Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Banche dati documentali

Inps Servizi

Banche dati documentali


Messaggio numero 10052 del 13-04-2010

  
Attivando questo Link si può ricevere il documento in formato PDF

Direzione Centrale Entrate
Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni
Direzione Centrale Organizzazione
Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione

 





         Roma, 13-04-2010



         Messaggio n. 10052

 


 

OGGETTO:

distacco dei Comuni della "Valmarecchia" e loro aggregazione alla provincia di Rimini. Spostamento dell'agenzia INPS di Novafeltria dalla Direzione Regionale Marche (Direzione Provnciale di Pesaro) alla Direzione Regionale Emilia Romagna (Direzione Provinciale di Rimini).
Precisazioni.
Istruzioni operative e adempimenti.

 

 
 

 

 
Premessa.
Come noto, l’articolo 1 della legge 3 agosto 2009, n.117 (1) dispone che “i comuni di Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant'Agata Feltria e Talamello sono distaccati dalla regione Marche e aggregati alla regione Emilia-Romagna, nell'ambito della provincia di Rimini, in considerazione della loro particolare collocazione territoriale e dei peculiari legami storici, economici e culturali con i comuni limitrofi della medesima provincia” (allegato 1).
Con legge regionale del 4 novembre 2009, n. 17 (2) sono state illustrate le misure per l'attuazione della legge 3 agosto 2009, n. 117 concernente il distacco dei comuni di sopra indicati dalla Regione Marche e loro aggregazione alla Regione Emilia-Romagna (allegato 2).
Infine, con successiva Determinazione Commissariale n. 12 del 22 gennaio 2010 (3) sono state, tra l’altro, disciplinate le seguenti modifiche:
 
a)              lo spostamento dell’Agenzia di Novafeltria nella Direzione regionale Emilia Romagna, nell’ambito della Direzione provinciale di Rimini;
b)              la rideterminazione del bacino di utenza dell’Agenzia di Novafeltria che, pertanto, viene ad essere costituito dai comuni di:
-        Casteldelci (CAP 61010);
-        Maiolo (CAP 61010);
-        Novafeltria (CAP 61015);
-        Pennabilli (CAP 61016);
-        San Leo (CAP 61018);
-        Sant’Agata Feltria (CAP 61019);
-        Talamello (CAP 61015)
-         
c)               l’accorpamento dei comuni di Carpegna (CAP 61021), Montecopiolo (CAP 61014), Pietrarubbia (CAP 61023), Monte Cerignone (CAP 61010) e Monte Grimano Terme (CAP 61010) al bacino di utenza dell’Agenzia di Urbino, che rientra nella sfera di competenza della Direzione provinciale di Pesaro.
 
Per quanto sopra, con riferimento agli adempimenti che attengono alle attività istituzionali dell’INPS, si approfondiscono di seguito le specificità riferite alle singole gestioni previdenziali.
 
1) Datori di lavoro che operano con il sistema DM-UNIEMENS.
Per le aziende di nuova costituzione o per i datori di lavoro in genere, rientranti nell’ambito della competenza territoriale in uno dei comuni indicati al punto b) della premessa che richiedono l’apertura di una nuova posizione aziendale (matricola), dal 1 maggio 2010 dovranno trasmettere le predette istanze alla Direzione provinciale INPS di Rimini.
A partire da tale data le procedure informatiche di “Iscrizione e variazione Azienda”, operanti sulle piattaforme web INTERNET ed INTRANET, e le procedure di back-office realizzate per la gestione delle istanze telematiche provenienti dal canale telematico di ComUnica saranno adeguate sulla scorta delle nuove competenze territoriali.
Per le posizioni contributive già in essere, il cui ambio territoriale afferisce ad uno dei predetti comuni, e che attualmente risultano in carico alla Direzione provinciale di Pesaro, si precisa che le stesse dovranno essere chiuse (cessate) entro la data del 30 giugno 2010.
A tal fine gli operatori di processo della Direzione provinciale di Pesaro avranno cura di prendere contatto con le aziende ed i loro eventuali intermediari, in modo da favorire gradualmente e senza soluzione di continuità il passaggio alla diversa Direzione INPS di riferimento.
In ogni caso il termine ultimo per concludere le predette operazioni resta confermato al 30 giugno 2010.
Trascorso tale termine, qualora dovessero risultare ancora aperte posizioni contributive presso la Direzione provinciale di Pesaro, gli operatori di processo provvederanno a listare con le apposite procedure le matricole ancora in essere (posizioni con “Stato azienda” “0 – Attiva”, “4 – Riattivata” e “3 – Sospesa”) e a cessare d’ufficio le posizioni interessate, indicando nel campo “Data evento” quella del “30.06.2010”.
Trasmetteranno inoltre la lista elaborata e gestita con gli anzidetti criteri agli operatori di processo della Direzione provinciale di Rimini, i quali provvederanno d’ufficio all’apertura di altrettante matricole, provvedendo altresì ad indicare, nel previsto campo “Data di inizio attività con dipendenti”, quella del “01.07.2010”.
La gestione delle attività già in essere prima della data di cessazione (rettifiche, recupero crediti, dilazioni, ecc.) restano in carico alla Direzione provinciale di Pesaro, che ne curerà la loro naturale definizione.
Si rappresenta, infine, che i comuni indicati alla lettera c) della premessa, già in carico alla Direzione provinciale di Pesaro, non subiscono nessuna variazione.
 
