www.inps.it - Ultime sentenze dell'Avvocatura EmesseInps.it - Ultime sentenze dell'Avvocatura Emessehttp://www.inps.it/default.aspx?rss=yesit-IThttp://blogs.law.harvard.edu/tech/rssFri, 30 Sep 2022 18:32:57 GMThttp://www.inps.it/images/logo_bussola_new.jpginps.ithttp://www.inps.it/8450Commissione Tributaria Regionale del Veneto – 08.01.2021 n. 65http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCommissione_Tributaria_Regionale_Veneto_n65_1.pdfSentenza Le domande che comportino l’accertamento di una errata certifi cazione del sostituto di imposta, relative al legittimo e corretto esercizio del diritto di rivalsa delle ritenute alla fonte versate direttamente dal sostituto, non sono attratte alla giurisdizione del giudice tributario, ma rientrano nella giurisdizione del giudice ordinario.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Cassazione – Ordinanza del 27.01.2021 n. 1762http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_Cassazione1_n1762_del_27-01-2021.pdfOrdinanza Il fatto che un credito per somme maturate per TFR sia stato ammesso allo stato passivo nella procedura fallimentare del datore di lavoro non può vincolare l’INPS che sia rimasto estraneo alla procedura, dovendo l’Istituto sempre poter contestare l’operatività della garanzia dell’art. 2 L. n. 297/82. L’operaio agricolo a tempo determinato (O.T.D.) non può benefi ciare della tutela apprestata dal Fondo di Garanzia per il pagamento della prestazione del TFR, difettando il relativo rapporto assicurativo.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Cassazione – 30.04.2021 n. 11431http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_Cassazione2_n11431_del_30-04-2021.pdfSentenza Per i soggetti titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa iscritti alla Gestione separata INPS il rapporto contributivo e previdenziale si atteggia come quello degli altri lavoratori autonomi iscritti alla medesima Gestione, con conseguente inapplicabilità del principio di automaticità delle prestazioni di cui all’art. 2116, comma 1, c.c..Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Cassazione – Ordinanza del 06.05.2021 n. 11909http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_Cassazione3_n11909_del_06-05-2021.pdfSentenza Il diritto al ricalcolo di un trattamento pensionistico già in essere è soggetto, ai sensi dell’art. 47 D.P.R. 639/70 come modifi cato dall’art. 38 del D.L. 98/11 (conv. in legge 111/11), alla decadenza totale, il cui termine triennale decorre dal riconoscimento parziale della prestazione quanto alle pensioni che sono state riconosciute solo parzialmente dopo l’entrata in vigore del decreto legge e, invece, dall’entrata in vigore del decreto legge (6 luglio 2011) quanto alle pensioni riconosciute parzialmente precedentemente alla novella legislativa. FATTOTue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Cassazione – Ordinanza del 26.07.2021 n. 21361http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_Cassazione4_n21361_del_+26-07-2021.pdfOrdinanza La decorrenza della pensione di vecchiaia liquidata in avvalimento della facoltà di cui all’art. 3 del D.M. n. 282/1996 (che consente di chiedere il computo, nell’ambito della Gestione Separata, dei contributi già versati nell’AGO) è connessa alla data di presentazione della domanda di computo della contribuzione AGO, poiché «solo da tale data detta contribuzione avrebbe potuto costituire parte dell’ammontare contributivo necessario per la liquidazione della pensione richiesta».Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Ancona – 12.11.2020 n. 284http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello1_Ancona_n284_del_12-11-2020.pdfSentenza Il diritto all’APE sociale ai sensi dell’ art. 1, comma 179 della legge n. 232/2016 matura in relazione non già alla perdita di impiego lavorativo comunque determinatasi, bensì ad una condizione di disoccupazione di origine specifi ca (licenziamento collettivo, dimissioni per giusta causa, risoluzione consensuale nell’ambito della procedura ex art. 7 L. 604/66), che solo a partire dal gennaio 2018, ai sensi della legge 205 del 27.12.2017, risiede anche nella scadenza naturale del rapporto di lavoro a tempo determinato, oltre che nelle ipotesi tassative contemplate nell’originaria formulazione della legge n. 232/2016.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Bologna – 14.01.2021 n. 482http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello2_Bologna_n482_del_14-01-2021.pdfSentenza Gli artigiani possono riunirsi in cooperativa sia mantenendo la propria individualità imprenditoriale sia perdendola: nel primo caso, il prestatore potrà ottenere l’iscrizione nella corrispondente gestione previdenziale; nel secondo caso, invece, la contribuzione è di pertinenza della gestione dei lavoratori dipendenti.