Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Banche dati documentali

Inps Servizi

Banche dati documentali


Messaggio numero 28696 del 30-12-2008.htm

  
  

Attivando questo Link si può ricevere il documento in formato PDF

Direzione centrale

Pensioni

 

 

 

 

 

 

Roma, 30-12-2008

 

 

 

Messaggio n.  28696

 

 

 

 

 

 

OGGETTO:

Accordo bilaterale Italia - Repubblica di San Marino.

Requisito età di pensionamento.

Totalizzazione multipla.

 

 

Allo scopo di garantire trattamenti pensionistici in linea con gli andamenti economici e demografici e di assicurare una sostenibilità di lungo periodo del sistema previdenziale, l’art.2 della Legge 8 novembre 2005 n.157 della Repubblica di San Marino prevede l’adeguamento dei parametri relativi all’età pensionabile e ai requisiti contributivi per i lavoratori pubblici e privati.

 

E’ stato disposto quindi l’innalzamento graduale dell’età pensionabile fino a 65 anni di età attraverso il seguente meccanismo:

 

01.01.2008/31.12.2008

60 anni e 6 mesi

01.01.2009/31.12.2009

61 anni

01.01.2010/31.12.2010

61 anni e 6 mesi

01.01.2011/31.12.2011

62 anni

01.01.2012/31.12.2012

62 anni e 6 mesi

01.01.2013/31.12.2013

63 anni

01.01.2014/31.12.2014

63 anni e 6 mesi

01.01.2015/31.12.2015

64 anni

01.01.2016/31.12.2016

64 anni e 6 mesi

01.01.2017/31.12.2017

65 anni

 

 

In relazione alle esigenze rappresentate dalle Sedi, si ritiene utile precisare inoltre che la Convenzione bilaterale stipulata con la Repubblica di San Marino prevede la totalizzazione multipla. Infatti, l’art.8 dell’Accordo tra la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino firmato il 21.12.1991 per la modifica della Convenzione del 10 luglio 1974, ratificato con Legge n.48 del 31.1.1996, recita che “…si prendono in considerazione anche i periodi di assicurazione compiuti in Stati terzi legati ad entrambi gli Stati contraenti da distinti Accordi di sicurezza sociale che prevedano la totalizzazione dei periodi di assicurazione”.

 

L’unico Paese terzo legato sia all’Italia sia alla Repubblica di San Marino da accordo internazionale che prevede la totalizzazione multipla è la Svizzera, anche dopo l’estensione ad esso della normativa comunitaria (1.6.2002).

Pertanto, in virtù dell’applicazione della totalizzazione multipla, il diritto a pensione è riconosciuto sommando oltre ai contributi maturati in Italia e a San Marino, anche quelli accreditati in Svizzera.

 

Con successivo messaggio saranno comunicate le variazioni delle procedure.

 

 

Il Direttore centrale

Giorgio Craca