.</li> </ul> <p>Va precisato che in questa prima rilevazione gennaio-marzo 2019 non sono ancora percepibili gli effetti della nuova forma di pensionamento anticipato<strong> </strong>della<strong> Quota 100</strong>.<strong></strong></p> <p><strong>Pensioni e assegni sociali: sintesi dei dati statistici</strong></p> <p>Per le <strong>pensioni di vecchiaia</strong> il 2018, rispetto al 2017, è stato un anno di sostanziale staticità dei requisiti pensionistici relativi agli uomini di tutti i settori e alle donne del comparto pubblico. Per le donne del settore privato e per le lavoratrici autonome si è invece realizzata la completa equiparazione ai requisiti di vecchiaia degli uomini. Per quanto riguarda le <strong>pensioni anticipate</strong>, per il 2018 non ci sono state variazioni di requisiti rispetto al 2017.</p> <p>Nel <strong>Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti </strong>(FPLD), nel primo trimestre del 2019 si registra un numero di pensioni di vecchiaia, di anzianità e anticipate inferiore al corrispondente valore del 2018. Risultano, infatti, liquidati 76.702 trattamenti con decorrenza 2018 e 52.703 con decorrenza nel primo trimestre 2019. </p> <p>Per gli <strong>assegni sociali </strong>è previsto nel 2019 l’innalzamento del requisito d’età da 66 anni e 7 mesi a 67 anni. La quantità di assegni liquidati nel primo trimestre 2019 è stata pari a 3.199, molto esigua rispetto ai 10.665 dello stesso periodo del 2018 e riferibile esclusivamente ai cittadini 67enni che soddisfano nel 2019 i requisiti reddituali richiesti.</p> <p>Per quanto riguarda il peso delle <strong>pensioni di invalidità</strong> su quelle di vecchiaia l’indicatore statistico risulta più elevato nel 2019 rispetto all’analogo valore del 2018. Si registra, infine, a livello territoriale un peso delle pensioni liquidate a residenti nel Nord Italia sostanzialmente analogo (51% nel 2018 e 53% nel 2019).</p>Garanzia Giovani: prorogato per il 2019 l’incentivo per l’assunzionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52664http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52664Thu, 18 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il decreto direttoriale dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro 28 dicembre 2018, n. 581 è stato <strong>prorogato per il 2019 l’incentivo per l’assunzione di giovani aderenti al programma “Garanzia Giovani”</strong>. L’incentivo è riconoscibile per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate <strong>tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019</strong>, nei limiti delle risorse specificamente stanziate.</p> <p>La<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2054%20del%2017-04-2019.htm',3);"> circolare INPS 17 aprile 2019, n.54</a> fornisce informazioni sull’agevolazione, che è cumulabile laddove sussistano i presupposti, per la parte residua dei contributi datoriali con l’esonero contributivo all’occupazione giovanile stabile, previsto dall’articolo 1, comma 100, legge 27 dicembre 2017, n. 205.</p> <p>La circolare fornisce, inoltre, <strong>chiarimenti</strong> e <strong>indicazioni</strong> <strong>operative</strong> e contabili per la fruizione dell’incentivo, che per il <strong>2019</strong> è stato incrementato di ulteriori 60 milioni di euro e può essere riconosciuto per le assunzioni a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, per i rapporti di apprendistato professionalizzante, ed è altresì riconoscibile per i rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro.</p> <p>Per le tipologie contrattuali ammesse, l’incentivo spetta sia in ipotesi di rapporti a tempo pieno che a tempo parziale. Il <strong>beneficio</strong> è <strong>escluso</strong> espressamente nelle ipotesi di assunzione con contratto di lavoro domestico o intermittente e nelle ipotesi di prestazioni di lavoro occasionale.<br/> Riguardo l’assetto e misura dell’agevolazione, sono presenti all’interno della circolare i termini da rispettare e la soglia massima di esonero della contribuzione datoriale, riferita al periodo di paga mensile.</p> <p>Il <strong>diritto</strong> <strong>alla fruizione dell’incentivo</strong> è subordinato alle seguenti condizioni:</p> <ul> <li>adempimento degli obblighi contributivi;</li> <li>osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro; </li> <li>rispetto, fermi restando gli altri obblighi di legge, degli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale;</li> <li>applicazione dei principi generali in materia di incentivi all’occupazione stabiliti, da ultimo, dall’articolo 31 decreto legislativo n. 150/2015 e già illustrati al paragrafo sei, <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%2048%20del%2019-03-2018.htm&amp;iIDDalPortale=&amp;iIDLink=-1',3);">circolare INPS 19 marzo 2018, n. 48</a>.</li> </ul>Pubblicato l’Osservatorio sul precariato con i dati di febbraio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52666http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52666Thu, 18 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati i <strong>dati di febbraio 2019 </strong>dell’<a title="Consulta la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=0%3b46437%3b46440%3b&amp;lastMenu=46440&amp;iMenu=1',3);">Osservatorio sul precariato</a>. Nel periodo di gennaio-febbraio 2019, nel settore privato, le <strong>assunzioni sono state 1.063.620</strong>, in lieve diminuzione rispetto al 2018 in cui erano state <strong>1.219.743</strong>. In crescita risultano i contratti a tempo indeterminato, i contratti di apprendistato e i contratti di lavoro intermittente; in diminuzione invece i contratti di somministrazione, i contratti a tempo determinato e i contratti di lavoro stagionale.</p> <p><strong>La dinamica dei flussi</strong></p> <p>Nei primi due mesi del 2019 si registra, rispetto allo stesso periodo del 2018, un notevole incremento delle <strong>trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato </strong>che passano <strong>da 90.000 a 164.000 unità </strong><strong>(+82,2%)</strong>, confermando la tendenza già rilevata nel corso degli ultimi mesi, mentre risultano stabili le conferme dei rapporti di apprendistato alla conclusione del periodo formativo<strong> (-1,1%)</strong>. </p> <p>Le <strong>cessazioni</strong> nel complesso sono state <strong>792.000</strong>, in diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: a diminuire sono le cessazioni di contratti in somministrazione, di rapporti a termine e di rapporti a tempo indeterminato; in crescita sono invece le cessazioni di rapporti con contratto intermittente e di contratti in apprendistato. </p> <p>Nei mesi di gennaio - febbraio 2019 sono stati incentivati <strong>23.105 </strong>rapporti di lavoro con i benefici previsti dall’esonero triennale strutturale per le attivazioni di contratti a tempo indeterminato di giovani fino a 35 anni: <strong>11.382 </strong>riferiti ad assunzioni e <strong>11.723 </strong>relativi a trasformazioni a tempo indeterminato (rispetto allo stesso periodo del 2018 si registra una crescita del 12,7%).</p> <p>Il <strong>saldo annualizzato </strong>(vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi 12 mesi) a febbraio 2019 risulta positivo e pari a <strong>+</strong><strong>372.000</strong>, inferiore a quello del corrispondente mese 2018 <strong>(+560.000)</strong> e sostanzialmente stabile rispetto al mese precedente.</p> <p><strong>Il lavoro occasionale</strong></p> <p>La consistenza dei lavoratori impiegati con <strong>Contratto di Prestazione Occasionale </strong>(CPO) a febbraio 2019 si attesta alle 17.000 unità, con un importo mensile lordo medio di 237 euro. </p> <p>Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del<strong> Libretto Famiglia </strong>(LF), a febbraio 2019 sono stati circa 9.800, con un importo mensile lordo medio di 258 euro.</p> Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG): i dati di marzo 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52778http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52778Thu, 18 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di <strong>marzo 2019</strong>. Il numero di <strong>ore di cassa integrazione </strong>complessivamente autorizzate è stato pari a 21.820.353, praticamente stabile rispetto allo stesso mese del 2018 (21.832.240).</p> <p>Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:</p> <ul> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria </strong>(CIGO) sono state 11.823.610, in aumento del 20,8% rispetto a marzo 2019;</li> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria </strong>(CIGS) sono state 9.985.111, in diminuzione del 14,4% rispetto a marzo 2019;</li> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni in Deroga </strong>(CIGD) sono state 11.632, in diminuzione del 96,9% rispetto a marzo 2019.</li> </ul> <p>A febbraio 2019 sono state presentate 111.331 domande di <strong>NASpI </strong>e 1.453 di DIS-COLL. Nello stesso mese sono state inoltrate 31 domande di Mobilità, per un totale di 112.815 domande, segnando un incremento del 3,1% rispetto a febbraio 2018.</p> <p>In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è stato pubblicato il <a title="Scarica il file in formato PDF (1MB)" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fCIG_focus_aprile_2019.pdf">Focus aprile 2019</a> (pdf 1MB) con i dati di marzo.</p>UNIEMENS: modifica dei codici contratto da maggio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52658http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52658Wed, 17 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201552%20del%2016-04-2019.htm',3);">messaggio 16 aprile 2019, n. 1552</a> vengono istituiti, con decorrenza dal periodo di paga <strong>maggio 2019</strong>, i <strong>nuovi codici</strong> del flusso di denuncia <strong>UNIEMENS</strong>. Viene inoltre cambiata la descrizione di alcuni codici contratto e ne vengono disattivati altri.</p> Pensione anticipata: chiarimenti sulle nuove disposizionihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52660http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52660Wed, 17 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, facendo seguito alla <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2011%20del%2029-01-2019.htm',3);">circolare INPS 29 gennaio 2019, n. 11</a>, ha fornito agli utenti interessati chiarimenti e risposte ad alcuni quesiti formulati in relazione alle nuove disposizioni in materia di <strong>pensione anticipata</strong> (decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26).</p> <p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201551%20del%2016-04-2019.htm',3);">messaggio 16 aprile 2019, n 1551</a> illustra, in particolare, i requisiti di accesso e il regime delle decorrenze previsti per la<strong> pensione </strong>“<strong>Quota 100</strong>”, la cosiddetta “<strong>Opzione donna</strong>” , la <strong>pensione anticipata</strong> con il cumulo dei periodi assicurativi<strong> </strong>e quella<strong> </strong>in favore dei <strong>lavoratori precoci.</strong></p>Definizione agevolata: 30 aprile ultimo giorno per domanda di adesionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52653http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52653Tue, 16 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Ancora due settimane per presentare le <strong>domande</strong> <strong>di adesione</strong> alla <strong>definizione agevolata delle cartelle</strong>. L’ultimo giorno utile fissato dalla legge per beneficiare della cosiddetta “rottamazione-ter” e del “saldo e stralcio&quot; è il <strong>30 aprile 2019</strong>. </p> <p> I contribuenti che intendono aderire possono consultare il sito <a href="javascript:goLink('http://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/',3);">www.agenziaentrateriscossione.gov.it</a> dove sono disponibili tutte le informazioni utili, i modelli da utilizzare per l’adesione, le guide alla compilazione e i servizi web che Agenzia delle Entrate-Riscossione mette a disposizione per inviare le domande direttamente da pc, smartphone e tablet, senza andare allo sportello.</p> <p> Secondo gli ultimi dati forniti dall’Agenzia di Riscossione (rilevazione all’11 aprile 2019), sono circa 710mila le domande presentate dai contribuenti di cui 605mila riguardano la “rottamazione-ter”, a cui si aggiungono circa 105mila istanze pervenute per il “saldo e stralcio”. In vista della scadenza del 30 aprile, Agenzia delle Entrate-Riscossione ha stabilito l’<strong>apertura straordinaria degli sportelli per sabato 27 aprile, dalle 8.15 alle 13.15</strong>, per garantire servizi e assistenza ai contribuenti, escluse le operazioni di cassa. </p> Selezione per 1404 medici esterni e 407 operatori socialihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52654http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52654Tue, 16 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>INPS comunica che il <strong>15 aprile 2019</strong> sono stati <strong>pubblicati</strong> sul sito istituzionale <strong>due avvisi</strong> di selezione per <a title="vai all&#39;avviso" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?lastMenu=46124&amp;iMenu=13&amp;idettaglio=904',3);">1404 medici esterni</a> e <a title="vai all&#39;avviso" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?lastMenu=46124&amp;iMenu=13&amp;idettaglio=905',3);">407 operatori sociali ed esperti ratione materiae</a>.</p> <p>Il primo riguarda la <strong>selezione</strong>, mediante richiesta di disponibilità, per il<strong> reclutamento di un contingente complessivo di 1404 medici</strong>, cui conferire incarichi individuali con contratto di lavoro autonomo per lo svolgimento di prestazioni libero professionali per l’espletamento di adempimenti medico-legali.</p> <p>Il secondo riguarda la <strong>selezione</strong>, mediante richiesta di disponibilità, per il <strong>reclutamento di un contingente complessivo di 407 operatori sociali/esperti ratione materiae</strong>, cui conferire incarichi individuali con contratto di lavoro autonomo, per lo svolgimento di prestazioni libero professionali per l’espletamento di adempimenti sanitari di competenza istituzionale, in relazione agli obblighi di legge (legge 5 febbraio 1992, n 104 e legge 12 marzo 1999, n. 68) e progetto HCP.</p>Customer Experience 2018: il giudizio degli utenti sull’esperienza con l’Istitutohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52655http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52655Tue, 16 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <strong>Customer Experience</strong> è una metodologia di rilevazione della soddisfazione degli utenti che prende in considerazione la globalità dell’esperienza vissuta dall’utente stesso nel contatto con l’azienda fornitrice del servizio.</p> <p>L’INPS ha adottato questa metodologia innovativa a partire dal 2014 (a livello sperimentale) e dal 2016 a regime su tutte le sedi di produzione sul territorio.</p> <p>Per la rilevazione 2018 è stato somministrato un questionario che ha preso in considerazione l’intero “viaggio” dell’utente interessato a un servizio INPS: dalla ricerca di informazioni, alla presentazione della domanda e alla conclusione dell’istanza richiesta, comprese le eventuali comunicazioni ricevute e contatti avuti con INPS.</p> <p>Il link al questionario è stato inviato con email ad alcuni utenti estratti tra coloro che avevano usufruito – nel periodo 1° giugno-30 settembre 2018 – di un servizio INPS.</p> <p>Per ciascuna tappa del “viaggio” è stato chiesto all’utente quali dei quattro canali principali di accesso ai servizi INPS ha utilizzato (sportello fisico di sede, Contact center, portale web e patronato) e di esprimere un giudizio di soddisfazione per i servizi usufruiti.</p> <p>L’indice di soddisfazione globale relativo all’intera esperienza si colloca su un punteggio medio di 3,68, su una scala che va da 1 (per nulla soddisfacente) a 5 (molto soddisfacente).</p> <p>In crescita il numero di utenti che utilizzano autonomamente il portale web per effettuare la propria richiesta di servizio (+6% rispetto al 2017): in aumento anche il numero di utenti che presentano domanda e ottengono il servizio richiesto senza necessità di contattare ulteriormente l’Istituto (+7% rispetto al 2017).</p> <p>Soddisfacente il giudizio degli utenti relativamente agli aspetti “relazionali” del servizio reso (cortesia, chiarezza, competenza e disponibilità degli operatori): particolarmente apprezzata risulta la modalità di erogazione del servizio di consulenza su appuntamento.</p> <p>I questionari compilati sono stati 82.398, pari al 14% di quelli somministrati.</p> <p>Vai al <a title="Scarica il file in formato PDF (1,19MB)" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fReport_nazionale_rilevazione_CUSTOMER_EXPERIENCE_2018.pdf">Report nazionale rilevazione Customer Experience 2018</a> (pdf 1,19MB).</p>Fondi di solidarietà bilaterali alternativi: contributihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52651http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52651Mon, 15 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>I <strong>fondi di solidarietà bilaterali alternativi</strong>, disciplinati dall’articolo 27, comma 1, decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148, sono il <strong>Fondo di solidarietà bilaterale alternativo per l’artigianato</strong> e il <strong>Fondo di solidarietà bilaterale alternativo per i lavoratori in somministrazione</strong>.</p> <p>Questi fondi, a differenza della generalità dei fondi di solidarietà, non sono istituiti presso l’INPS.</p> <p>Con la <a title="vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2053%20del%2012-04-2019.htm',3);">circolare INPS 12 aprile 2019, n. 53</a> si forniscono indicazioni sull’applicazione di quanto disposto dall’articolo 34, comma 1, decreto legislativo 148/2015, che prevede l’accredito della contribuzione correlata anche con riferimento alle prestazioni erogate dai fondi di solidarietà bilaterali alternativi, esterni all’Istituto.</p> <p>In particolare si illustra la disciplina sul piano generale e si forniscono le istruzioni operative sulla determinazione e sull’accredito della contribuzione correlata e contabile con specifico riferimento al Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato.</p>Brexit: rinvio al 31 ottobre 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52652http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52652Mon, 15 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Come noto, il <strong>Regno Unito</strong> ha notificato l&#39;intenzione di recedere dall&#39;Unione europea, a norma dell&#39;articolo 50 del trattato sull&#39;Unione, a decorrere dal 30 marzo 2019.</p> <p>L’11 aprile 2019, con la decisione (UE) 2019/584, il Consiglio europeo ha prorogato di <strong>sei mesi</strong> il suddetto termine per ratificare l’accordo di recesso.</p> <p>Pertanto, fino al <strong>31 ottobre 2019</strong> nulla cambia in materia di <strong>sicurezza sociale</strong>. Continueranno a trovare applicazione nei confronti del Regno Unito i regolamenti comunitari (CE) 29 aprile 2004, n. 883 e 16 settembre 2009, n. 987. Rimangono, quindi, <strong>vigenti</strong> anche <strong>le relative disposizioni</strong> applicative emanate dall’Istituto in materia di legislazione applicabile/distacchi, prestazioni pensionistiche e a sostegno del reddito e recupero contributi e prestazioni.</p>INPS per il 4° Piano d'azione nazionale Open Government 2019-2021http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52648http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52648Fri, 12 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Nell’ambito della partecipazione del Governo italiano all’iniziativa internazionale Open Government Partnership, <strong>INPS</strong> prende parte al tavolo delle amministrazioni coinvolte dal Dipartimento della Funzione Pubblica (DFP) della Presidenza del Consiglio dei Ministri nella definizione e attuazione dei <strong>Piani di Open Government Partnership</strong>, curata dal team OGP. <br/> Negli ultimi tre anni l’Istituto ha contribuito con diverse iniziative al successo della <strong>Settimana dell’Amministrazione Aperta</strong>, azione trasversale proposta dal DFP, lanciata per la prima volta nel 2017. <br/> Ha inoltre contribuito alla definizione del <strong>4° Piano d’azione nazionale per l’Open Government 2019-2021</strong> con due proposte sul tema “Cittadinanza e competenze digitali”: il format nazionale di progetto di alternanza scuola-lavoro “<strong>Futuri cittadini digitali in azione</strong>” e l’impegno a sperimentare la piattaforma predisposta dal Dipartimento della Funzione Pubblica (DFP) della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’autoverifica e lo sviluppo delle competenze digitali del personale amministrativo della PA (<strong><em>Digital complementary skills</em></strong>). <br/> A marzo, il team OGP ha pubblicato in consultazione la bozza del 4° Piano d’azione nazionale per l’Open Government 2019-2021,<strong> </strong>che contiene gli impegni assunti da tutte le amministrazioni centrali e locali sui temi della trasparenza, della partecipazione e dei processi di digitalizzazione, redatto anche sulla base delle proposte pervenute dall’Open Government Forum, che raccoglie le principali associazioni della società civile.<br/> Il team Open Government Partnership(OGP), attraverso la <strong>consultazione pubblica </strong><strong>online</strong>,vuole stimolare un confronto aperto e costruttivo volto ad acquisire osservazioni da parte di cittadini, associazioni, imprese, pubblici dipendenti e, più in generale, tutti i soggetti interessati e coinvolti a vario titolo dalle azioni previste dal Piano. La consultazione è aperta <strong>fino al 30 aprile</strong>.<br/> I contributi che arriveranno attraverso la consultazione saranno presi in considerazione dal team OGPdel Dipartimento per la Funzione Pubblica e dalle amministrazioni coinvolte nel Piano ai fini della redazione della versione definitiva del documento. La <strong>consultazione</strong> è aperta dal <strong>15 marzo al 30 aprile 2019</strong> ed è a disposizione sul sito <a href="javascript:goLink('http://www.open.gov.it/',3);">www.open.gov.it</a>.<br/> Inoltre il team OGP ha invitato tutte le amministrazioni a prendere parte candidando iniziative in linea con i temi dell’Open Government Partnership alla terza edizione del <a href="javascript:goLink('http://open.gov.it/premio/',3);">premio OpenGov Champion</a>, candidando iniziative e progetti. Tale premio risponde alla finalità di diffondere la cultura dell’Open Government in un numero sempre maggiore di amministrazioni, promuovendo l’adozione di prassi virtuose in materia di <strong>trasparenza amministrativa</strong>, open data, partecipazione, accountability, cittadinanza e <strong>competenze digitali</strong>.</p> Portale INPS: tutti i moduli PIN in un’unica sezionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52631http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52631Thu, 11 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Per agevolare gli utenti nella ricerca dei <strong>moduli</strong>, tutti quelli che riguardano il <strong>PIN</strong> sono stati raccolti in un’unica sezione del Portale dell’Istituto. </p> <p> Nella sezione “Tutti i moduli”, infatti, è stata creata la nuova voce “<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?iPrestazioni=95&amp;IdArea=4873&amp;lingua=IT',3);">Assegnazione e abilitazione PIN</a>”. Posizionata come prima scelta nel menu a sinistra, consente di trovare al suo interno tutti i moduli di assegnazione e abilitazione ai profili PIN. </p> <p> Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=50272&amp;lang=IT',3);">PIN</a>, oltre che per accedere a prestazioni di interesse strettamente personale del titolare, può essere utilizzato per svolgere ulteriori attività espressamente autorizzate. Per questo, oltre al modulo di <strong>assegnazione del PIN dispositivo</strong> al cittadino (MV35), sono stati realizzati altri moduli di <strong>abilitazione </strong>o <strong>estensione </strong>del PIN.</p> <p> I più cliccati tra i moduli PIN sono:</p> <ul> <li>MV35: “Richiesta assegnazione PIN dispositivo per il cittadino”;</li> <li>MV36: “Richiesta di abilitazione per enti e casse previdenziali convenzionate con INPS per la totalizzazione e l&#39;Estratto Conto Integrato Casellario dei lavoratori attivi”;</li> <li>SC62: “Richiesta di abilitazione PIN azienda – dipendente privato o pubblico o subdelegato di intermediari”;</li> <li>SC65: “Richiesta di abilitazione PIN azienda – datore di lavoro”;</li> <li>AP110: “Richiesta PIN dispositivo per medici certificatori”;</li> <li>RA012: “Richiesta di abilitazione ai servizi telematici Gestione Dipendenti Pubblici – denunce contributive e versamenti, contribuzione figurativa, prestiti, riscossione crediti, gestione TFR/TFS”;</li> <li>MV62: “Richiesta di abilitazione PIN amministrazione comunale – dipendente o incaricato”.</li> </ul> UNIEMENS: precisazioni su nuove modalità di compilazionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52634http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52634Thu, 11 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20803%20del%2027-02-2019.htm',3);">messaggio 27 febbraio 2019, n. 803</a> erano state comunicate le nuove modalità di compilazione delle dichiarazioni retributive e contributive mediante flusso <strong>UNIEMENS </strong>per i datori di lavoro che si avvalgono di lavoratori per i quali è prevista l’assicurazione economica di malattia.</p> <p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201475%20del%2010-04-2019.htm',3);">messaggio 10 aprile 2019, n. 1475</a> si comunica che l’attivazione delle nuove modalità di compilazione del flusso UNIEMENS, tramite il nuovo elemento &lt;TipoRetrMal&gt;, è stata rinviata ai periodi di competenza di maggio 2019. Il messaggio, inoltre, fornisce indicazioni sull’utilizzo di questo elemento.</p>Valore PA: pubblicato l’avviso per i corsi di formazione 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52635http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52635Thu, 11 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l&#39;avviso alle pubbliche amministrazioni <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46050%3b&amp;lastMenu=46050&amp;iMenu=1&amp;itemDir=52633',3);">Valore PA corsi di formazione 2019</a>.</p> <p>Si evidenziano le novità dell’articolo 7 sulla procedura di adesione:&#160;</p> <ul> <li>le amministrazioni potranno aderire al progetto Valore PA ed esprimere i fabbisogni formativi <strong>dal 12 aprile 2019 al 20 maggio 2019</strong>, tramite il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemDir=50047',3);">servizio online</a>;</li> <li>le amministrazioni che hanno aderito alle edizioni precedenti di Valore PA risulteranno già abilitate all’accesso alla nuova procedura. Le nuove amministrazioni dovranno invece richiedere l’abilitazione ai servizi telematici compilando il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?moduli=true&amp;iidmodulo=771&amp;lingua=it&amp;IdArea=4873',3);">modello RA013</a> e inviandolo alla Direzione regionale/Direzione di coordinamento metropolitano di competenza;&#160;</li> <li>le amministrazioni centrali presenti su tutto il territorio nazionale dovranno esprimere i propri fabbisogni per ciascuna Regione/Direzione di coordinamento metropolitano di riferimento.</li> </ul>Personale diplomatico assunto a contratto: nuova base imponibilehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52638http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52638Thu, 11 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a title="Vai alla circolare numero 52 dell&#39;11 aprile 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2052%20del%2011-04-2019.htm',3);">circolare INPS 11 aprile 2019, n. 52</a> si illustra, alla luce delle modifiche introdotte dalla legge di bilancio 2018, il quadro normativo in materia di retribuzione imponibile ai fini previdenziali degli impiegati assunti a contratto dalle rappresentanze diplomatiche, dagli uffici consolari e dagli istituti di cultura facenti capo al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del personale locale delle scuole statali all’estero.</p> <p>Allo scopo di favorire la corretta applicazione delle disposizioni, la circolare indica il regime che disciplina il rapporto di lavoro di queste categorie di lavoratori e la relativa tutela previdenziale.</p>Contratto apprendistato professionalizzante: il regime contributivohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52639http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52639Thu, 11 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201478%20del%2010-04-2019.htm',3);">messaggio 10 aprile 2019, n. 1478</a> fornisce chiarimenti in merito al <strong>regime contributivo</strong> applicabile ai rapporti di <strong>apprendistato professionalizzante</strong> degli apprendisti alle dipendenze di un datore di lavoro che occupi un numero di addetti pari o inferiore a nove.</p> <p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20108%20del%2014-11-2018.htm',3);">circolare INPS 14 novembre 2018, n. 108</a> sono state illustrate le istruzioni in materia di regime contributivo applicabile ai contratti di apprendistato per i datori di lavoro sopraccitati e le riduzioni applicate.</p> <p>La <strong>trasformazione del contratto</strong> prevista dall’articolo 43, comma 9, decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81 non comporta la costituzione di un nuovo rapporto di lavoro, ma la continuità dell’originario contratto di lavoro subordinato stipulato tra le parti. Pertanto, a decorrere dalla data di trasformazione del contratto, l’<strong>aliquota di contribuzione</strong> a carico del datore di lavoro è pari al 10% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali.</p> <p>Il <strong>datore di lavoro</strong> è tenuto al versamento dell’aliquota di finanziamento della NASpI nella misura dell’1,31% e del contributo integrativo destinabile al finanziamento dei fondi interprofessionali per la formazione continua pari allo 0,30%, incrementata dalle aliquote di finanziamento delle prestazioni erogate a titolo di CIGO/CIGS o di fondi di solidarietà per i datori di lavoro che rientrano nel campo di applicazione delle disposizioni di cui al decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148.</p>Assegno per il Nucleo Familiare e assegno di maternità dei Comuni: rivalutazioni 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52641http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52641Thu, 11 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2051%20del%2011-04-2019.htm',3);">circolare INPS 11 aprile 2019, n. 51</a> si comunica che sono state rivalutate la misura e i requisiti economici per l’<strong>Assegno per il Nucleo Familiare </strong>e l’<strong>Assegno di maternità dei Comuni</strong>.<br/> In particolare, nell’anno 2019, l’importo per l’ANF dei Comuni (Assegno per il Nucleo Familiare dei Comuni) è pari, nella misura intera, a <strong>144,42 euro</strong>, mentre il valore&#160; dell&#39;indicatore della situazione economica equivalente è pari a 8.745,26 euro. Agli assegni di competenza dell’anno 2018, per i quali siano ancora in corso i relativi procedimenti, continuano ad applicarsi i valori previsti per il 2018.</p> <p>L’importo dell’Assegno di maternità dei Comuni, spettante nella misura intera, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti nel 2019 è pari a <strong>346,39 euro</strong> per cinque mensilità e quindi a un totale di 1.731,95 euro. Il <strong>valore&#160; ISEE</strong> da tenere presente per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti e che avverranno nel 2019 è pari a 17.330,01 euro. </p>Attestazioni fiscali degli oneri da riscatto sul portale pagamentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52642http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52642Thu, 11 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201490%20del%2011-04-2019.htm',3);">messaggio 11 aprile 2019, n. 1490</a> l’Istituto comunica che le <strong>attestazioni fiscali</strong> dei <strong>versamenti</strong> effettuati nel <strong>2018</strong> per gli oneri da riscatto, ricongiunzione o rendita, sono visualizzabili e stampabili nel portale dei pagamenti del sito, accedendo con codice fiscale e numero di pratica oppure con PIN.</p> <p>Le attestazioni fiscali relative ai pagamenti effettuati dagli iscritti al <strong>Fondo Pensioni Lavoratori dello Spettacolo</strong> (<strong>FPLS</strong>) e al <strong>Fondo Pensioni Sportivi Professionisti</strong> (<strong>FPSP</strong>) ex ENPALS, che non dovessero essere disponibili, potranno essere richieste utilizzando la casella di posta elettronica polospecialisticopals.roma@inps.it.</p> <p>Sul portale dei pagamenti non sono <strong>presenti</strong> le <strong>attestazioni fiscali</strong> relative ai versamenti effettuati in forma rateale dagli enti datori di lavoro pubblici per conto dei dipendenti iscritti alle Gestioni ex INPDAP, mentre è possibile la visualizzazione dei versamenti effettuati direttamente dagli iscritti.</p> <p>Gli interessati potranno, in ogni caso, richiedere alle <strong>strutture territoriali</strong> dell’Istituto la stampa delle attestazioni e, ove riscontrino discordanze tra importi attestati e importi versati, la rettifica del documento.</p>Assistenza fiscale: i compensi per i soggetti convenzionati con INPShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52643http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52643Thu, 11 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Nell’ambito della convenzione tra l’<strong>INPS</strong> e i soggetti abilitati all’assistenza fiscale per l’affidamento e la disciplina del servizio di raccolta e trasmissione delle dichiarazioni delle <strong>situazioni</strong> reddituali (Modelli RED) e delle dichiarazioni di responsabilità (Modelli ICRIC, ICRIC FREQUENZA, ICLAV, ACC.AS/PS), il <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201491%20del%2011-04-2019.htm',3);">messaggio 11 aprile 2019, n. 1491</a> fornisce alcune precisazioni in merito alla liquidazione e al pagamento dei compensi da corrispondere ai professionisti convenzionati con l’INPS.</p> <p> Si precisa che la <strong>fattura elettronica</strong> dovrà essere compilata secondo le indicazioni del documento <strong><a title="Scarica il file in formato PDF (286Kb)" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegati%2f2032Convenzione_Contratto_Rif_Amm_23-ottobre-2015.pdf">Convenzioni - Contratti Riferimento Amministrazione</a></strong> (pdf 286KB) pubblicato sul portale dell’Istituto.</p> Estratto conto dipendenti pubblici: online la guidahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52644http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52644Thu, 11 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È disponibile <strong>online</strong> la <a title="Scarica il file in formato PDF (221Kb)" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fGuida_consultazione_Estratto_conto_dipendenti_pubblici.pdf">guida</a> (pdf 221KB) sull’<strong>Estratto conto dei dipendenti pubblici</strong>.</p> <p>L’Estratto conto dei dipendenti pubblici è il documento che riporta i dati relativi a stati di servizio, gli eventuali periodi riconosciuti con provvedimento di riscatto, ricongiunzione o computo, gli eventuali altri periodi riconosciuti con contribuzione figurativa e le retribuzioni utili a fini pensionistici successive al 31 dicembre 1992, con esclusione di ogni riferimento ai periodi utili ai fini del trattamento di fine servizio.</p> <p>Per consultare l’estratto conto è possibile seguire le indicazioni della guida e accedere in pochi semplici passaggi al <a title="Consulta il servizio" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50119">servizio</a> telematico dedicato. In questo modo, il dipendente pubblico potrà effettuare tutti gli approfondimenti e le verifiche necessarie, proponendo, in caso di errori o inesattezze, una <strong>Richiesta di variazione della posizione assicurativa</strong> (RVPA).</p> <p>Nella guida sono illustrate, inoltre, le modalità con cui effettuare la RVPA e gli strumenti di cui il datore di lavoro può avvalersi per modificare le posizioni assicurative dei propri dipendenti.</p> Bando cure termali 2019 per Nuovo Fondo Mutualità: errata corrigehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52630http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52630Wed, 10 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stata pubblicata un <strong>errata corrige</strong> al <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=523',3);">bando di concorso</a> 2019 per l’assegnazione di <strong>contributi per cure termali</strong>, rivolto agli iscritti al <strong>Nuovo Fondo di Mutualità ex IPOST</strong>.</p> <p>Il<strong> comma 4 dell’articolo 3</strong> (“Requisiti di ammissione al concorso”) del bando pubblicato il 4 aprile scorso viene integralmente sostituito con il seguente testo: “I soggiorni termali dovranno essere fruiti nel periodo compreso tra il giorno 10 giugno 2019 e il giorno 30 novembre 2019, per un massimo di sette giorni anche non continuativi”.</p> Reddito e Pensione di Cittadinanza: le domande presentatehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52620http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52620Wed, 10 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sostenere le famiglie in difficoltà puntando al reinserimento lavorativo e all’inclusione sociale: questo l’obiettivo del <strong>Reddito di Cittadinanza</strong> e della <strong>Pensione di Cittadinanza</strong>.</p> <p>Per richiedere il beneficio sono stati pubblicati il <strong>modello aggiornato</strong> e i <strong>nuovi modelli</strong> “<strong>Ridotto</strong>” ed “<strong>Esteso</strong>”: il primo è necessario per comunicare i redditi di attività lavorative in corso al momento della presentazione della domanda e non interamente valorizzati su ISEE, il secondo modello, invece, è utile ai beneficiari che dovranno comunicare tutte le variazioni intervenute nel corso della percezione della misura.</p> <p>La&#160;<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51970%3b&amp;lastMenu=51970&amp;iMenu=1&amp;sURL=https%3a%2f%2fwww.inps.it%2fbussola%2fVisualizzaDoc.aspx%3fsVirtualURL%3d%252fCircolari%252fCircolare%2520numero%252043%2520del%252020-03-2019.htm&amp;RedirectForzato=True',3);">circolare INPS 20 marzo 2019, n. 43</a>&#160;fornisce tutte le informazioni su questo beneficio economico, specificando requisiti, adempimenti, modalità di richiesta e calcolo dell’importo.</p> <p>Inoltre, è disponibile <strong>online</strong> il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51969%3b&amp;lastMenu=51969&amp;iMenu=1&amp;sURL=https%3a%2f%2fserviziweb2.inps.it%2fRedditoCittadinanza&amp;RedirectForzato=True',3);">servizio</a> per la <strong>consultazione delle domande</strong> di Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza presentate presso gli sportelli di Poste Italiane, i CAF o tramite SPID sul sito del Reddito di Cittadinanza.