Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Banche dati documentali

Inps Servizi

Banche dati documentali


Messaggio numero 14160 del 25-05-2010

  
Attivando questo Link si può ricevere il documento in formato PDF

Direzione Centrale Entrate

 





         Roma, 25-05-2010



         Messaggio n. 14160

 


 

OGGETTO:

dati retributivi lavoratori iscritti al Fondo Esattoriali esposti in EMENS/UNIEMENS

 

 

AI DIRETTORI CENTRALI
AI DIRETTORI REGIONALI
AI DIRETTORI DELLE STRUTTURE TERRITORIALI                            
 
Con il presente messaggio, riferito ai lavoratori iscritti al Fondo Esattoriali, vengono fornite indicazioni per una corretta esposizione dei dati retributivi nelle dichiarazioni EMENS/UNIEMENS, con espresso riferimento:
-        al campo "retribuzione pensionabile x 13";
-        al corretto utilizzo del "tipo lavoratore" codici E1, E2.
 
1. "retribuzione pensionabile " e "retribuzione pensionabile x 13"
Da una verifica sulla congruità dei dati retributivi dichiarati in Emens dall'1/1/2005 in poi, per i lavoratori "Fondo Esattoriali" (tipo lavoratore ES), è emerso che il campo "retribuzione pensionabile x 13" è frequentemente compilato con importi errati, incongrui o duplicati rispetto a quanto già dichiarato nel contiguo campo "retribuzione pensionabile" dello stesso Emens. In taluni casi, invece, pur in costanza di rapporto di lavoro, la "retribuzione pensionabile" espone sempre valore zero e risulta contestualmente valorizzata la sola "retribuzione pensionabile x 13".
Si forniscono, pertanto, i seguenti chiarimenti:
-        la distinzione dei due elementi retributivi ("pensionabile" e "pensionabile x 13") è funzionale all'elaborazione del corretto calcolo pensionistico correlato all'acquisizione per ratei degli importi ultramensili; ne deriva che è essenziale che "pensionabile" e "pensionabile x 13" siano correttamente esposte separate;
-        il campo "retribuzione pensionabile x 13" è dedicato esclusivamente alle voci ultramensili tipicamente afferenti l'intero anno - quali tredicesima, quattordicesima, e compensi analoghi -, anche se corrisposte dopo la cessazione del rapporto di lavoro (in tal caso, necessariamente l'importo non è annuale e verranno dichiarati i soli ratei maturati); qualsiasi altro elemento retributivo diverso da quelli citati va conglobato nel dato mensile "retribuzione pensionabile";
-        in caso di valorizzazione della "retribuzione pensionabile x 13" il corrispondente importo non deve essere inserito anche nella "retribuzione pensionabile" del mese.
Pertanto, se un lavoratore a titolo di retribuzione ultramensile nell'anno percepisce la sola tredicesima a dicembre, il campo "retribuzione pensionabile per 13" dovrà essere compilato unicamente in tale mese e dovrà contenere il solo importo della tredicesima, mentre il campo "retribuzione pensionabile" esporrà la retribuzione di dicembre priva della tredicesima.
 
2. "retribuzione pensionabile " e "retribuzione pensionabile x 13" - particolarità UNIEMENS
Si richiama l'attenzione sul contenuto dell'elemento <Fondo integrativo> della sezione <Dati Retributivi>; il valore da indicare nel campo <Fondo integrativo> sarà dato dalla somma della "retribuzione pensionabile" più la "retribuzione pensionabile x 13".
Nella sezione <Fondi Speciali> i due importi dovranno, invece, essere distinti secondo le modalità già chiarite nel precedente paragrafo.
 
3. "tipo lavoratore" codici E1, E2
I codici sono stati introdotti dal msg 8848 del 16/04/2008 "Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito, dell'occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale del personale addetto al servizio della riscossione dei tributi erariali e degli altri enti pubblici di cui al decreto legislativo 13 aprile 1999, n. 112", istituito dal D.M. 375/2003 Nuove modalità di comunicazione delle informazioni necessarie ad accreditare la contribuzione correlata a favore dei lavoratori beneficiari di assegno straordinario. Elenco aggiornato delle aziende iscritte al Fondo".
La verifica di congruità sul corretto operato delle aziende relativamente alle dichiarazione emens afferenti il personale cosiddetto "esodato" ha evidenziato le seguenti criticità:
·        assenza del codice;
·        utilizzo di E2 in luogo di E1 e viceversa;
·        posizioni contrassegnate da codice E1 prive della "retribuzione pensionabile".
Si richiama l'osservanza alle disposizioni previste nel citato messaggio e si rammenta che:
-        il "tipo lavoratore" E1 o E2 è campo obbligatorio in caso di lavoratore fruitore dell'assegno straordinario; il codice è essenziale per determinare l'esatta contribuzione correlata all'esodo
-        il "tipo lavoratore" E1 è di esclusiva pertinenza dei soggetti iscritti al fondo speciale di previdenza degli impiegati esattoriali di cui alla legge 377/1958;
-        il "tipo lavoratore" E2 è relativo a soggetti NON iscritti al fondo speciale di previdenza degli impiegati esattoriali di cui alla legge 377/1958;
-        in presenza di E1 è obbligatoria la compilazione anche del campo "retribuzione pensionabile", mentre NON va compilato "retribuzione pensionabile x 13", in quanto per espressa disposizione normativa (co. 7 dell’art 11 del DM 375/2003) la retribuzione imponibile convenzionale è determinata in valore costante mensile desunto dal totale annuo che implicitamente ingloba l'elemento plurimensile.
In presenza di E1, anche il campo "retribuzione TFR" non va compilato.
 
4. reinvio dati
Sulla base delle precisazioni fornite, si invitano le aziende a rivedere la correttezza dei dati già trasmessi provvedendo al loro reinvio in caso di pregressa trasmissione di informazioni errate, parziali, incongrue o duplicate, a far data dall’entrata in vigore del sistema E-MENS.
 
                                                Il Direttore generale
                                                                          Nori