Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Banche dati documentali

Inps Servizi

Banche dati documentali


Messaggio numero 11903 del 25-05-2009.htm

  
  

Attivando questo Link si può ricevere il documento in formato PDF

Direzione Generale

 

 

 

 

 

 

Roma, 25-05-2009

 

 

 

Messaggio n.  11903

 

 

 

Allegati 

 

 

OGGETTO:

Progetto UNIEMENS

 

 

 

Con il corrente mese di maggio il progetto UNIEMENS completa la fase progettuale ed entra nella fase operativa.

 

Il progetto UNIEMENS ha come obiettivo l’unificazione dei flussi EMENS e DM10, raccogliendo, a livello individuale per ogni lavoratore, le informazioni retributive e contributive. Ciò oltre a dare adempimento alla norma istitutiva della mensilizzazione (L.326/2003) che prevedeva la raccolta mensile “dei dati retributivi e delle informazioni utili al calcolo dei contributi”, rappresenta un’importante evoluzione del sistema in termini di semplificazione e di efficienza.

 

Già in questi anni il sistema EMENS ha raggiunto importanti risultati grazie alla collaborazione di tutti i soggetti coinvolti: aziende, consulenti, associazioni, software house. Oggi, in considerazione dei risultati conseguiti, si può affermare che la mensilizzazione ha rappresentato un grande salto qualitativo nel colloquio e nell’interazione tra Aziende e INPS, sia da un punto di vista tecnico che di contenuti: con EMENS infatti si è passati da un sistema basato sulla “costruzione” a posteriori della posizione assicurativa da parte delle aziende (mod. O1/M, CUD e 770), ad un altro sistema, caratterizzato dalla trasmissione telematica di informazioni elementari presenti nelle procedure aziendali relative alle retribuzioni individuali, elaborate ed aggregate nel conto assicurativo direttamente dalle applicazioni INPS.

 

In particolare oggi con il sistema EMENS

    • i conti assicurativi individuali risultano aggiornati con i dati dell’ultima busta paga
    • la liquidazione delle pensioni viene effettuata tempestivamente tenendo conto delle ultime retribuzioni percepite senza necessità di ulteriori dichiarazioni da parte del datore di lavoro
    • la liquidazioni delle prestazioni di disoccupazione, di mobilità e CIGS a pagamento diretto non necessita più di informazioni integrative da parte delle aziende
    • sono in corso di abolizione tutti i modelli di fine cessazione per i lavoratori pensionandi delle aziende dei Fondi speciali di previdenza (categorie speciali quali autoferrotranviari, elettrici, telefonici, personale di volo )
    • vengono raccolte mensilmente tutte le informazioni relative alla destinazione del TFR nonché alla contribuzione al Fondo di Tesoreria e a FONDINPS che consentono la tenuta del conto individuale relativo al TFR destinato ai predetti fondi.


Il sistema EMENS è quindi oggi maturo per affrontare l’ulteriore sfida: l’unificazione dei flussi retributivi (EMENS) e con i flussi contributivi (DM10), per dare origine al nuovo sistema UNIEMENS.

 

Con il sistema UNIEMENS

    • Si riducono le informazioni, eliminando la duplicazione dei dati presenti nei due flussi
    • Si semplificano le informazioni, utilizzando i dati elementari individuali presenti nelle procedure paghe
    • Si elimina, sia per l’INPS che per le aziende, la necessità di verifiche di congruità tra i dati retributivi e i dati contributivi (Confronto Cumuli)
    • Si riducono e si semplificano le procedure aziendali di trasmissione, gestione, di elaborazione e di controllo
    • Aumentano le informazioni individuali a disposizione dell’INPS, per svolgere compiutamente e tempestivamente le proprie funzioni istituzionali


Proprio per l’importanza in termini di semplificazione che il progetto UNIEMENS riveste, è stato inserito, e ne rappresenta il modulo più consistente, nel “Piano per la riduzione degli oneri amministrativi delle Imprese” presentato nelle scorse settimane.

 

Il progetto UNIEMENS si articola in due fasi

    • La prima fase prende avvio immediatamente e prevede l’unificazione dei flussi EMENS e DM10 in un unico flusso “UNIEMENS aggregato” in quanto le informazioni contributive (DM10) risultano ancora aggregate a livello aziendale, ma inserite nella struttura EMENS congiuntamente agli altri dati aziendali, già oggi presenti.
    • La seconda fase, che inizierà con le denunce di competenza luglio 2009, prevede l’effettiva unificazione delle informazioni in un unico flusso “UNIEMENS individuale”, dove i dati relativi alla contribuzione ed alle somme conguagliate (ANF, indennità malattia , maternità, CIG, ecc) saranno indicati individualmente per ogni lavoratore.


La prima fase, UNIEMENS aggregato, può essere attuata senza alcun cambiamento delle procedure aziendali, in quanto è il software di controllo messo a disposizione dall’Istituto che si incarica di trasformare e unificare i flussi originari EMENS e DM10 in un unico flusso UNIEMENS aggregato. In questa prima fase è anche possibile, qualora lo impongano particolari esigenze organizzative aziendali, gestire separatamente i dati retributivi e contributivi, generando distintamente i due flussi UNIEMENS che conterranno l’uno i soli dati retributivi (EMENS), l’altro i soli dati contributivi (DM10).

 

Nelle apposite aree del sito INTERNET dell’INPS è disponibile il nuovo software di controllo UNIEMENS, con il relativo manuale operativo, ed è attiva la nuova funzione di invio. Per il periodo iniziale inoltre, saranno ancora attive le corrispondenti funzioni EMENS e DM10.

 

Nel corso del corrente mese sarà anche reso disponibile il documento tecnico UNIEMENS vers.1.0 che conterrà le specifiche per la predisposizione del flusso UNIEMENS individuale, per consentire ad aziende e software house di adeguare le procedure paghe alle nuove modalità di compilazione, in tempo utile per l’avvio del nuovo flusso a decorrere dalle denunce di competenza luglio 2009.

 

Le aziende e gli intermediari avranno comunque a disposizione tutto il secondo semestre 2009 per transitare dal vecchio al nuovo sistema che andrà compiutamente a regime dal 1° gennaio 2010.

 

Con apposito messaggio sarà data conferma della videoconferenza che si svolgerà presumibilmente il giorno 9 giugno p.v., aperta anche alle rappresentanze del mondo aziendale e professionale centrali e periferiche, per una illustrazione complessiva del progetto e delle sue finalità e sarà comunicato il calendario degli incontri formativi regionali tesi a fornire gli idonei strumenti al personale addetto all’assistenza ed al rapporto con aziende e consulenti sul territorio, personale la cui attività ha sempre rappresentato il miglior tramite per la diffusione dei progetti innovativi e per una loro concreta e fattiva condivisione.

 

                                                                                                                           IL DIRETTORE GENERALE
                                                                                                                                               
Crecco