</p> <p>Sono oltre <strong>806mila </strong>le <strong>richieste per nucleo familiare arrivate all&#39;INPS</strong> attraverso i modelli presentati alle Poste, ai CAF e online; di queste, oltre 433mila sono di donne, ovvero il 54% del dato totale.</p> <p>Il Reddito di Cittadinanza è distribuito su tutto il territorio nazionale: il 25% delle richieste è stato presentato nelle regioni del Nord, il 16% in quelle del Centro, il 37% al Sud e il 20% nelle Isole. Le prime due regioni sono Campania e Sicilia; il Lazio è la terza regione, seguita da Puglia e Lombardia, poi Calabria e Piemonte.</p> <p>I dati completi sono consultabili nella documentazione allegata.</p>Borse di studio universitarie 2016-2017: pubblicate le graduatoriehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52622http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52622Wed, 10 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono state pubblicate le <a title="Visualizza la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46039%3b46040%3b46041%3b&amp;lastMenu=46041&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46041&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;ianno=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=8&amp;idettaglio=511&amp;idettagliograduatorie=142',3);">graduatorie</a> relative all’assegnazione <strong>borse di studio</strong> universitarie per gli anni accademici <strong>2015-2016 e 2016-2017</strong>.<br/><br/> Più nel dettaglio, sono state concesse 5.400 borse per corsi universitari di laurea a.a. 2016-2017 e corsi universitari di specializzazione , 320 borse per dottorati di ricerca a.a. 2015-2016 e altre 320 per dottorati di ricerca a.a. 2016-2017. </p>Congedo straordinario per i figli del disabile non conviventihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52614http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52614Tue, 9 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La sentenza della Corte Costituzionale 7 dicembre 2018, n. 232 ha <strong>esteso il diritto al congedo straordinario </strong>ai sensi dell’articolo 42, comma 5, decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, anche ai <strong>figli del disabile</strong> in situazione di gravità <strong>non conviventi</strong> al momento della presentazione della domanda di congedo.</p> <p>Per gli effetti sulla concessione del congedo, la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2049%20del%2005-04-2019.htm',3);">circolare INPS 5 aprile, n. 49</a> chiarisce per <strong>i lavoratori dipendenti del settore privato</strong> l’ambito di applicazione della sentenza ed eventuale retroattività,&#160; fornendo le istruzioni operative per la produzione della domanda.</p>Eventi sismici Centro Italia: nuovi interventi per la popolazionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52608http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52608Tue, 9 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2048%20del%2029-03-2019.htm',3);">circolare INPS 29 marzo 2019, n. 48</a>, l’Istituto fornisce <strong>indicazioni</strong> in merito ai nuovi interventi in favore delle popolazioni colpite dagli <strong>eventi sismici</strong> verificatisi nel Centro Italia. Viene inoltre disciplinata la modalità di restituzione dei contributi non dovuti dai soggetti beneficiari delle agevolazioni previdenziali previste per la Zona Franca Urbana (ZFU).</p> <p>Con riferimento ai <strong>territori</strong> <strong>colpiti</strong> dagli eventi sismici nelle regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017, la <strong>ripresa degli adempimenti</strong> e dei versamenti sospesi, precedentemente fissata al 31 gennaio 2019, è stata <strong>prorogata</strong> al 1° giugno 2019.</p> <p>I <strong>termini</strong> per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti di cui agli articoli 29 e 30 del D.L. n. 78/2010, nonché le attività esecutive da parte degli Agenti della Riscossione e i termini di prescrizione e decadenza relativi all’attività degli enti creditori, ivi compresi quelli degli enti locali, rimangono <strong>sospesi</strong> fino al <strong>31 dicembre 2019</strong> e riprenderanno a decorrere dal 1° gennaio 2020.</p> <p>Nella circolare si rende nota, inoltre, l’estensione dei periodi di imposta per i quali è concessa l’esenzione. Nel dettaglio, <strong>l’esonero dal versamento dei contributi</strong> previdenziali e assistenziali – in presenza dei presupposti di legge e fino al raggiungimento dell’importo dell’agevolazione complessivamente concessa – è riconosciuto anche per i periodi di imposta 2019 e 2020.</p> <p>Si evidenzia, per di più, che viene demandato all’Istituto il compito di <strong>disciplinare le modalità di restituzione dei contributi non dovuti</strong> dai soggetti beneficiari delle agevolazioni di natura previdenziale previste per la Zona Franca Urbana.</p>Fondo Ferrovie dello Stato: online le domande di assegno straordinariohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52586http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52586Mon, 8 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201426%20del%2005-04-2019.htm',3);">messaggio 5 aprile 2019, n. 1426</a> l’Istituto comunica che è ora possibile <strong>inviare telematicamente le domande di assegno straordinario e assegno straordinario solidaristico del Fondo Ferrovie dello Stato</strong>.<br/> Le domande di assegno straordinario con decorrenza della prestazione dal 1° gennaio 2019 devono pertanto essere presentate esclusivamente tramite il <a href="javascript:goLink('https://servizi2.inps.it/servizi/PortaleEsodatiInternet',3);">servizio online</a>.<br/> Nel messaggio vengono fornite le indicazioni per la consultazione dell’esito e la stampa della domanda, che deve essere firmata dal lavoratore. Questo documento, insieme alla ricevuta di trasmissione, dovrà essere conservato dal datore di lavoro.</p> Domanda di assegno per il nucleo familiare: chiarimentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52588http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52588Mon, 8 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2045%20del%2022-03-2019.htm',3);">circolare INPS 22 marzo 2019, n. 45</a>, ha illustrato le <strong>nuove modalità</strong> di presentazione della <strong>domanda di Assegno per il Nucleo Familiare</strong> (ANF) dei <strong>lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo</strong>.</p> <p>Dal 1° aprile è disponibile il <a title="vai al servizio" href="javascript:goLink('http://serviziweb2.inps.it/AnfDipInterWEB',3);">servizio</a> <strong>online</strong> per richiedere l’ANF.</p> <p>A seguito delle richieste di chiarimento relative al paragrafo 3 della circolare (Modalità di presentazione della domanda: istruzioni procedurali), l’INPS, con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201430%20del%2005-04-2019.htm',3);">messaggio 5 aprile 2019, n. 1430</a>, precisa che la domanda può essere presentata direttamente tramite il servizio telematico dedicato, oppure avvalendosi del servizio dei <strong>Patronati</strong>, non essendovi altri intermediari autorizzati.</p>Certificazione Unica 2019: modalità di rilasciohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52589http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52589Mon, 8 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2050%20del%2005-04-2019.htm',3);">circolare INPS 5 aprile 2019, n. 50</a> l’Istituto, in qualità di sostituto di imposta, ha indicato le <strong>modalità</strong> di <strong>rilascio</strong> della <strong>Certificazione Unica 2019</strong> e gli ulteriori canali di accesso a disposizione dell’utenza per acquisirla.</p> <p>La modalità di rilascio illustrate nella circolare riguardano la <strong>modalità telematica</strong>, accedendo al sito tramite PIN o credenziali SPID e le <strong>modalità alternative </strong>per gli utenti che non possiedono le dotazioni e le competenze necessarie per la piena fruizione dei servizi online.</p> <p>Viene specificato, inoltre, che la <strong>Certificazione Unica 2019</strong> può essere rilasciata anche a persona diversa dal titolare e può essere presentata sia dalla persona delegata che da parte degli eredi del soggetto titolare deceduto.</p> <p>Nel primo caso, la <strong>richiesta</strong> deve essere corredata dalla delega, con la quale si autorizza esplicitamente l’INPS al rilascio della certificazione richiesta e dalla fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità del delegante e del delegato.</p> <p>Nel secondo caso, in cui la richiesta sia presentata da eredi del titolare della prestazione, la stessa deve essere corredata da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’articolo 47 del D.P.R. n. 445/2000, con la quale il richiedente attesti la propria qualità di erede, unitamente alla fotocopia del proprio documento di riconoscimento in corso di validità.</p>Vecchio Fondo Mutualità ex IPOST: bando cure termali 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52570http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52570Fri, 5 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=522',3);">bando di concorso</a> per l’assegnazione di contributi per <strong>cure termali</strong> a favore degli iscritti al <strong>Vecchio Fondo Mutualità ex IPOST</strong> per il 2019.</p> <p> La domanda, corredata di copia del cedolino dello stipendio e originale del certificato medico ASL (con codice regionale) attestante la necessità di cure termali e relativa tipologia, dovrà essere compilata sul <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?moduli=true&amp;iidmodulo=700&amp;IdArea=4877',3);">modulo scaricabile dal Portale</a> e inviata, <strong>entro il 4 maggio 2019</strong>, seguendo le modalità indicate nell’articolo 4 del bando.</p> Nuovo Fondo Mutualità ex IPOST: online bando per soggiorni estivi 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52571http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52571Fri, 5 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato <strong>pubblicato</strong> il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=521',3);">bando</a> per il <strong>Nuovo fondo Mutualità ex IPOST</strong> relativo all’assegnazione di 200 contributi per i <strong>soggiorni estivi 2019</strong>.</p> <p>La partecipazione al concorso è per gli iscritti al Nuovo Fondo ed è preclusa a coloro che intendono partecipare al concorso “Cure Termali 2019 - Nuova mutualità”. </p> <p>La <strong>domanda</strong>, corredata di copia del cedolino dello stipendio, dovrà essere compilata sul modulo scaricabile dal portale e inviata, tramite raccomandata A/R o assicurata convenzionale A/R, <strong>entro il 4 maggio 2019</strong> all’indirizzo INPS – Direzione Centrale Sostegno alla non autosufficienza, Invalidità civile e altre prestazioni area prestazioni creditizie e sociali. Normativa e contenzioso Gestione Mutualità ex IPOST. </p> <p>L’invio sarà possibile anche tramite posta elettronica certificata (PEC) all&#39;indirizzo: <a href="javascript:goLink('mailto:dc.invaliditacivilecreditowelfare@postacert.inps.gov.it',3);">dc.invaliditacivilecreditowelfare@postacert.inps.gov.it</a>.</p>Nuovo Fondo Mutualità ex IPOST: bando cure termali 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52572http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52572Fri, 5 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=523',3);">bando di concorso</a> relativo al 2019 per l’assegnazione di <strong>contributi per cure termali</strong>, rivolto agli iscritti al <strong>Nuovo Fondo di Mutualità ex IPOST</strong>.</p> <p> Per partecipare è necessario compilare il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?moduli=true&amp;iidmodulo=701&amp;lingua=it&amp;IdArea=4877',3);">modulo di adesione</a> che, corredato di copia del cedolino dello stipendio e originale del certificato medico ASL (con codice regionale) attestante la necessità di cure termali e relativa tipologia, deve essere spedito entro il <strong>4 maggio 2019</strong> seguendo le modalità indicate nell’articolo 4 del bando. </p> Cessione del quinto delle pensioni: tassi secondo trimestre 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52573http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52573Fri, 5 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il Ministero dell’Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro - ha indicato, con il decreto 25 marzo 2019, i <strong>tassi effettivi globali medi</strong> (TEGM) praticati dalle <strong>banche </strong>e dagli intermediari finanziari, rilevati dalla Banca d’Italia e in vigore nel periodo <strong>dal 1° aprile 2019 al 30 giugno</strong> <strong>dello stesso anno</strong>.</p> <p>Per i <strong>prestiti </strong>estinguibili con <strong>cessione del quinto dello stipendio e della pensione</strong>, <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201404%20del%2005-04-2019.htm',3);">il messaggio 5 aprile 2019, n. 1404</a>, fornisce indicazioni sul valore dei tassi e sulla variazione dei tassi soglia TAEG da applicarsi nel periodo indicato.</p>Apprendistato in agricoltura: nuove istruzioni operativehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52574http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52574Fri, 5 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con la <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20108%20del%2014-11-2018.htm',3);">circolare INPS 14 novembre 2018, n. 108</a>, ha riepilogato l’assetto del regime contributivo relativo ai rapporti di <strong>apprendistato</strong> nell’ambito delle singole tipologie contrattuali, anche alla luce delle agevolazioni introdotte nel corso degli ultimi anni. L’obiettivo è favorire il corretto assolvimento degli <strong>obblighi contributivi</strong>.</p> <p>Per il <strong>settore agricolo </strong>sono stati revisionati i codici “Tipo Contratto” da esporre nei flussi <strong>DMAG</strong>. Pertanto, con il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201405%20del%2005-04-2019.htm',3);">messaggio 5 aprile 2019, n. 1405</a>, l’INPS informa che i <strong>datori di lavoro</strong> agricoli interessati, a decorrere dai periodi contributivi compresi nel flusso DMAG del <strong>secondo trimestre 2019</strong>, sono tenuti a utilizzare le codifiche “Tipo Contratto”, da esporre nella sezione F, secondo la tabella allegata al messaggio.</p> Progetto Archimede 2019-2020: ricerca master in Entrepreneurshiphttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52575http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52575Fri, 5 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’<a title="Vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=52568">Avviso</a> relativo al <strong>Progetto Archimede </strong>per la ricerca e selezione di <strong>master in <em>Entrepreneurship </em></strong>finalizzati alla creazione di<strong> start up</strong>.</p> <p>L’Avviso si rivolge a:</p> <ul> <li>atenei statali e non statali;</li> <li>consorzi universitari, interuniversitari e fondazioni universitarie;</li> <li>atenei e scuole estere riconosciuti dal sistema nazionale di istruzione superiore del paese in cui hanno la sede legale.</li> </ul> <p>Le proposte di accreditamento e convenzionamento devono essere formalizzate utilizzando il modello “<a title="Visualizza il modello" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fWelfare%2fAllegato_1-scheda_tecnica_archimede_19-20.docx">Allegato 1</a>” (doc 35KB) compilato in ogni singola sezione e sottoscritto dal legale rappresentante.</p> <p>Il modello deve essere inviato tramite PEC alla Direzione centrale Sostegno alla non autosufficienza, invalidità civile e altre prestazioni all’indirizzo <a title="Invia a" href="javascript:goLink('mailto:dc.invaliditacivilecreditowelfare@postacert.inps.gov.it',3);">dc.invaliditacivilecreditowelfare@postacert.inps.gov.it</a> <strong>entro il 30 maggio 2019</strong>.</p> <p>Gli <strong>atenei stranieri</strong>, invece, devono inviare il modello tramite raccomandata AR alla stessa Direzione centrale, con sede in viale Aldo Ballarin 42, 00142 Roma.</p>Contributo baby-sitting e asili nido: non rinnovato dal 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52569http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52569Thu, 4 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La legge di bilancio 2019 non ha previsto il rinnovo del beneficio “<a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50575"><strong>contributo per i servizi di baby-sitting e per i servizi all’infanzia</strong></a>”, introdotto in via sperimentale per il triennio 2013-2015 e prorogato per il biennio 2017–2018.</p> <p>Pertanto, partire dal <strong>1° gennaio 2019</strong>, le madri lavoratrici non possono più presentare domanda per l’accesso al beneficio in oggetto.</p> <p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201353%20del%2003-04-2019.htm',3);">messaggio 3 aprile 2019, n. 1353</a> chiarisce, alle madri beneficiarie che hanno presentato la domanda entro il 31 dicembre 2018, come procedere al fine di fruire del contributo.</p> <p>In particolare, vengono precisate modalità operative inerenti il <strong>contributo per l’acquisto di servizi di baby-sitting</strong> erogato secondo le modalità del <strong>Libretto Famiglia</strong>, e il contributo per far fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati come gli asili nido.</p>Reddito e Pensione di Cittadinanza: online i nuovi modellihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52561http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52561Wed, 3 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati il modello aggiornato per la presentazione della <strong>domanda</strong> del <strong>Reddito di Cittadinanza </strong>e della <strong>Pensione di Cittadinanza</strong> e i nuovi modelli Ridotto ed Esteso che recepiscono le modifiche introdotte in sede di conversione del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4 (legge n. 26 del 2019, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 29 marzo 2019, n. 75).</p> <p>I modelli sono stati pubblicati dopo aver sentito il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e aver ricevuto il parere del Garante per la tutela in materia di dati personali.</p>Estate INPSieme Italia, estero e corso di lingue 2019: le graduatoriehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52564http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52564Wed, 3 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono state pubblicate le <strong>graduatorie</strong> dei bandi:</p> <ul> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46067%3b&amp;lastMenu=46067&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46067&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=513',3);">Estate INPSieme 2019 per i soggiorni studio in Italia</a>;</li> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46067%3b&amp;lastMenu=46067&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46067&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=512',3);">Estate INPSieme 2019 per i soggiorni studio all’estero</a>;</li> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46067%3b&amp;lastMenu=46067&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46067&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=514',3);">Corso di lingue all’estero</a>.</li> </ul> Pubblicato bando soggiorni estivi 2019 presso le Case del Maestrohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52557http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52557Tue, 2 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato il <a title="Visualizza il bando" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=520',3);">bando di concorso</a> per i <strong>soggiorni estivi 2019</strong> presso le <strong>Case del Maestro</strong>, rivolto agli iscritti alla <strong>Gestione Assistenza Magistrale</strong> in servizio o in pensione e loro parenti entro il secondo grado. Possono beneficiare dei soggiorni anche i vedovi e gli orfani di iscritti e pensionati, minorenni alla data di scadenza del bando, insieme all’altro genitore o al tutore.</p> <p>La <strong>domanda</strong> deve essere trasmessa <strong>dalle 12 del 15 aprile alle 12 del 3 maggio 2019</strong>.</p> <p>I soggiorni estivi si svolgono dal 22 giugno al 31 agosto 2019, articolati in turni da 7 o 14 notti, a seconda della struttura scelta.</p>Long Term Care – LTC 2019: pubblicato il bando di concorsohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52558http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52558Tue, 2 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=519',3);">bando di concorso</a> <strong>Long Term Care – LTC 2019</strong>, finalizzato al riconoscimento di contributi per ricoveri presso residenze sanitarie assistenziali.</p> <p>La domanda deve essere trasmessa dalle 12 del 4 aprile 2019 alle 12 del 30 aprile 2019.</p>Fondo PSMSAD: avviso pubblico componente delle commissioni tecnichehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52560http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52560Tue, 2 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46050%3b&amp;lastMenu=46050&amp;iMenu=1&amp;itemDir=52559',3);">l&#39;avviso pubblico</a> per la <strong>manifestazione</strong> <strong>di interesse</strong> alla nomina quale componente delle commissioni tecniche del Fondo PSMSAD.&#160;</p> <p>Le dichiarazioni di interesse dovranno essere <strong>compilate</strong> utilizzando l&#39;apposito modulo allegato e dovranno essere presentate <strong>entro il 7 maggio 2019 </strong>all&#39;indirizzo PEC <a href="javascript:goLink('mailto:dc.invaliditacivilecreditowelfare@postacert.inps.gov.it',3);">dc.invaliditacivilecreditowelfare@postacert.inps.gov.it</a>, o tramite posta raccomandata A/R in busta chiusa all’indirizzo INPS - Direzione centrale Sostegno alla non autosufficienza, invalidità civile e altre prestazioni - Viale Aldo Ballarin, n. 42 - 00142 Roma.</p>Personale universitario impegnato in assistenza sanitaria: chiarimentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52554http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52554Mon, 1 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201281%20del%2029-03-2019.htm',3);">messaggio del 29 marzo 2019, n. 1281</a>, fornisce chiarimenti in merito agli <strong>obblighi di iscrizione e contribuzione dei professori, dei ricercatori universitari </strong>e delle figure equiparate che svolgono, in aggiunta all’attività didattica e di ricerca, attività di <strong>assistenza sanitaria presso aziende ospedaliero-universitarie o strutture convenzionate</strong>.</p> <p>L’attività assistenziale medica svolta presso tali strutture trova il suo fondamento nel rapporto di lavoro principale instaurato con l’Università, pertanto l’<strong>obbligo di contribuzione </strong>deve essere assolto <strong>anche per le retribuzioni erogate per l’attività sanitaria</strong>, nelle casse e nei fondi a cui risulta iscritto il lavoratore, segnatamente alla Cassa per i Trattamenti Pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS) e al Fondo ex ENPAS per i trattamenti di previdenza, nonché alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.</p>INPS Milano nord: 2 aprile possibili disagi nell’erogazione di servizihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52556http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52556Mon, 1 Apr 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si comunica che il <strong>2 aprile 2019</strong>, a causa di un’assemblea del personale, potranno verificarsi disagi per l’utenza agli sportelli dell’Agenzia di Milano nord, via Guglielmo Silva, 38.</p>Persone non autosufficienti: bando “Home Care Premium” 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52545http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52545Fri, 29 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato <strong>pubblicato</strong> il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=518',3);">bando pubblico&#160;per il Progetto Home Care Premium&#160;Assistenza domiciliare</a> per i <strong>dipendenti</strong> e <strong>pensionati</strong> <strong>pubblici</strong>, per i loro coniugi, parenti e affini di primo grado non autosufficienti.</p> <p>L&#39;<strong>Home Care Premium</strong> prevede il coinvolgimento di Ambiti Territoriali Sociali (ATS) e/o enti pubblici che si impegnano a prendere in carico i soggetti non autosufficienti residenti nei propri territori. </p> <p>Il <strong>programma</strong> prevede l&#39;erogazione da parte dell&#39;Istituto di contributi economici mensili (prestazioni prevalenti) in favore di soggetti non autosufficienti, maggiorenni o minorenni, che siano disabili e che si trovino in condizione di non autosufficienza per il rimborso di spese sostenute per l&#39;assunzione di un assistente domiciliare.</p> <p>La <strong>domanda</strong> di partecipazione al concorso deve essere presentata dal beneficiario, ovvero dal titolare delegato, esclusivamente per via telematica.</p> <p>La procedura per l&#39;acquisizione della domanda sarà <strong>attiva dalle 12 del 4 aprile alle 12 del 30 aprile 2019</strong>.</p> Lavoratori poligrafici: requisiti per il prepensionamento nel 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52546http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52546Fri, 29 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a title="vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2047%20del%2028-03-2019.htm',3);">circolare INPS 28 marzo 2019, n. 47</a> si forniscono istruzioni sulle nuove disposizioni previste dalla legge di bilancio 2019 riguardo alle domande di <strong>prepensionamento </strong>dei <strong>dipendenti poligrafici di aziende editoriali e stampatrici di periodici</strong>.</p> <p>La domanda interessa i soggetti che hanno cessato l’attività lavorativa, anche in costanza di fallimento, per i quali è stata accertata la causale di crisi aziendale, collocati in Cassa Integrazione Guadagni&#160;Straordinaria (CIGS) in forza di accordi sottoscritti <strong>tra il 1° gennaio 2014 e il 31 maggio 2015</strong>.</p> <p>I destinatari accedono al prepensionamento con un’anzianità contributiva di 32 anni, aumentata di un periodo non superiore a tre anni, fino a un massimo di 35 anni, maturata entro il periodo di godimento del trattamento straordinario di integrazione salariale.</p> <p>Le modifiche apportate hanno fissato per il 2023 il finanziamento della spesa per i trattamenti pensionistici nel limite di un milione di euro.</p> <p>Le domande di prepensionamento presentate entro il 2 marzo 2018 possono perciò essere accolte e riesaminate nel limite di spesa di tre milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2018 al 2022 e nel limite di un milione di euro per il 2023.</p>Visita medica di controllo: le valutazioni medico-legali dell’INPShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52548http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52548Fri, 29 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201270%20del%2029-03-2019.htm',3);">messaggio 29 marzo 2019, n. 1270</a>, informa gli utenti che è stata rilasciata una specifica funzionalità sul <strong>Portale INPS</strong>, finalizzata a fornire online e direttamente al datore di lavoro, l’esito delle valutazioni dei medici legali dell’Istituto <strong>sulla documentazione presentata dal lavoratore in caso di assenza alla visita medica di controllo</strong>.</p> <p>Il <strong>lavoratore pubblico</strong> del Polo unico per le visite fiscali, in caso di assenza durante la visita di controllo domiciliare, disposta sia d’ufficio che su richiesta del datore di lavoro, deve presentare o a trasmettere all’Istituto <strong>la documentazione giustificativa</strong> solo nei casi in cui questa presenti caratteri prettamente sanitari.</p> <p>Anche i <strong>lavoratori del</strong> <strong>settore privato</strong> non aventi diritto alla tutela previdenziale della malattia da parte dell’INPS e i lavoratori pubblici non rientranti nell’ambito di applicazione della normativa sul <strong>Polo unico</strong> sono tenuti a presentare la suddetta documentazione. In tali casi l’Istituto, non erogando alcuna prestazione previdenziale a tutela della malattia, può esprimere solo un parere medico-legale sulla giustificabilità dell’assenza. Viene quindi rimessa al <strong>datore di lavoro</strong> la valutazione finale sulla giustificazione dell’assenza, sia per motivi sanitari, su cui l’INPS esprime solo un parere, che per ogni altro genere di ragione.</p> <p>A partire dalla documentazione prodotta dal lavoratore, l’<strong>Ufficio medico-legale</strong> della struttura dell’Istituto territorialmente competente, provvede ad annotare le proprie valutazioni nel modello cartaceo “<strong>Visita medica di controllo ambulatoriale</strong>”, da consegnare o trasmettere direttamente al lavoratore. Il lavoratore, in seguito, è tenuto a consegnare copia di tale modello al proprio datore di lavoro affinché questi adotti le decisioni di sua esclusiva competenza.</p>Lavoratori domestici: pagamento contributi 1° trimestre 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52549http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52549Fri, 29 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Dal 1° al 10 aprile 2019 </strong>sarà possibile pagare i <strong>contributi</strong> del <strong>1° trimestre 2019</strong> dei <strong>lavoratori domestici</strong>. Il pagamento potrà essere effettuato attraverso le seguenti modalità:</p> <ul type="disc"> <li>direttamente online tramite il&#160;<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=50592&amp;lang=IT',3);">portale dei pagamenti</a>, con la modalità online&#160;pagoPA, con carta di credito, carta di debito oppure conto corrente bancario;</li> <li>rivolgendosi ai soggetti aderenti al&#160;<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b50898%3b&amp;lastMenu=50898&amp;iMenu=1&amp;sURL=https%3a%2f%2fwww.inps.it%2fNuovoportaleINPS%2fdefault.aspx%3fitemdir%3d50231%26lang%3dIT&amp;RedirectForzato=True',3);">circuito “Reti Amiche”</a>. Il pagamento è disponibile, senza necessità di supporto cartaceo, con codice fiscale e codice rapporto di lavoro:</li> <ul type="circle"> <li>presso le tabaccherie che aderiscono al circuito di Lottomatica e che espongono il logo Servizi INPS;</li> <li>presso gli sportelli bancari di Unicredit SpA (con pagamento in contanti per tutti gli utenti o, per i correntisti Unicredit, anche con addebito sul conto corrente bancario);</li> <li>tramite il sito del gruppo Unicredit SpA per i clienti titolari del servizio di banca online;</li> <li>presso tutti gli sportelli di Poste Italiane;</li> </ul> <li>utilizzando il bollettino&#160;MAV&#160;(Pagamento Mediante Avviso) inviato dall’INPS. Il bollettino può altrimenti essere generato:</li> <ul type="circle"> <li>direttamente online tramite il&#160;portale dei pagamenti&#160;all’interno della sezione lavoratori domestici;</li> <li>presso le aree di front office delle&#160;sedi INPS, utilizzando lo&#160;sportello automatico per il cittadino&#160;con autenticazione mediante tessera sanitaria;</li> </ul> <li>utilizzando l’avviso di pagamento pagoPA generato online tramite il&#160;portale dei pagamenti&#160;all’interno della sezione lavoratori domestici.</li> </ul> Pubblicato l’Osservatorio sulle pensioni con i dati del 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52542http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52542Thu, 28 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Le <strong>pensioni vigenti al 1° gennaio 2019 </strong>sono 17.827.676, di cui 13.867.818 di natura previdenziale (vecchiaia, invalidità e superstiti) e le restanti 3.959.858 di natura assistenziale (invalidità civili, indennità di accompagnamento, pensioni e assegni sociali). Nel 2018 la <strong>spesa complessiva per le pensioni </strong>è stata di 204,3 miliardi di euro, di cui 183 miliardi sostenuti dalle gestioni previdenziali. È quanto emerge dall’<a title="Visita la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/menu/pensioni/pensioni.html',3);">Osservatorio sulle pensioni erogate dall’INPS</a> che analizza i dati del 2018. </p> <p>Circa la metà delle pensioni è in carico alle gestioni dei dipendenti privati, di cui quella di maggior rilievo (95,6%) è il Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD), che gestisce il 47,5% del complesso delle pensioni erogate e il 60,7% degli importi in pagamento. Le gestioni dei lavoratori autonomi elargiscono il 27,7% delle pensioni, per un importo in pagamento del 24,2%, mentre le gestioni assistenziali erogano il 22,2% delle prestazioni con un importo in pagamento del 10,4% del totale.</p> <p>Le nuove <strong>pensioni liquidate nel 2018 </strong>sono state 1.135.294, delle quali la metà di natura assistenziale. Gli importi stanziati per queste pensioni ammontano a 11,3 miliardi di euro, circa il 5,5% della spesa complessiva al 1° gennaio 2019.</p> <p><strong>Categorie di pensione</strong></p> <p>Le <strong>prestazioni di tipo previdenziale</strong>, generate dal versamento dei contributi durante l’attività lavorativa, sono costituite per il 66,8% da pensioni di vecchiaia, per il 6,6% da pensioni di invalidità e per il 26,6% da pensioni ai superstiti.</p> <p>Le<strong> prestazioni di tipo assistenziale</strong>, erogate per sostenere una situazione di invalidità collegata o meno al reddito basso, sono invece costituite per il 20,7% da pensioni e assegni sociali e per il restante 79,3% da pensioni erogate agli invalidi civili. Tra queste ultime, la prestazione di maggior rilievo (46%) è l’indennità di accompagnamento.</p> <p>Per quanto riguarda le <strong>prestazioni previdenziali liquidate nel 2018</strong>, il 54,2% è composto da pensioni di vecchiaia, il 10% di invalidità e il 35,8% ai superstiti. Nell’ambito delle <strong>pensioni di tipo assistenziale erogate nel 2018</strong>, invece, la quasi totalità (96,2%) è composta dalle prestazioni di invalidità civile, mentre il resto da assegni sociali.</p> <p><strong>La distribuzione territoriale delle pensioni </strong></p> <p>Al 1° gennaio 2019, il 48% delle pensioni viene percepito da pensionati residenti al Nord, il 19,2% al Centro, mentre il 30,6% al Sud e nelle isole. Il restante 2,2% (392.076 prestazioni) viene erogato ai residenti all’estero. </p> <p>Passando alla distribuzione territoriale degli importi erogati, dall’Osservatorio emerge che il 55,2% delle somme stanziate a inizio anno sono destinate all’Italia settentrionale, il 24,5% all’Italia meridionale e alle isole, il 19,7% all’Italia centrale e lo 0,6% ai residenti all’estero. L’<strong>importo medio mensile della pensione di vecchiaia</strong> è di 1.196,98 euro e presenta il valore più elevato al Nord con 1.283,52 euro. Gli uomini percepiscono pensioni mediamente più elevate rispetto alle donne, arrivando a essere quasi il doppio (+90,5%) nel Nord Italia per la categoria vecchiaia. </p> <p><strong>Età media dei pensionati e distribuzione per importi </strong></p> <p>L’età media dei pensionati è di 74 anni (71,4 anni per gli uomini e 76 anni per le donne). Il 61,3% delle pensioni, infine, ha un importo inferiore a 750 euro. Questa percentuale, che per le donne raggiunge il 74,5%, costituisce solo una misura indicativa della povertà, per il fatto che molti pensionati sono titolari di più prestazioni pensionistiche o comunque di altri redditi. A tal fine si evidenzia che, delle 10.929.466 pensioni con importo inferiore a 750 euro, solo il 43,9% beneficia di prestazioni legate a requisiti reddituali bassi, come integrazione al minimo, maggiorazioni sociali, pensioni e assegni sociali e pensioni di invalidità civile.</p> Sicurezza sociale: siglato Accordo con il Giapponehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52539http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52539Wed, 27 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal 19 al 21 marzo, la <strong>delegazione giapponese, </strong>composta da rappresentanti del <strong>Ministero della Salute, Lavoro e Welfare</strong> e del <strong>Japan Pension Service</strong> (JPS), e quella<strong> italiana</strong>, rappresentata<strong> </strong>dal <strong>Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali </strong>e dall’<strong>INPS</strong>, si sono incontrate a <strong>Roma</strong>, presso la sede ministeriale<strong>.</strong></p> <p>Scopo dell’incontro, analogo a quelli che si sono svolti di recente con Moldavia e Turchia, è stato la definizione dell’Accordo Amministrativo di attuazione dell’<strong>Accordo di Sicurezza Sociale tra il Giappone e l’Italia</strong>, in vista della prossima entrata in vigore.</p> <p>Durante la riunione sono state concordate le procedure di presentazione delle <strong>domande di pensione</strong> e di rilascio delle certificazioni attestanti la legislazione applicabile ai <strong>lavoratori distaccati</strong> nei due Paesi. </p> Master e corsi universitari 2018-2019: ampliamento borse di studiohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52540http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52540Wed, 27 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’avviso di <strong>ampliamento</strong> <strong>da 895 a 904 borse di studio</strong>, relativo al <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46039%3b46046%3b46047%3b&amp;lastMenu=46047&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46047&amp;ipagina=1&amp;sregione=&amp;stipologia=&amp;ianno=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=11&amp;idettaglio=501',3);">bando</a> di concorso per <strong>master di I e II livello e corsi universitari di perfezionamento</strong> per l’anno accademico <strong>2018-2019</strong>. </p> <p>Il bando è finalizzato all’erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani di dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e di pensionati iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici (GDP).</p>Attenzione: truffe agli utenti, online e al telefonohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52541http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52541Wed, 27 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto informa i cittadini che si sono verificati nuovi tentativi fraudolenti di richiesta di <strong>dati sensibili</strong> attraverso invio di email (il cosiddetto <em>phishing</em>) o telefonate.</p> <p>In particolare <strong>INPS</strong> segnala che alcuni utenti hanno ricevuto un’<strong>email</strong> contenente l’invito ad aggiornare le proprie coordinate bancarie affinché l’Istituto potesse procedere con l’accredito di un fantomatico bonifico. Per effettuare tale procedura viene fornito un link di un sito internet nel quale inserire i propri dati.