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Bologna – 25.01.2021 n. 699http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello3_Bologna_n699_del_25-01-2021.pdfSentenza Contributi – Gestione Separata – Prescrizione – Occultamento doloso – Omessa Iscrizione – Mancata compilazione quadro R.R. – SussistenzaTue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Bologna – 13.04.2021 n. 220http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello4_Bologna_n220_del_13-04-2021.pdfSentenza L’azione di accertamento del comportamento discriminatorio – costituito dall’aver pagato l’indennità di maternità in misura inferiore – quantunque ricondotta nell’alveo della tutela rafforzata garantita dal diritto antidiscriminatorio, non è svincolata dai termini decadenziali e prescrizionali che regolano l’esercizio in via ordinaria del diritto di cui è richiesta tutela. Diversamente opinando, sarebbe inammissibilmente rimesso all’iniziativa qualifi catrice del lavoratore il regime di decadenza e prescrizione applicabile alle sue pretese creditorie.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Brescia – 06.05.2021 n. 114http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello5_Brescia_n114_del_06-05-2021.pdfSentenza La prova del requisito del soggiorno legale, in via continuativa, per almeno 10 anni nel territorio nazionale (c.d. radicamento territoriale) non può essere fornita esclusivamente con il possesso, sul piano formale, del certifi cato storico di residenza in Italia e del permesso di soggiorno CE per lungo soggiornanti, dovendo l’interessato fornire la prova, anche giovandosi di presunzioni, della presenza effettiva, in via continuativa, sul territorio nazionaleTue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Brescia – 27.10.2021 n. 251http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello6_Brescia_n251_del_27-10-2021.pdfSentenza L’attestazione di regolarità contributiva di cui ai DURC richiede che l’INPS verifi chi, anche attraverso una fase istruttoria, che i contributi dovuti sulla base delle denunce obbligatorie presentate dalle imprese siano stati effettivamente versati e non vi siano ritardi o inadempienze nel pagamento. Il tipo di verifi ca da compiere ai fi ni del rilascio del DURC non obbliga l’INPS a fare un confronto tra le retribuzioni mensilmente pagate a ciascun dipendente e quelle che sarebbero spettate in base al CCNL applicato dalla ditta.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Milano – 12.04.2021 n. 141http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello7_Milano_n141_del_12_04_2021.pdfSentenza Il termine di due anni previsto dal D.Lgs. n. 276 del 2003, art. 29, comma 2, non è applicabile all’azione promossa dagli enti previdenziali, soggetti alla sola prescrizione. Sezioni Civili 99 La misura dei contributi previdenziali è stabilita dalla legge in ragione di una base imponibile costituita dalla retribuzione fi ssata dalla contrattazione collettiva di riferimento o, nella sola ipotesi in cui la retribuzione così determinata sia superiore a quella risultante dall’applicazione della contrattazione collettiva, dall’accordo delle parti.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Milano – 13.01.2022 n. 1424http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello8_Milano_n1424_del_13-01-2022.pdfSentenza La causale “brevi stasi stagionali”, quale ipotesi riconducibile alle “altre cause” di cui all’art. 8 L. 8 agosto 1972, n.457 per il diritto al trattamento sostitutivo della retribuzione per le giornate di lavoro non prestate, risulta invocabile solo da imprese “con terreni”, perché è solo l’azienda che “lavora la terra” a poter sospendere o ridurre l’attività per le brevi stati alle quali vanno incontro, in certi periodi dell’anno, le coltivazioni.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Roma – 05.03.2021 n. 921http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello9_Roma_n921_del_05-03-2021.pdfSentenza Poiché le retribuzioni e il TFR maturano al lordo, se il lavoratore pretende in giudizio il pagamento di una somma al netto delle ritenute fi scali deve allegare e dimostrare che le dovute ritenute sono già state operate. In difetto, la richiesta di emissione del decreto ingiuntivo per una somma al netto delle ritenute fi scali deve essere intesa come una limitazione quantitativa della domanda.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Roma – 11.03.2021 n. 1006http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello10_Roma_n1006_del_11-03-2021.pdfSentenza In caso di insolvenza del datore di lavoro, ai fi ni dell’individuazione del dies a quo dal quale computare a ritroso il termine annuale per il pagamento delle ultime tre mensilità di retribuzione da parte del Fondo di Garanzia gestito dall’INPS, non assume rilievo il mero deposito di un ricorso per ingiunzione di pagamento, al quale non sia seguita la pronuncia del decreto ingiuntivo e la sua successiva notifi cazione ad opera del lavoratore, trattandosi di iniziativa che non ha trovato consacrazione in un titolo eseguibile nei confronti del datore di lavoro insolvente.