2) Aziende agricole con dipendenti
Per le aziende agricole sono valide le indicazioni già descritte al precedente punto 1.
Per le aziende di nuova iscrizione con i terreni ubicati in uno dei comuni indicati al punto b) ovvero per le aziende senza terra con sede legale in tali comuni, si indicano di seguito i codici ISTAT da inserire nella Denuncia Aziendale (DA) dal 1 aprile 2010:
 
·         CASTELDELCI:         cod.      ISTAT      provincia 099 –      cod.  ISTAT  comune 021
·         MAIOLO:                    cod.      ISTAT      provincia 099 –      cod.  ISTAT  comune 022
·         NOVAFLETRIA:         cod.      ISTAT      provincia 099 –      cod.  ISTAT  comune 023
·         PENNABILLI:             cod.      ISTAT      provincia 099 –      cod.  ISTAT  comune 024
·         SAN LEO:                  cod.      ISTAT      provincia 099 –      cod.  ISTAT  comune 025
·         S’AGATA FELTRIA:   cod.      ISTAT      provincia 099 –      cod   ISTAT  comune 026
·      TALAMELLO:              cod.      ISTAT      provincia 099 –      cod.  ISTAT comune 027
 
Le DA già presenti negli archivi in stato di “accolta”, presentate dalle aziende dei Comuni sopra indicati, verranno cessate centralmente con decorrenza 31/05/2010. Consultandole, verrà visualizzata la dicitura “cessata d’ufficio”.
Le medesime posizioni saranno automaticamente duplicate con decorrenza 01/06/2010 ed inserite nella procedura delle DA della Provincia di Rimini con i codici ISTAT di nuova istituzione. Consultandole, verrà visualizzata la dicitura “iscrizione d’ufficio”.
La Direzione di Pesaro provvederà a definire tutte le DA giacenti nell’archivio entro la data del 31/5/2010.
Le aziende inquadrate in uno dei Comuni aggregati alla Provincia di Rimini, dovranno inoltrare i DMAG con i nuovi codici ISTAT a partire dal 2° trimestre 2010.
Le denunce DMAG ( principali, sostitutive e/o di variazione) afferenti alle competenze pregresse al 2° trimestre 2010 trasmesse a partire dal 1 luglio 2010, dovranno mantenere i vecchi codici ISTAT.
 
Per quanto riguarda le autorizzazioni “intermediario-aziende” di cui alla circolare n. 110/2009, si precisa che con un’operazione centralizzata gli intermediari, già autorizzati alla gestione delle aziende interessate da tale operazione, saranno autorizzati automaticamente alla gestione delle aziende contraddistinte dai nuovi codici della provincia di Rimini.
 
2.1) Lavoratori agricoli autonomi
Per le aziende in argomento, al pari di quanto illustrato al punto precedente, la gestione della posizione previdenziale delle nuove aziende autonome che si iscrivono a decorrere dal 1° aprile 2010 diviene di competenza della Direzione INPS di Rimini.
Tutte le posizioni contributive relative ai lavoratori autonomi già iscritti nella Provincia di Pesaro, verranno cancellate d’ufficio con decorrenza 31/05/2010 e contemporaneamente iscritte nei rispettivi comuni divenuti di competenza della Provincia di Rimini, con decorrenza 01/06/2010.
Tale operazione sarà effettuata con modalità completamente automatizzata da apposite procedure informatiche centralizzate.
Le aziende interessate a tali variazioni, riceveranno due modelli F24 per il pagamento dei contributi relativi all’anno 2010.
 
Per la gestione delle attività già in essere prima della data di cessazione del 31/05/2010 delle aziende/autonomi (rettifiche, recupero crediti, dilazioni, ecc.), restano in carico alla Direzione provinciale di Pesaro, che ne curerà la gestione.
 
3) Iscritti alle gestioni degli Artigiani e Commercianti
 
Per gli iscritti alle gestioni in argomento, si provvederà nella seconda metà del mese di maggio del corrente anno, a cura della Direzione centrale Tecnologia informatica, a cancellare dalla Direzione provinciale di Pesaro con decorrenza 31 marzo 2010 le posizioni risultanti attive ed a riaprire tali posizioni con decorrenza 1 aprile 2010 presso la Direzione provinciale di Rimini.
 
Agli interessati dalla descritta operazione verranno inviati:
 
Preme sottolineare che per effetto della modifica, i contribuenti sopra individuati dovranno compilare due modelli “Quadro RR” nell’Unico 2011 per il periodo d’imposta 2010, uno con l’indicazione del “CODICE AZIENDA I.N.P.S.” relativo alla posizione in carico alla Sede provinciale di Pesaro con periodo di imposizione contributiva gennaio-marzo, l’altro con l’indicazione del “CODICE AZIENDA I.N.P.S.” relativo alla posizione in carico alla Sede provinciale di Rimini con periodo di imposizione contributiva aprile-dicembre.
 
 
                                                           Il Direttore Generale
                                                                        Nori
 
 
 
 
 
Note
1)              Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 188 del 14 agosto 2009
2)              Pubblicata nel BUR Emilia Romagna del 4.11.2009