</p> <p>&#160;</p> <p><img alt="Attenzione alle truffe" src="/docallegatiNP/News/PublishingImages/truffa.jpg" style="margin: 0px; max-width: 100%;"/>&#160;</p> <p>Un’altra modalità della quale l’INPS ha ricevuto segnalazione è una <strong>telefonata</strong> nel corso della quale un finto operatore telefonico INPS ha chiesto di essere messo a conoscenza di dati relativi alla propria posizione nell’ambito di soggetti di diritto privato, come società o associazioni.</p> <p>L’<strong>Istituto</strong> ricorda a tutti i cittadini che in nessun caso acquisisce, telefonicamente o via email ordinaria, le coordinate bancarie o altri dati che permettano di risalire a qualsivoglia informazione finanziaria.</p> <p>INPS invita i propri utenti a <strong>non dare seguito a nessuna richiesta</strong> che arrivi per email non certificata, per telefono o tramite il porta a porta.</p> <p>Vi ricordiamo che l’unico link per accedere alle informazioni, ai servizi e alle prestazioni dell’Istituto è: www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx.</p> <p>Qualsiasi link difforme da quello citato è da ritenersi non valido.</p>Lavoratori agricoli: pubblicazione elenchi annuali 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52537http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52537Tue, 26 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Dal</strong> <strong>31 marzo 2019</strong> <strong>al</strong> <strong>15 aprile 2019 </strong>saranno consultabili gli <a href="javascript:goLink('https://servizi2.inps.it/servizi/ElenchiAnnualiOTD/Default.aspx',3);">elenchi annuali</a> dei <strong>lavoratori agricoli</strong> valevoli per l’anno <strong>2018</strong>.</p> <p>La pubblicazione ha valore di notifica ad ogni effetto di legge, ai sensi dell’art. 38, commi 6 e 7, legge 6 luglio 2011, n .111. </p>Fondo di Tesoreria: gestione dichiarazioni manodopera agricola (DMAG)http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52538http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52538Tue, 26 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la legge 296/2006 è stato istituito il “Fondo per l’erogazione ai lavoratori dipendenti del settore privato dei trattamenti di fine rapporto di cui all’articolo 2120 del codice civile” (<strong>Fondo di Tesoreria</strong>).</p> <p>Dal 1° gennaio 2007 i datori di lavoro privati con&#160;almeno 50 dipendenti&#160;hanno l’obbligo di versare al Fondo di Tesoreria le quote maturate da ciascun lavoratore e non destinate a forme pensionistiche complementari.&#160;</p> <p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201210%20del%2026-03-2019.htm',3);">messaggio 26 marzo 2019, n. 1210</a> ricorda che il requisito dimensionale previsto, oltre alla natura giuridica privata del datore di lavoro, è il presupposto essenziale per la sussistenza dell’obbligo di versamento al Fondo di Tesoreria.</p> <p>Per ottimizzare il sistema di accertamento e riscossione dei <strong>contributi dovuti al Fondo di Tesoreria da parte delle aziende agricole</strong>, in base alle informazioni acquisite dall’Istituto nel corso degli anni, in particolare attraverso i dati contenuti nelle dichiarazioni trimestrali di manodopera (DMAG), è stato attribuito il codice di autorizzazione (CA) “1R” <strong>alle aziende con almeno 50 dipendenti</strong>.</p> <p>A decorrere dai flussi DMAG relativi al <strong>secondo trimestre 2019</strong> i datori di lavoro sprovvisti di questi codici vedranno scartato il loro flusso e invitati alla corretta ripresentazione.</p> <p>Per agevolare le aziende e i loro intermediari, l’informazione dell’attribuzione del CA “1R” sarà visualizzabile nel <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50094">Cassetto previdenziale per le aziende agricole</a>. Il messaggio fornisce tutte le istruzioni e le modalità di comunicazione.</p>Dipendenti privati (non agricoli): domanda di assegno per il nucleo familiarehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52534http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52534Mon, 25 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Dal 1° aprile 2019</strong> è attiva la nuova procedura <strong>online</strong> per richiedere l’<strong>Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) dei lavoratori dipendenti del settore privato non agricolo</strong>.</p> <p>Come illustrato nella <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2045%20del%2022-03-2019.htm',3);">circolare INPS 22 marzo 2019, n. 45</a>, le domande dovranno essere trasmesse all’INPS, <strong>esclusivamente in modalità telematica</strong>, per garantire il corretto calcolo dell’importo e per assicurare una maggiore aderenza alla normativa vigente in materia di protezione dei dati personali. </p> <p>Le domande già presentate al datore di lavoro fino al 31 marzo 2019 con il modello “ANF/DIP”, per il periodo compreso tra il 1° luglio 2018 e il 30 giugno 2019 o a valere sugli anni precedenti, non devono essere reiterate, ma saranno gestite dai datori di lavoro sulla base delle istruzioni fornite nella circolare.</p> <p>Al cittadino richiedente saranno inviati esclusivamente gli eventuali provvedimenti di reiezione.</p> <p>L’utente potrà prendere visione dell’esito della domanda presentata accedendo con le proprie credenziali alla specifica sezione “Consultazione domanda”, disponibile nell’area riservata. Sarà possibile modificare la propria condizione familiare o di reddito presentando, sempre esclusivamente in modalità telematica, una domanda di variazione per il periodo di interesse, avvalendosi della procedura “ANF/DIP”.</p> <p>I datori di lavoro, nel periodo compreso tra il <strong>1° aprile 2019 e il 30 giugno 2019</strong>, potranno erogare le prestazioni di assegno per il nucleo familiare, e procedere al relativo conguaglio, sulla base sia di domande cartacee presentate dal lavoratore al datore di lavoro <strong>entro e non oltre il 31 marzo 2019</strong>, sia di domande telematiche presentate all’INPS <strong>dal 1° aprile 2019</strong>.</p> <p>Potranno inoltre calcolare l’importo e liquidare gli assegni effettuando il relativo conguaglio, come ultima data, nella denuncia UNIEMENS relativa a <strong>giugno 2019</strong>.</p>Aste: Calabria, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Campania, Marche e Venetohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52531http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52531Fri, 22 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati predisposti sul sito del Notariato gli atti necessari a partecipare alle <a title="visualizza la pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=46718">aste immobiliari</a> di:</p> <ul> <li>secondo turno per unità di proprietà dell’Istituto collocate in Calabria, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Campania e Veneto (data asta 16 aprile 2019);</li> <li>terzo turno per il lotto unico cielo/terra di Villa Marina collocata nelle Marche (data asta 8 maggio 2019).</li> </ul> <p>Le aste si svolgeranno in modalità telematica o tradizionale.</p> <p>Alla pagina&#160;<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51979%3b&amp;lastMenu=51979&amp;iMenu=1&amp;sURL=https%3a%2f%2fwww.inps.it%2fNuovoportaleINPS%2fdefault.aspx%3fsPathID%3d%253b0%253b51954%253b%26lastMenu%3d51954%26iMenu%3d1%26sURL%3dhttps%253a%252f%252fwww.notariato.it%252fran%252fenti%252finps%26RedirectForzato%3dTrue&amp;RedirectForzato=True',3);">RAN - Rete Aste Notarili</a>&#160;è possibile consultare, per ogni asta, il bando integrale, un estratto dello stesso, il disciplinare e i suoi allegati, che regolano le modalità di partecipazione e l’elenco delle unità per ciascun comune.</p>UNIEMENS: modifiche codici contratto aprile 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52532http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52532Fri, 22 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Vai alla circolare numero 1168 del 21 marzo 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201168%20del%2021-03-2019.htm',3);">messaggio 21 marzo 2019, n. 1168</a> vengono istituiti, con decorrenza dal periodo di paga <strong>aprile</strong> <strong>2019</strong>, i nuovi codici, dal 339 al 356, dell’elemento &lt;CodiceContratto&gt; di &lt;DenunciaIndividuale&gt; del flusso di denuncia UNIEMENS.</p> <p>Con la medesima decorrenza vengono <strong>disattivati</strong> ulteriori <strong>codici</strong>, poiché alcuni saranno adottati per le denunce mensili contributive di lavoratori appartenenti ad altri CCNL, altri per quelli non più in vigore.</p>Rivalutazione annuale delle pensioni: aggiornamentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52533http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52533Fri, 22 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <strong>legge di bilancio 2019</strong> ha introdotto un <strong>nuovo meccanismo di rivalutazione automatica delle pensioni per il triennio 2019-2021</strong>, che ha interessato in particolare i trattamenti pensionistici di importo complessivo lordo superiore a tre volte il trattamento minimo. L’importo complessivo lordo è la somma di tutte le pensioni di cui un soggetto è titolare, erogate sia dall’INPS che dagli altri Enti presenti nel Casellario centrale, assoggettabili al regime della perequazione cumulata.</p> <p>L’introduzione del nuovo meccanismo di rivalutazione ha comportato il ricalcolo delle pensioni che, in occasione del consueto rinnovo generalizzato, erano state inizialmente rivalutate secondo i criteri previgenti (legge 23 dicembre 2000, n. 388; circolare INPS 27 dicembre 2018, n. 122).</p> <p>I nuovi criteri di ricalcolo, illustrati nella <a title="Vai alla circolare 44 del 22 marzo 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2044%20del%2022-03-2019.htm',3);">circolare INPS 22 marzo 2019, n. 44</a>, sono riportati nella tabella seguente. Le fasce di importo sono costruite in base al valore del trattamento minimo (TM) mensile dell’anno 2018, pari a 507,42 euro.</p> <table> <thead> <tr> <th scope="col">Periodo</th> <th scope="col">Fasce</th> <th scope="col">Indice di perequazione</th> <th scope="col">% aumento</th> <th scope="col">Importo trattamenti</th> </tr></thead> <tbody> <tr> <td>&#160;</td> <td>Fino a 3 volte il TM</td> <td>100%</td> <td>1,1 %</td> <td>fino a € 1.522,26</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Fascia di <br/> garanzia *</td> <td>&#160;</td> <td>&#160;</td> <td>oltre € 1.522,26 e fino a € 1.522,76<br/> sono garantiti 1.539,00</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Oltre 3 e fino a 4 volte il TM</td> <td>97%</td> <td>1,067%</td> <td>oltre € 1.522,26 e fino a € 2.029,68</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Fascia di <br/> garanzia *</td> <td>&#160;</td> <td>&#160;</td> <td>oltre € 2.029,68 e fino a € 2.034,10<br/> sono garantiti&#160;€ 2.051,34</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Oltre 4 e fino a 5 volte il TM</td> <td>77%</td> <td>0,847%</td> <td>oltre € 2.029,68 e fino a € 2.537,10</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Fascia di garanzia*</td> <td>&#160;</td> <td>&#160;</td> <td>oltre € 2.537,10 e fino a € 2.544,04<br/> sono garantiti&#160;€ 2.558,59</td> </tr> <tr> <td>Dal 1° gennaio 2019</td> <td>Oltre 5 e fino a 6 volte il TM</td> <td>52%</td> <td>0,572%</td> <td>oltre € 2.537,10 e fino a € 3.044,52</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Fascia di garanzia*</td> <td>&#160;</td> <td>&#160;</td> <td>oltre € 3.044,52 e fino a € 3.046,19<br/> sono garantiti&#160; € 3.061,93</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Oltre 6 e fino a 8 volte il TM</td> <td>47%</td> <td>0,517%</td> <td>oltre € 3.044,52 e fino a € 4.059,36</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Fascia di garanzia*</td> <td>&#160;</td> <td>&#160;</td> <td>oltre € 4.059,36 e fino € 4.060,25<br/> sono garantiti € 4.080,35</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Oltre 8 e fino a 9 volte il TM</td> <td>45%</td> <td>0,495%</td> <td>oltre € 4.059,36 e fino a € 4.566,78</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Fascia di garanzia*</td> <td>&#160;</td> <td>&#160;</td> <td>oltre € 4.566,78 e fino a € 4.569,28<br/> sono garantiti € 4.589,39</td> </tr> <tr> <td>&#160;</td> <td>Oltre 9 volte il TM</td> <td>40%</td> <td>0,44%</td> <td>oltre € 4.569,28</td> </tr> </tbody> </table> <p><em>* </em>Le fasce di garanzia sono applicate quando, calcolando la perequazione con la percentuale della fascia, il risultato ottenuto è inferiore al limite della fascia precedente perequato.</p> Pubblicato l’Osservatorio sul precariato con i dati di gennaio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52526http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52526Thu, 21 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati i <strong>dati di gennaio 2019 </strong>dell’<a title="Visita la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=0%3b46437%3b46440%3b&amp;lastMenu=46440&amp;iMenu=1',3);">Osservatorio sul precariato</a>. Nel periodo di gennaio 2019, nel settore privato, le <strong>assunzioni sono state 604.000</strong>, con una significativa diminuzione del 15% rispetto allo stesso periodo del 2018. In crescita risultano i contratti a tempo indeterminato, i contratti di apprendistato e i contratti di lavoro intermittente. In diminuzione, invece, i contratti di somministrazione, i contratti a tempo determinato e i contratti di lavoro stagionale. </p> <p><strong>La dinamica dei flussi</strong></p> <p>A gennaio 2019 si registra, rispetto allo stesso periodo del 2018, un notevole incremento delle <strong>trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato </strong>(+98,6%), mentre risultano <strong>in lieve calo </strong>le conferme dei rapporti di apprendistato alla conclusione del periodo formativo (-1,2%). </p> <p>Le <strong>cessazioni </strong>sono state 435.000, in diminuzione rispetto all’anno precedente (-12,4%). A diminuire sono le cessazioni di contratti in somministrazione, di rapporti a termine e di rapporti a tempo indeterminato. Crescono le cessazioni di rapporti con contratto intermittente e di contratti in apprendistato; stabili le cessazioni di rapporti stagionali. </p> <p>Nel mese di gennaio 2019 sono stati incentivati <strong>14.608 </strong>rapporti di lavoro con i benefici previsti dall’esonero triennale strutturale per le attivazioni di contratti a tempo indeterminato di giovani fino a 35 anni: <strong>7.058 </strong>riferiti ad assunzioni e <strong>7.550 </strong>relativi a trasformazioni a tempo indeterminato.</p> <p><strong>La consistenza dei rapporti di lavoro</strong></p> <p><strong>Il saldo annualizzato </strong>a gennaio 2019 risulta positivo (+<strong>370.000</strong>), inferiore sia a quello corrispondente del gennaio 2018 (+<strong>535.000</strong>) che a quello registrato a dicembre 2018 (+<strong>415.000</strong>).</p> <p>I saldi tendenziali per le diverse tipologie contrattuali attestano un andamento particolarmente positivo per i <strong>rapporti di lavoro a tempo indeterminato </strong>(+274.000) e per l’<strong>apprendistato</strong> (+82.000). Positiva, seppur in diminuzione, la dinamica del lavoro intermittente (+44.000). Pressoché azzerati risultano i saldi per stagionali e somministrati e significativamente negativi, per la prima volta da giugno 2016, quelli dei contratti a tempo determinato (-32.000).</p> <p><strong>Il lavoro occasionale</strong></p> <p>La consistenza dei lavoratori impiegati con <strong>Contratto di Prestazione Occasionale </strong>(CPO) a gennaio 2019 si attesta alle 16.000 unità, con un importo mensile lordo medio di 232 euro. </p> <p>Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del <strong>Libretto Famiglia </strong>(LF), a gennaio 2019 sono stati circa 10.000, con un importo mensile lordo medio di 320 euro.</p> Gestione Agricola: nuove funzioni in Comunicazione Bidirezionalehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52527http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52527Thu, 21 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201162%20del%2020-03-2019.htm',3);">il messaggio 20 marzo 2019, n. 1162</a> si <strong>comunica</strong> che all’interno delle <strong>applicazioni</strong> “Cassetto Previdenziale Aziende Agricole” e “Cassetto Previdenziale Autonomi in Agricoltura”, è stata <strong>rinnovata </strong><strong>la funzione</strong> di “Comunicazione Bidirezionale”, attraverso la quale è possibile la comunicazione tra l’Istituto e il contribuente o un suo delegato in merito agli argomenti prescelti.</p> <p>I <strong>nuovi modelli</strong> di comunicazione disponibili sono il <strong>pagamento effettuato</strong>, la <strong>rateazione</strong> e la <strong>rettifica </strong><strong>DMAG</strong><strong></strong>.</p> <p>Nel messaggio si forniscono <strong>indicazioni</strong> riguardo agli <strong>adempimenti delle strutture territoriali</strong> e si rammenta che in entrambi i cassetti previdenziali è presente l’opzione “Domande Telematiche”, che costituisce l’unica modalità di trasmissione delle istanze relative alla richiesta di rateazione, rimborso, compensazione contributiva, riemissione del modello “F24”, regolarizzazione spontanea, sospensione ed esonero contributivo (nel caso di calamità) e riduzione delle sanzioni civili.</p>Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG) febbraio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52667http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52667Thu, 21 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di <strong>febbraio 2019</strong>. Il numero di <strong>ore di cassa integrazione</strong> complessivamente autorizzate è stato di 28.959.233, in aumento del 25,6% rispetto a febbraio 2018 (23.052.321).</p> <p>Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:</p> <ul> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria </strong>(CIGO) sono state 8.535.647, in diminuzione del 11,7% rispetto a febbraio 2018;&#160;</li></ul> <ul> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria</strong> (CIGS) sono state 20.318.086, in aumento del 60,9% rispetto a febbraio 2018;</li> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni in Deroga</strong> (CIGD) sono state 105.500, in diminuzione del 86,1% rispetto a febbraio 2018.</li> </ul> <p>A gennaio 2019 sono state presentate 198.294 domande di <strong>NASpI</strong> e 2.233 di DIS-COLL. Nello stesso mese sono state inoltrate 740 domande di Disoccupazione e di Mobilità, per un totale di 201.267 domande, segnando un incremento del 13,4% rispetto a gennaio 2018.</p> <p>In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è stato pubblicato il <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2ffocus_marzo_2019.pdf"><strong>Focus marzo 2019</strong></a> (pdf &#160;1MB) con i dati di febbraio.</p>Reddito e Pensione di Cittadinanza: online servizio di consultazionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52521http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52521Wed, 20 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È online il <a href="javascript:goLink('https://serviziweb2.inps.it/RedditoCittadinanza',3);">servizio</a> che permette la <strong>consultazione delle domande</strong> di <strong>Reddito di Cittadinanza</strong> e <strong>Pensione di Cittadinanza</strong> presentate presso gli sportelli di Poste Italiane, i CAF o tramite SPID sul sito Reddito di Cittadinanza. Si ricorda che il richiedente la prestazione riceverà comunicazione di avvenuta trasmissione della domanda tramite sms, in cui sarà contenuto anche il numero di protocollo INPS.</p> <p><strong>Dal 15 aprile 2019</strong> saranno disponibili i primi esiti delle domande presentate a marzo 2019.</p> <p>Chi ha già presentato la domanda di <strong>Reddito di Cittadinanza</strong> e <strong>Pensione di Cittadinanza</strong> può ricevere informazioni e chiarimenti attraverso il <strong>Contact center</strong> ai numeri <strong>803164 </strong>da rete fissa e <strong>06 164164</strong> da mobile.<br/> È possibile anche inviare una comunicazione tramite il servizio “<a href="javascript:goLink('https://servizi2.inps.it/servizi/INPSRisponde2/Home/Disclaimer',3);">Inps Risponde</a>” disponibile sul Portale INPS. </p>Reddito di Cittadinanza: requisiti, richiesta e calcolo del beneficiohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52522http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52522Wed, 20 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il&#160;<strong>Reddito di Cittadinanza</strong>, disciplinato dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, è un sostegno per famiglie in condizioni disagiate finalizzato al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale. Per i nuclei familiari composti esclusivamente da uno o più persone di età pari o superiore a 67 anni assume la denominazione di&#160;<strong>Pensione di Cittadinanza</strong>.</p> <p>La <a title="Vai alla circolare numero 43 del 20 marzo 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2043%20del%2020-03-2019.htm',3);">circolare INPS 20 marzo 2019, n. 43</a> fornisce tutte le informazioni su questo beneficio economico, specificando requisiti, adempimenti, modalità di richiesta e calcolo dell’importo. La circolare, inoltre, ricorda che il Reddito di Inclusione (REI) non può essere più richiesto a partire dal 1° marzo 2019 e che da aprile non è più riconosciuto né rinnovato per una seconda volta.</p>Sindrome di Williams: conferenza stampa di presentazione linee guidahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52524http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52524Wed, 20 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si è tenuta presso <strong>Palazzo Wedekind </strong>a Roma la conferenza stampa, organizzata da INPS, per la presentazione della Comunicazione Tecnico Scientifica sulla <strong>Sindrome di Williams</strong>. </p> <p> Sono intervenuti il Direttore Generale INPS <strong>Gabriella Di Michele</strong>, il Presidente dell’Associazione Italiana Sindrome di Williams <strong>Leopoldo Torlonia</strong>, il dottor<strong> Angelo Selicorni</strong>, il coordinatore Generale Medico Legale INPS <strong>Massimo Piccioni </strong>e il Presidente INPS <strong>Pasquale Tridico</strong>.<strong></strong></p> <p>In aggiunta, il 2 aprile p.v. si svolgerà un convegno in cui si parlerà dei protocolli che l’Istituto ha stipulato con diversi ospedali pediatrici, tra cui il Bambino Gesù. </p> <p><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?lastMenu=46557&amp;iMenu=10&amp;GoGallery=574',3);">Le foto della conferenza stampa</a>.</p> A Tridico i poteri di Presidente e CdA, a Morrone quelli di vicehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52514http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52514Mon, 18 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto col Ministro dell&#39;Economia e delle Finanze, ha attribuito a <strong>Pasquale Tridico</strong> i poteri del <strong>Presidente</strong> e del <strong>Consiglio di amministrazione</strong> dell’INPS.</p> <p><a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAmministrazione_trasparente%2fDocumenti%2fOrganizzazione%2fPresidente%2fDecreto_nomina_Presidente_Tridico.pdf">Decreto di nomina</a>&#160;(pdf 6MB)</p> <p>Professore ordinario in Politica economica presso l’Università Roma Tre, Pasquale Tridico è coordinatore del corso di Laurea Magistrale ‘Mercato del lavoro, relazioni industriali e sistemi di welfare’ presso il Dipartimento di Economia, dove è anche Professore di Economia del lavoro dal 2009.&#160;<br/> Ha svolto attività di ricerca in diverse Università europee e negli Stati Uniti. Durante il dottorato in Economia Politica ha vinto la borsa di ricerca “Marie Curie” dell’UE presso la Sussex University&#160;e nel 2010-11 ha vinto la borsa Fulbright presso la New York University. È anche titolare della cattedra Jean Monnet dell’UE in “<em>Economic Growth and Welfare Systems</em>” e ha ottenuto un finanziamento da parte dell’UE per l’apertura di un Centro di Ricerca di Eccellenza Jean Monnet denominato “<em>Labour, Welfare and Social Rights</em>”, di cui è direttore. Affermato economista di scuola keynesiana, Segretario Generale dal 2012 dell’Associazione Accademica EAEPE (<em>European Association for Evolutionary Political Economy</em>), è autore di oltre cento pubblicazioni in italiano e in inglese sui temi del mercato del lavoro, disuguaglianze e distribuzione del reddito, sistemi di welfare, politica economica italiana ed europea, sviluppo economico e crisi finanziarie. Ha anche contribuito ai lavori del Parlamento italiano intervenendo in audizioni e convegni su questi temi e, dal giugno 2018 al febbraio 2019, è stato consigliere economico presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.<br/>Tridico, con decreto rettorale n. 499/2019, è stato collocato in aspettativa obbligatoria senza assegni dall’Università degli Studi Roma Tre a decorrere dal 14 marzo 2019.</p> <p><a title="leggi il curriculum in italiano" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fCurriculum_italiano_di_Pasquale_Tridico.pdf">Curriculum italiano di Pasquale Tridico </a> (pdf 327KB)</p> <p><a title="leggi il curriculum in inglese" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fCurriculum_inglese_di_Pasquale_Tridico.pdf">Curriculum inglese di Pasquale Tridico </a> (pdf 332KB)</p> <p>Col medesimo&#160;decreto interministeriale è stato&#160;nominato quale <strong>Vice</strong>&#160;<strong>Adriano Morrone</strong>, dirigente dell’Istituto e già direttore generale dell&#39;ENPAIA - Ente Nazionale di Previdenza per gli Addetti e per gli Impiegati in Agricoltura&#160;(dal 2015 al 2017)&#160;e&#160;del fondo di previdenza complementare Agrifondo&#160;(dal 2015 al 2017). Adriano Morrone è professore a contratto di Sicurezza sul Lavoro presso la Facoltà di Giurisprudenza&#160;dell&#39;Università Luiss Guido Carli&#160;di Roma e docente presso il Corso di specializzazione &quot;Il lavoro nell&#39;ordinamento giuridico italiano e comunitario&quot;, Facoltà di economia dell&#39;Università degli Studi di Roma &quot;La Sapienza&quot;, nonché autore di numerose pubblicazioni.&#160;</p> <p><a title="leggi il curriculum" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fCurriculum_di_Adriano_Morrone.pdf">Curriculum di Adriano Morrone </a> (pdf 1MB)</p>Accesso servizi tramite Contact center: il PIN telefonico temporaneohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52516http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52516Mon, 18 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’accesso ai servizi dispositivi INPS tramite il canale del Contact center non è consentito attraverso l’utilizzo delle sole credenziali Carta Nazionale dei Servizi (CNS) e Sistema Pubblico dell&#39;Identità Digitale (SPID), in quanto non prevedono un riconoscimento telefonico dell’utente.</p> <p>Per garantire la piena accessibilità a tutti i canali di servizio anche agli utenti in possesso di tali credenziali, l’Istituto comunica, con il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201081%20del%2015-03-2019.htm',3);">messaggio 15 marzo 2019, n. 1081</a>, che è ora disponibile una nuova funzionalità che permette di generare un <strong>PIN telefonico temporaneo</strong>.</p> <p> Per ottenerlo, l’utente deve accedere alla sezione “MyINPS” del portale, selezionare la voce “PIN telefonico” e indicare il periodo di validità (da <strong>un giorno</strong> a <strong>tre mesi</strong>), come indicato nella presentazione allegata. In caso di <strong>smarrimento</strong>, è possibile generare un nuovo PIN telefonico che annullerà automaticamente il precedente.</p> <p>Gli utenti che accedono ai servizi INPS con codice fiscale e PIN dispositivo fruiscono già del servizio di assistenza offerto dagli operatori del Contact center; attraverso il “PIN telefonico”, anche gli utenti in possesso delle sole credenziali CNS o SPID potranno pertanto avvalersene.</p> Certificazione Unica 2019: il servizio è onlinehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52519http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52519Mon, 18 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <strong>Certificazione Unica </strong>(CU) <strong>2019</strong> relativa ai <strong>redditi</strong> percepiti nel <strong>2018</strong> è disponibile per chi ha INPS come sostituto di imposta.</p> <p>Per ottenere il modello CU, necessario per la presentazione della dichiarazione dei redditi, occorre accedere con le proprie credenziali (SPID o codice fiscale e PIN o CNS) al <a title="Accedi al servizio" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?iiDServizio=2656">servizio</a> online dedicato. </p> <p>Il servizio consente di visualizzare, scaricare e stampare il modello della CU 2019. I pensionati possono utilizzare anche il servizio <a title="Accedi al servizio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51147%3b&amp;lastMenu=0&amp;iMenu=1&amp;iiDServizio=2767',3);">Cedolino della pensione</a>. Le certificazioni relative agli anni precedenti possono essere consultate e scaricate, invece, tramite il servizio <a title="Accedi al servizio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51147%3b&amp;lastMenu=0&amp;iMenu=1&amp;iiDServizio=2747',3);">Fascicolo Previdenziale del cittadino</a>.</p> <p>È possibile ottenere la Certificazione Unica anche tramite posta elettronica certificata (PEC) con la richiesta che va trasmessa all’indirizzo <a title="Scrivi a" href="javascript:goLink('mailto:richiestacertificazioneunica@postacert.inps.gov.it',3);"> richiestacertificazioneunica@postacert.inps.gov.it</a> completa di copia del documento di identità del richiedente. La Certificazione Unica sarà inviata alla casella PEC utilizzata per la richiesta.</p> Contributi volontari 2019: variazione indice ISTAT e nuove aliquotehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52510http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52510Wed, 13 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2042%20del%2013-03-2019.htm',3);">circolare INPS 13 marzo 2019, n. 42</a> si comunicano gli importi dei <strong>contributi volontari</strong> per il 2019, a seguito della <strong>variazione annuale dell’indice ISTAT </strong>dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati.</p> <p>Le categorie di lavoratori interessati sono costituite dai dipendenti non agricoli, dai lavoratori autonomi e dagli iscritti alla Gestione Separata.</p> Dipendenti pubblici: online il prospetto di liquidazione del TFS e TFRhttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52511http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52511Wed, 13 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%201033%20del%2013-03-2019.htm',3);">messaggio 13 marzo 2019, n. 1033</a>, l’Istituto comunica che dal <strong>1° aprile</strong>, all’interno del “Fascicolo previdenziale del cittadino”, sarà disponibile il <strong>prospetto di liquidazione</strong> del <strong>trattamento di fine rapporto</strong> (TFR), oltre a quello relativo al&#160; <strong>trattamento di fine servizio</strong> (TFS) già online.</p> <p>Gli <strong>iscritti</strong> alla <strong>gestione pubblica</strong> interessati, potranno accedere al documento mediante l’utilizzo delle proprie credenziali. Il prospetto di liquidazione, reso disponibile contestualmente al pagamento della prestazione, contiene i dati giuridico-economici utilizzati per il calcolo del TFR o del TFS e le informazioni relative alle modalità di pagamento.</p>Online il questionario sul gradimento del Portalehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52598http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52598Wed, 13 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>INPS sta realizzando un <strong>sondaggio</strong> per valutare la <strong>soddisfazione </strong><strong>degli utenti</strong> relativamente al Portale Internet.</p> <p>L’Istituto sarebbe lieto di poter avere la tua opinione sul sito e sui servizi erogati online.&#160;</p> <p>La compilazione del <strong>questionario</strong> richiede solo pochi minuti ed è effettuabile completamente online. Per richiedere l’accesso al questionario è necessario inserire un indirizzo email personale, al quale sarà successivamente inviato il link per procedere alla compilazione online del sondaggio.&#160;</p> <p>INPS, in qualità di titolare del trattamento, informa che i dati personali raccolti attraverso la compilazione del questionario saranno trattati in osservanza dei presupposti e nei limiti stabiliti dal Regolamento UE 2016/679, dal decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101, e dal decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, così come modificato e integrato dal predetto d. lgs. 101/2018, al fine di condurre l&#39;iniziativa di customer experience diretta al miglior esercizio delle funzioni istituzionali e alla rilevazione del grado di soddisfazione degli utenti rispetto ai servizi resi dall&#39;Istituto.&#160;</p> <p>In tale ambito il trattamento è effettuato dall’INPS fin dall&#39;origine <strong>in forma anonima</strong> e, pertanto, non sarà in alcun modo possibile che le informazioni fornite possano essere messe in relazione con i dati identificativi degli utenti.</p>Aste INPS: unità immobiliari in Emilia Romagna, Calabria e Liguriahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52506http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52506Tue, 12 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati <strong>pubblicati sul sito del Notariato</strong> gli atti necessari a partecipare alle <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=46718">Aste immobiliari</a> di unità di proprietà dell’Istituto collocate in Emilia Romagna, Calabria e Liguria. Le aste si svolgeranno in modalità telematica o tradizionale.</p> <p>Alla pagina <a href="javascript:goLink('https://www.notariato.it/ran/enti/inps',3);">RAN - Rete Aste Notarili</a> è possibile consultare, per ogni asta, il bando integrale, un estratto dello stesso, il disciplinare e i suoi allegati, che regolano le modalità di partecipazione e l’elenco delle unità per ciascun comune.</p>Prestazioni welfare: presentazione semplificata delle domandehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52502http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52502Mon, 11 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato introdotto un <strong>nuovo modello sperimentale completamente telematizzato</strong> per la presentazione semplificata delle domande di <strong>prestazioni welfare</strong>.</p> <p> Grazie alla procedura automatica di protocollazione e istruttoria, si potrà richiedere la prestazione direttamente on line, aderendo al bando di concorso. Il sistema informatico provvederà a recuperare le informazioni utili dalle banche dati dell’Istituto e degli enti convenzionati. </p> <p> All’esito dell’istruttoria, il richiedente riceverà la comunicazione di accoglimento o un preavviso di respinta. La <strong>domanda </strong>dovrà <strong>essere presentata dal beneficiario</strong>, che potrà avvalersi dell’assistenza del Contact Center.</p> <p> Nei casi in cui il beneficiario non coincida con il titolare del diritto (iscritto pensionato o utente della Gestione Unitaria Prestazioni Creditizie e Sociali, Gestione Assistenza Magistrale, Gestione ex IPOST), quest’ultimo dovrà iscrivere il beneficiario ai <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=52500&amp;lang=IT',3);">servizi di welfare</a> tramite il servizio<strong> </strong>dedicato.</p> <p> Una volta entrato nella procedura “Accesso ai servizi di welfare” utilizzando il codice PIN dispositivo, il titolare del diritto potrà <strong>visualizzare</strong> la propria <strong>scheda anagrafica</strong> e verificare la presenza di tutti i familiari beneficiari. È possibile inserire<strong> </strong>ulteriori soggetti, autocertificando il legame familiare. </p> <p> In questa prima fase di sperimentazione, sarà possibile utilizzare il servizio esclusivamente per le prestazioni <strong>Home Care Premium 2019 </strong>e<strong> Long Term Care 2019</strong>, i cui bandi sono di prossima pubblicazione.</p> Invalidità, cecità e sordità civile: difesa in giudizio e pagamentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52503http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52503Mon, 11 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="leggi il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20968%20del%2008-03-2019.htm',3);">messaggio 8 marzo 2019, n. 968</a> si forniscono ulteriori indicazioni sulla <strong>difesa in giudizio</strong> da parte dei funzionari dell’Istituto e per una corretta modalità di <strong>liquidazione</strong> delle prestazioni economiche per <strong>invalidità </strong><strong>civile</strong><strong></strong><strong></strong>, <strong>cecità </strong><strong>civile</strong><strong></strong><strong></strong>, <strong>sordità </strong><strong>civile</strong><strong></strong><strong></strong> e <strong>indennità di accompagnamento</strong>, a seguito del decreto di omologazione del Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU).</p> <p>Il giudice, in riferimento al ricorso presentato, è tenuto a verificare la sussistenza dei seguenti requisiti:</p> <ul> <li>mancata presentazione della domanda amministrativa;</li> <li>decadenza dell’azione giudiziaria;</li> <li>mancanza del requisito dell’età all’atto della domanda amministrativa o all’atto dell’insorgenza dello stato invalidante dichiarato dal giudice;</li> <li>difetto del requisito reddituale o del requisito del mancato svolgimento di attività lavorativa, se già conosciuti dal funzionario.</li> </ul> <p>Il funzionario difensore dell’Istituto deve sollevare le diverse eccezioni ricorrenti nella memoria di costituzione in fase di Accertamento Tecnico Preventivo Obbligatorio (ATPO), eccezioni che dovranno essere ribadite in udienza.</p> <p>Nel caso in cui la CTU sia sfavorevole all’Istituto, è necessario depositare in cancelleria formale dissenso, sia per motivi sanitari che per motivi extra sanitari.</p> <p>Il decreto di omologa del requisito sanitario non incide sulle situazioni giuridiche soggettive perché non conferisce né nega alcun diritto, dal momento che non decide sulla spettanza della prestazione richiesta e sul conseguente obbligo dell&#39;Istituto di erogarla.</p> <p>Il messaggio pertanto precisa che, pur in presenza del presupposto sanitario, non si procederà alla liquidazione della prestazione economica ove non sia stata presentata la domanda amministrativa, oppure ove manchino gli altri requisiti di legge.