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Roma – 08.06.2021 n. 2423http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello11_Roma_n2423_del_08-06-2021.pdfSentenza Per benefi ciare della esenzione in termini tributari e contributivi ex art. 67 comma 1 T.U.I.R. (D.P.R. 22 dicembre 1986, n.91) occorre il verifi carsi di un duplice requisito: da una parte, la natura dell’ente che eroga i compensi deve rientrare tra quelle associazioni o società sportive dilettantistiche avendo riguardo all’effettivo svolgimento di attività senza fi ne di lucro, non potendosi ritenere soddisfatto dalla sola affi liazione a federazioni sportive ed al CONI; dall’altra la non professionalità dell’esercizio delle attività di collaborazione prestate in favore di tali associazioni o società.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Salerno – 01.03.2021 n. 209http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello12_Salerno_n209_del_01-03-2021.pdfSentenza La domanda giudiziale volta a conseguire la rivalutazione contributiva per effetto dell’esposizione all’amianto ex art. 13 comma 8 della L. n. 257/92 richiede, in via pregiudiziale ed a pena di improponibilità, rilevabile anche di uffi cio, la preventiva domanda amministrativa da parte del lavoratore nei confronti dell’INPS.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Torino – 14.01.2021 n. 15http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello13_Torino_n15_del_14-01-2021.pdfSentenza In tema di intervento del Fondo di Garanzia gestito dall’INPS di cui alla L. 297 del 1982, il lavoratore - quando l’esame della domanda di insinuazione del suo credito per TFR nello stato passivo del fallimento del proprio datore di lavoro sia stato impedito dalla previa chiusura della procedura concorsuale per insuffi cienza dell’attivo - può chiedere il pagamento del TFR da parte del Fondo qualora sia munito di un titolo giudiziale relativo al credito reclamato e abbia esperito un’azione esecutiva nei confronti del datore di lavoro, tornato in bonis.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTCorte di Appello di Venezia – 07.01.2021 n. 445http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fCorte_dAppello14_Venezia_n445_del_17-01-2021.pdfSentenza In tema di domanda diretta ad ottenere il riconoscimento del diritto alla rivalutazione contributiva per esposizione ultradecennale all’amianto, la consapevolezza dei fatti non può farsi risalire ad un periodo successivo alla domanda amministrativa inoltrata all’INAIL per il riconoscimento dell’avvenuta esposizione (essendo già a tale data certamente acquisita la consapevolezza dell’esposizione) e, quindi, non può coincidere con la successiva domanda di pensionamento che – per interrompere la prescrizione del diritto alla rivalutazione – deve intervenire entro dieci anni dalla domanda rivolta all’INAIL, in assenza di ulteriori atti interruttivi.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Agrigento – 23.06.2021 n. 771http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale1_Agrigento_n771_del_23-06-2021.pdfSentenza Nessuna trasmissione illegittima di dati riservati può imputarsi all’INPS che ha utilizzato, per la comunicazione di dati personali sullo stato di salute, l’indirizzo pec fornito dallo stesso, presente e persistente nell’ara riservata di esclusivo dominio dell’interessato.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Ancona – 11.06.2021 n. 161http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale2_Ancona_n161_del_11-06-2021.pdfSentenza In tema di calcolo della pensione per i lavoratori agricoli, il comma 1 ed il comma 3 dell’art. 15 della Legge n. 153/69 vanno letti congiuntamente ed in stretta connessione l’uno con l’altro, sicché, laddove non trovi applicazione l’elevazione contributiva di cui al comma 3 non può neppure considerarsi fi ttiziamente lavorato l’intero anno mediante la ripartizione di cui al comma 1. Laddove, infatti, venga operata la ripartizione su 52 settimane dei contributi giornalieri Tribunale 154 versati, dovrebbe necessariamente operarsi anche l’elevazione della retribuzione annuale, onde evitare che a maggior lavoro e a maggior apporto contributivo corrisponda una riduzione della pensione che il lavoratore avrebbe maturato al momento della liquidazione della pensione per effetto della precedente contribuzione.