Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Banche dati documentali Inps Servizi Banche dati documentali

Messaggio numero 20476 del 28-10-2011


Attivando questo Link si puo' ricevere il documento in formato PDF

Direzione Centrale Pensioni
Roma, 28-10-2011
Messaggio n. 20476
OGGETTO:

precisazioni relative alle  modalità di trasferimento della contribuzione di soggetti iscritti ai Fondi Telefonici ed Elettrici, cessati entro il 30 luglio 2010.

   

Ai Direttori Regionali

Ai Direttori delle Strutture Territoriali

 

Numerose  strutture territoriali dell’Istituto stanno segnalando alla  Direzione Centrale Pensioni la presentazione da parte di ex iscritti  ai soppressi  fondi Elettrici e  Telefonici di domande volte ad ottenere il trasferimento della posizione assicurativa dai predetti  fondi all’assicurazione generale obbligatoria.  

 

Tale fenomeno sarebbe stato generato da alcune note informative emesse da aziende del settore telefonico contenenti l’ indicazione che tutti i soggetti, attualmente  iscritti al regime generale,  che possano vantare  pregressa contribuzione elettrica e telefonica,  debbano presentare domanda  di trasferimento all’ assicurazione generale obbligatoria entro  il termine  perentorio del 18 novembre 2011.   

 

Al riguardo va chiarito che  il  18 novembre 2011 corrisponde al 120° giorno dalla pubblicazione della circolare n. 97 del 22 luglio 2011 che  fissava tale data come  termine  per poter chiedere l’ applicazione della legge 322/58 esclusivamente  per  gli iscritti ai fondi elettrici e telefonici che , cessati dal servizio entro il 30 luglio senza diritto a pensione, rientrano nelle ipotesi sottoelencate:

 

  • lavoratori che abbiano trasferito nell’AGO, a titolo oneroso, la contribuzione versata in tali Fondi in base al disposto dell’articolo 12, comma 12septies, della legge n.122/2010;  
  • lavoratori che si siano avvalsi dell’art. 2 della legge n.29/1979 per ricongiungere nel Fondo i periodi fatti valere in altre gestioni, al fine di perfezionare il diritto a pensione, non raggiunto sulla base della sola contribuzione maturata  nell’ordinamento speciale.

 

Quanto sopra a condizione  che l’operazione di ricongiunzione non si sia perfezionata con il pagamento totale dell’onere. 

 

In tutti i casi di cessazione dall’iscrizione ai suddetti Fondi entro il 30 luglio 2010,  senza diritto a pensione, diversi dalle fattispecie sopra indicate,  il trasferimento della contribuzione all’AGO  opererà d’ufficio,  ovvero su segnalazione degli interessati ovvero ancora all’atto della liquidazione della pensione, secondo le modalità ampiamente delineate nella circolare n. 142 del 5 /11/2010, poi ribadite nella citata circolare n. 97/2011 e nel messaggio n.18304 del 26/9/2011.

  Il Direttore Generale  
  Nori