</p>Disoccupazione agricola: scadenza dei termini per la domandahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52504http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52504Mon, 11 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>C’è tempo fino a lunedì <strong>1° aprile 2019</strong> per presentare la <strong>domanda di disoccupazione agricola</strong> all’INPS. <br/> Per ottenere l’<strong>indennità</strong> di disoccupazione agricola, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario che il <strong>lavoratore agricolo</strong> presenti la domanda <strong>online</strong> entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello di competenza della prestazione. Poiché quest’anno il 31 marzo cade di domenica, è possibile trasmettere le domande entro il 1° aprile, primo giorno successivo non festivo. Non saranno ritenute valide, invece, le domande presentate in data successiva. <br/> Le domande possono essere trasmesse all’INPS tramite:</p> <ul> <li>il servizio online accessibile direttamente dal cittadino dotato di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di livello 2, PIN dispositivo o CNS (Carta Nazionale dei Servizi);</li> <li>gli enti di patronato;</li> <li>il Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile.</li> </ul>Messina: il 12 marzo l’inaugurazione dell’area “INfant Pit Stop”http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52505http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52505Mon, 11 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Nell’ambito delle attività volte a migliorare il livello dei servizi erogati all’utenza, la Direzione provinciale INPS di <strong>Messina</strong> ha allestito, presso il front-end INPS di via Tommaso Capra, l’<strong>IN</strong>fant <strong>P</strong>it <strong>S</strong>top: un’area dedicata alle esigenze di mamme e lattanti, composta da una zona di accoglienza, una saletta allattamento, cambio panno e servizi igienici dedicati.</p> <p>L’area, ideata per offrire alle mamme e ai neonati il contesto più idoneo alla permanenza e all’allattamento al seno, è stata realizzata, sotto la supervisione scientifica dell’Azienda Ospedaliera Papardo di Messina, con il contributo di soggetti attivi nel sociale.</p> <p>L’apertura al pubblico avrà luogo, a seguito di una breve cerimonia, <strong>martedì 12 marzo alle 10</strong>, alla presenza di autorità cittadine.</p> Aziende agricole: aliquote contributive per il 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52482http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52482Thu, 7 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con <a title="Vai alla circolare numero 37 del 7 marzo 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2037%20del%2007-03-2019.htm',3);">la circolare INPS 7 marzo 2019, n. 37</a>, informa che l’<strong>aliquota contributiva</strong> applicata, per il <strong>2019</strong>, alle <strong>aziende agricole</strong> che impiegano <strong>operai a tempo indeterminato, determinato e assimilati</strong> è fissata nella misura complessiva del <strong>29,10%,</strong> di cui l’<strong>8,84</strong>% a carico del lavoratore.</p> <p>Per le <strong>aziende agricole con processi produttivi di tipo industriale</strong>, anche per il 2019 l’aliquota contributiva dovuta al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD) resta al <strong>32,30%,</strong> di cui l’<strong>8,84%</strong> a carico del lavoratore.</p> <p>Restano invariate, infine, le <strong>aliquote contributive</strong> <strong>INAIL</strong> per gli operai agricoli dipendenti e le <strong>agevolazioni </strong>previste per <strong>zone tariffarie nel settore agricolo</strong>.</p> <p>Ai fini del versamento della contribuzione, si richiamano le disposizioni in materia di minimali e massimali di legge.</p>Riscatto periodi non coperti da contribuzione: nuove istruzionihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52478http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52478Wed, 6 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Per il triennio <strong>2019-2021</strong> è stato introdotto, in via sperimentale, un <strong>nuovo istituto di riscatto</strong> <strong>riferito ai periodi non coperti da contribuzione</strong> (decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, contenuto nella Gazzetta Ufficiale 28 gennaio 2019, n. 23). È stata, inoltre, definita una diversa <strong>modalità di calcolo dell’onere di</strong> <strong>riscatto dei periodi di studi universitari</strong>, da valutare nel sistema contributivo, nel caso di <strong>domanda presentata fino al compimento del quarantacinquesimo anno di età</strong>.</p> <p>Questa nuova possibilità è riconosciuta agli iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria per l’invalidità e la vecchiaia, ai superstiti dei lavoratori dipendenti e alle forme sostitutive ed esclusive della medesima, nonché alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, e alla Gestione Separata. </p> <p>Il provvedimento, inoltre, contiene disposizioni in ordine alla facoltà per i<strong> fondi di solidarietà</strong> di provvedere al versamento della contribuzione correlata a periodi utili per il diritto a <strong>pensione</strong>, riscattabili o ricongiungibili e precedenti all’accesso ai fondi di solidarietà stessi.</p> <p>La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2036%20del%2005-03-2019.htm',3);">circolare INPS 5 marzo 2019, n. 36</a> fornisce le istruzioni per l’applicazione del beneficio, descrive i soggetti interessati, la durata del periodo riscattato e i requisiti che permettono di conseguire l’<strong>anzianità contributiva</strong> necessaria per accedere alla pensione.</p> <p> Nella circolare sono illustrate anche le modalità di versamento e presentazione della <strong>domanda di riscatto,</strong> i cui termini scadono il <strong>31 dicembre 2021. </strong><strong> </strong></p> NASpI: detenuti che lavorano per l’istituto penitenziariohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52479http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52479Wed, 6 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20909%20del%2005-03-2019.htm',3);">messaggio 5 marzo 2019, n. 909</a> l’Istituto ha fornito chiarimenti sull’erogabilità della prestazione di disoccupazione <strong>NASpI</strong> ai <strong>detenuti che lavorano alle dipendenze dell’istituto penitenziario</strong>.</p> <p> La Corte di Cassazione ha affermato che questa attività lavorativa, legata alla funzione rieducativa e di reinserimento sociale, prevede una graduatoria per l’ammissione al lavoro ed è soggetta a turni di rotazione e avvicendamento. Questi non possono però essere assimilati ai periodi di licenziamento che danno diritto all’indennità di disoccupazione.</p> <p>Ai detenuti che lavorano all’interno e alle dipendenze dell’istituto penitenziario, quindi, <strong>non può essere riconosciuta la prestazione di disoccupazione in occasione dei periodi di inattività</strong>. L’indennità di disoccupazione da licenziamento spetta invece nel caso in cui il rapporto di lavoro sia stato svolto con un datore di lavoro diverso dall’amministrazione penitenziaria.</p> <p> Gli istituti penitenziari sono comunque tenuti al versamento della contribuzione contro la disoccupazione per i detenuti che svolgono attività alle loro dipendenze. La contribuzione sarà utile, nel caso di cessazione involontaria da un rapporto di lavoro con datori di lavoro diversi dall’istituto penitenziario, ai fini della prestazione di disoccupazione NASpI.</p> <p>I detenuti che già godevano della NASpI, infine, continuano ad averne diritto anche durante il periodo di detenzione, salvi i casi di revoca giudiziale della prestazione.</p> Crollo ponte Morandi: prestazioni di sostegno per lavoratori e aziendehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52480http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52480Wed, 6 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’articolo 4-<em>ter</em>, decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, convertito con modificazioni dalla legge 16 novembre 2018, n. 130, reca <strong>disposizioni urgenti</strong> per la città di Genova e prevede, ai commi 1 e 2, <strong>misure a sostegno del reddito</strong> in favore dei lavoratori, sia dipendenti che autonomi, e dei titolari di impresa individuale la cui attività lavorativa è stata sospesa a causa del <strong>crollo del ponte Morandi</strong>.</p> <p>Con la <a title="Vai alla circolare numero 35 del 5 marzo 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2035%20del%2005-03-2019.htm',3);">circolare INPS 5 marzo 2019, n. 35</a>, l’Istituto illustra le <strong>prestazioni</strong> di <strong>sostegno al reddito</strong> e le indennità che verranno riconosciute ai destinatari della norma.</p> <p>Si forniscono, inoltre, le <strong>modalità operative</strong> per la trasmissione all’INPS, da parte della Regione Liguria, dei <strong>decreti di concessione del beneficio</strong> e le istruzioni fiscali e contabili per il pagamento della prestazione da parte delle strutture territoriali.</p>Denuncia Uniemens: semplificazione delle modalità di compilazionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52481http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52481Wed, 6 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Nell’ottica di semplificare le <strong>modalità di compilazione e invio della denuncia UNIEMENS ListaPosPA</strong>, l’Istituto ha reso possibile l’utilizzo di una specifica tipologia di comunicazione, denominata “a Variazione”, nei casi di sostituzione di denunce pregresse precedentemente trasmesse. Una delle caratteristiche di tale flusso è quella di poter comunicare i dati relativi a periodi mai trasmessi utilizzando l’elemento V1 causale 5 in sostituzione dell’elemento V1 causale 2.</p> <p> Il <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20914%20del%2006-03-2019.htm',3);">messaggio 6 marzo 2019, n. 914</a> informa che è stato realizzato un intervento che consente di utilizzare il quadro V1 causale 5 per comunicare <strong>periodi mai trasmessi</strong>, anche attraverso l’inserimento di questo elemento in un flusso “Ordinario”.</p> <p> Pertanto, a decorrere dalle <strong>denunce trasmesse dal 15 giugno 2019</strong>, l’elemento V1 causale 2 non sarà più accettato e i periodi mai trasmessi dovranno essere comunicati con l’elemento V1 causale 5. Si precisa che la funzione di quest’ultimo elemento si pone in aggiunta a quella propria di “annulla e sostituisce” dei dati relativi ai periodi già trasmessi.</p> <p> Per consentire l’aggiornamento del software comparirà un apposito messaggio di mancata possibilità di utilizzo della procedura in presenza di elementi V1 causale 2 per invii effettuati dal 15 giugno 2019.</p> Pensionamenti Scuola 2019: accordo tra INPS e MIUR Roma. Aggiornamentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52477http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52477Tue, 5 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’<strong>accordo sperimentale di collaborazione</strong>, firmato lo scorso 5 febbraio dal Direttore Generale INPS con l&#39;<strong>Ufficio scolastico regionale </strong>e l&#39;Ambito provinciale <strong>MIUR Roma</strong>, ha previsto il passaggio progressivo all’Istituto della competenza a definire le <strong>pratiche cd. ante subentro</strong> (domande giacenti di riscatto, ricongiunzione e computo presentate al MIUR fino al 31 agosto 2000), rientranti nella competenza delle <strong>Filiali</strong><strong> metropolitane INPS di Roma</strong>.</p> <p> Queste pratiche sono state oggetto di un <strong>trasferimento telematico all’INPS - Progetto ECO dipendenti pubblici </strong>che si è concluso a metà marzo. Terminata la fase di ricezione dei fascicoli digitalizzati, il Progetto ECO dell&#39;INPS, in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale e le Filiali metropolitane INPS, ha avviato l&#39;istruttoria e la definizione delle domande relative alla platea di coloro che sono nati nel 1953, 1954, 1955 e 1956 e che hanno presentato <strong>domanda di cessazione</strong> <strong>entro il 12 dicembre 2018</strong> (domanda POLIS). </p> <p> Rimane di competenza dell&#39;Ambito provinciale MIUR Roma la trattazione delle domande di prestazione pensionistica di coloro che sono nati nel 1952 (pensionandi di vecchiaia) e di coloro che sono nati dal 1957 in poi. </p> <p> Relativamente alle <strong>richieste di cessazione presentate entro il 28 febbraio 2019</strong> (anche per accedere alla cd. &quot;<strong>Quota 100</strong>&quot;), il Progetto ECO prenderà in carico anche le domande giacenti presenti nei fascicoli MIUR oggetto di digitalizzazione.</p> <p> Il Progetto ECO comunica agli utenti di Roma interessati (nati tra il 1953 e il 1956 che abbiano una domanda giacente) che, per informazioni di carattere generale, è possibile contattare il numero 06 59055622 o, preferibilmente, inviare una email alla casella di posta istituzionale: <a href="javascript:goLink('mailto:progetto.ecodipendentipubblici@inps.it',3);">progetto.ecodipendentipubblici@inps.it</a>, indicando in oggetto la specifica “Codice fiscale utente e richiesta informazioni per pensioni MIUR Roma 2019”.</p> <p> Per dare una risposta esaustiva alle molteplici richieste di chiarimenti pervenute telefonicamente e per posta elettronica, è possibile consultare le <strong>FAQ</strong> riferite ai quesiti più ricorrenti. Inoltre, è disponibile una <strong>scheda informativa</strong> con indicazione dettagliata degli uffici competenti allo svolgimento delle varie attività che porteranno al <strong>pensionamento dal 1° settembre 2019</strong>.</p> Lavoratori agricoli: online il quarto elenco di variazione 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52475http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52475Fri, 1 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal 10 marzo 2019 sarà possibile <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?lastMenu=46124&amp;iMenu=13&amp;idettaglio=896',3);">consultare online</a> <strong>il quarto elenco di variazione 2018 dei lavoratori agricoli</strong>. L’elenco sarà visualizzabile fino al 25 marzo e sarà pubblicato con valore di notifica, a ogni effetto di legge, ai sensi dell’articolo 38, commi 6 e 7, legge 6 luglio 2011, n. 111.</p>Fondo di solidarietà imprese assicuratrici: accesso alla formazionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52476http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52476Fri, 1 Mar 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20818%20del%2028-02-2019.htm',3);">circolare INPS 28 febbraio 2019, n. 818</a> l’Istituto comunica le <strong>modalità</strong> di <strong>accesso ai finanziamenti</strong> dei <strong>programmi formativi</strong> previsti dal Fondo intersettoriale di solidarietà per il sostegno del reddito, dell’occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale del personale dipendente dalle <strong>imprese assicuratrici</strong> e dalle <strong>società di assistenza</strong>.&#160;</p> <p>La <strong>domanda</strong> <strong>di accesso</strong> al finanziamento, presentata telematicamente dall’azienda, può riguardare esclusivamente i programmi formativi che siano già conclusi alla data di presentazione della domanda stessa.&#160;</p> <p>L’unica <strong>eccezione </strong>a questa regola riguarda le <strong>domande</strong> <strong>presentate</strong> entro il <strong>5 febbraio</strong> scorso riferite a programmi formativi in corso a quella data. Tali domande potranno essere esaminate dal Comitato amministratore del Fondo solo se, al momento dell’esame, la formazione sia conclusa.</p>Reddito e Pensione di Cittadinanza: online i modellihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52464http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52464Thu, 28 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È&#160;disponibile il modello per la richiesta del Reddito di Cittadinanza/Pensione di Cittadinanza, beneficio economico introdotto dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4.</p> <p>Il <strong>Reddito di Cittadinanza</strong> è un sostegno per famiglie in difficoltà, finalizzato al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale. Per i nuclei familiari composti esclusivamente da uno o più persone di età pari o superiore a 67 anni, il Reddito di Cittadinanza assume la denominazione di <strong>Pensione di Cittadinanza</strong>.</p> <p>Il beneficio può essere richiesto, dopo il quinto giorno di ciascun mese: </p> <ul><li>presso Poste Italiane;</li> <li>in modalità telematica, con il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) almeno di Livello 2, accedendo al portale www.redditodicittadinanza.gov.it;</li> <li>presso i Centri autorizzati di Assistenza Fiscale (CAF).</li></ul> <p>Pubblicati anche il modello RdC/PdC Ridotto, per comunicare i redditi di attività lavorative in corso al momento della presentazione della domanda e non interamente valorizzati su ISEE, e il modello RdC/PdC Esteso, con il quale i beneficiari dovranno comunicare tutte le variazioni intervenute nel corso della percezione della misura.</p> Flusso Uniemens: istruzioni per la compilazionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52467http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52467Thu, 28 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, nel <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20803%20del%2027-02-2019.htm',3);">messaggio 27 febbraio 2019, n. 803</a>, ha illustrato le <strong>nuove</strong><strong> modalità di compilazione</strong> delle <strong>dichiarazioni retributive e contributive</strong> mediante il <strong>flusso UNIEMENS</strong> per i <strong>datori di lavoro</strong> che si avvalgono di prestazioni di <strong>lavoratori </strong>per i quali è prevista dalla normativa vigente l’<strong>assicurazione economica di malattia</strong>. </p> <p> Le nuove modalità di compilazione si applicheranno a decorrere dalla dichiarazione contributiva di competenza del mese di <strong>marzo 2019</strong>.</p> <p> Allo scopo di migliorare gli strumenti di controllo finalizzati all’osservanza delle norme di legislazione sociale e, in particolare modo, di favorire l’univoca individuazione dei soggetti aventi diritto alla prestazione previdenziale, è stato istituto nell’ambito del flusso UNIEMENS aziende con dipendenti (sezione “PosContributiva”) un nuovo elemento volto a distinguere il tipo di trattamento retributivo che il datore di lavoro garantisce al lavoratore nei casi di assenza per malattia.</p> Summer Camp 2019: avviso di selezione e ricerca corsi di formazionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52468http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52468Thu, 28 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il “<a title="Visualizza la pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=52465">Summer Camp 2019 – Avviso di proposte corsi di formazione in modalità residenziale</a>”, rivolti al personale in servizio iscritto alla <strong>Gestione Magistrale</strong>.</p> <p> Sono oggetto di ricerca e selezione i <strong>corsi universitari di perfezionamento e aggiornamento professionale</strong> proposti da università statali e non statali e dalle università telematiche autorizzate e accreditate dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR).</p> <p>La proposta di selezione dovrà essere inviata, tramite posta elettronica certificata (PEC), <strong>entro il 25 marzo 2019</strong> alla Direzione regionale – Direzione di coordinamento metropolitano INPS competente, in base al luogo di svolgimento dei corsi.</p> <p>Questi gli indirizzi PEC:</p> <ul> <li>direzione.regionale.(nome Regione)@postacert.inps.gov.it</li> <li> <a title="Scrivi a..." href="javascript:goLink('mailto:direzione.coordinamentometropolitano.milano@postacert.inps.gov.it',3);">direzione.coordinamentometropolitano.milano@postacert.inps.gov.it</a> </li> <li> <a title="Scrivi a..." href="javascript:goLink('mailto:direzione.coordinamentometropolitano.napoli@postacert.inps.gov.it',3);"> direzione.coordinamentometropolitano.napoli@postacert.inps.gov.it</a> </li> </ul> Pensioni all’estero: seconda fase accertamento esistenza in vitahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52471http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52471Thu, 28 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20815%20del%2028-02-2019.htm',3);">messaggio 28 febbraio 2019, n. 815</a>, l’Istituto comunica di aver <strong>avviato</strong> la <strong>seconda fase </strong><a title="Vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50197">dell’accertamento dell’esistenza in vita</a> per il <a title="Vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=49857">pagamento delle pensioni</a>, nel 2018 e 2019, ai pensionati residenti in:</p> <ul> <li>Sud America;</li> <li>Centro America;</li> <li>Nord America;</li> <li>Asia;</li> <li>Medio ed Estremo Oriente;</li> <li>Paesi Scandinavi;</li> <li>Stati dell’Est Europa e Paesi limitrofi.</li> </ul> <p>Questa fase della verifica, affidata a <strong>Citibank</strong>, oltre ai beneficiari di pensioni di nuova liquidazione, comprende i soggetti residenti nelle sopra indicate aree geografiche, non comprese nel primo blocco dell’accertamento (ad esempio, Brasile) e successivamente trasferitisi in Paesi già oggetto di controllo (ad esempio, Francia).</p> <p>Le attestazioni dovranno pervenire a Citibank <strong>entro il</strong> <strong>15 giugno 2019</strong>. Il pagamento della rata di <strong>luglio 2019</strong>, per coloro che non abbiano attestato in tempo l’esistenza in vita, avverrà in contanti presso le agenzie Western Union del Paese di residenza. In caso di mancata riscossione personale entro il <strong>19 luglio</strong>, il pagamento della pensione sarà sospeso a partire dalla rata di agosto 2019.</p> <p>Nei casi in cui non sia possibile disporre il pagamento presso le agenzie Western Union del Paese di residenza, i pagamenti delle pensioni intestate a soggetti che non avranno prodotto la prova di esistenza in vita entro il <strong>15 giugno 2019</strong> saranno sospesi a partire dalla rata di luglio 2019.</p>Legge di bilancio 2019: effetti sui trattamenti pensionisticihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52472http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52472Thu, 28 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’articolo 1, comma 279, della <strong>legge di bilancio 2019</strong> integra l’articolo 1, comma 275, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, estendendone l’ambito soggettivo di applicazione e comprendendo tra i <strong>lavoratori</strong> di cui all’articolo 1, comma 117, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 – che in seguito alla cessazione del rapporto di lavoro siano transitati verso <strong>forme pensionistiche obbligatorie</strong> dei <strong>lavoratori dipendenti</strong>, gestite, prima del 1° gennaio 2012, da enti diversi dall’INPS – anche i lavoratori che alla data di presentazione della <strong>domanda di pensione</strong>, per effetto della <strong>ricongiunzione contributiva</strong>, non possano far valere contribuzione nell’Assicurazione Generale Obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti.</p> <p>Per effetto di tale disposizione, con la <a title="Vai alla circolare numero 34 del 27 febbraio 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2034%20del%2027-02-2019.htm',3);">circolare INPS 27 febbraio 2019 n. 34</a>, l’Istituto estende il campo di applicazione della <a title="Vai alla circolare numero 154 del 17 settembre 2015" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizZADOC.aspx?sVirtualURL=/circolari/Circolare%20numero%20154%20del%2017-09-2015.htm&amp;iIDDalPortale=48672',3);">circolare INPS 17 settembre 2015 n. 154</a> ai fini previdenziali.</p>Polo unico di tutela della malattia: dati quarto trimestre 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52779http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52779Tue, 26 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’Osservatorio statistico sul “Polo unico di tutela della malattia” con i dati relativi al <strong>quarto trimestre 2018</strong>. L’Osservatorio, che ha lo scopo di monitorare il fenomeno dell’<strong>astensione dal lavoro per malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici</strong>, è stato realizzato prendendo come riferimento i certificati medici inviati dal medico e le visite mediche di controllo effettuate dall’Istituto.</p> <p>Nel quarto trimestre del 2018 si registra un incremento del numero dei certificati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sia per il settore privato (+1,9%) sia per il settore pubblico (+2,3%).</p> <p>A livello territoriale per il settore privato l’aumento del numero di certificati è prevalente al Sud (+3,3%), mentre per il settore pubblico la diminuzione si registra al Nord (-1,5%).</p>Pensionati: bando di ammissione alla Casa Albergo La Pineta di Pescarahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52460http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52460Mon, 25 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono disponibili complessivamente <strong>33 posti</strong> presso la <strong>Casa Albergo a gestione diretta “La Pineta” di Pescara.</strong></p> <p>Il nuovo <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=517',3);"><strong>Bando di concorso</strong></a> per l’<strong>ammissione in ospitalità residenziale a tempo indeterminato</strong>, con partecipazione alle spese, è rivolto ai <strong>pensionati</strong> iscritti al Fondo Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, e ai loro coniugi o conviventi.</p> <p>La procedura per l&#39;acquisizione della <strong>domanda </strong>sarà attiva <strong>dalle 12.00 del</strong> <strong>1° marzo alle 12.00 del 30 aprile 2019</strong>.</p>Agenzia Roma centro: chiusura ufficihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52456http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52456Fri, 22 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Dal 1° marzo 2019</strong> l’<strong>Agenzia Roma Centro </strong>non sarà più operativa. I servizi agli utenti e ogni altra attività continueranno a essere garantiti dalla&#160;<strong>Filiale metropolitana di Roma</strong>, sita in via dell’Amba Aradam.<strong> </strong></p>Pubblicato l’Osservatorio sul precariato con i dati di dicembre 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52451http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52451Thu, 21 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati i <strong>dati di dicembre 2018 </strong>dell’<a title="Visita la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=0%3b46437%3b46440%3b&amp;lastMenu=46440&amp;iMenu=1',3);">Osservatorio sul precariato</a>. Nel periodo gennaio-dicembre 2018, nel settore privato, le <strong>assunzioni</strong> sono state 7.424.293, con un aumento del 5,1% rispetto allo stesso periodo del 2017. In crescita risultano: contratti a tempo indeterminato +7,9%, contratti a tempo determinato +4,5%, contratti di apprendistato +12,1%, contratti stagionali +6,4% e contratti intermittenti +7,9%. I contratti in somministrazione risultano pressoché stabili: +0,45.</p> <h3>La dinamica dei flussi</h3> <p>Nello stesso periodo si conferma il forte incremento delle <strong>trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato </strong>(+76,2%), mentre risultano in diminuzione i rapporti di apprendistato confermati alla conclusione del periodo formativo (-13,1%). </p> <p>Le <strong>cessazioni</strong> sono state 6.993.047, in aumento rispetto all’anno precedente (+6%). Crescono le cessazioni di tutte le tipologie di rapporti a termine, soprattutto i contratti intermittenti e in apprendistato, mentre sono diminuite quelle di rapporti a tempo indeterminato (-3,1%). </p> <p>Nel 2018, nel settore privato, si registra un <strong>saldo</strong>, tra assunzioni e cessazioni, pari a +431.246, di poco inferiore a quello del corrispondente periodo del 2017. </p> <h3>Il lavoro occasionale</h3> <p>La consistenza dei lavoratori impiegati con <strong>Contratto di Prestazione Occasionale </strong>(CPO) a dicembre 2018 si attesta alle 20.676 unità, con un importo mensile lordo medio di 289 euro. </p> <p>Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del <strong>Libretto Famiglia </strong>(LF), a dicembre 2018 sono stati 7.973, con un importo mensile lordo medio di 247 euro.</p> <p>Dalla prossima settimana sarà possibile accedere alla versione navigabile aggiornata dell’Osservatorio, che arricchisce le informazioni presenti nel report cartaceo.</p> <p><img src="/docallegatiNP/Mig/Immagini_News/Immagini_interne_news/Nuovi-rapporti-lavoro-gen-dic-2017-18.png" alt="" style="margin: 0px; max-width: 100%;"/>&#160;</p> Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG) gennaio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52601http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52601Thu, 21 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di <strong>gennaio 2019</strong>. Il numero di <strong>ore di cassa integrazione</strong> complessivamente autorizzate è stato di 15.156.683, in diminuzione del 12,3% rispetto a gennaio 2018 (17.279.496).</p> <p>Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:</p> <ul> <li><strong><strong>Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria</strong> </strong>(CIGO) sono state 7.176.293, in aumento del 5% rispetto a gennaio 2018;</li> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria</strong> (CIGS) sono state 7.791.637, in diminuzione del 22% rispetto a gennaio 2018;</li> <li><strong>Cassa Integrazione Guadagni in Deroga</strong> (CIGD) sono state 188.753, in diminuzione del 58,7% rispetto a gennaio 2018.&#160;</li> </ul> <p>A dicembre 2018 sono state presentate 124.734 domande di NASpI e 1.456 di DIS-COLL. Nello stesso mese sono state inoltrate 822 domande di ASpI, miniASpI, disoccupazione e mobilità, per un totale di 127.012 domande, segnando una diminuzione dello 0,5% rispetto a dicembre 2017.</p> <p>In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è stato pubblicato il <a title="Scarica il file in formato PDF" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2ffocus_febbraio_2019.pdf">focus febbraio</a> (pdf 1055KB) con i dati di gennaio.&#160;</p>Il mercato del lavoro 2018: verso una lettura integratahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52447http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52447Wed, 20 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il 25 febbraio, a Roma presso l’Aula Magna dell’ISTAT alle 11, sarà presentato il rapporto “<strong>Il mercato del lavoro 2018. Verso una lettura integrata</strong>”.</p> <p>Il Rapporto è frutto della collaborazione sviluppata tra l’ISTAT, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, INPS, INAIL e ANPAL, con il fine di produrre informazioni sulla struttura e sulla dinamica dell’attuale <strong>mercato del lavoro in Italia</strong> e poter così implementare un sistema informativo statistico condiviso.</p> <p>Il <a title="Visualizza l&#39;allegato" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fProgramma_Il+mercato_del_lavoro_2018_verso_una_lettura_integrata.pdf">programma</a> (pdf 204KB) dell’evento prevede, dopo un saluto del Presidente dell’ISTAT, la presentazione della pubblicazione da parte di <strong>Roberto Monducci</strong>, Direttore Dipartimento della produzione statistica ISTAT e Rappresentante del Comitato d‘Indirizzo dell’Accordo a cinque. Di seguito ci sarà un dibattito sui principali risultati a cui parteciperanno <strong>Andrea Montanino</strong>, Direttore del Centro Studi Confindustria, <strong>Paolo Sestito</strong>, Responsabile del Servizio Struttura economica del Dipartimento Economia e statistica della Banca d’Italia, e <strong>Gianna Fracassi</strong>, Vicepresidente del CNEL.</p> <p>Le analisi proposte, basate sull’utilizzo congiunto dei dati provenienti dalle Istituzioni coinvolte, offrono un’interessante prospettiva di lettura del <strong>mercato del lavoro italiano</strong> e mostrano come l’integrazione delle informazioni in questo ambito possa rappresentare un importante strumento di avanzamento della conoscenza.</p>Pubblicato il bando di concorso Estate INPSieme Senior 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52449http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52449Wed, 20 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il <a title="Vai al bando" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=516',3);">Bando di concorso Estate INPSieme Senior 2019</a> per l’assegnazione di contributi per <strong>soggiorni in Italia e all’estero</strong> nei mesi di luglio, agosto e settembre 2019. Il <strong>bando</strong> è rivolto a: </p> <ul> <li>pensionati iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, coniugi e figli conviventi disabili;</li> <li>pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, coniugi e figli conviventi disabili; </li> <li>pensionati della Gestione Fondo ex IPOST, coniugi e figli conviventi disabili.</li> </ul> <p>La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?iiDServizio=2554',3);">domanda</a> deve essere trasmessa a decorrere <strong>dalle 12 del 28 febbraio 2019 e non oltre le 12 del 25 marzo 2019</strong>.</p>Diritti d’imbarco: ripartizione incremento dell’addizionale comunalehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52444http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52444Tue, 19 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’istituto, con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2028%20del%2015-02-2019.htm',3);">circolare INPS 15 febbraio 2019, n. 28</a>, fornisce indicazioni in ordine alle innovazioni introdotte dall’articolo 26 del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, che prevede, per l’anno 2019, una nuova ripartizione della misura dell’incremento dell’addizionale comunale sui <strong>diritti di imbarco di passeggeri sugli aeromobili</strong>.</p> <p>A tal fine sono riassunti i precedenti riferimenti per gli adempimenti a carico delle società di gestione aeroportuale, rappresentate le nuove disposizioni e puntualizzate le istruzioni operative e contabili per il <strong>regime transitorio del 2019</strong> e la variazione apportata al piano dei conti. </p>Pescatori autonomi: aliquota contributiva 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52436http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52436Mon, 18 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>I <strong>lavoratori autonomi</strong> che svolgono l&#39;attività di <strong>pesca</strong>, anche non associati in cooperative, sono tenuti a versare all&#39;Istituto un contributo mensile soggetto ad adeguamento annuale. Per il <strong>2019 </strong>l’<strong>aliquota</strong> <strong>contributiva </strong>per i <strong>pescatori </strong>resta ferma al <strong>14,90%</strong>.</p> <p>Nella <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2031%20del%2015-02-2019.htm',3);">circolare INPS 15 febbraio 2019, n. 31</a> l’Istituto indica la misura della retribuzione mensile convenzionale sulla quale devono essere calcolati i contributi dovuti dai pescatori antonomi e conferma per il 2019 lo sgravio contributivo alle imprese che esercitano la pesca costiera e a quelle che la esercitano nelle acque interne e lagunari.</p> <p>Il <strong>versamento dei contributi</strong> si effettua <strong>in rate mensili</strong> con <strong>scadenza il giorno 16 di ogni mese</strong>.</p>Fondo Clero e ministri di culto: confermata la contribuzione dovutahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52438http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52438Mon, 18 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il decreto interministeriale 21 dicembre 2018 è stato confermato, per il <strong>2017</strong>, il valore del <strong>contributo </strong>a carico degli <strong>iscritti al</strong> <strong>Fondo di previdenza del clero secolare e dei ministri di culto </strong>delle confessioni religiose diverse dalla cattolica (Fondo Clero), già fissato per il 2016.</p> <p>Tale contributo è di 1.722,08 euro annui (287,01 euro bimestrali e 143,51 euro mensili) e resta provvisoriamente <strong>confermato anche per gli anni 2018, 2019 e 2020</strong> fino a che non sarà emanato un nuovo decreto che ne vari l’ammontare.</p> <p>La <a title="Vai alla circolare numero 29 del 15 febbraio 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2029%20del%2015-02-2019.htm',3);">circolare INPS del 15 febbraio 2018, n. 29</a>, oltre a comunicare il valore del contributo dovuto per il 2017, illustra le modalità di pagamento, ovvero pagamenti a mezzo MAV, pagamenti cumulativi e a mezzo bonifico, fornendo anche precisazioni su rimborso e adempimenti a cui sono tenute le Curie.</p>Ricongiunzione previdenziale liberi professionisti: ratei oneri 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52439http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52439Mon, 18 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Ai fini della predisposizione dei <strong>piani di ammortamento</strong> degli <strong>oneri</strong> relativi alle <strong>domande di ricongiunzione previdenziale</strong> presentate nel 2019, sono state aggiornate le tabelle allegate alla <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2024%20del%2002-02-2018.htm',3);">circolare INPS 2 febbraio 2018, n. 24 </a>. L’aggiornamento è stato effettuato in base al <strong>tasso di variazione medio annuo</strong> dell&#39;indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertato dall&#39;ISTAT per il 2018, pari all’1,1%.</p> <p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2030%20del%2015-02-2019.htm',3);">circolare INPS 15 febbraio 2019, n. 30</a>, si forniscono le istruzioni per il corretto uso delle tabelle riguardanti <strong>l’ammontare della rata mensile</strong> costante, posticipata per ammortizzare al tasso annuo composto dell’ 1,1% il capitale unitario da due a 120 mensilità, e quella relativa ai <strong>coefficienti</strong> per la <strong>determinazione del debito residuo</strong> in caso di sospensione del versamento delle rate mensili prima dell’estinzione del debito al tasso annuo del 1,1%.</p>Benefici contributivi per l’assunzione di persone detenute o internatehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52440http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52440Mon, 18 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2027%20del%2015-02-2019.htm',3);">circolare INPS 15 febbraio 2019, n. 27</a>, fornisce le <strong>istruzioni operative</strong> per l’accesso ai <strong>benefici contributivi</strong> previsti <strong>a favore delle cooperative sociali</strong> che impiegano persone detenute o internate negli istituti penitenziari, ex degenti di ospedali psichiatrici giudiziari e persone condannate e internate ammesse al lavoro esterno, nonché delle aziende che organizzano attività produttive o di servizi all’interno degli istituti penitenziari.</p> <p>Vengono illustrate, nel dettaglio, le <strong>modalità di accesso al beneficio contributivo</strong>, secondo le linee guida condivise con il Ministero della Giustizia.