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Benevento – 29.04.2021 n. 521http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale3_Benevento_n521_del_29-04-2021.pdfSentenza La sussistenza dello stato di bisogno non si ricava dalla sola dichiarazione dei redditi ma deve essere desunta anche dagli ulteriori indicatori che, complessivamente considerati, possono indurre a ritenere che il richiedente l’assegno sociale sia percettore di un reddito superiore a quello previsto dalla legge. La dichiarazione di autosuffi cienza economica compiuta in sede di separazione o di divorzio che accompagna la rinuncia all’assegno di mantenimento è idonea a fondare una presunzione di suffi cienza dei mezzi a disposizione del richiedente ostativa all’accesso alla prestazione, presunzione che può essere vinta solo da una specifi ca prova contraria.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Bergamo – 06.03.2021 n. 420http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale4_Bergamo_n420_del_06-03-2021.pdfSentenza Qualora l’INPS ha fornito prova delle prestazioni erogate all’assicurato, comunicate alla compagnia assicuratrice e di cui ha chiesto il rimborso, è onere di parte convenuta fornire la prova della non debenza di quanto richiesto dall’ente in forza dell’art. 142 D.Lgs. n. 209/2005. La compagnia assicurativa, laddove provveda al risarcimento del sinistro, in tutto od in parte, è tenuta per legge ad accantonare quanto erogato dall’ente assicuratore sociale non potendo contestare l’atto di liquidazione svolto dall’INPS adducendo una diversa valutazione del danno da essa operata. L’esito di una valutazione medica di parte, per la sua provenienza unilaterale non può ritenersi idonea a contrastare gli esti dell’accertamento fi nale avvenuto in via amministrativa da parte dell’INPS e come tale assistito da presunzione di legittimità.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Forlì – Ordinanza del 01.02.2021http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale6_Forli_Ordinanza_del_01-02-21.pdfOrdinanza Il debitore esecutato nell’intimare all’Amministrazione terza pignorata il pagamento della parte “liberata” dal credito pignorato è tenuto al rispetto del termine dei 120 giorni dalla notifi ca del titolo esecutivo di cui all’art. 14 comma 1 D.L. 669/96 convertito con modifi cazioni in L. 30/1997.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Milano – Decreto del 26.03.2021 n. 8530http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale7_Milano_n8530_del_26-03-2021.pdfSentenza L’esatta fotografi a dell’esposizione debitoria è presupposto logicogiuridico imprescindibile della disciplina di cui all’art. 5 del D.M. 30 gennaio 2015 tanto ai fi ni della verifi ca circa la previsione della “integrale soddisfazione dei crediti dell’INPS” quanto ai fi ni della verifi ca - ai sensi dell’art. 182 ter Legge Fallimentare - della misura con cui sia stata proposta la soddisfazione “dei contributi amministrati dagli enti gestori di forme di previdenza e assistenza obbligatorie e dei relativi accessori” che dovrà essere “in misura non inferiore a quella realizzabile, in ragione della collocazione previdenziale, sul ricavato in caso di liquidazione”.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Palermo – 14.11.2021 n. 4389http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale8_Palermo_n4389_del_14-11-2021.pdfSentenza In merito all’esercizio del diritto di surroga dell’assicuratore nei diritti che il danneggiato vanta nei confronti del danneggiante e del suo assicuratore, e della conseguente azione promossa dal primo, resta esclusa l’applicazione dell’art. 102 c.p.c.. Non vi è alcuna disposizione che induca a ritenere che l’ente gestore dell’assicurazione sociale o istituto previdenziale, una volta che penda la controversia giudiziaria tra il danneggiato da una parte e il danneggiante e l’assicuratore di questo dall’altra non possa conseguire quanto ex lege spettantegli se non intervenendo nel giudizio pendente.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Santa Maria Capua Vetere – 13.01.2021 n. 67http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale9_SMCapuaVetere_n67_del_13-01-2021.pdfSentenza La cartella di pagamento notifi cata via PEC nella sua forma di copia PDF scansionata - e non in formato nativo digitale - non infi cia l’idoneità della relativa notifi ca. Anche una copia scansionata che riconosca suffi cienti caratteristiche di qualità, sicurezza, integrità ed immodifi cabilità del documento, può soddisfare il requisito legale della sicurezza, ai sensi dell’art. 20, comma 1 bis del D.Lgs. 82/2005.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Santa Maria Capua Vetere – 03.06.2021 n. 1682http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale10_SMCapuaVetere_n1682_del_03-06-2021.pdfSentenza Il lavoratore può accedere al Fondo di Garanzia gestito dall’INPS esclusivamente allorquando abbia già ottenuto un accertamento in via giudiziale del proprio credito, accertamento che può derivare da un provvedimento di ammissione del credito allo stato passivo del fallimento del datore di lavoro o, nel caso di chiusura della procedura concorsuale subito dopo la domanda di insinuazione presentata dal dipendente, dall’avvio di una procedura di esecuzione forzata nei confronti del datore medesimo.