</p>In memoria di Stefano Patriarcahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52433http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52433Fri, 15 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Stefano Patriarca </strong>nel lungo peregrinare della sua ricca carriera lavorativa, attraverso la quale aveva accumulato un bagaglio unico di esperienza e competenza tecnica sulla materia previdenziale, era passato anche dalla Direzione Studi e Ricerche dell’INPS. Il suo impegno lavorativo non è mai stato disgiunto da una grande passione civile. Pochi sanno che la <strong>riforma “Dini” delle pensioni </strong>del 1995 gli deve molto, aveva con passione convinto il suo sindacato, la CGIL di Sergio Cofferati di cui era consigliere, a sostenere che per salvare il sistema pensionistico italiano fosse necessario superare la stagione delle disuguaglianze introducendo, attraverso il sistema di calcolo contributivo, al contempo maggiore equità intergenerazionale e sostenibilità finanziaria. Studiando profondamente il neonato sistema svedese aveva così portato su quella posizione anche tutte le altre componenti sindacali che arrivarono alla storica stipula dell’accordo con il governo Dini dell’8 agosto 1995.</p> <p>Con lui oltre a un tecnico di grande valore scompare un grandissimo amico. </p> <p>Ciao Stefano.</p> <p>Massimo Antichi</p> <p>Direttore Centrale Studi e Ricerche</p> Dipendenti pubblici: liquidazione pensioni sul nuovo sistema SIN 2http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52430http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52430Thu, 14 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto ha avviato un programma&#160;di progressiva omogeneizzazione delle modalità di liquidazione delle <strong>pensioni dei dipendenti pubblici</strong>, con il passaggio al <strong>sistema SIN 2</strong>.</p> <p>Le nuove modalità sono state introdotte per tutti i dipendenti civili della pubblica amministrazione. Per quanto riguarda il personale militare, invece, sono state applicate inizialmente soltanto per i dipendenti dell’Arma dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco. La procedura SIN 2 è stata poi estesa, come comunicato dalla <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20115%20del%2029-11-2018.htm',3);">circolare INPS 29 novembre 2018, n. 115</a>, anche al personale della Polizia di Stato per i trattamenti di pensione con decorrenza dal <strong>1° gennaio 2019</strong>.</p> <p>La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2026%20del%2013-02-2019.htm',3);">circolare INPS 13 febbraio 2019, n. 26</a> informa che per il restante personale del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico (Esercito, Marina, Aeronautica, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria) è previsto l’utilizzo della nuova procedura di liquidazione pensionistica per coloro che cesseranno dal servizio con decorrenza <strong>1° aprile 2019</strong>.</p> <p>Nella circolare vengono fornite informazioni sugli adempimenti delle amministrazioni pubbliche in qualità di datori di lavoro e sulle riliquidazioni delle pensioni per tutte le casse pensioni pubbliche.<strong></strong></p>UNIEMENS: modifica dei codici contratto da marzo 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52427http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52427Wed, 13 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’INPS comunica che, a partire dal periodo di<strong> </strong>paga<strong> marzo 2019</strong>, sono istituiti <strong>nuovi codici contratto</strong> da utilizzare all’interno del flusso <strong>UNIEMENS</strong>.<strong> </strong></p> <p> Viene cambiata la descrizione di alcuni codici contratto e ne vengono disattivati altri. Tutti i dettagli sono contenuti nel <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20592%20del%2013-02-2019.htm',3);">messaggio 13 febbraio 2019, n. 592</a>.</p> Congedi papà: proroga e ampliamento per il 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52428http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52428Wed, 13 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Come disposto dalla legge di bilancio 2019, il <strong>congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti</strong> è stato prorogato anche per le nascite, le adozioni e gli affidamenti avvenuti nel 2019 e, sempre per il 2019, è stata confermata la possibilità di fruire di un ulteriore giorno di <strong>congedo facoltativo</strong>. </p> <p>Il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20591%20del%2013-02-2019.htm',3);">messaggio 13 febbraio 2019, n. 591</a>, fornisce indicazioni sulle modalità di presentazione della domanda di congedo obbligatorio, <strong>aumentato a cinque giorni</strong>, da fruire entro i cinque mesi di vita o dall&#39;ingresso in famiglia o in Italia del minore. </p> <p>Vengono puntualizzati, inoltre, i riferimenti operativi per la fruizione del <strong>congedo facoltativo 2019</strong> e per il diritto al <strong>congedo obbligatorio </strong>relativo alle nascite avvenute nel 2018 e ricadenti nei primi mesi del 2019. </p>Gestione Artigiani e Commercianti: contributi 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52429http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52429Wed, 13 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2025%20del%2013-02-2019.htm',3);">circolare INPS 13 febbraio 2019, n. 25</a> indica gli importi dei <strong>contributi</strong> dovuti per il <strong>2019</strong> dagli iscritti alla <strong>Gestione Artigiani e Commercianti</strong>. </p> <p> Le aliquote contributive di finanziamento delle gestioni pensionistiche sono fissate al 24%. Gli artigiani e gli esercenti attività commerciali ultrasessantacinquenni, già pensionati presso le gestioni dell’Istituto, usufruiscono, anche nel 2019, della <strong>riduzione del 50%</strong>&#160; dei contributi dovuti.<br/> La circolare specifica, inoltre, la contribuzione dovuta sui minimali e sui massimali di reddito.</p> <p> I contributi devono essere versati entro le scadenze indicate nella stessa circolare, mediante i modelli F24 disponibili nel <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51001%3b&amp;lastMenu=51001&amp;iMenu=1&amp;itemDir=50241',3);">servizio online</a>.</p> ISEE: modifica periodo validità Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU)http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52422http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52422Mon, 11 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’articolo 10 del Decreto legislativo 147 del 2017 ha previsto che la&#160;<strong>Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU)</strong>, utile ai fini dell’ISEE, è valida dal momento della presentazione fino al successivo 31 agosto.</p> <p>Il decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4, in corso di conversione, ha modificato tale disposizione, prorogando al <strong>31 dicembre 2019 </strong>il <strong>periodo di validità delle sole DSU </strong>presentate dal 1° gennaio 2019 al 31 agosto 2019.</p> <p>Pertanto, alle <strong>DSU presentate nell&#39;anno 2019</strong>, a legislazione vigente,<strong> si applicano le seguenti regole</strong>: le Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) presentate <strong>dal 1° gennaio al 31 agosto 2019</strong> sono valide dal momento della presentazione sino al 31 dicembre 2019 (ad es., una DSU presentata il 10 febbraio 2019 è valida dal 10 febbraio 2019 al 31 dicembre 2019). Si precisa che le DSU già attestate che recavano data scadenza 31 agosto 2019 sono state aggiornate sul portale con la nuova data di scadenza. Pertanto, le <strong>attestazioni ISEE</strong>, già rilasciate, con data scadenza del 31 agosto 2019 devono essere considerate valide e con scadenza 31 dicembre 2019. </p> <p>Le Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU) presentate dal <strong>1° settembre 2019</strong> sono soggette alla disciplina generale, per cui sono valide dal momento della presentazione al successivo 31 agosto (ad esempio, una DSU presentata il 1° ottobre 2019 è valida dal 1° ottobre 2019 sino al 31 agosto 2020).</p>Crisi industriale Termini Imerese e Gela: richiesta mobilità in derogahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52417http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52417Thu, 7 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20512%20del%2006-02-2019.htm',3);">messaggio 6 febbraio 2019, n. 512</a>, l’Istituto fornisce le istruzioni per la presentazione delle istanze di erogazione del trattamento concesso dal decreto fiscale 17 dicembre 2018, n. 136 ai <strong>lavoratori dipendenti</strong> impiegati nelle <strong>aree di crisi industriale complessa di Termini Imerese e di Gela</strong>. Il diritto spetta a coloro che, al<strong> 31 dicembre 2016</strong>, risultino beneficiari di un trattamento di mobilità ordinaria o di un trattamento di mobilità in deroga.</p> <p>La trasmissione dei provvedimenti di concessione regionali avverrà esclusivamente <strong>tramite il Sistema Informativo</strong> <strong>Percettori</strong> (<strong>SIP</strong>), utilizzando il numero di decreto convenzionale <strong>18999</strong>. In considerazione dell’obbligo per l’Istituto di procedere con il monitoraggio delle risorse erogate, non sarà consentito il pagamento di decreti inviati con modalità diverse.</p> <p>Gli operatori delle strutture territoriali, nel liquidare la prestazione ai predetti lavoratori, verificheranno che il nominativo risulti tra i beneficiari di un trattamento di mobilità ordinaria o di mobilità in deroga <strong>non più alla data del 1° gennaio 2017, ma alla data del 31 dicembre 2016.</strong><br/> La prestazione concessa dalla Regione deve essere senza soluzione di continuità rispetto alla precedente mobilità ordinaria o in deroga.<br/> In mancanza di una delle due condizioni, non si potrà procedere al pagamento della prestazione.</p> Fondo di solidarietà dipendenti esattoriali: assegni straordinarihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52418http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52418Thu, 7 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Tenendo conto del bilancio preventivo per il 2019 del <strong>Fondo di solidarietà </strong>per il sostegno del reddito dell’occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale del personale addetto al servizio della<strong> riscossione dei tributi erariali</strong>, non sufficiente al finanziamento degli <strong>assegni straordinari</strong>, si comunica che <strong>a partire dalla rata di febbraio 2019</strong> il contributo straordinario per la copertura degli assegni straordinari e della contribuzione correlata <strong>deve essere versato dalle aziende</strong>.</p> <p>Il <a title="vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20513%20del%2006-02-2019.htm',3);">messaggio 6 febbraio 2019, n. 513</a> fornisce alle aziende e alle strutture territoriali INPS precisazioni e i riferimenti operativi sulle modalità di versamento della provvista anticipata e sulla compilazione dei flussi mensili UNIEMENS per i percettori della prestazione di esodo.</p>Fondo Pensione Sportivi Professionisti: prestazioni e chiarimentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52412http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52412Wed, 6 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2017%20del%2005-02-2019.htm',3);">circolare INPS 5 febbraio 2019, n. 17</a> l’Istituto fa un riepilogo delle <strong>prestazioni previdenziali </strong>erogate a favore dei lavoratori iscritti al <strong>Fondo Pensione Sportivi Professionisti </strong>(FPSP).</p> <p>La circolare, dopo aver specificato quali sono le categorie di lavoratori appartenenti al Fondo, fornisce chiarimenti sui contributi, sui requisiti di accesso e sulle modalità di calcolo dei trattamenti pensionistici.</p>Gestione Separata: aliquote contributive 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52414http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52414Wed, 6 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2019%20del%2006-02-2019.htm',3);">circolare INPS 6 febbraio 2019, n. 19</a> l’Istituto comunica le aliquote e il valore minimale e massimale del reddito per il calcolo dei contributi dovuti nel <strong>2019</strong> dagli <strong>iscritti alla Gestione Separata</strong>, di cui all’articolo 2, comma 26, legge 8 agosto 1995, n. 335. </p> <p>La circolare fissa le <strong>aliquote contributive</strong>, previdenziali e assicurative, dovute da <a title="Consulta la scheda prestazione" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50016">collaboratori e figure assimilate</a> e liberi professionisti, differenziandole per soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie e soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria. </p> Braccianti agricoli: compilazione degli elenchi nominativi 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52416http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52416Wed, 6 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2018%20del%2006-02-2019.htm',3);">circolare INPS 6 febbraio 2018, n.18</a>, richiamando le precedenti circolari 26 novembre 2008, n.102 e 14 aprile 2009, n. 57, fornisce indicazioni riguardo agli <strong>adempimenti </strong>da parte delle<strong> aziende </strong>e delle<strong> Strutture territoriali </strong>per la<strong> compilazione </strong>degli <strong>elenchi nominativi dei braccianti agricoli </strong>per il <br/> <strong>2018.</strong></p> <p>Per i braccianti agricoli iscritti negli elenchi anagrafici dei <strong>comuni colpiti da calamità eccezionali o avversità atmosferiche </strong>è possibile ottenere il <strong>riconoscimento</strong>, ai fini previdenziali e assistenziali, di un numero di <strong>giornate lavorative aggiuntive</strong> a quelle prestate, necessarie per raggiungere il numero di giornate effettivamente svolte nell&#39;anno precedente a quello di fruizione dei benefici, presso gli stessi datori di lavoro.</p> <p>La <strong>concessione del beneficio</strong> è subordinata alla sussistenza di determinati<strong> requisiti</strong>. È, infatti, necessario che le suddette calamità siano ricomprese nel piano assicurativo agricolo e che l&#39;area calamitata sia delimitata ai sensi dell’articolo 1, comma 1079, legge 27 dicembre 2006, n. 296.</p> <p>La circolare, inoltre, precisa che gli <strong>elenchi nominativi annuali</strong> valevoli per l’anno 2018 dovranno essere <strong>pubblicati entro il 31 marzo 2019</strong>.</p> Sportelli INPS: come prenotare l’accesso tramite app mobilehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52406http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52406Tue, 5 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal 4 febbraio è possibile <strong>prenotare l’accesso agli sportelli</strong>, tramite l’<strong>app INPS Mobile</strong>, <strong>non solo per la giornata in corso ma anche per quelle successive </strong>scegliendo anche l’orario. La nuova modalità di prenotazione, inizialmente disponibile in via sperimentale soltanto per alcuni uffici della Puglia, va ad arricchire il servizio “Sportelli di sede”, adottato da alcune strutture territoriali per agevolare gli utenti: un servizio “<strong>elimina code</strong>” che consente di prenotare il proprio turno da smartphone, tablet o pc, evitando così la fila.</p> <h3>Come funziona il servizio di prenotazione “Sportelli di sede”</h3> <p>Per prenotare il ticket attraverso l’app INPS Mobile bisogna accedere a “<strong>Sportelli di sede</strong>”, la funzionalità che fornisce le informazioni sugli sportelli aperti al pubblico (orari, tempi medi di servizio, numero di persone in coda e stato di avanzamento della coda). Una volta trovata la sede di interesse (se questa ha attivato il servizio “elimina code”) bisogna cliccare su “<strong>Prenota ticket</strong>” e scegliere lo sportello.</p> <p>Per le Sedi sperimentali della Puglia si potrà scegliere il giorno di accesso desiderato (compresa la giornata corrente) e l’orario fra quelli disponibili per la prenotazione, mentre per tutte le altre Sedi sarà possibile prenotarsi solo in coda per la giornata corrente, in orario di apertura degli sportelli, secondo le modalità già attivate. È inoltre consentito effettuare una sola prenotazione per ogni tipologia di sportello e fino a un massimo di tre prenotazioni. Una volta prenotato non resta, quindi, che recarsi allo sportello mostrando all’operatore il ticket digitale generato dalla applicazione.</p> <p>La nuova modalità di prenotazione con scelta di giorno e orario è inizialmente disponibile soltanto per le seguenti sedi della Puglia: Bari, Andria, Barletta, Brindisi, Ostuni, Foggia, San Severo, Lecce, Nardò, Maglie e Taranto. Il servizio sarà gradualmente esteso a tutta Italia.</p> <p>Ricordiamo che si può prenotare l’accesso agli sportelli, con procedimento analogo a quello della app INPS Mobile, anche tramite il <a href="javascript:goLink('https://servizi2.inps.it/servizi/mobilesportellidisede/SportelliSedeIntroduzione.aspx',3);">Portale</a>.</p> Lavoratori domestici: importi contributi 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52407http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52407Tue, 5 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’ISTAT ha comunicato una variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati nel 2017 e 2018, pari all’1,1%.</p> <p>Sono state quindi stabilite le <strong>nuove fasce di retribuzione</strong> su cui calcolare i <strong>contributi</strong> dovuti per i <strong>lavoratori domestici</strong> nel <strong>2019</strong>.</p> <p>Sono confermati <strong>la minore aliquota</strong> dovuta per l’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI) dai datori di lavoro soggetti al contributo Cassa Unica Assegni Familiari (CUAF) e il <strong>contributo addizionale</strong>, a carico del datore di lavoro, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale), dovuto per i rapporti di lavoro a tempo determinato.</p> <p>La <a title="Vai alla circolare numero 16 del 1 febbraio 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2016%20del%2001-02-2019.htm',3);">circolare INPS 1 febbraio 2019, n. 16</a> riporta le tabelle con l’importo dei contributi dovuti <strong>dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019 </strong>e la ripartizione delle aliquote assicurative e previdenziali.</p>Reddito di Cittadinanza: online il manuale d’usohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52408http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52408Tue, 5 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <strong>Reddito di Cittadinanza</strong>, disciplinato dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito in legge 28 marzo 2019, n. 26, è un sostegno per famiglie in condizioni disagiate finalizzato al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale. Consiste in un beneficio economico accreditato ogni mese sulla Carta RdC, una nuova carta prepagata, diversa da quelle rilasciate per altre misure di sostegno.</p> <p>Per i nuclei familiari composti esclusivamente da uno o più persone di età pari o superiore a 67 anni, il Reddito di Cittadinanza assume la denominazione di <strong>Pensione di Cittadinanza</strong>.</p> <p>Per sapere come si presenta la domanda, quali sono i requisiti, gli adempimenti e l’importo, e per avere ulteriori informazioni su questo beneficio economico, è possibile consultare il <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fManuale_RdC_maggio_19.pdf">Manuale Reddito di Cittadinanza</a> (pdf 1,80MB).<span id="ms-rterangepaste-end"></span></p>Resoconto del Presidente Tito Boerihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52409http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52409Tue, 5 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <strong>Presidente dell&#39;INPS</strong> ha oggi consegnato al Presidente del Consiglio dei ministri, <strong>Giuseppe Conte</strong>, il documento predisposto per dare conto dell&#39;attività svolta all&#39;autorità governativa che ha proposto la sua nomina e per facilitare il passaggio di consegne al nuovo presidente dell&#39;Istituto, con la speranza che questi venga nominato al più presto onde permettere un&#39;interlocuzione anche personale.</p> <p>Su richiesta della Commissione Lavoro del Senato si rende pubblico il <strong>resoconto dell&#39;attività svolta</strong> e l&#39;<strong>elenco dei lavori in corso</strong>.</p> APE Sociale: posticipo termine di scadenza periodo di sperimentazionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52410http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52410Tue, 5 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a title="vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2015%20del%2001-02-2019.htm',3);">circolare INPS 1 febbraio 2019, n. 15</a>, l’Istituto fornisce istruzioni per l&#39;applicazione della proroga dell&#39;APE Sociale prevista dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4.</p> <p>La circolare fornisce, inoltre, <strong>chiarimenti </strong><strong>riguardanti </strong><strong>la</strong><strong> decorrenza delle indennità</strong> per i soggetti che, essendo in possesso della relativa certificazione, non hanno presentato domanda del beneficio entro il <strong>31 dicembre 2018.</strong></p> <p>Si precisa che il modello di domanda per la verifica delle condizioni e per l’accesso al beneficio sono gli stessi già in uso nel 2018 e sono reperibili sul sito come indicato nel <a title="vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20402%20del%2029-01-2019.htm',3);">messaggio 29 gennaio 2019, n. 402</a>.</p> <p>Le domande di verifica delle condizioni andranno presentate <strong>entro il 31 marzo 2019</strong> e, successivamente, <strong>entro il 15 luglio 2019</strong> e il <strong>30 novembre 2019</strong>. L&#39;esito delle stesse sarà fornito rispettivamente <strong>entro il 30 giugno 2019, </strong>il <strong>15 ottobre 2019 </strong>e il<strong> 31 dicembre 2019</strong>.</p> <p>Tra i diversi scaglioni di richiesta l&#39;Istituto effettuerà il monitoraggio della disponibilità delle risorse finanziarie. Le domande di verifica saranno valutate in base ai criteri di priorità già illustrati nella <a title="vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20100%20del%2016-06-2017.htm',3);">circolare INPS 16 giugno 2017, n. 100.</a></p> <p>Si ricorda che l’<strong>APE Sociale</strong>, in presenza di tutti i requisiti,<strong> decorre dal primo giorno del mese successivo alla domanda </strong>di trattamento, previa cessazione dell’attività di lavoro dipendente, autonomo e parasubordinato, svolta in Italia o all’estero.</p>UNIEMENS: denunce contributive pregresse e variabili retributive 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52404http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52404Mon, 4 Feb 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’istituzione degli <strong>elementi variabili della retribuzione</strong> ha consentito ai datori di lavoro il corretto adempimento dell’obbligo contributivo, tenendo conto delle compensazioni contributive, qualora nel corso del mese intervengano elementi ed eventi che comportino variazioni nella misura della retribuzione.</p> <p>Con la <a title="Vai alla circolare numero 106 del 9 novembre 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20106%20del%2009-11-2018.htm',3);">circolare INPS 9 novembre 2018, n. 106</a>, l’Istituto ha chiarito il concetto di “variabile” e il&#160;suo corretto utilizzo, determinando i&#160;limiti temporali di fruizione&#160;in considerazione dell’evoluzione del flusso&#160;UNIEMENS.</p> <p>Il <a title="Vai al messaggio numero 456 del 31 gennaio 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20456%20del%2031-01-2019.htm',3);">messaggio 31 gennaio 2019, n. 456</a> ricorda quali sono le variabili che sono state eliminate a partire dal periodo di paga gennaio 2019, riassume i limiti temporali di utilizzo delle restanti variabili retributive e le particolarità di estensione del termine di utilizzo previste per le variabili “Ferie” e “Rol”.</p> <p>Sono inoltre fornite le istruzioni operative per la gestione delle denunce contributive pregresse.</p>Reddito di Inclusione (REI): i dati del 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52402http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52402Thu, 31 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=0%3b46437%3b51214%3b&amp;lastMenu=51214&amp;iMenu=1',3);">Osservatorio sul Reddito di Inclusione (REI)</a> con i <strong>dati del 2018</strong>, anno in cui sono stati erogati benefici economici a <strong>462.170 nuclei familiari</strong>, raggiungendo <strong>1.329.325 persone</strong>. </p> <p>La maggior parte dei benefici sono stati erogati al Sud (68%), con interessamento del 71% delle persone coinvolte. Il 47% dei nuclei beneficiari di REI risiede in sole due regioni: Campania e Sicilia. Calabria, Lazio, Lombardia e Puglia coprono un ulteriore 28% dei nuclei.</p> <p>Il tasso di inclusione del REI, ovvero il numero di persone coinvolte ogni 10mila abitanti, nel 2018 risulta pari a 220. Raggiunge i valori più alti in Sicilia, Campania e Calabria (rispettivamente 634, 603 e 447) e i valori minimi in Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige (37 e 28).</p> <p>L’<strong>importo medio mensile </strong>del REI erogato nel 2018, pari a 295,88 euro, risulta variabile a livello territoriale, con un intervallo che va dai 237,01 euro per la Valle d&#39;Aosta ai 327,63 euro per la Campania. </p>APE Sociale: proroga del beneficio a dicembre 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52397http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52397Wed, 30 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, in tema di “Disposizioni urgenti in materia di <strong>Reddito di Cittadinanza </strong>e di<strong> pensioni</strong>”, all’articolo 18 <strong>posticipa</strong> il periodo di sperimentazione dell’<strong>APE Sociale fino al 31 dicembre 2019</strong>.</p> <p>Pertanto, con il <a title="Vai al messaggio numero 402 del 29 gennaio 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20402%20del%2029-01-2019.htm',3);">messaggio 29 gennaio 2019, n. 402</a>, l’INPS comunica dallo stesso giorno la <strong>riapertura delle domande</strong> per verificare le condizioni di accesso all’APE sociale.</p> <p>Possono presentare domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio dell’APE sociale tutte le persone che, nel corso del 2019, maturano i requisiti previsti dalla legge.</p> <p>Può presentare domanda anche chi ha maturato i requisiti negli anni precedenti, e, stante il permanere degli stessi, non ha richiesto il beneficio.</p> <p>Inoltre, per non perdere ratei di trattamento, le persone che al momento della domanda di verifica delle condizioni di accesso al beneficio sono già in possesso di tutti i requisiti devono presentare contestualmente anche la domanda di APE sociale.</p>Gestione pubblica: conguaglio previdenziale 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52398http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52398Wed, 30 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con riferimento alle <strong>denunce contributive</strong> presentate con il flusso UNIEMENS,<strong> </strong>ListaPosPA, dai <strong>datori di lavoro</strong> iscritti alla <strong>Gestione pubblica</strong>, ha fornito le indicazioni per le operazioni di <strong>conguaglio previdenziale </strong>relative al <strong>2018</strong>.</p> <p>Nella <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2012%20del%2030-01-2019.htm',3);">circolare INPS 30 gennaio 2019, n. 12</a> sono illustrati i dettagli di tali operazioni, i relativi termini e le sanzioni.</p> <p>Per le aziende e le amministrazioni iscritte alla Gestione pubblica le operazioni di conguaglio devono essere effettuate entro il mese di febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento dei redditi oggetto del conguaglio.</p>Retribuzioni convenzionali 2019 per i lavoratori italiani all’esterohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52399http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52399Wed, 30 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2013%20del%2030-01-2019.htm',3);">circolare INPS 30 gennaio 2019, n. 13</a> l’Istituto comunica quali sono le <strong>retribuzioni convenzionali </strong>da prendere a riferimento per il calcolo dei contributi dovuti, per il 2019, <strong>a favore dei lavoratori operanti all’estero in paesi extracomunitari non legati all’Italia da accordi di sicurezza sociale</strong>.</p> <p>Le <strong>retribuzioni convenzionali</strong> si applicano non soltanto ai lavoratori italiani, ma anche ai lavoratori cittadini degli altri Stati membri dell’UE e ai lavoratori extracomunitari, titolari di un regolare titolo di soggiorno e di un contratto di lavoro in Italia, inviati dal proprio datore di lavoro in un paese extracomunitario.</p> <p>Le retribuzioni convenzionali, inoltre, trovano applicazione, in via residuale, anche nei confronti dei <strong>lavoratori operanti in paesi convenzionati</strong>, limitatamente alle assicurazioni non contemplate dagli accordi di sicurezza sociale.</p>Aste pubbliche INPS: unità immobiliari in varie regioni italianehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52400http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52400Wed, 30 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati <strong>pubblicati</strong> <strong>sul sito del Notariato</strong> gli atti necessari a partecipare alle <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b&amp;lastMenu=46240&amp;iMenu=13&amp;p4=2',3);">Aste immobiliari</a> di unità secondarie di proprietà dell’Istituto collocate in diverse regioni italiane. Le aste si svolgeranno in modalità telematica o tradizionale.</p> <p> Alla pagina <a title="Accedi al sito" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51511%3b&amp;lastMenu=51511&amp;iMenu=1&amp;sURL=https%3a%2f%2fwww.inps.it%2fnuovoportaleinps%2fdefault.aspx%3fsPathID%3d%253b0%253b51461%253b%26lastMenu%3d51461%26iMenu%3d1%26sURL%3dhttps%253a%252f%252fwww.inps.it%252fnuovoportaleinps%252fdefault.aspx%253fsPathID%253d%253b0%253b51434%253b%2526lastMenu%253d51434%2526iMenu%253d1%2526sURL%253dhttps%253a%252f%252fwww.notariato.it%252fran%252fenti%252finps%2526RedirectForzato%253dTrue%26RedirectForzato%3dTrue&amp;RedirectForzato=True',3);">RAN - Rete Aste Notarili</a> è possibile <strong>consultare</strong>, per ogni asta, il <strong>bando integrale</strong>, il disciplinare e i suoi allegati, che regolano le modalità di partecipazione, i lotti all’asta e le loro planimetrie.<strong> </strong></p> Quota 100: presentazione delle domande di pensionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52396http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52396Tue, 29 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, che disciplina l’accesso al trattamento di pensione cosiddetta “<strong>Quota 100</strong>”, alla pensione anticipata e cosiddetta “<strong>Opzione donna</strong>”.</p> <p>Con la <a title="vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2010%20del%2029-01-2019.htm',3);">circolare INPS 29 gennaio 2019, n. 10</a> e la <a title="vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2011%20del%2029-01-2019.htm',3);">circolare INPS 29 gennaio 2019, n. 11</a>, l’Istituto fornisce <strong>le istruzioni applicative</strong> in materia di accesso alla pensione anticipata, alla pensione “Quota 100”, alla pensione “Opzione donna”, alla pensione in favore dei lavoratori precoci, nonché in materia di assegni straordinari dei fondi di solidarietà e di prestazioni di accompagnamento alla pensione.</p> <p>Il <a title="leggi il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20395%20del%2029-01-2019.htm',3);"><strong>messaggio 29 gennaio 2019, n. 395</strong></a>, inoltre, illustra le modalità operative di presentazione delle relative domande di pensione, tramite il servizio online <a title="vai al servizio" href="javascript:goLink('https://serviziweb2.inps.it/PassiWeb/jsp/login.jsp?uri=https%3a%2f%2fservizi2.inps.it%2fservizi%2fPrestazioniPensionisticheOnline%2fHomeCit.htm&amp;S=S',3);">Domanda di pensione anzianità/anticipata quota 100</a> accessibile con il PIN.</p> <p>La domanda di pensione può essere presentata anche tramite i patronati e gli altri soggetti abilitati alla intermediazione delle istanze di servizio all’INPS ovvero, in alternativa, può essere presentata utilizzando i servizi del Contact center.</p>Indennità antitubercolari: importi 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52389http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52389Mon, 28 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>In relazione agli importi da corrispondere a titolo di <strong>indennità antitubercolari</strong>, per la percentuale stabilita per il <strong>2019</strong>, la misura fissa di tali importi è correlata per legge alla dinamica del trattamento minimo delle pensioni a carico del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD).</p> <p>Nella <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%204%20del%2025-01-2019.htm',3);">circolare INPS 25 gennaio 2019, n. 4 </a>&#160;sono indicate le variazioni degli importi per il 2019, secondo la percentuale prevista dagli articoli 1 e 2, decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 16 novembre 2018.</p> <p>La <strong>procedura automatizzata</strong> di liquidazione delle prestazioni è stata adeguata con i nuovi importi.</p>UNIEMENS: nuovo applicativo per il calcolo delle aliquote contributivehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52390http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52390Mon, 28 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto comunica che all’interno del servizio <strong>UNIEMENS</strong> è stata rilasciata la <strong>nuova funzionalità</strong> denominata “<strong>Calcolo aliquote contributive</strong>”, utilizzabile da <strong>aziende e intermediari</strong>. </p> <p>Come illustrato nel <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20356%20del%2025-01-2019.htm',3);">messaggio 25 gennaio 2019, n. 356</a>, l’applicativo è rivolto, più nello specifico, ai <strong>datori di lavoro del settore privato</strong> o ai loro intermediari e consente di simulare il calcolo dell&#39;aliquota contributiva sulla base delle caratteristiche contributive dell&#39;azienda e del profilo contributivo del lavoratore.</p> Donne vittime di violenza di genere: online la domanda di congedohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52391http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52391Mon, 28 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <strong>congedo indennizzato per le donne vittime di violenza di genere</strong> è un congedo retribuito che può essere utilizzato esclusivamente dalle <strong>lavoratrici inserite nei percorsi di protezione</strong> relativi alla violenza di genere, per un periodo massimo di tre mesi (equivalenti a 90 giornate di prevista attività lavorativa) fruibili nell’arco temporale di tre anni.</p> <p>Questo congedo spetta alle lavoratrici:</p> <ul> <li>dipendenti a tempo determinato e indeterminato del settore pubblico e privato;</li> <li>autonome;</li> <li>autonome dello spettacolo;</li> <li>agricole;</li> <li>stagionali;</li> <li>domestiche.</li> </ul> <p>Con la <a title="Vai alla circolare numero 3 del 25 gennaio 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%203%20del%2025-01-2019.htm',3);">circolare INPS 25 gennaio 2019, n. 3</a>, l’Istituto specifica quali sono i riferimenti normativi che definiscono la prestazione e le modalità operative per presentare la domanda di congedo.</p> <p>Fino al 31 marzo 2019 la domanda potrà essere presentata sia in formato cartaceo sia in modalità telematica. <strong>Dal 1° aprile 2019</strong>, invece, la richiesta di congedo dovrà essere presentata dall’interessata <strong>esclusivamente per via telematica</strong>.</p>Lavoratori dipendenti: valori utili per il calcolo contributi 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52392http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52392Mon, 28 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%206%20del%2025-01-2019.htm',3);">circolare INPS 25 gennaio 2019, n. 6</a> l’Istituto comunica, relativamente all’anno 2019, i <strong>valori</strong> del minimale di retribuzione giornaliera, del massimale annuo della base contributiva e pensionabile, del limite per l’accredito dei contributi obbligatori e figurativi, nonché gli altri valori per il <strong>calcolo delle contribuzioni</strong> <strong>dovute in materia di previdenza e assistenza sociale</strong> per i lavoratori dipendenti iscritti alle gestioni private e pubbliche.</p> <p> Vengono definiti, inoltre, i minimali di retribuzione 2019 da applicare alle diverse categorie di lavoratori, tra cui quelli iscritti al Fondo Volo e al settore pesca, nonché ai lavoratori dello spettacolo e agli sportivi professionisti e i massimali contributivi per i direttori generali, amministrativi e sanitari, delle aziende sanitarie locali e delle aziende ospedaliere del settore pubblico.</p> Integrazione salariale e indennità di disoccupazione: importi 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52393http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52393Mon, 28 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%205%20del%2025-01-2019.htm',3);">circolare INPS 25 gennaio 2019, n. 5</a><strong> </strong>riporta la misura degli importi massimi, in vigore dal <strong>1° gennaio 2019</strong>, di:</p> <ul> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51016%3b&amp;lastMenu=51016&amp;iMenu=1&amp;itemDir=50262',3);">trattamenti di integrazione salariale</a>;</li> <li>assegno ordinario ed emergenziale per il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51016%3b&amp;lastMenu=51016&amp;iMenu=1&amp;itemDir=50282',3);">Fondo Credito</a>;</li> <li>assegno emergenziale per il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51016%3b&amp;lastMenu=51016&amp;iMenu=1&amp;itemDir=50264',3);">Fondo Credito Cooperativo</a>;</li> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51016%3b&amp;lastMenu=51016&amp;iMenu=1&amp;itemDir=50593',3);">indennità di disoccupazione</a> NASpI;</li> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51016%3b&amp;lastMenu=51016&amp;iMenu=1&amp;itemDir=50183',3);">indennità di disoccupazione DIS-COLL</a>;</li> <li><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51016%3b&amp;lastMenu=51016&amp;iMenu=1&amp;itemDir=50120',3);">indennità di disoccupazione agricola</a>.</li> </ul> <p>È, inoltre, indicata la misura dell’importo mensile dell’assegno per <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51016%3b&amp;lastMenu=51016&amp;iMenu=1&amp;itemDir=50117',3);">Attività Socialmente Utili (ASU)</a>.</p> Ammessi con riserva programma ITACA 2019-2020: documenti da allegarehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52394http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52394Mon, 28 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si ricorda a tutti gli <strong>ammessi con riserva</strong> <strong>al programma ITACA</strong>, anno 2019-2020, relativo all’assegnazione di borse di studio per soggiorni scolastici all&#39;estero, che devono allegare la documentazione richiesta, per via telematica, seguendo la procedura indicata <strong>nell&#39;articolo 8 del <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46039%3b46040%3b46041%3b&amp;lastMenu=46041&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46041&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;ianno=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=7&amp;idettaglio=505',3);">bando di concorso</a></strong>.</p> <p> La documentazione potrà essere inserita fino al <strong>21 febbraio 2019</strong>.</p> Pensioni regime internazionale: polo regionale in Trentino Alto Adigehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52385http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52385Fri, 25 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20315%20del%2024-01-2019.htm',3);">messaggio 24 gennaio 2019, n. 315</a>, si comunica che dal 1° febbraio 2019 verrà istituito, presso la <strong>Direzione provinciale di Bolzano </strong>e<strong> </strong>nell’ambito della LPS “Prodotti ad elevata specializzazione – Convenzioni internazionali”, il Polo regionale “<strong>Pensioni in regime internazionale dei residenti in Trentino Alto Adige</strong>”, che gestirà le <strong>pratiche pensionistiche</strong> in regime internazionale presentate dai residenti in Trentino Alto Adige.</p> <p>Il Polo regionale avrà <strong>competenza </strong>sulle<strong> domande di prima liquidazione delle pensioni dirette e ai superstiti in regime internazionale</strong>, sia comunitario che di convenzione bilaterale, nonché sulle domande di pensione a carico di soli organismi esteri e sulle relative domande di ricostituzione, contributiva, documentale e di supplemento, presentate dai residenti in Trentino Alto Adige.</p> <p>Pertanto, dal 1° febbraio 2019, i <strong>ricorsi amministrativi</strong> presentati dai soggetti residenti nel territorio del Trentino Alto Adige, saranno presi in carico dall’UO “Gestione organizzativa dei ricorsi amministrativi” della Direzione Provinciale di Bolzano che cura l’istruttoria e li inoltra al competente organo per la decisione finale.</p> <p>I ricorsi avverso provvedimenti amministrativi emanati dalle altre strutture territoriali del Trentino Alto Adige prima del 1° febbraio 2019, continueranno ad essere istruiti e definiti secondo le precedenti disposizioni in materia.</p> Mobilità in deroga: novità per le aree di crisi industriale complessahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52386http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52386Fri, 25 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L&#39;articolo 25-ter, comma 1, legge 17 dicembre 2018, n. 136 amplia l&#39;ambito di applicazione del trattamento di <strong>mobilità in deroga nelle aree di crisi industriale complessa</strong>. Con la nuova legge, infatti, viene estesa la platea dei lavoratori che hanno diritto a questo trattamento anche a coloro che hanno cessato o cessano la mobilità ordinaria o in deroga <strong> dal 22 novembre 2017 al 31 dicembre 2018</strong>. La mobilità, inoltre, potrà essere riconosciuta sempre per una durata massima di 12 mesi ma senza più il limite temporale del 31 dicembre 2018 come termine ultimo entro il quale usufruire della prestazione. <br/><br/> Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20322%20del%2024-01-2019.htm',3);">messaggio 24 gennaio 2019, n. 322</a>, che aggiorna la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%2090%20del%2001-08-2018.htm',3);">circolare INPS 1 agosto 2018, n. 90</a>, l’Istituto fornisce le nuove istruzioni operative su questa prestazione. </p>Modalità di contatto telefonico con l’INPShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52387http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52387Fri, 25 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si ricorda che per ogni richiesta di informazione e assistenza è possibile chiamare il Contact center, raggiungibile da rete fissa al <strong>numero gratuito 803 164</strong>, oppure da telefono cellulare (con tariffazione stabilita dal proprio gestore) al <strong>numero 06 164164</strong>; un operatore è a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 14.</p> <p>Si comunica, inoltre, in relazione ad alcune notizie apparse in questi giorni sui mass media, che entro domani saranno <strong>concluse le</strong> <strong>operazioni di subentro tra nuovo e vecchio fornitore del servizio telefonico</strong> delle sedi INPS, sulla base di una convenzione Consip per la fornitura del sistema di fonia che consente notevoli risparmi di spesa; al momento è collegato il 91% dei numeri telefonici.</p> <p>È utile precisare che il servizio di Contact center è stato sempre operativo e rimane la via privilegiata di contatto telefonico con l’utenza.</p>Agenzia complessa di Milano Centro: dal 30 gennaio trasferimento sedehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52388http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52388Fri, 25 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Da mercoledì 30 gennaio </strong>avranno inizio le operazioni di <strong>trasloco degli uffici e del personale </strong>della<strong> Agenzia complessa di Milano Centro</strong> presso lo stabile in via Circo 14.</p> <p>Il trasferimento avverrà in modo graduale, al fine di garantire l’operatività della struttura e i servizi ai cittadini e alle imprese. Il cambiamento di sede interesserà inizialmente gli uffici dell’Area Flussi, la cui completa operatività presso il nuovo stabile è prevista per lunedì 4 febbraio. Gli uffici dei servizi all’utenza rimarranno operativi in piazza Missori fino a venerdì 8 febbraio, per poi essere allocati definitivamente in via Circo da lunedì 11 febbraio 2019.</p>Pubblicato l’Osservatorio sul precariato con i dati di novembre 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52376http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52376Thu, 24 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati i <strong>dati di novembre 2018 </strong>dell’<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=0%3b46437%3b46440%3b&amp;lastMenu=46440&amp;iMenu=1',3);">Osservatorio sul precariato</a>. Nel periodo gennaio-novembre 2018, nel settore privato, le <strong>assunzioni</strong> complessive sono state 6.890.171, con un aumento del 5% rispetto allo stesso periodo del 2017. In crescita risultano tutte le componenti: contratti a tempo indeterminato +5,9%, contratti a tempo determinato +4,3%, contratti di apprendistato +11,9%, contratti stagionali +6,3%, contratti in somministrazione +2,4% e contratti intermittenti +7,7%.</p> <h3>La dinamica dei flussi</h3> <p>Nello stesso periodo si conferma il forte incremento delle <strong>trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato</strong> (+69,3%), mentre risultano in diminuzione i rapporti di apprendistato confermati alla conclusione del periodo formativo (-15%).</p> <p>Le <strong>cessazioni</strong> sono state 6.265.052, in aumento rispetto all’anno precedente (+8,8%). Crescono le cessazioni di tutte le tipologie di rapporti a termine a partire dai contratti a tempo determinato (+15%) per arrivare ai contratti intermittenti (+30%), mentre diminuiscono quelle dei rapporti a tempo indeterminato (-3,5%).</p> <p>Nel periodo gennaio-novembre 2018, nel settore privato, si registra un <strong>saldo</strong>, tra assunzioni e cessazioni, pari a +625.119, inferiore a quello del corrispondente periodo del 2017 (+807.474).</p> <h3>Il lavoro occasionale</h3> <p>La consistenza dei lavoratori impiegati con<strong> Contratto di Prestazione Occasionale </strong>(CPO) a novembre 2018 si attesta alle 17.917 unità; l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 240 euro.</p> <p>Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del <strong>Libretto Famiglia</strong> (LF), a novembre 2018 risultano circa 8.334; l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 275 euro.</p>Artigiani e commercianti: avvisi bonari per la rata di novembre 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52377http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52377Thu, 24 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Vai al messaggio numero 312 del 24 gennaio 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20312%20del%2024-01-2019.htm',3);">messaggio 24 gennaio 2019, n. 312</a> l’INPS segnala agli iscritti alle Gestioni Artigiani e Commercianti l’inizio delle elaborazioni degli <strong>avvisi bonari</strong> relativi alla rata di <strong>novembre 2018</strong>.</p> <p>Gli <strong>avvisi</strong> saranno a disposizione del contribuente nel <a title="Vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50241">Cassetto previdenziale artigiani e commercianti</a>.</p> <p>Agli <strong>iscritti</strong>, o ai loro intermediari, che abbiano fornito un indirizzo di posta elettronica, verrà inviata una email di alert.</p>Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG) dicembre 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52602http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52602Thu, 24 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di dicembre 2018. Il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate a dicembre 2018 è stato di 14.007.037, in diminuzione del 29,4% rispetto allo stesso mese del 2017.<br/> Nel dettaglio, a dicembre 2018 le ore autorizzate per gli interventi di: </p> <ul> <li>&#160;<strong>Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria </strong>(CIGO) sono state 6.359.373, in diminuzione del 36% rispetto a dicembre 2017; </li> <li>&#160;<strong>Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria </strong>(CIGS) sono state 7.600.452, in diminuzione del 18,3% rispetto a dicembre 2017;</li> <li>&#160;<strong>Cassa Integrazione Guadagni in Deroga </strong>(CIGD) sono state 47.212, in diminuzione del 92,2% rispetto a dicembre 2017.</li> </ul> <p>A novembre 2018 sono state presentate domande di prestazioni di disoccupazione per un totale di 223.728, in aumento del 5,2% rispetto a novembre 2017, di cui: 219.450 domande di NASpI, 3.015 di DIS-COLL e 1.263 domande di Disoccupazione ordinaria e speciale edile e di Mobilità.</p> <p>In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni (CIG), è stato pubblicato il <a title="Scarica il file in formato PDF (841KB)" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegati%2ffocus_gennaio_2019.pdf">focus gennaio 2019</a> (pdf 841KB) con i dati fino a dicembre 2018.</p>Portale INPS: online la nuova area “Esplora il sito”http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52367http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52367Tue, 22 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Per migliorare l’esperienza di navigazione all’interno del Portale dell’Istituto, è oggi online la nuova area <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?iprestazioni=91',3);"><strong>Esplora il sito</strong></a>, accessibile dalla sezione “Prestazioni e servizi”.</p> <p>“Esplora il sito” si presenta come una <strong>guida navigabile ai contenuti, alle funzionalità e alle opportunità che offre il Portale INPS</strong>.&#160;</p> <p>Punto di forza è una modalità di interazione semplice e intuitiva, che consente agli utenti di reperire informazioni importanti in pochi passi. In questa nuova sezione è presente un menu composto attualmente da 11 voci che conducono alla scoperta delle funzionalità del sito e dei temi cardine della protezione sociale italiana.&#160;</p> <p>Cliccando sulle singole voci si espande un testo che, in modo sintetico e discorsivo, riassume l’argomento in esame e, attraverso link, indirizza a schede di prestazione, approfondimenti, notizie, orientamenti o servizi.&#160;</p> <p>La prima voce <strong>“Cosa trovo sul sito INPS”</strong> illustra quali sono i contenuti presenti sul Portale mentre, ad esempio, la voce <strong>“Pensioni” </strong>offre una panoramica puntuale delle informazioni più importanti per i pensionati e per chi si appresta ad andare in pensione.</p> <p>Di seguito, nel dettaglio, tutti gli argomenti navigabili attraverso “Esplora il sito”:</p> <ul> <li>“Cosa trovo sul sito INPS”</li> <li>“Pensioni”</li> <li>“A quali forme di sostegno economico e benefici posso accedere”</li> <li>“Cosa faccio in caso di malattia”</li> <li>“Invalidità e disabilità”</li> <li>“Contributi”</li> <li>“Come accedo ai servizi online di INPS”</li> <li>“Come faccio domanda per una prestazione”</li> <li>“Dove trovo i moduli, i documenti e le certificazioni”</li> <li>“Cosa faccio nell’area riservata MyINPS”</li> <li>“Come posso contattare INPS”</li> </ul> <p>Oltre alla pubblicazione di “Esplora il sito” sono state apportate delle modifiche nelle aree <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?iprestazioni=92',3);">Naviga per utente</a> e <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?iprestazioni=93',3);">Naviga per tema</a>, anche queste accessibili dalla sezione “Prestazioni e servizi”. Selezionando una categoria di utenza o un tema si sviluppa un menu che mostra tre prestazioni consigliate e un link per accedere a tutte le prestazioni disponibili per quello specifico utente o tema.</p>Flusso UNIEMENS: modifica dei codici contratto da febbraio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52368http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52368Tue, 22 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’INPS comunica che, a partire dal periodo di<strong> paga febbraio 2019</strong>, sono istituiti <strong>nuovi codici contratto</strong> da utilizzare all’interno del <strong>flusso UNIEMENS. </strong></p> <p> Viene, inoltre, variata la descrizione di alcuni codici contratto e ne vengono disattivati altri. </p> <p> Tutti i dettagli sono contenuti nel <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20279%20del%2022-01-2019.htm',3);">messaggio 22 gennaio 2019, n. 279.</a></p> Proroga termini del passaggio dal sistema DMAG al sistema UNIEMENShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52369http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52369Tue, 22 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20278%20del%2022-01-2019.htm',3);">messaggio 22 gennaio 2019, n. 278</a> si rende noto che la legge 30 dicembre 2018, n. 145 (legge di bilancio 2019) ha prorogato al 1° gennaio 2020 l&#39;entrata in vigore dell&#39;obbligo, per i <strong>datori di lavoro agricoli</strong> che occupano operai, di trasmettere mensilmente le denunce all’INPS attraverso il sistema UNIEMENS.</p> <p>Si rammenta che tale significativo cambiamento era stato già in precedenza prorogato al 1° gennaio 2019 dall’articolo 1, comma 1154, legge 27 dicembre 2017, n. 205.</p> <p>Pertanto dal 1° gennaio 2020 è previsto il <strong>passaggio dal</strong> <strong>sistema di invio</strong> trimestrale dei dati retributivi e contributivi degli operai agricoli, mediante <strong>DMAG</strong>, al sistema di invio mensile dei dati medesimi tramite flusso <strong>UNIEMENS</strong>.</p> Pubblicato bando soggiorni primaverili 2019 presso le Case del Maestrohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52373http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52373Tue, 22 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=515',3);">bando di concorso</a> per i <strong>soggiorni primaverili 2019</strong> presso le <strong>Case del Maestro</strong>, rivolto agli iscritti alla <strong>Gestione Assistenza Magistrale</strong> in servizio o in pensione e loro parenti entro il secondo grado. Possono beneficiare dei soggiorni anche i vedovi e gli orfani di iscritti e pensionati, minorenni alla data di scadenza del bando, insieme all’altro genitore o al tutore.</p> <p>La <strong>domanda</strong> deve essere trasmessa <strong>dalle 12 del 24 gennaio alle 12 del 12 febbraio 2019</strong>.</p>“Estate INPSieme 2019”: bando per soggiorni studio in Italiahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52363http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52363Fri, 18 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Riparte nel 2019 <a title="vai al bando" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=513',3);">Estate INPSieme Italia</a>, il <strong>concorso</strong> riservato ai giovani <strong>studenti</strong> per la partecipazione a <strong>soggiorni studio</strong> sul territorio nazionale.</p> <p>Il <strong>bando </strong>è aperto agli studenti che, nell’anno scolastico 2018/2019, frequentano la scuola primaria (scuola elementare), la scuola secondaria di primo grado (scuola media) e, in caso di studenti disabili, la scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore). Devono, inoltre, essere figli o orfani ed equiparati di:</p> <ul> <li>dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;</li> <li>pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;</li> <li>iscritti alla Gestione Fondo ex IPOST.</li> </ul> <p>Sarà possibile presentare le<strong> domande dalle ore 12 del 31 gennaio alle ore 12 del 28 febbraio 2019.</strong></p>Pubblicato bando Corso di lingue all’estero: come presentare domandahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52364http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52364Fri, 18 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=514',3);"><strong>bando</strong></a><strong> Corso di lingue all’estero</strong> <strong>(soggiorni studio)</strong> riservato agli studenti che abbiano almeno 16 anni, che frequentino nell’anno scolastico 2018/2019 la classe seconda, terza, quarta o quinta di una scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore) e che alla data del <strong>30 giugno 2019</strong> siano titolari di certificazione della conoscenza della lingua straniera, oggetto del corso almeno di livello B1, rilasciata dai competenti enti certificatori riconosciuti dal MIUR.</p> <p> Gli studenti devono essere figli o equiparati:</p> <ul> <li>dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;</li> <li>dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;</li> <li>degli iscritti alla Gestione Fondo IPOST.</li> </ul> Sarà possibile <strong>presentare le domande</strong> dalle<strong> 12 del 31 gennaio 2019 </strong>alle<strong> 12 del 28 febbraio 2019.</strong> Estate INPSieme 2019 estero: pubblicato il bandohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52365http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52365Fri, 18 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il <a title="Consulta il bando Estate INPSieme2019 ESTERO" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=512',3);">bando</a> di concorso Estate INPSieme 2019 estero, per l’assegnazione di contributi per soggiorni studio in paesi europei ed extra europei. Il concorso è riservato agli studenti iscritti nell’anno scolastico 2018-2019 alla scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore), figli o orfani ed equiparati di:</p> <ul> <li>dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;</li> <li>pensionati iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici (GDP);</li> <li>iscritti alla Gestione Fondo IPOST.</li> </ul> <p>Sarà possibile presentare le domande dalle 12 del 31 gennaio alle 12 del 28 febbraio 2019.</p>UNIEMENS: integrazione con qualifica professionale del lavoratorehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52366http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52366Fri, 18 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’INPS, con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20208%20del%2017-01-2019.htm',3);">messaggio 17 gennaio 2019, n. 208</a><u>,</u> comunica che il <strong>flusso UNIEMENS</strong> è stato integrato con l’elemento &lt;QualProf&gt; nel quale dovrà essere valorizzata, <strong>a decorrere dalla competenza di febbraio 2019</strong>, la <strong>qualifica professionale ISTAT</strong> (CP2011) corrispondente alle mansioni realmente esercitate dal <strong>lavoratore</strong> nel mese di riferimento.</p> <p>La valorizzazione dell’elemento relativo alla qualifica professionale consente all’Istituto di acquisire direttamente le informazioni che attualmente sono richieste al datore di lavoro mediante l’<strong>attestazione di mansioni che generano effetti previdenziali</strong>, sia di tipo contributivo che pensionistico (sgravi, benefici, esodi massivi, e altro).</p> <p><strong>Il campo dovrà essere valorizzato mensilmente</strong>, anche se le mansioni attribuite rimangono invariate nel tempo e anche in caso di mancata prestazione lavorativa per ferie, aspettativa o assenza con titolo alla copertura figurativa.</p>Pensioni decorrenti nel 2017 e 2018: i datihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52361http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52361Thu, 17 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’<a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=46920">Osservatorio di monitoraggio dei flussi di pensionamento</a> con i dati delle <strong>pensioni decorrenti nel 2017 e 2018</strong>.</p> <p>Il monitoraggio, con rilevazione effettuata il 2 gennaio 2019, riguarda le seguenti gestioni:</p> <ul> <li>Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD);</li> <li>coltivatori diretti, mezzadri e coloni;</li> <li>artigiani;</li> <li>commercianti;</li> <li>lavoratori parasubordinati;</li> <li>assegni sociali.</li> </ul> <p>Mentre nel 2017 sia i requisiti di età per la vecchiaia che quelli di anzianità per la pensione anticipata sono rimasti immutati rispetto al 2016, nel 2018 si è concluso il percorso di <strong>equiparazione dei requisiti</strong> per la pensione di vecchiaia <strong>tra uomini e donne</strong> nel settore dei <strong>dipendenti privati</strong> e <strong>dei lavoratori autonomi</strong>. La pensione di vecchiaia per queste categorie, infatti, nel 2018 è stata erogata al raggiungimento dell’età di 66 anni e 7 mesi sia per gli uomini che per le donne.</p> <p>Per quanto riguarda la pensione anticipata, invece, per il 2018 non sono stati previsti cambiamenti nei requisiti per la generalità dei lavoratori, ma è stata introdotta la possibilità di <strong>pensionamento anticipato</strong> con soli 41 anni di contributi per i cosiddetti &quot;lavoratori precoci&quot; (12 mesi di contributi maturati entro il compimento dei 19 anni di età e in una determinata condizione di tutela stabilita dalla norma), nei limiti dei fondi annualmente stanziati e con richiesta di certificazione dei requisiti per l’accesso al beneficio entro il 1° marzo 2018.</p> <p>&#160;</p> <h3>Pensioni e assegni sociali: sintesi dei dati statistici</h3> <p>Con riferimento al FPLD, nell’ultima rilevazione del 2018 si registra un numero complessivo di liquidazioni di <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50736">pensioni di vecchiaia</a> decorrenti nell’anno inferiore al corrispondente valore del 2017. La differenza è riconducibile essenzialmente all&#39;aumento del requisito di età per la pensione di vecchiaia delle donne.</p> <p>Gli <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50184">assegni sociali</a> liquidati nel 2018 sono di entità molto esigua rispetto al valore rilevato nello stesso periodo dell&#39;anno precedente, in quanto si è innalzato di un anno il requisito di età utile per la liquidazione dell’assegno.Per lo stesso motivo anche per quanto riguarda il peso delle pensioni di invalidità su quelle di vecchiaia l&#39;indicatore statistico risulta più elevato nel 2018 rispetto al 2017. La relazione si inverte, invece, nell&#39;indicatore che rappresenta il peso percentuale delle pensioni femminili su quelle maschili, a causa dell&#39;innalzamento dei requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia per le donne.</p> <p>Osservando gli indicatori statistici del 2018, inoltre, si rileva un peso decisamente superiore delle pensioni di anzianità/anticipate su quelle di vecchiaia rispetto al 2017. Questo perché i requisiti per le pensioni di vecchiaia si sono innalzati per le donne, mentre quelli relativi alle pensioni di anzianità/anticipate sono rimasti uguali all&#39;anno precedente e sono più consistenti le uscite anticipate per i cosiddetti &quot;lavoratori precoci&quot;.</p> <p>Per lo stesso motivo anche per quanto riguarda il peso delle pensioni di invalidità su quelle di vecchiaia l&#39;indicatore statistico risulta più elevato nel 2018 rispetto al 2017. La relazione si inverte, invece, nell&#39;indicatore che rappresenta il peso percentuale delle pensioni femminili su quelle maschili, a causa dell&#39;innalzamento dei requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia per le donne.</p>Mutui ipotecari edilizi: domanda online Gestione Dipendenti Pubblicihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52357http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52357Wed, 16 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Da martedì <strong>15 gennaio 2019</strong> è disponibile l’applicativo che consente di effettuare la <strong>domanda online per la richiesta dei mutui </strong>erogati a coloro che risultano regolarmente iscritti alla <strong>Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.</strong></p> <p>L&#39;invio della domanda è reso possibile solo ed esclusivamente in <strong>modalità telematica</strong> <strong>dal 15 gennaio al 10 ottobre </strong>di ogni anno.</p> <p>Per accedere al servizio occorre selezionare dal menu “Prestazioni e Servizi”, la voce “Tutte le Prestazioni”, scegliere la lettera “R” e consultare la Scheda Prestazione “<a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50074">Richiedere la concessione di un mutuo ipotecario</a>”.</p> <p>Tramite “Accedi al Servizio” occorre selezionare la voce “Domande Mutui Ipotecari Edilizi”.</p> <p>Il nuovo applicativo, accessibile solo con PIN dispositivo o SPID, è conforme ai principi del “<strong>Credito in un click</strong>”, mirato a introdurre metodologie e soluzioni progettuali che permettano una semplificazione della gestione delle prestazioni del credito per gli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.</p> <p>La <strong>gestione della domanda</strong> di mutuo, realizzata con la nuova metodologia, prevede quanto segue:</p> <ul> <li>il richiedente invia la richiesta preliminare di mutuo, riceve una notifica con un identificativo e attende l’esito delle verifiche preliminari;</li> <li>i sistemi dell’INPS entro 48 ore restituiscono un esito preliminare afferente ai requisiti soggettivi presenti negli archivi dell’Istituto, pubblicandolo nell’area riservata del cittadino;</li> <li>il richiedente, all’esito delle verifiche preliminari, può inoltrare la domanda di mutuo.</li> </ul> <p>All’interno del servizio, nell’apposita sezione “Manualistica”, è disponibile il manuale operativo.</p>Pagamento delle pensioni: il calendario 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52355http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52355Tue, 15 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il<strong> calendario 2019 con i giorni di pagamento delle pensioni</strong>, come riportato nella <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%20122%20del%2027-12-2018.htm',3);">circolare INPS 27 dicembre 2018, n. 122</a>.</p> <table summary="Calendario"> <tbody><tr><th scope="col">Mese</th> <th scope="col">Poste Italiane</th> <th scope="col">Istituti di credito</th></tr> <tr> <td>Gennaio</td> <td>3</td> <td>3</td> </tr> <tr> <td>Febbraio</td> <td>1</td> <td>1</td> </tr> <tr> <td>Marzo</td> <td>1</td> <td>1</td> </tr> <tr> <td>Aprile</td> <td>1</td> <td>1</td> </tr> <tr> <td>Maggio</td> <td>2</td> <td>2</td> </tr> <tr> <td>Giugno</td> <td>1</td> <td>3</td> </tr> <tr> <td>Luglio</td> <td>1</td> <td>1</td> </tr> <tr> <td>Agosto</td> <td>1</td> <td>1</td> </tr> <tr> <td>Settembre</td> <td>2</td> <td>2</td> </tr> <tr> <td>Ottobre</td> <td>1</td> <td>1</td> </tr> <tr> <td>Novembre</td> <td>2</td> <td>4</td> </tr> <tr> <td>Dicembre</td> <td>2</td> <td>2</td> </tr> </tbody> </table> <p>I pagamenti di trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento per invalidi civili, rendite vitalizie dell&#39;INAIL vengono effettuati il primo giorno bancabile di ciascun mese o il giorno successivo se si tratta di giornata festiva o non bancabile, con un unico mandato di pagamento, fatta eccezione per gennaio, mese in cui l’erogazione viene eseguita il secondo giorno bancabile.</p>Artigiani e commercianti: imposizione contributiva gennaio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52352http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52352Mon, 14 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Per tutti gli iscritti alla <strong>Gestione Artigiani e Commercianti</strong> la <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%2027%20del%2012-02-2018.htm',3);">circolare INPS 12 febbraio 2018, n. 27</a> fornisce le indicazioni operative per il <strong>pagamento delle imposizioni contributive</strong> per il <strong>2018</strong>.</p> <p>Il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20133%20del%2011-01-2019.htm',3);">messaggio 11 gennaio 2019, n. 133</a> informa che è stata ultimata una <strong>nuova elaborazione</strong> dell’imposizione contributiva per l’anno 2018 e per gli eventuali periodi precedenti non già interessati da imposizione contributiva.</p> <p>I <strong>modelli F24</strong>, necessari per il versamento della contribuzione dovuta, saranno disponibili in versione precompilata nel “<strong>Cassetto previdenziale per artigiani e commercianti</strong>” alla sezione “Posizione assicurativa” &gt; “Dati del modello F24”, dove sarà possibile consultare anche il prospetto di sintesi degli importi dovuti con le relative scadenze e causali di pagamento.</p>UNIEMENS: dismissione di due applicazioni per le denunce contributivehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52353http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52353Mon, 14 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%20132%20del%2011-01-2019.htm',3);">messaggio 11 gennaio 2019, n. 132</a> si comunica che <strong>dal 1° febbraio 2019</strong> non sarà più possibile utilizzare due applicazioni del sistema <strong>UNIEMENS</strong>. Si tratta, nel dettaglio, delle applicazioni denominate “Compilazione DM10 On-Line” e “Acquisizione DM10Vig”, entrambe relative a competenze antecedenti a gennaio 2011.<br/> Queste procedure sono finora rimaste attive per consentire la trasmissione delle denunce contributive riferite al periodo 2005-2010 che, dopo la dismissione, potrà essere effettuata con il supporto delle strutture territoriali dell’Istituto.</p>Fornitori e professionisti legali: iscrizione all’Albo informatizzatohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52351http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52351Fri, 11 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’INPS, mediante <a title="Leggi l&#39;avviso" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/docallegatiNP/Mig/Gare/Avvisi/Avviso_Albo_Fornitori_e_Professionisti.pdf',3);">Avviso</a> (pdf 42,1KB ), informa che è sempre possibile, senza limitazioni temporali, l’<strong>iscrizione </strong>da parte degli<strong> operatori economici </strong>e<strong> </strong>dei<strong> professionisti legali </strong>agli <strong>elenchi</strong> dei soggetti interessati a intrattenere <strong>rapporti contrattuali con l’Istituto</strong>.</p> <p>Gli elenchi relativi all’<a title="Vai alla pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46236%3b&amp;lastMenu=46236&amp;iMenu=13&amp;p4=2',3);">Albo Fornitori e Professionisti Legali</a> costituiscono una banca dati di operatori e professionisti referenziati, distinta per categorie merceologiche e settore di competenza, da cui attingere nel caso di eventuali affidamenti o indagini di mercato.</p> <p>Nella sezione dedicata sono disponibili le indicazioni sull’accessibilità alle informazioni riguardanti i requisiti di ammissione, la modulistica necessaria per richiedere l’iscrizione all’Albo informatizzato e le istruzioni per il relativo inoltro.</p>Programma ITACA: pubblicate le graduatorie 2019-2020http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52348http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52348Thu, 10 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono state <strong>pubblicate</strong> le <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46039%3b46040%3b46041%3b&amp;lastMenu=46041&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46041&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;ianno=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=7&amp;idettaglio=505',3);">graduatorie</a> del bando di concorso <strong>Programma ITACA</strong>, per l’anno scolastico 2019-2020, in favore dei figli, orfani ed equiparati dei dipendenti della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e dei pensionati iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici (GDP).</p> <p> L’INPS eroga queste <strong>borse di studio</strong> a totale o parziale copertura del costo di un soggiorno scolastico all’estero, con il fine di offrire a studenti della scuola secondaria di secondo grado un percorso di mobilità internazionale, di crescita umana, sociale e culturale, attraverso la frequenza di un intero anno scolastico, o parte di esso, presso scuole straniere localizzate all’estero. </p> Bonus asilo nido 2019: dal 28 gennaio servizio per le domande attivohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52350http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52350Thu, 10 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dalle <strong>10 di lunedì 28 gennaio </strong>è attivo il servizio online per <a title="Accedi al servizio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=51105&amp;lang=IT',3);">richiedere il bonus asilo nido</a> per il <strong>2019</strong>.</p> <p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2014%20del%2031-01-2019.htm',3);">circolare INPS 31 gennaio 2019, n. 14</a>, l’Istituto specifica le modalità di presentazione della domanda per il 2019, di erogazione dei contributi e la documentazione da allegare a supporto della domanda.</p> <p>Il contributo, fino a un <strong>importo massimo di 1.500 euro</strong> su base annua, può essere corrisposto, previa presentazione della domanda da parte del genitore, a beneficio di bambini nati, adottati o affidati dal 1° gennaio 2016 per contribuire al pagamento delle rette degli asili nido pubblici e privati autorizzati (cosiddetto contributo asilo nido) e in favore dei <strong>bambini</strong> di <strong>età inferiore a tre anni</strong>, impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche, per i quali le famiglie si avvalgono di servizi assistenziali domiciliari.</p> <p>Per la presentazione della domanda, il <strong>richiedente il contributo asilo nido</strong> dovrà allegare la documentazione comprovante il pagamento almeno della retta relativa al primo mese di frequenza per cui si richiede il beneficio oppure, nel caso di asili nido pubblici che prevedono il pagamento delle rette posticipato rispetto al periodo di frequenza, la documentazione da cui risulti l’iscrizione.</p> <p>Per i bambini di età inferiore ai tre anni <strong>impossibilitati a frequentare gli asili nido</strong>, per la presentazione della domanda, il richiedente dovrà allegare l’attestazione, rilasciata dal pediatra di libera scelta, che attesti l’impossibilità del bambino di frequentare l’asilo nido per l’intero anno solare di riferimento, a causa di una grave patologia cronica.</p>Fondo Mutualità IPOST: dal 1° gennaio domande esclusivamente onlinehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52341http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52341Tue, 8 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal <strong>1° gennaio 2019</strong> le domande per le prestazioni previste dai <strong>Fondi di Mutualità IPOST</strong> potranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica, utilizzando il PIN dispositivo rilasciato dall’Istituto.</p> <p>Possono iscriversi al <a title="vai alla scheda" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50059">Nuovo Fondo Mutualità</a> i dipendenti di Poste Italiane SpA e i dipendenti di tutte le società collegate, già sottoposti alla trattenuta Gestione Fondo IPOST, nonché i pensionati Gestione Fondo IPOST.</p>Cessione del quinto delle pensioni: tassi primo trimestre 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52336http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52336Fri, 4 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il Ministero dell’Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro - ha indicato, con il decreto 21 dicembre 2018, i <strong>tassi effettivi globali medi </strong>(TEGM) praticati dalle <strong>banche</strong> e dagli intermediari finanziari, rilevati dalla Banca d’Italia e in vigore nel periodo <strong>dal 1° gennaio 2019 al 31 marzo dello stesso anno</strong>.</p> <p>Per i <strong>prestiti</strong> estinguibili con <strong>cessione del quinto della pensione</strong>, il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%2014%20del%2003-01-2019.htm',3);">messaggio 3 gennaio 2018, n. 14</a> fornisce indicazioni sul valore dei tassi da applicarsi nel periodo indicato e sulla variazione dei tassi soglia TAEG.</p> Artigiani e commercianti: regime contributivo agevolatohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52337http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52337Fri, 4 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <strong>regime contributivo agevolato</strong> per i soggetti che possiedono i requisiti e si trovano nelle condizioni stabilite per l’accesso al beneficio cessa di avere effetto a decorrere dall’anno successivo rispetto a quello nel quale sono venuti meno i requisiti previsti.</p> <p>A fronte delle criticità rilevate in merito al termine entro il quale far pervenire all’INPS la <strong>rinuncia al regime contributivo agevolato</strong>, l’Istituto comunica che tale termine è fissato al <strong>28 febbraio</strong> dell’anno per il quale si richiede il <strong>ripristino del regime ordinario</strong>. Le comunicazioni di rinuncia che perverranno dopo il 1° marzo di ogni anno determineranno, invece, il ripristino del regime contributivo ordinario con decorrenza dal 1° gennaio dell’anno successivo.</p> <p>Per tutti i dettagli è possibile consultare il <a title="Vai al messaggio numero 15 del 4 gennaio 2019" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%2015%20del%2003-01-2019.htm',3);">messaggio 4 gennaio 2019, n.15</a>.