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Sondrio – Ordinanza del 07.10.2021 n. 456http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale11_Sondrio_n456_del_07-10-2021.pdfOrdinanza In tema di reddito di cittadinanza, la residenza qualifi cata e la sua permanenza per la durata del benefi cio appare ancora necessaria e giustifi cabile razionalmente per la verifi ca di un minimo di collegamento territoriale tra il percipiente del benefi cio statale ed il radicamento sul territorio dello Stato del soggetto stesso, anche in relazione alla fi nalità ultima del benefi cio in esame consistente nel reinserimento nel mondo del lavoro e l’inclusione sociale.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Velletri – 11.03.2021 n. 403http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale12_Velletri_n403_del_11-03-2021.pdfSentenza L’azione proposta dalla lavoratrice e volta esclusivamente ad ottenere l’integrazione economica di quanto avrebbe dovuto percepire a titolo di indennità di maternità va qualifi cata come domanda di pagamento di una prestazione previdenziale erogata dall’INPS e non tutela discriminatoria, difettando l’attualità di un comportamento illegittimo che il Tribunale deve inibire con urgenza.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Velletri – 25.03.2021 n. 517http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale13_Velletri_n517_del_25-03-2021.pdfSentenza Sulla somma liquidata a seguito di decreto di omologa avente ad oggetto il riconoscimento di prestazione assistenziale non spettano gli interessi legali di cui all’art. 1284 c.c., comma 4, applicabile a seguito d’avvio di lite sia giudiziale che arbitrale però solo in correlazione ad obbligazione pecuniaria che trova la sua fonte in un contratto stipulato tra le parti.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Velletri – 29.06.2021 n. 1066http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale14_Velletri_n1066_del_29-06-2021.pdfSentenza Quando il fatto colposo posto in essere dal creditore (cioè la iniziale rinuncia al mantenimento a carico dell’ex coniuge effettuata dal richiedente e motivata in ragione della asserita “autosuffi cienza economica” di entrambi i coniugi) ha concorso a determinare un danno al creditore medesimo (cioè lo stato di bisogno in cui si è trovato il richiedente, ovverosia la totale assenza di redditi in capo allo stesso), e quando tale danno era evitabile usando l’ordinaria diligenza (cioè pattuendo delle condizioni più eque di separazione o di divorzio, o chiedendo la modifi ca delle condizioni di separazione originariamente pattuite), il risarcimento (cioè, nel caso di specie, l’assegno sociale) astrattamente dovuto dal debitore (cioè INPS) non è dovuto da quest’ultimo.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Velletri – 01.07.2021 n. 1075http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale15_Velletri_n1075_del_01-07-2021.pdfSentenza Poiché il comma 2 bis dell’art. 10 del TUIR introdotto dall’art. 150 del D.L. 34/2020 convertito con modifi cazioni nella L. 77/2000 richiama espressamente la lettera d-bis del comma 1 del TUIR (che include tra gli oneri deducibili le somme restituite al soggetto erogatore se assoggettate a tassazione negli anni precedenti), ne discende che la modifi ca normativa - che prevede che la restituzione delle somme al soggetto erogatore deve avvenire al netto della ritenuta operata al Sezioni Civili - momento dell’erogazione delle stesse - non riguarda le somme che siano state restituite nello stesso anno d’imposta dell’erogazione.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMTTribunale di Foggia – 23.12.2020 n. 4076http://www.inps.it/bussola/visualizzadoc.aspx?sVirtuaLURL=/docallegati%2fConfigurazione%2fRedazionale%2fLists%2fAvvocatura%2fTribunale5_Foggia_n4076_del_23-12-2020.pdfSentenza L’azione diretta al riconoscimento del benefi cio contributivo da esposizione all’amianto è soggetta alla prescrizione decennale ex art. 2946 c.c. decorrente dall’acquisita consapevolezza dell’esposizione qualifi cata, ovvero dalla domanda all’INAIL diretta all’accertamento dell’esposizione all’amianto, non avendo nessuna effi cacia interruttiva le diverse istanze presentate all’INAIL o ad altri enti, in quanto non titolari dal lato passivo della posizione giuridica soggettiva. Tribunale 170 La prescrizione del diritto alla maggiorazione contributiva in conseguenza dell’esposizione all’amianto incide su un autonomo diritto e non sulla rivendicazione di una componente del credito previdenziale, è defi nitiva e non limitata ai singoli ratei.Tue, 28 Jun 2022 07:00:00 GMT