</p>Patronati: tracciati domande disoccupazione e ANF per agricolihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52338http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52338Fri, 4 Jan 2019 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%2016%20del%2003-01-2019.htm',3);">messaggio 3 gennaio 2019, n. 16</a> si comunica che ai <strong>patronati</strong> sono stati rilasciati i <strong>tracciati di trasmissione delle domande</strong> di indennità di disoccupazione e Assegno al Nucleo Familiare (ANF) per i <strong>lavoratori dipendenti agricoli</strong>, relativi al 2018.<br/><br/> I tracciati non hanno subito modifiche rispetto alla precedente versione. Il messaggio, inoltre, fornisce le istruzioni per l’accesso al modulo che costituisce l’equivalente della ricevuta della domanda trasmessa online dagli utenti abilitati. </p>Nuova Passweb: interventi effettuati nel corso del 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52330http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52330Mon, 31 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204842%20del%2028-12-2018.htm',3);">messaggio 28 dicembre 2018, n. 4842</a> si forniscono le informazioni sugli aggiornamenti apportati all’applicazione <strong>Nuova Passweb</strong> e al manuale interattivo pubblicato sul Portale INPS. Gli aggiornamenti riguardano sia le funzioni disponibili agli operatori di sede e di ente sia quelle disponibili all’amministratore di Posizione Assicurativa (PA).</p> <p>Il messaggio, inoltre, contiene i riferimenti ai manuali con le procedure per utilizzare l’applicazione e le indicazioni per eventuali richieste di supporto.</p>INPS Mobile: nuova funzionalità per consultazione domande NASpIhttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52331http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52331Mon, 31 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’indennità mensile di disoccupazione <strong>NASpI</strong> ha sostituito le precedenti prestazioni di disoccupazione. Le informazioni sullo <strong>stato della domanda</strong> sono disponibili, sia per i cittadini che per i patronati, accedendo al <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50593">servizio online</a>.</p> <p>Il <a title="Vai al Messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204843%20del%2028-12-2018.htm',3);">messaggio 28 dicembre 2018, n. 4843</a> illustra la <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=52271">nuova funzionalità dell’app</a> INPS Mobile,“Esiti Domande NASpI”, che consente all’utente, munito di SPID o PIN, di consultare lo stato della domanda tramite smartphone o tablet.</p>Definizione agevolata: verifica della regolarità contributivahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52332http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52332Mon, 31 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>La legge 17 dicembre 2018, n. 136 disciplina il rilascio del <strong>Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)</strong> nei confronti dei contribuenti che hanno presentato dichiarazione di adesione alla <strong>definizione agevolata</strong> dei carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.</p> <p> Dal 19 dicembre 2018, le richieste di <strong>verifica della regolarità contributiva</strong>, anche se pervenute prima di tale data e ancora in corso di istruttoria, dovranno essere definite con l’attestazione della regolarità sempre che non sussistano ulteriori esposizioni debitorie in altre gestioni o sezioni. La definizione della richiesta di verifica con tale esito, in assenza di registrazione sugli archivi della procedura “Gestione AVA”, richiede l’accertamento presso l’agente della riscossione dell’avvenuta presentazione della dichiarazione di adesione alla definizione agevolata.</p> <p> Il <a title="visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204844%20del%2028-12-2018.htm',3);">messaggio 28 dicembre 2018, n. 4844</a> fornisce indicazioni sui termini previsti per il pagamento dei procedimenti di definizione agevolata che si sono succeduti a seguito dei diversi interventi legislativi sulla materia.</p> Adeguamento alla speranza di vita: quali sono i lavoratori esclusihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52333http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52333Mon, 31 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20126%20del%2028-12-2018.htm',3);">circolare INPS 28 dicembre 2018, n. 126</a> si informa che <strong>d</strong><strong>al 1° gennaio 2019</strong>, ai requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia e anticipata, non si applicano gli <strong>adeguamenti alla speranza di vita</strong> nei confronti dei lavoratori dipendenti che svolgono le <strong>attività cosiddette gravose</strong> e degli addetti a <strong>lavorazioni particolarmente faticose e pesanti</strong>, a condizione che siano in possesso di un’anzianità contributiva pari ad almeno 30 anni. Il requisito contributivo dei 30 anni deve essere maturato in base alle disposizioni vigenti nella gestione a carico della quale è liquidato il trattamento pensionistico.</p> <p>La circolare specifica quali sono i lavoratori appartenenti a queste categorie e fornisce informazioni sui termini di pagamento delle indennità di fine servizio e sulle modalità di presentazione della domanda di pensione.</p>Lavoratori domestici: pagamento contributi 4° trimestre 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52322http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52322Fri, 28 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p><strong>Dal 1° al 10 gennaio 2019</strong> sarà possibile pagare i <strong>contributi</strong> del <strong>4° trimestre 2018</strong> dei <strong>lavoratori domestici</strong>. Il pagamento potrà essere effettuato attraverso le seguenti modalità:</p> <ul><li>direttamente online tramite il <a title="Visualizza il servizio" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?iiDServizio=2523">portale dei pagamenti</a>, con la modalità online pagoPA, con carta di credito, carta di debito oppure conto corrente bancario;</li> <li>rivolgendosi ai soggetti aderenti al <a title="Visualizza la scheda" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50231">circuito “Reti Amiche”</a>. Il pagamento è disponibile, senza necessità di supporto cartaceo, con codice fiscale e codice rapporto di lavoro: <ul><li>presso le tabaccherie che aderiscono al circuito di Lottomatica e che espongono il logo Servizi INPS;</li> <li>presso gli sportelli bancari di Unicredit SpA (con pagamento in contanti per tutti gli utenti o, per i correntisti Unicredit, anche con addebito sul conto corrente bancario);</li> <li>tramite il sito del gruppo Unicredit SpA per i clienti titolari del servizio di banca online;</li> <li>presso tutti gli sportelli di Poste Italiane;</li></ul> </li> <li>utilizzando il bollettino MAV (Pagamento Mediante Avviso) inviato dall’INPS. Il bollettino può altrimenti essere generato: <ul><li>direttamente online tramite il portale dei pagamenti all’interno della sezione lavoratori domestici;</li> <li>presso le aree di front office delle sedi INPS, utilizzando lo sportello automatico per il cittadino con autenticazione mediante tessera sanitaria;</li></ul> </li> <li>utilizzando l’avviso di pagamento pagoPA generato online tramite il portale dei pagamenti all’interno della sezione lavoratori domestici.</li> </ul> <p>I contributi dovuti per il 2019 saranno determinati appena disponibile l’indice ISTAT di riferimento. Pertanto le <strong>sanzioni</strong> saranno calcolate soltanto per pagamenti effettuati oltre il decimo giorno successivo alla data di pubblicazione della circolare relativa ai contributi dovuti per il 2019.</p> Pensioni e prestazioni assistenziali: i rinnovi per il 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52323http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52323Fri, 28 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con la <a title="Visualizza la circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20122%20del%2027-12-2018.htm',3);">circolare INPS 27 dicembre 2018, n. 122</a>, ha comunicato di aver concluso le attività di rinnovo delle pensioni e delle prestazioni assistenziali, propedeutiche al pagamento delle prestazioni previdenziali e assistenziali nel 2019.</p> <p> La circolare <strong>illustra i criteri e le modalità</strong> applicative della rivalutazione delle pensioni e delle prestazioni assistenziali, l’impostazione dei relativi pagamenti, nonché le modalità gestionali delle prestazioni di accompagnamento a pensione per il 2019.</p> <p> L’entrata in vigore della <strong>legge di bilancio</strong> del 2019 potrebbe produrre variazioni agli incrementi descritti nella circolare.</p> <p> Con successiva circolare si illustreranno <strong>le eventuali modifiche apportate e la relativa applicazione</strong>, tenuto conto dei tempi necessari alla realizzazione delle implementazioni dei sistemi gestionali e della loro messa in esercizio.</p> Piano di programmazione e budget 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52324http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52324Fri, 28 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>A seguito della relazione programmatica del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza (CIV), che ha definito le linee strategiche e di indirizzo per il triennio 2019-2021, la determinazione presidenziale 19 settembre 2018 n. 119 ha individuato le linee guida gestionali per il 2019, focalizzando le attività chiave dell’Istituto e quelle su cui maggiormente si concentra l’attenzione dell’utenza.</p> <p>Con la <a title="Vai alla Circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20121%20del%2027-12-2018.htm',3);">circolare INPS 27 dicembre 2018, n. 121</a> si avvia il <strong>processo di programmazione e budget</strong> che vedrà coinvolti i centri di responsabilità centrali e territoriali per la definizione dei piani di attività e di impiego delle risorse, che si concluderà con l’adozione del piano della performance 2019-2021.</p> <p>Nella circolare viene descritto il processo di programmazione e budget e vengono illustrate le principali <strong>innovazioni</strong> e le <strong>linee guida gestionali </strong>del 2019.</p>Contributi previdenziali e assistenziali: conguaglio di fine anno 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52327http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52327Fri, 28 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a title="Visualizza la circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20123%20del%2028-12-2018.htm',3);">circolare INPS 28 dicembre 2018, n. 123</a> si forniscono indicazioni sulle operazioni di <strong>conguaglio di fine anno 2018</strong>, finalizzate alla corretta quantificazione dell’imponibile contributivo, anche con riguardo alla misura degli elementi variabili della retribuzione, per i <strong>datori di lavoro privati non agricoli</strong> che utilizzano la dichiarazione contributiva UNIEMENS.<br/> I datori di lavoro potranno effettuare le operazioni di conguaglio, oltre che con la denuncia di competenza del mese di dicembre 2018 (scadenza di pagamento 16 gennaio 2019), anche con quella di gennaio 2019 (scadenza 16 febbraio 2019), attenendosi alle modalità indicate con riferimento alle singole fattispecie.</p> Modifica del saggio di interesse legale a partire dal 1° gennaio 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52328http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52328Fri, 28 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>A decorrere dal 1° gennaio 2019 la misura del <strong>saggio degli interessi legali</strong> (articolo 1284 del codice civile) è stata fissata allo 0,8% in ragione d’anno, secondo quanto stabilito dal decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 12 dicembre 2018.<br/><br/> La <a title="Visualizza la circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20124%20del%2028-12-2018.htm',3);">circolare INPS 28 dicembre 2018, n. 124</a> illustra i riflessi sul calcolo delle somme aggiuntive per omesso o ritardato versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, nonché sulle prestazioni pensionistiche e previdenziali. </p> Assegni familiari e quote di maggiorazione di pensione per il 2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52329http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52329Fri, 28 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal 1° gennaio 2019 sono rivalutati sia i <strong>limiti di reddito familiare</strong> ai fini della cessazione o riduzione della corresponsione degli assegni familiari e delle quote di maggiorazione di pensione, sia i <strong>limiti di reddito mensili</strong> per l&#39;accertamento del carico ai fini del diritto agli assegni stessi.<br/><br/> Le nuove disposizioni trovano applicazione nei confronti dei soggetti esclusi dalla normativa sull&#39;Assegno al Nucleo Familiare (ANF), e cioè i coltivatori diretti, coloni, mezzadri e piccoli coltivatori diretti (per cui continua ad applicarsi la normativa sugli assegni familiari) e dei pensionati delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi (per cui continua ad applicarsi la normativa delle quote di maggiorazione di pensione).<br/><br/> Con la <a title="Visualizza la circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20125%20del%2028-12-2018.htm',3);">circolare INPS 28 dicembre 2018, n. 125</a> si precisano gli importi delle prestazioni e le tabelle dei limiti di reddito da applicare ai fini della <strong>cessazione o riduzione degli assegni familiari</strong> e delle <strong>quote di maggiorazione di pensione</strong> per il 2019. </p>Riaperta al pubblico l’Agenzia complessa Roma Monteverde Gianicolensehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52321http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52321Thu, 27 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si informano gli utenti che a seguito della risoluzione dei lavori di manutenzione, l’<strong>Agenzia complessa Roma Monteverde Gianicolense </strong>è stata riaperta al pubblico.</p> <p>Lo sportello generico è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00.</p>Adeguamento alla speranza di vita: esclusione e domanda di pensionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52315http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52315Mon, 24 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Vai al Messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204804%20del%2021-12-2018.htm',3);">messaggio 21 dicembre 2018 n. 4804</a> INPS indica la procedura per ottenere esclusione dall’<strong>adeguamento alla speranza di vita</strong> per l’anno <strong>2019</strong> rivolta ai dipendenti occupati in lavori usuranti, notturni e agli addetti alle mansioni gravose.</p> <p>Nel messaggio sono esplicitati i riferimenti normativi che definiscono le varie fattispecie di lavori e di occupazioni che beneficiano dell’esclusione all’adeguamento della speranza di vita e vengono indicate le modalità di presentazione delle <strong>domande di pensione</strong>.</p>Agenzia complessa Roma Monteverde Gianicolense: temporanea chiusurahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52316http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52316Mon, 24 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si informano gli utenti che a causa di imprevisti e urgenti&#160; lavori di manutenzione,&#160;l’<strong>Agenzia complessa Roma Monteverde Gianicolense </strong>è temporaneamente chiusa al pubblico.</p> <p>Per richieste di servizio urgenti o non rinviabili sono a disposizione dell’utenza gli sportelli della <strong>Filiale Metropolitana Roma Eur</strong>, in Largo Josemaría Escrivá de Balaguer n. 11.</p>Sgravio contributivo conciliazione vita-lavoro: esito della domandahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52317http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52317Mon, 24 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Vai al Messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204823%20del%2021-12-2018.htm',3);">messaggio 21 dicembre 2018, n. 4823</a>, l’Istituto comunica di aver concluso le operazioni di controllo sul <strong>deposito del contratto aziendale e il calcolo della misura del beneficio</strong>, per l’anno 2018, dello sgravio contributivo previsto per i datori di lavoro che hanno stipulato contratti collettivi aziendali contenenti misure volte a favorire la conciliazione tra la vita lavorativa e la vita privata dei dipendenti.</p> <p>L’Istituto informa i datori di lavoro dell’<strong>esito della domanda</strong> e dell’<strong>importo di sgravio</strong> eventualmente riconosciuto mediante comunicazione all’interno del modulo di istanza “Conciliazione vita-lavoro 2018”.</p> <p>A parziale rettifica di quanto indicato nella <a title="Vai alla Circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2091%20del%2003-08-2018.htm',3);">circolare INPS 3 agosto 2018, n. 91</a>, con la quale sono state illustrate le modalità operative per l’attribuzione e fruizione del beneficio, si precisa che il relativo conguaglio può essere effettuato sulle denunce relative a dicembre 2018 e gennaio 2019, su una o più mensilità.</p>Consultazione Estratto Conto Integrato online: estensione del serviziohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52318http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52318Mon, 24 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Vai al Messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204811%20del%2021-12-2018.htm',3);">messaggio 21 dicembre 2018, n. 4811</a> l’Istituto comunica che il <strong>servizio online</strong> per la <strong>consultazione dell’Estratto Conto Integrato </strong>(E.C.I.) è stato esteso ad ogni lavoratore a favore del quale risulti accreditato almeno un contributo in una o più Gestioni o Enti previdenziali.</p> <p>L’accesso al servizio è consentito tramite le proprie credenziali personali (PIN e SPID).</p> <p>Ai fini della migliore fruibilità del dato, il messaggio rammenta anche le informazioni presenti nell’Estratto Conto Integrato relative al collegamento con le funzioni ordinarie legate alla gestione della <strong>posizione assicurativa</strong>.</p>UNIEMENS: flusso anticipato per l’erogazione delle pensionihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52319http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52319Mon, 24 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a title="Visualizza il messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204806%20del%2021-12-2018.htm',3);">messaggio 21 dicembre 2018, n. 4806</a> l’Istituto comunica che è stata anticipata la realizzazione in <strong>UNIEMENS</strong> di un flusso dedicato (denominato “anticipato”), che il datore di lavoro è chiamato a compilare per il perfezionamento dei requisiti (ai fini del diritto) per la liquidazione di una <strong>pensione provvisoria</strong> nei 30 giorni successivi alla decorrenza del <strong>pensionamento</strong>.<br/><br/> Il canale di trasmissione sarà disponibile <strong>a decorrere dal 1° aprile 2019</strong> e consentirà l’acquisizione immediata delle informazioni, fornite dal datore di lavoro, indispensabili per la determinazione dell’anzianità contributiva. Potrà essere utilizzato unicamente nei casi in cui il computo del periodo contributivo corrispondente agli ultimi due mesi di lavoro <strong>costituisca condizione essenziale per il raggiungimento del requisito pensionistico</strong>.<br/><br/> Il flusso, riferito agli ultimi due mesi del rapporto di lavoro del pensionando, ha le caratteristiche utili all’accredito dell’anzianità previdenziale ai soli fini del raggiungimento del diritto alla prestazione pensionistica e non sostituisce il consueto iter di trasmissione dei dati utili all’implementazione della posizione contributiva, attraverso l’invio del flusso <strong>UNIEMENS</strong> ordinario da parte del datore di lavoro.<br/><br/> La denuncia “anticipata”, oltre ai dati anagrafici del soggetto e della chiave (matricola azienda, competenza, codice fiscale lavoratore, qualifica 1-2-3, tipo contribuzione, tipo lavoratore), dovrà contenere necessariamente le coperture settimanali. </p>Artigiani e Commercianti: imposizione contributiva dicembre 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52320http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52320Mon, 24 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%2027%20del%2012-02-2018.htm',3);">La circolare INPS 12 febbraio 2018, n. 27 </a>&#160;fornisce indicazioni operative per gli <strong>iscritti alla Gestione Artigiani e Commercianti </strong>per il pagamento delle imposizioni contributive per il 2018.</p> <p> <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204809%20del%2021-12-2018.htm',3);">Il messaggio 21 dicembre 2018, n. 4809 </a>&#160;rende noto che è stata ultimata<strong> una nuova elaborazione</strong> dell’imposizione contributiva, per tutti gli iscritti alla Gestione in oggetto, per l’anno 2018 e per eventuali periodi precedenti non già interessati da imposizione contributiva.</p> <p> I <strong>modelli F24</strong>, necessari per il versamento della contribuzione dovuta, saranno disponibili in versione precompilata nel “Cassetto previdenziale per artigiani e commercianti” alla sezione “Posizione assicurativa” &gt; “Dati del modello F24”, dove sarà possibile<strong> consultare</strong> anche il prospetto di sintesi degli importi dovuti con le relative scadenze e causali di pagamento.</p>Borse di studio universitarie 2015-2017: pubblicato il bandohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52314http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52314Fri, 21 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato il&#160;<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46039%3b46040%3b46041%3b&amp;lastMenu=46041&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46041&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;ianno=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=7&amp;idettaglio=511',3);">bando</a> relativo a <strong>borse di studio</strong> <strong>per corsi universitari di laurea</strong> <strong>a.a. 2016-2017, corsi universitari di specializzazione e dottorati di ricerca a.a. 2015-2016 e 2016-2017</strong>.</p> <p>Il bando è riservato ai figli o orfani ed equiparati di:</p> <ul> <li>iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;</li> <li>pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;</li> <li>iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale;</li> <li>iscritti al Fondo ex IPOST.</li> </ul> <p>La procedura per l’acquisizione della <strong>domanda</strong> sarà attiva <strong>dalle 12 del 29 gennaio 2019 fino alle 12 del 27 febbraio 2019</strong>.</p>Pubblicato l’Osservatorio sul precariato con i dati di ottobre 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52310http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52310Thu, 20 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono stati pubblicati i&#160;<strong>dati di ottobre 2018&#160;</strong>dell’<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51681%3b&amp;lastMenu=51681&amp;iMenu=1&amp;itemDir=46919',3);">Osservatorio sul precariato</a>. Le&#160;<strong>assunzioni</strong>&#160;nel settore privato, nel periodo gennaio-ottobre 2018, sono state 6.358.000, in aumento del 5,7% rispetto allo stesso periodo del 2017.</p> <p>In crescita risultano tutte le componenti: contratti a tempo indeterminato +4,9%, contratti a tempo determinato +5,3%, contratti di apprendistato +11,9%, contratti stagionali +6%, contratti in somministrazione +5,2% e contratti intermittenti +7,4%.</p> <h3>La dinamica dei flussi</h3> <p>Nei primi dieci mesi dell’anno si conferma il forte incremento delle trasformazioni da <strong>tempo determinato</strong> a <strong>tempo indeterminato</strong> (+160.000). In contrazione risultano, invece, i rapporti di apprendistato confermati alla conclusione del periodo formativo (-16,5%).</p> <p>Le <strong>cessazioni</strong> nel complesso sono state 5.784.000, in aumento rispetto all’anno precedente (+9,3%): a crescere sono le cessazioni di tutte le tipologie di rapporti a termine, soprattutto i contratti intermittenti, mentre diminuiscono quelle dei rapporti a tempo indeterminato (-3,9%).</p> <p>Nel periodo gennaio-ottobre 2018, sono stati incentivati 103.680 rapporti di lavoro con i benefici previsti dall’esonero triennale strutturale per le attivazioni di contratti a tempo indeterminato di giovani fino a 35 anni: 56.544 riferiti ad assunzioni e 47.136 relativi a trasformazioni a tempo indeterminato. Il numero dei rapporti incentivati è pari al 7,1% del totale dei rapporti a tempo indeterminato attivati.</p> <h3>Il lavoro occasionale</h3> <p>La consistenza dei lavoratori impiegati con <strong>Contratti di Prestazione Occasionale</strong> (CPO), si è attestata sulle 19.230 unità, con un importo mensile lordo medio di 237 euro.</p> <p>Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia (LF), a ottobre 2018 risultano 8.041, con un importo mensile lordo medio pari a 271 euro.</p> <p><img src="/docallegatiNP/Mig/Immagini_News/Immagini_interne_news/Nuovi_rapporti_lavoro_gen_ott_2017_2018.png" alt="" style="margin: 5px; max-width: 100%;"/><br/><br/>&#160;</p> Mobilità e sicurezza sociale in Europa: la campagna celebrativa UEhttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52311http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52311Thu, 20 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <strong>2018</strong> ha segnato due tappe fondamentali nel percorso di <strong>integrazione europea</strong>: quest’anno ricorrono i <strong>60 anni</strong> dalla nascita del <strong>Coordinamento per la sicurezza sociale</strong> e i <strong>50 anni</strong> di <strong>libera circolazione dei lavoratori</strong>. </p> <p>Sono 17 milioni i cittadini europei che vivono o lavorano all’estero. Il 4% della popolazione in età da lavoro vive in un Paese membro diverso da quello d’origine. Ogni anno, 1 milione di “Eu Movers” va a vivere all’estero e in 680mila tornano nel loro Paese natale.</p> <p>La <strong>Commissione UE </strong>ha lanciato una <strong>campagna celebrativa</strong> per dare rilievo e nuovo slancio al tema della <strong>mobilità lavorativa</strong> <strong>in Europa</strong>. </p> <p>Guarda il <a href="javascript:goLink('https://twitter.com/EU_Commission/status/1064146958338547712?s=09',3);">video</a>.</p> Osservatorio statistico lavoratori dipendenti: nuova sezionehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52312http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52312Thu, 20 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>All’interno dell’<a title="Visita la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/menu/dipendenti/main.html',3);">Osservatorio statistico sui lavoratori dipendenti</a>, nella sezione “<strong>Lavoratori dipendenti retribuzioni e periodi retribuiti nell’anno</strong>”, è stata pubblicata la nuova voce” <strong>Lavoratori dipendenti per classi di importo della retribuzione annua e cittadinanza</strong>”. </p> <p>Per la prima volta vengono resi disponibili, relativamente al periodo 2014-2017, i <a title="Visita la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/diperet/index.jsp',3);">dati statistici sui lavoratori dipendenti</a> classificati per livello di retribuzione annua e per numerose caratteristiche del soggetto (cittadinanza comunitaria o meno, genere, classe di età) e del suo rapporto di lavoro prevalente nell’anno (qualifica, tipologia contrattuale, presenza di part time, settore di attività, luogo di lavoro, periodo retribuito dal datore di lavoro).</p> Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG) novembre 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52603http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52603Thu, 20 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni&#160;con i&#160;<strong>dati di novembre 2018</strong>. Il numero di&#160;<strong>ore di cassa integrazione</strong> complessivamente autorizzate a novembre 2018 è stato pari a 22.452.727, in diminuzione del 20,7% rispetto allo stesso mese del 2017.</p> <p>Nel dettaglio, a novembre 2018 le ore autorizzate per gli interventi di:</p> <p><strong>Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria</strong>&#160;(CIGO) sono state 8.918.210, in aumento del 13,8% rispetto a novembre 2017;</p> <p><strong>Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria</strong>&#160;(CIGS) sono state 13.474.833 (di cui 5.304.433 di solidarietà) in diminuzione del 31,2% rispetto a novembre 2017;</p> <p><strong>Cassa Integrazione Guadagni&#160;in Deroga</strong>&#160;(CIGD) sono state 59.684, in diminuzione del 93,3% rispetto a novembre 2017.</p> <p>A ottobre 2018 sono state presentate 306.569 domande di&#160;NASpI e 1.868 di DIS-COLL. Nello stesso mese sono state inoltrate 1.730 domande di ASpI, miniASpI, disoccupazione e mobilità, per un totale di 310.167 domande, in aumento dell’8,4% rispetto a ottobre 2017.</p> <p>In allegato all’Osservatorio sulla&#160;Cassa Integrazione Guadagni&#160;(CIG) è stato pubblicato il&#160;<a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fCIG_focus_dicembre_2018.pdf">focus novembre 2018</a>&#160;(pdf 839KB).</p>Steward: prestazioni occasionali negli stadi di calciohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52301http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52301Wed, 19 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a title="Vai alla circolare numero 95 del 14 agosto 2018" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2095%20del%2014-08-2018.htm',3);">circolare INPS 14 agosto 2018, n. 95 </a> si forniscono <strong>indicazioni</strong> per l’utilizzo delle <strong>prestazioni</strong> <strong>occasionali</strong> da parte delle società sportive, con riferimento alle prestazioni rese dai propri addetti, c.d. steward, negli impianti sportivi nei quali si svolgono partite ufficiali delle squadre di calcio professionistiche.</p> <p>Il <a title="Vai al messaggio numero 4728 del 18 dicembre 2018" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204728%20del%2018-12-2018.htm',3);">messaggio 18 dicembre 2018, n. 4728</a> ha previsto la possibilità di utilizzo delle prestazioni occasionali tramite il <strong>Libretto Famiglia</strong> per la retribuzione dei servizi resi dagli steward, a prescindere dalla capienza degli impianti, nei campionati della Serie A, Serie B e Serie C.</p>Agenzia Territoriale di Parabiago: chiusura ufficihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52302http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52302Wed, 19 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il <strong>31 dicembre 2018 </strong>l’<strong>Agenzia Territoriale di Parabiago </strong>sarà chiusa a causa della inidoneità dei locali di proprietà del Comune<strong>, </strong>che saranno oggetto di un <strong>intervento di manutenzione straordinaria</strong>.</p> <p><strong>Dal 2 gennaio 2019</strong> l’utenza potrà rivolgersi presso gli uffici dell’<strong>Agenzia Complessa di Legnano</strong>, in via Podgora 2, dove il personale dell’Agenzia Territoriale di Parabiago sarà trasferito temporaneamente.</p>MyINPS: le statistiche sulle comunicazioni agli utentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52297http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52297Tue, 18 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Sono state oltre 100 milioni, da aprile 2017 fino ad oggi, le comunicazioni arrivate ai cittadini tramite <strong>MyINPS</strong>, il servizio che pone l’utente al centro del Portale dell’Istituto. <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=52207&amp;lang=IT',3);">MyINPS</a>, infatti,&#160;è l&#39;area personale che permette di organizzare i contenuti di proprio interesse, rendendo più efficaci la navigazione, la comunicazione e la gestione online dei servizi. </p> <p>Gli utenti, oltre a selezionare i contenuti di proprio interesse (per esempio notizie e schede di prestazione) per avere a portata di clic tutte le informazioni che rispondono alle proprie esigenze, grazie a MyINPS possono ricevere <strong>notifiche personali</strong> allo scopo di facilitare la comunicazione con l’Istituto. <br/> Il menu &quot;I tuoi strumenti&quot;, come spiegato nel dettaglio all&#39;interno della <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/docallegatiNP/Mig/Allegati/MyINPS_guida_utente.pdf',3);">guida a MyINPS</a> (pdf 2.312KB) e attraverso il <a href="javascript:goLink('https://www.youtube.com/watch?v=X2tnbTca0bY&amp;feature=youtu.be',3);">video tutorial</a>, raccoglie ed evidenzia <strong>avvisi</strong>, <strong>messaggi</strong> e <strong>scadenze</strong>.</p> <p>Le statistiche si riferiscono proprio alla distribuzione di queste tre tipologie di comunicazioni. Questi i<strong> numeri da aprile 2017</strong>, quando è entrato in funzione il servizio: </p> <ul> <li>100.370.695 avvisi</li> <li>4.199.216 messaggi </li> <li>28.426 scadenze</li> </ul> <p>Gli utenti hanno ricevuto soprattutto comunicazioni dal servizio di Cassetta postale online (62.732.734) e notifiche di pagamenti (24.833.733).</p> <p><img alt="INFOGRAFICA MY INPS" src="/docallegatiNP/Mig/Immagini_News/Immagini_interne_news/infografica-My-INPS.PNG" style="margin: 0px; max-width: 100%;"/>&#160;</p> Forze armate: riscatto ai fini pensionisticihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52298http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52298Tue, 18 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20119%20del%2018-12-2018.htm',3);">circolare INPS 18 dicembre 2018, n. 119</a> si forniscono le modalità applicative dell’articolo 5, comma 3, decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 165, che prevede che i <strong>periodi di servizio comunque prestati</strong> dal personale delle <strong>Forze armate</strong>, Carabinieri compresi, possono essere <strong>riscattati </strong><strong>ai fini pensionistici</strong>, con un onere parziale a carico dell’interessato e fino a un massimo di cinque anni.</p> <p>Le istruzioni riguardano il personale in servizio attivo nel ruolo militare. Gli ex militari passati all’impiego civile, invece, non possono avvalersi del riscatto. Il superstite che ha diritto alla pensione può presentare la domanda di riscatto entro 90 giorni&#160;dal decesso del militare.</p> <p>La circolare, inoltre, spiega cosa si intende con “periodi di servizio comunque prestato” e fornisce chiarimenti sulla <strong>modalità di presentazione della domanda di riscatto, del calcolo e del pagamento dell’onere.</strong></p>Richiedere la concessione di un mutuo ipotecario: aggiornamentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52291http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52291Mon, 17 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stata pubblicata la scheda <a title="Visualizza la pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50074">Richiedere la concessione di un mutuo ipotecario</a>, aggiornata in base al nuovo <strong>Regolamento</strong> per la concessione dei <strong>mutui ipotecari agli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali</strong>, che entrerà <strong>in vigore dal 1° gennaio 2019</strong>. <br/><br/> Nella scheda sono disponibili il nuovo Regolamento, gli schemi di perizia giurata distinti per fattispecie da allegare alla domanda di mutuo insieme all&#39;elenco dei documenti. </p>Gestione Dipendenti Pubblici: nuovo Regolamento mutui ipotecarihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52288http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52288Fri, 14 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con determinazione presidenziale 1 agosto 2018 n. 101 è stato approvato il <strong>nuovo Regolamento</strong> per la concessione dei <strong>mutui ipotecari</strong> agli <strong>iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali</strong>, che entrerà in vigore <strong>dal 1° gennaio 2019</strong>.</p> <p>A breve saranno disponibili online le nuove schede informative e tutto il materiale aggiornato alle nuove disposizioni. Per agevolare gli utenti nella consultazione, su tutte le schede interessate dall’aggiornamento è stato inserito un apposito avviso.</p>Pubblicato il bando di concorso Master Executive 2018-2019http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52289http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52289Fri, 14 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato <strong>pubblicato</strong> il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46039%3b46043%3b46044%3b&amp;lastMenu=46044&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46044&amp;ipagina=1&amp;sregione=&amp;stipologia=&amp;ianno=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=11&amp;idettaglio=510',3);"> <strong>bando di concorso</strong></a> per il conferimento di<strong> borse di studio</strong> per la partecipazione a <strong>Master universitari Executive</strong> di I e II livello, finalizzati a garantire alta formazione e aggiornamento professionale qualificato.</p> <p>Il concorso si rivolge ai <strong>dipendenti della pubblica amministrazione</strong> iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.</p> <p>La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica a partire <strong>dalle 12 del 19 dicembre 2018</strong>.</p> <p>Ogni dettaglio relativo alle modalità di partecipazione è contenuto nel bando di concorso.</p>120 anni INPS: le celebrazioni conclusivehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52286http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52286Thu, 13 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Giovedì 13 e venerdì 14 dicembre sono previste a Roma le cerimonie di chiusura delle celebrazioni per i <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51646%3b&amp;lastMenu=51686&amp;iMenu=11&amp;p4=2',3);">120 anni dell’INPS</a>, ricorrenza che, dopo l’evento inaugurale del gennaio scorso, è stata celebrata anche con numerose iniziative promosse a livello territoriale dalle direzioni regionali.</p> <p>Giovedì 13 l’evento si terrà presso<strong> Palazzo Wedekind</strong>, mentre la giornata successiva avrà luogo presso la Direzione Generale di via Ciro il Grande, sala Mancini, con collegamento in videoconferenza dalle strutture territoriali.</p> <p>Giovedì sono previsti gli interventi del <strong>Presidente INPS Tito Boeri</strong>, del professor <strong>Josef Zweimuller </strong>dell’università di Zurigo e del <strong>Sottosegretario di Stato per il Lavoro e le Politiche Sociali Claudio Cominardi</strong>.</p> <p>Venerdì sono attesi gli interventi del <strong>Presidente INPS Tito Boeri</strong>, del <strong>Direttore Generale INPS Gabriella Di Michele</strong>, del sottocapo di stato maggiore del Comando generale dell’Arma dei Carabinieri <strong>Gen. B. Mario Cinque</strong>, del capo della Polizia e Direttore Generale della Pubblica Sicurezza <strong>Franco Gabrielli</strong>, del Ministro dei Beni Culturali <strong>Alberto Bonisoli</strong>, del governatore della Banca d’Italia <strong>Ignazio Visco</strong>, del Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione <strong>Raffaele Cantone</strong>, del Presidente della European Social Insurance Platform (ESIP) <strong>Arnaud Emeriau</strong>, del Direttore del Coordinamento metropolitano di Milano <strong>Gregorio Tito</strong>, del Presidente CIV <strong>Guglielmo Loy</strong>, del Direttore centrale Organizzazione e sistemi informativi <strong>Vincenzo Damato</strong>, del Direttore centrale delle Risorse umane <strong>Giovanni Di Monde</strong>, del coordinatore generale medico legale <strong>Massimo Piccioni</strong>, del Presidente della Società italiana di pediatria <strong>Alberto Villani</strong>, del Direttore centrale Acquisti e appalti <strong>Vincenzo Caridi</strong>, del Direttore centrale Amministrazione finanziaria e servizi fiscali <strong>Antonello Crudo </strong>e del Presidente Associazione copernicani <strong>Andrea Danielli</strong>. </p> <p>Tra le attività in programma sono previste una <strong>tavola rotonda </strong>sull’evoluzione organizzativa dell’INPS e sui punti di forza dell’Istituto, una <strong>presentazione</strong> delle attività di videosorveglianza presso le strutture INPS, la presentazione delle prospettive e degli esiti di tre ricerche avviate da giovani ricercatori utilizzando anche gli archivi dell’Istituto e una presentazione delle prospettive future dell’INPS. È annunciata anche la presentazione della mostra documentale sulla storia della previdenza italiana a cura del Direttore regionale Piemonte <strong>Giuseppe Baldino</strong>.<br/> Si terranno, inoltre, le premiazioni delle eccellenze del 2018 e la presentazione di un protocollo d’intesa sulla valorizzazione degli archivi storici dell’INPS.</p> Riduzione contributiva nell’edilizia per il 2018: modalità operativehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52287http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52287Thu, 13 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Il decreto 4 ottobre 2018 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, emanato di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha confermato per il<strong> 2018,</strong> nella misura dell’11,50%, la <strong>riduzione contributiva</strong> in favore delle <strong>imprese edili</strong>.</p> <p>Il beneficio consiste in una riduzione sui contributi dovuti per le assicurazioni sociali diverse da quella pensionistica e si applica agli <strong>operai occupati per 40 ore a settimana</strong>. Non spetta, quindi, ai lavoratori a tempo parziale.</p> <p>La normativa di riferimento e le indicazioni operative per l’accesso, l’invio e la gestione delle istanze sono riportate nella <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20118%20del%2013-12-2018.htm',3);">circolare INPS 13 dicembre 2018, n 118</a><u>.</u></p> <p>Il <strong>beneficio</strong> potrà essere fruito avvalendosi delle denunce contributive Uniemens <strong>fino al mese di competenza febbraio 2019.&#160;</strong></p> <p>I <strong>datori di lavoro</strong> potranno inviare le <strong>domande </strong>per l’applicazione della<strong> riduzione contributiva </strong>relativa al<strong> 2018 fino al 15 marzo 2019.</strong></p>Cessione del quinto della pensione: convenzione per i finanziamentihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52279http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52279Tue, 11 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto ha adottato il nuovo schema di <strong>convenzione</strong> finalizzata a disciplinare&#160;la concessione di <strong>finanziamenti ai pensionati </strong>INPS da estinguersi dietro la <a title="Vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=52274">cessione del quinto della pensione</a>, aggiornando il relativo regolamento.</p> <p>L’attuale testo di convenzione ha validità dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019.</p> <p>Con il <a title="Vai al messaggio numero 4621 del 10 dicembre 2018" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204621%20del%2010-12-2018.htm',3);">messaggio 10 dicembre 2018, n. 4621</a> si forniscono le istruzioni per le <strong>banche</strong> e gli <strong>intermediari finanziari</strong> interessati alla convenzione.</p>Assegno straordinario: criteri per il monitoraggio delle domandehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52280http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52280Tue, 11 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204622%20del%2011-12-2018.htm',3);">messaggio 11 dicembre 2018, n. 4622</a> l’INPS comunica che, per il 2018 e gli anni seguenti, procederà al monitoraggio delle risorse disponibili per l’accesso all’<strong>assegno straordinario di sostegno al reddito</strong>, adottando criteri diversificati in relazione al settore del <strong>Fondo di solidarietà</strong> interessato. </p> <p>Valutata la fattibilità tecnica da parte dell’Istituto, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno condiviso la proposta avanzata congiuntamente da ABI, Federcasse e Ferrovie dello Stato Italiane.</p> <p>Pertanto, l’Istituto monitorerà le domande di assegno straordinario utilizzando il criterio del cosiddetto “biennio mobile” per i settori del <strong>credito ordinario</strong>, del <strong>credito cooperativo</strong> e il <strong>criterio di cassa per il gruppo Ferrovie dello Stato Italiane</strong>.</p> <p> Tali modalità operative saranno rivalutate se ulteriori settori destinatari dei Fondi di solidarietà fossero interessati al trattamento di assegno straordinario.</p> Prescrizione contributi dipendenti pubblici: proroga terminihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52281http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52281Tue, 11 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>L’Istituto, con <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20117%20del%2011-12-2018.htm',3);">circolare INPS 11 dicembre 2018, n. 117</a>, ha <strong>differito </strong>dal 1° gennaio 2019 <strong>al 1° gennaio 2020</strong> i termini previsti in materia di <strong>prescrizione dei contributi pensionistici dovuti alle gestioni pubbliche</strong>, indicati nella <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20169%20del%2015-11-2017.htm',3);">circolare INPS 15 novembre 2017, n. 169</a>.</p> <p>La proroga è stata richiesta da numerose amministrazioni ed enti pubblici, confederazioni sindacali e&#160; patronati per consentire ai <strong>datori di lavoro pubblici</strong> il completamento delle operazioni di verifica e l’<strong>aggiornamento dei conti assicurativi dei lavoratori </strong>senza incorrere nei maggiori oneri connessi alla prescrizione contributiva.</p>Concorso per 365 funzionari: immissione in ruolo dei vincitorihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52275http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52275Fri, 7 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Nell’ambito del <strong>concorso pubblico</strong>, per titoli ed esami, a <strong>365 posti</strong> di <strong>analista di processo-consulente professionale</strong> nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1, a conclusione delle operazioni concorsuali e a seguito della firma della <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=0%3b46106%3b&amp;lastMenu=46106&amp;iMenu=1&amp;sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegati%2fGP2018_0133_E.pdf&amp;RedirectForzato=True',3);">determinazione presidenziale 30 ottobre 2018 n. 133</a> (pdf 3,16MB) di approvazione della graduatoria finale, si è potuto procedere alla formale <strong>immissione nei ruoli dell’Istituto dei 248 vincitori </strong>del concorso.</p> <p>I contratti sono stati firmati lo scorso lunedì 3 dicembre, presso la sala Mancini della Direzione Generale, alla presenza del Direttore centrale Risorse umane Giovanni Di Monde, da 231 vincitori dei 248 che hanno superato le prove.</p> <p>In mattinata sono intervenuti il Presidente Tito Boeri e il Direttore Generale Gabriella Di Michele per un saluto. L’incontro con i neoassunti si è tenuto in un’atmosfera di fiducia nel nuovo percorso professionale, che è anche percorso di vita per i tanti giovani assunti, e di aspettativa riguardo a quanto i nuovi funzionari potranno fare in un’ottica di servizio per il sistema Paese.</p> <p><a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?lastMenu=46557&amp;iMenu=10&amp;GoGallery=572',3);">Fotogallery</a></p> Costi e benefici dell’immigrazione: l’intervento del Presidente Boerihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52270http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52270Thu, 6 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Costi e benefici dell’immigrazione tra percezioni e realtà: questo il tema dell’<strong>intervento del Presidente INPS</strong> <strong>Tito Boeri</strong> alla prima giornata dell’evento “Radar, orientarsi nel mondo che cambia”, promosso dalla Regione Lazio e tenutosi a Roma il 30 novembre scorso.</p> <p>L’<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/docallegatiNP/Mig/Allegati/radar_tb.pdf',3);">intervento del Presidente Boeri</a> (pdf 1,77MB) è stato incentrato sull’analisi del fenomeno dell’immigrazione in Italia, con un approfondimento su costi e benefici.</p>NASpI: servizi informativi per controllare lo stato di una domandahttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52271http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52271Thu, 6 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Per agevolare il <strong>controllo dello stato di avanzamento di una domanda di NASpI</strong>, l’Istituto mette a disposizione degli utenti nuovi servizi.&#160;È possibile consultare l’<strong>esito della domanda </strong>via web attraverso il servizio online dedicato,&#160;ricevere avvisi tramite <strong>SMS</strong>, consultare la domanda sull’<strong>app</strong> e gli avvisi personalizzati nell’<strong>area MyINPS</strong>.</p> <p><strong>Consultazione stato di una domanda NASpI tramite app</strong></p> <p>L’app <strong>INPS Mobile</strong> è stata arricchita con la nuova funzionalità <strong>Esiti Domande NASpI</strong> che consente agli utenti di consultare lo stato di avanzamento della propria domanda.</p> <p> In dettaglio, se la domanda è stata respinta, l’utente potrà conoscere i motivi che hanno causato l’esito negativo. <br/> Se invece è stata richiesta ulteriore documentazione per l’esame della pratica, tramite l’app è possibile accedere alla lista dei documenti richiesti.</p> <p> Inoltre, in caso di accoglimento della domanda, l’utente può consultare il Prospetto di calcolo della prestazione NASpI che evidenzia la decorrenza, la durata prevista della prestazione e gli importi mensili dell’indennità spettante.<br/> Se la domanda è in pagamento, infine, l’utente può monitorare i pagamenti della prestazione disposti in suo favore.</p> <p><strong>Trasmissione automatica di avvisi tramite SMS</strong></p> <p>È in corso di realizzazione un servizio automatico di comunicazione tramite <strong>SMS</strong> che, con brevi messaggi, comunica l’avvenuta ricezione di una domanda presentata telematicamente e fornisce indicazioni sullo stato di avanzamento della domanda presentata.<br/> Inoltre il beneficiario <strong>NASpI</strong> che abbia fornito il suo recapito telefonico al momento della presentazione della domanda, riceverà <strong>SMS</strong> che segnalano l’avvio della liquidazione della <strong>prima rata</strong> della prestazione. </p> <p><strong>Consultazione avvisi personalizzati nell’area MyINPS</strong></p> <p>Il beneficiario di NASpI può verificare <strong>online</strong> autonomamente l’esito della domanda e lo stato dei pagamenti della prestazione accedendo alla propria sezione MyInps - previo inserimento PIN - cliccando sulla voce “I tuoi avvisi”.</p> <p>L’utente, nella sezione dedicata, troverà tre tipi di avvisi:</p> <ul> <li><strong>“notifica di invio comunicazione epistolare”:</strong> avviso con link che rimanda alla lettera di accoglimento/rigetto o richiesta documentazione, inviata tramite Postel da cui l’utente può visualizzare e scaricare in pdf la comunicazione, che resta disponibile anche in caso di smarrimento della lettera;</li> </ul> <ul> <li><strong>“avviso di pagamento Disoccupazione non agricola dal”</strong>: avviso di liquidazione di ogni rata di NASpI con indicazione dell’importo lordo liquidato sul conto corrente indicato nella domanda;</li> </ul> <ul> <li><strong>“avviso di possibile diritto all’indennità NASpI”</strong>: avviso con link di accesso alla domanda precompilata.</li> </ul> Assegno di natalità: termine ultimo per il rinnovo dell’ISEE 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52272http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52272Thu, 6 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>A decorrere dal 1° gennaio 2015 l’Istituto gestisce le domande di <strong>assegno di natalità </strong>di cui all’articolo 1, commi da 125 a 129, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (cd. <strong>bonus bebè</strong>) e provvede al pagamento delle singole mensilità in favore dei soggetti aventi diritto. Le prime istruzioni di dettaglio sono state fornite con la <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2093%20del%2008-05-2015.htm',3);">circolare INPS 8 maggio 2015, n. 93</a>.</p> <p>La legge 27 dicembre 2017, n. 205 ha riconosciuto lo stesso beneficio anche per ogni figlio nato o adottato <strong>dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 </strong>fino al compimento del primo anno di età ovvero del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione. Con la <a title="Vai alla circolare" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2050%20del%2019-03-2018.htm',3);">circolare INPS 19 marzo 2018, n. 50</a> sono state fornite le relative istruzioni operative.</p> <p>In entrambi i casi, per poter richiedere l’assegno deve essere presentata, preliminarmente, una <strong>Dichiarazione Sostitutiva Unica </strong>(DSU) che ha validità fino al 15 gennaio dell’anno successivo a quello in cui è stata presentata. La mancata presentazione della <strong>DSU entro il 31 dicembre 2018 </strong>avrà come conseguenza non solo la perdita delle mensilità per l’anno 2018, ma anche la decadenza della domanda di assegno presentata nell’anno 2017 (e in alcuni casi nel 2016 o 2015). Ulteriori dettagli e precisazioni sono riportati <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204569%20del%2006-12-2018.htm',3);">nel messaggio 6 dicembre 2018, n. 4569</a>.</p>Assegno sociale e qualifica di “ultrasessantacinquenne”: requisitihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52273http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52273Thu, 6 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>A decorrere dal 1° gennaio 2013, il <strong>requisito anagrafico di 65 anni</strong> previsto in materia di <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=50184">assegno sociale</a> deve essere aggiornato con cadenza triennale. A partire dal 2018 l’età prevista per l’accesso all’assegno sociale è <strong>66 anni e 7 mesi</strong>.</p> <p>Il decreto del Ministero dell&#39;Economia e delle Finanze 5 dicembre 2017 ha provveduto all’adeguamento dei requisiti all’incremento della speranza di vita con decorrenza dal 2019, stabilendo un <strong>innalzamento di cinque mesi</strong>.</p> <p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204570%20del%2006-12-2018.htm',3);">messaggio 6 dicembre 2018, n. 4570</a>, nel definire il nuovo innalzamento anagrafico per l’accesso ai trattamenti sociali in oggetto, fornisce chiarimenti in merito alle varie fattispecie interessate. </p> <p>A partire dal 1° gennaio 2019, il requisito anagrafico minimo previsto per il conseguimento dell’assegno sociale, dell’assegno sociale sostitutivo della pensione d’inabilità civile e dell’assegno mensile di assistenza agli invalidi parziali, nonché dell’assegno sociale sostitutivo della pensione non reversibile ai sordi, è innalzato di cinque mesi e, pertanto, l’età richiesta per poter accedere alle prestazioni in oggetto sarà di <strong>67 anni</strong>.</p> <p>Dal 1° gennaio 2019, la pensione d’inabilità civile e l’assegno mensile di assistenza agli invalidi parziali, nonché la pensione non reversibile ai sordi, saranno concesse, a seguito del riconoscimento del requisito sanitario e sussistendo le altre condizioni socio-economiche previste, ai soggetti d’età non inferiore al diciottesimo anno e fino al compimento del sessantasettesimo.</p>Biblioteca Centrale e Archivio Storico: date chiusura al pubblicohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52268http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52268Wed, 5 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si informano gli utenti che la <a title="Consulta la pagina" href="javascript:goLink('https://servizi2.inps.it/servizi/Biblioteca/BibliotecaCentrale.aspx',3);">Biblioteca Centrale</a> e l&#39;<a title="Consulta la pagina" href="javascript:goLink('https://servizi2.inps.it/servizi/Biblioteca/ArchivioStorico.aspx',3);">Archivio Storico</a> dell’INPS saranno <strong>chiusi al pubblico da lunedì 24 dicembre a lunedì 31 dicembre 2018</strong>.</p> <p>Da mercoledì 2 gennaio 2019 le attività riprenderanno normalmente con i consueti orari di apertura.</p> CIV: presentazione del Rendiconto sociale 2017http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52269http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52269Wed, 5 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Oggi, 5 dicembre 2018, presso la sala Zuccari di Palazzo Giustiniani del Senato della Repubblica, il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza (CIV) dell’Istituto ha presentato il <strong>Rendiconto sociale INPS 2017</strong>.</p> <p> Nel corso dell’evento, aperto dalla vicepresidente del Senato <strong>Anna Rossomando </strong>e moderato dalla vicepresidente CIV <strong>Sabina Valentini</strong>, sono intervenuti il Presidente CIV <strong>Guglielmo Loy</strong>, che ha parlato di assistenza e previdenza (con particolare riferimento a temi quali l’anticipazione pensionistica, l’APE Sociale, il Reddito di Inclusione, il Bonus Bebè e il Bonus asilo nido) e <strong>Michele Faioli</strong>, professore di Diritto del Lavoro presso l’Università Tor Vergata di Roma, che ha dedicato la sua relazione alla protezione sociale e al welfare.</p> <p> Ha chiuso i lavori <strong>Claudio Durigon</strong>, sottosegretario di Stato per il Lavoro e le Politiche Sociali, che ha incentrato il suo intervento sulle politiche del lavoro. </p> <p> Durante la relazione sono stati ricordati i 120 anni dell’Istituto e annunciate le iniziative delle celebrazioni conclusive.</p> <p> È possibile guardare sul canale Youtube del <a href="javascript:goLink('https://www.youtube.com/watch?v=Eg4lpIlX_oQ&amp;feature=youtu.be',3);">Senato</a> la presentazione del Rendiconto 2017 che si è tenuta a Palazzo Giustiniani.</p> Lavoratori agricoli: online il terzo elenco di variazione 2018http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52264http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52264Tue, 4 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal 15 dicembre 2018 sarà possibile <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?lastMenu=46124&amp;iMenu=13&amp;idettaglio=886',3);">consultare online </a>&#160;il <strong>terzo elenco di variazione 2018</strong> dei <strong>lavoratori agricoli</strong>. L’elenco sarà visualizzabile fino al 31 dicembre 2018 e sarà pubblicato con valore di notifica a ogni effetto di legge ai sensi dell’articolo 38, commi 6 e 7, legge 6 luglio 2011, n. 111.</p>Flusso UNIEMENS: integrazione nuovo codice contrattohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52257http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52257Mon, 3 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204515%20del%2030-11-2018.htm',3);">messaggio 30 novembre 2018, n. 4515</a> si comunica che, con decorrenza dal periodo di paga dicembre 2018, è stato istituito un nuovo codice da utilizzare all’interno del flusso UNIEMENS: 321, avente il significato di “CCNL del Terziario – CONFIP”.</p> <p>Il codice si aggiunge a quelli riportati nel <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204468%20del%2028-11-2018.htm',3);">messaggio 28 novembre 2018, n. 4468</a></p>Malattia all’estero: cosa fare in caso di assenza dal lavorohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52258http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52258Mon, 3 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Cosa fare in caso di assenza dal lavoro per <strong>malattia all’estero</strong>? Lo spiega l’INPS con una <strong>guida sulla certificazione di malattia</strong> per i lavoratori aventi diritto alla tutela previdenziale che soggiornano temporaneamente fuori dall’Italia. </p> <p> In caso di evento verificatosi durante un soggiorno all&#39;estero, chiarisce l’Istituto, i lavoratori conservano il diritto all’indennità di malattia. Per ricevere la prestazione economica è necessaria la <strong>certificazione medica</strong> contenente tutti i dati ritenuti essenziali dalla normativa italiana (intestazione, dati anagrafici del lavoratore, prognosi, diagnosi di incapacità al lavoro, indirizzo di reperibilità, data di redazione, timbro e firma del medico). </p> <p> La certificazione deve essere rilasciata nel rispetto della legislazione del paese in cui si trova il lavoratore il quale, anche all’estero, è tenuto a rispettare le <strong>fasce orarie di reperibilità</strong> per le <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=52037&amp;lang=IT',3);">visite mediche di controllo</a>.</p> <p> La <a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegatiNews%2fGuida_sulla_certificazione_malattia_estero.pdf">guida sulla certificazione di malattia all’estero</a> (pdf 282KB) fornisce ai lavoratori tutte le indicazioni, distinguendo tra i casi di:</p> <ul> <li>malattia insorta in un paese estero appartenente all’Unione Europea;</li> <li>malattia insorta in un paese extra UE che abbia stipulato accordi o convenzioni bilaterali di sicurezza sociale con l’Italia;</li> <li>malattia insorta in un paese extra UE che non abbia stipulato accordi o convenzioni bilaterali di sicurezza sociale con l’Italia.</li> </ul> <p>La guida, infine, ricorda ai lavoratori cosa fare nel caso in cui intendano recarsi all’estero durante la malattia, per non perdere il diritto alla tutela previdenziale.</p> Concorso pubblico a 967 posti: terzo calendario prove oralihttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52259http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52259Mon, 3 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Si comunica che per la calendarizzazione delle <strong>prove orali</strong> la commissione esaminatrice ha estratto la lettera “M” dell’alfabeto.</p> <p>Per il terzo elenco delle prove orali i candidati saranno convocati a partire da <strong>lunedì 14 gennaio 2019</strong>, secondo il calendario di seguito riportato. <strong>Le</strong> <strong>ulteriori date di convocazione saranno pubblicate successivamente</strong>.</p> <p><strong>Le prove orali si terranno presso la Direzione Generale dell’INPS, in via Ciro il Grande 21, a Roma.</strong></p> <p>Le convocazioni saranno comunicate a mezzo raccomandata A/R, ovvero mezzo posta elettronica certificata (PEC) per coloro che hanno indicato tale indirizzo in domanda o con successiva comunicazione alla Direzione centrale Risorse umane – Area procedure di reclutamento – Gestione giuridica e sviluppo del personale delle aree professionali.</p> <p><a href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fGare%2fConcorsi%2fcalendario_prove_orali_967_dal_14_gennaio_a_fine_concorso.pdf">Calendario delle prove orali dal 14 gennaio 2019 al 25 marzo 2019</a> (pdf 788KB)</p> <p> Si ricorda che ai sensi dell’articolo 10, comma 1, del bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, a 967 posti di consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1, “sono ammessi a partecipare alla prova orale i candidati che riportano il punteggio di almeno 21/30 in ciascuna delle due prove scritte”.</p> <p> A tal fine si riporta l’elenco, in ordine alfabetico, dei <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b51642%3b&amp;lastMenu=51642&amp;iMenu=1&amp;sURL=https%3a%2f%2fwww.inps.it%2fNuovoportaleINPS%2fdefault.aspx%3fsPathID%3d%253b0%253b51579%253b%26lastMenu%3d51579%26iMenu%3d1%26sURL%3d%252fdocallegatiNP%252fMig%252fGare%252fConcorsi%252fNominativa_per_posizione_Prima_e_Seconda_Prova-SOLO_AMMESSI.pdf%26RedirectForzato%3dTrue&amp;RedirectForzato=True',3);">candidati che hanno superato le prove</a> (pdf 4,2MB).</p> Rendiconto sociale 2017: presentazione il 5 dicembrehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52260http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52260Mon, 3 Dec 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Mercoledì 5 dicembre, alle 9.30, presso la sala Zuccari di Palazzo Giustiniani del Senato della Repubblica, il Consiglio di Indirizzo e Vigilanza (CIV) dell’Istituto presenterà il <strong>Rendiconto sociale INPS 2017</strong>.</p> <p>Nel corso dell’evento verranno illustrati diversi dati, tra cui quelli relativi al <strong>flusso finanziario complessivo annuo</strong>, alle <strong>entrate contributive</strong>, alle <strong>spese per le prestazioni istituzionali</strong>, alle <strong>pensioni</strong> e alle <strong>domande di REI </strong>raccolte nel 2018.</p> <p>La <strong>presentazione</strong> del Rendiconto sociale 2017 potrà essere seguita in <a title="vai alla diretta" href="javascript:goLink('https://youtu.be/wWkYowDXRiQ',3);">diretta streaming</a>.</p>Definizione agevolata: 7 dicembre nuovo termine per le rate scadutehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52255http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52255Fri, 30 Nov 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Chi ha saltato le rate della “rottamazione-bis”, <strong>entro il&#160;7 dicembre</strong>&#160;ha la possibilità di mettersi in regola.</p> <p> Per coloro che hanno aderito alla <strong>definizione agevolata</strong> 2000/17 prevista dal decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148 (cosiddetta “rottamazione-bis”), ma non sono riusciti a saldare le rate scadute a luglio, settembre e ottobre, sarà possibile regolarizzare la propria situazione entro il 7 dicembre 2018.</p> <p> L’articolo 3 del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119 stabilisce, infatti, che i contribuenti che pagano gli importi scaduti (luglio, settembre e ottobre) entro il prossimo 7 dicembre rientreranno automaticamente nei benefici previsti dalla “definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della Riscossione” dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017&#160;(cosiddetta “rottamazione-ter”).</p> <p> &#160; In caso di mancato, insufficiente o tardivo pagamento, la definizione agevolata non produce effetti e Agenzia delle Entrate - Riscossione, come stabilito dalla normativa vigente, dovrà riprendere le procedure di riscossione.</p> <p><strong>Come pagare le rate scadute </strong></p> <p> Per <strong>effettuare il pagamento</strong> è necessario utilizzare i bollettini delle rate di luglio, settembre e ottobre 2018 allegati alla “Comunicazione delle somme dovute” già inviata da Agenzia delle Entrate - Riscossione. Una copia della comunicazione è disponibile nell’<a href="javascript:goLink('https://servizi.agenziaentrateriscossione.gov.it/equitaliaServiziWeb/home/login.do',3);">area riservata</a> del portale <a href="javascript:goLink('http://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/',3);">www.agenziaentrateriscossione.gov.it</a>.</p> <p> In ogni caso, senza necessità di PIN e password personali, è possibile chiederne una copia compilando il form presente nella <a href="javascript:goLink('https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/Per-saperne-di-piu/definizione-agevolata/Definizione-agevolata-2017/',3);">sezione dedicata</a>.</p> <p> Il contribuente può pagare il bollettino RAV secondo diverse modalità: la propria banca, gli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento CBILL, il proprio internet banking, gli uffici postali, i tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e circuiti Sisal e Lottomatica, il portale di Agenzia delle Entrate - Riscossione e l&#39;app Equiclick tramite la piattaforma PagoPA e, ovviamente, gli sportelli di Agenzia delle Entrate - Riscossione.</p> <p>Maggiori informazioni disponibili al <a href="javascript:goLink('http://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/',3);">sito</a> dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione. </p> Modifiche alla numerazione telefonica delle sedi INPShttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52256http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52256Fri, 30 Nov 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È iniziata una <strong>migrazione </strong>della <strong>numerazione telefonica</strong> delle <strong>sedi</strong> dell’Istituto. La migrazione si completerà <strong>entro il 31 dicembre 2018</strong>.</p> <p>Si invitano, pertanto, gli utenti a chiamare il Contact center in luogo delle singole sedi.</p> <p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?sPathID=0%3b46670%3b&amp;lastMenu=46670&amp;iMenu=1',3);"><strong>Contact Center</strong></a>, raggiungibile da rete fissa (<strong>803 164</strong>), telefonia mobile (<strong>06 164164</strong>) e internet (Voip e Skype), è il sistema telematico sviluppato dall&#39;Istituto per dare supporto nell&#39;utilizzo dei servizi online.</p>Invalidità civile: accesso semplificato all’accompagnamentohttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52245http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52245Thu, 29 Nov 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Dal <strong>1° gennaio 2019</strong> entra a regime l’<strong>accesso semplificato</strong> <strong>all’indennità di accompagnamento</strong> per i cittadini <strong>ultrasessantacinquenni</strong>, introdotto in via sperimentale nel maggio 2018. È quanto comunica l’INPS con il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204463%20del%2028-11-2018.htm',3);">messaggio 28 novembre 2018, n. 4463</a>.</p> <p> La semplificazione consiste nella possibilità per il cittadino di <strong>anticipare</strong> al momento della presentazione della <strong>domanda di invalidità civile</strong> le<strong> informazioni di natura socio-economica </strong>contenute nel modello AP70, di norma comunicate solo al termine dell’esito positivo della fase sanitaria.</p> <p> Grazie all’acquisizione anticipata di tali informazioni, è possibile, una volta definito positivamente l’iter dell’accertamento sanitario, liquidare in tempi brevi la prestazione economica riconosciuta.</p> Bonus asilo nido: come allegare la ricevuta di pagamento tramite apphttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52246http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52246Thu, 29 Nov 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Per agevolare i genitori nella <strong>trasmissione della ricevuta di pagamento</strong> necessaria all’erogazione del <a title="Vai alla pagina" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=51105">Bonus asilo nido</a> da parte dell’Istituto, l’app <strong>INPS Mobile</strong> è stata integrata con una funzionalità innovativa. Grazie al nuovo servizio è ora possibile <strong>allegare una semplice fotografia dell’attestazione di pagamento dell’asilo</strong> tramite smartphone o tablet.</p> <p>La trasmissione mensile della ricevuta è obbligatoria per poter usufruire delle agevolazioni previste per la frequenza di asili nido pubblici e privati. Il nuovo servizio <em>mobile</em> semplifica notevolmente il processo, offrendo a mamme e papà la possibilità di allegare la documentazione in qualsiasi momento e in modo più semplice.</p> <p>Per allegare la fotografia della ricevuta, come spiega il <a title="Vai al messaggio" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204464%20del%2028-11-2018.htm',3);">messaggio 28 novembre 2018, n. 4464</a>, bisogna accedere all’applicazione INPS Mobile, tramite codice PIN o SPID, e quindi al servizio “<strong>Bonus nido</strong>”. L’app consente anche di inserire i dati del soggetto che emette l’attestazione di pagamento, qualora diverso dalla struttura indicata nella domanda, e di modificare, per ciascun allegato, i dati aziendali dell’asilo nido nel caso in cui abbiano subito variazioni.</p>Osservatorio sui cittadini extracomunitari: pubblicati i dati del 2017http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52247http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52247Thu, 29 Nov 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’<a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/menu/extracomunitari/main.html',3);">Osservatorio sui cittadini extracomunitari</a> con i <strong>dati aggiornati al 2017</strong>.<br/> Nel 2017 il numero di <strong>cittadini extracomunitari</strong> conosciuti all’INPS è di 2.259.652, di cui 2.042.156 lavoratori (90,4%), 96.743 pensionati (4,3%) e 120.753 percettori di prestazioni a sostegno del reddito (5,3%). <br/> Nel 2017 il paese i cui cittadini sono maggiormente rappresentati tra gli extracomunitari è l’Albania (299.731), seguita da Marocco (262.824), Cina (209.405), Ucraina (166.546), Filippine (117.360) e Moldavia (106.041). Queste sei nazioni, nel complesso, totalizzano più della metà del totale degli extracomunitari (51,4%).</p>Convenzione tra INPS e soggetti abilitati all’assistenza fiscalehttp://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52248http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52248Thu, 29 Nov 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Con la determinazione presidenziale 8 novembre 2107 n.138 è stato adottato lo schema di <strong>convenzione tra INPS e soggetti abilitati all’assistenza fiscale</strong> per l’affidamento e la disciplina dei servizi di raccolta e trasmissione delle <strong>situazioni reddituali (modelli RED)</strong> e delle <strong>dichiarazioni di responsabilità (modelli ICRIC, ICLAV, ACC. AS/PS)</strong>, utilizzati per la corretta erogazione delle <strong>prestazioni previdenziali</strong> e/o <strong>assistenziali</strong>.</p> <p>Il <a href="javascript:goLink('https://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%204443%20del%2028-11-2018.htm',3);">messaggio 28 novembre 2018, n. 4443</a> contiene in allegato lo schema convenzionale nel quale vengono individuati i casi in cui presentare le dichiarazioni, regolamenta le modalità di svolgimento del servizio, di conservazione della documentazione e di trasmissione telematica, disciplina le attività di verifica e di validazione dei dati, oltre a quelle di comunicazione delle anomalie eventualmente riscontrate.</p> <p>Nel messaggio, inoltre, viene precisato che i <strong>servizi online</strong> per le dichiarazioni delle situazioni reddituali e per le dichiarazioni di responsabilità vengono <strong>affidati agli enti convenzionati</strong> <strong>in via non esclusiva</strong>. Pertanto, sarà possibile continuare a utilizzare i servizi in autonomia oppure rivolgersi al Contact Center o alle strutture territoriali dell’Istituto (per i modelli RED, ICRIC - per la sola Campagna solleciti 2017 - ICRIC frequenza, ICLAV, ACC.AS/PS).</p> <p>Il soggetto abilitato alla trasmissione, professionista o CAF, deve risultare iscritto nel “Registro delle Chiavi Pubbliche degli Utenti del Fisco Telematico” del Ministero dell’Economia e delle Finanze e, quindi, essere in possesso delle chiavi valide per l’applicazione “Entratel”.</p> <p>La Direzione centrale Organizzazione e sistemi informativi curerà il processo di convenzionamento.</p> <p>Gli interessati potranno rivolgersi, dunque, alla Direzione centrale Organizzazione e sistemi informativi - Area Sviluppo dei processi di integrazione e sinergia e procedimentalizzazione delle convenzioni con soggetti privati e professionisti, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: <a href="javascript:goLink('mailto:Convenzioni.CAF@inps.it',3);">Convenzioni.CAF@inps.it</a><strong>.</strong></p>Osservatorio politiche occupazionali e del lavoro: dati 2017http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52249http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52249Thu, 29 Nov 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>È stato pubblicato l’<a title="Visita la pagina" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/webidentity/banchedatistatistiche/menu/Politiche_Occupazionali/main.html',3);">Osservatorio delle politiche occupazionali e del lavoro</a> con i dati relativi al <strong>2017</strong>. Come si evince dalla serie storica, nell’ultimo triennio si registra un importante aumento del numero medio di lavoratori che beneficiano di diverse tipologie di interventi occupazionali.</p> <p>Osservando le politiche attive, nel loro complesso, si rileva che si è fatto maggiormente ricorso agli incentivi a tempo indeterminato (74,4%) e ai contratti a causa mista (19,3%).</p> <p>Per maggiori informazioni è possibile consultare le <a title="Scarica il file in formato PDF 418Kb" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?sURL=%2fdocallegatiNP%2fMig%2fAllegati%2fStatistiche_In_Breve_POLITICHE_LAVORO.pdf">statistiche in breve sulle politiche del lavoro</a> (pdf 418KB).</p> Bando di concorso per soggiorni presso la casa riposo di Camogli (GE)http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52250http://www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=52250Thu, 29 Nov 2018 07:00:00 GMTnews informazioni<p>Pubblicato il <a title="Vai al bando" href="javascript:goLink('https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?sPathID=%3b0%3b46013%3b46065%3b46066%3b&amp;lastMenu=46066&amp;iMenu=13&amp;iNodo=46066&amp;ipagina=1&amp;smateria=&amp;sareadirigenziale=&amp;iscadenza=0&amp;inumeroelementi=12&amp;itipologia=2&amp;idettaglio=507',3);">bando di concorso</a> che mette a disposizione 14 posti per l’ammissione, in ospitalità residenziale e in stanze singole, presso la casa di riposo “Giovanni Bettolo” di Camogli (GE).</p> <p>Possono <strong>partecipare alla selezione</strong> i pensionati INPS e i titolari di pensione di reversibilità, entrambi appartenenti alla categoria “Previdenza Marinara” (PM) o alla pensione di Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) liquidata con il computo di contribuzione per attività di navigazione.</p> <p>I <strong>beneficiari</strong> devono essere in situazione di completa autosufficienza psicofisica.</p> <p>La domanda di partecipazione deve essere inoltrata esclusivamente per via telematica, attraverso il <a title="Vai al servizio" href="//www.inps.it//nuovoportaleinps/default.aspx?itemDir=51692">servizio dedicato</a> dalla mezzanotte del <strong>1° dicembre 2018</strong> alle 23.59 del <strong>28 febbraio 2019</strong>.</p>