Osservatorio sui flussi di pensionamento: 2016 e terzo trimestre 2017

È stato pubblicato l’aggiornamento del monitoraggio dei trattamenti pensionistici liquidati nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD), nelle gestioni autonome dei coltivatori diretti, mezzadri e coloni, artigiani, commercianti e parasubordinati. Sono inoltre riportate le informazioni relative agli assegni sociali.

Per il 2017 sia i requisiti di età per la pensione di vecchiaia, di anzianità e anticipata sono rimasti immutati rispetto al 2016.

Nel corso del 2017 si conclude il pensionamento previsto con il requisito ridotto di 64 anni e 7 mesi, previsto dall'articolo 24, comma 15 bis, legge 22 dicembre 2011, n. 214.

Nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD), nei primi 9 mesi del 2017, si registra un numero di liquidazioni di vecchiaia, di anzianità e anticipate superiore al corrispondente valore del 2016 e tale andamento risulta ancora più marcato per le gestioni degli artigiani e dei commercianti. Risultano liquidati 274.161 trattamenti con decorrenza 2016 e 211.319 con decorrenza da gennaio a settembre 2017.

Per quanto riguarda le gestioni dei lavoratori autonomi nel complesso sono state liquidate rispettivamente 171.811 pensioni con decorrenza 2016 e 137.693 nei primi tre trimestri 2017. Si registrano inoltre 36.595 assegni sociali liquidati con decorrenza nel 2016 e 31.366 con decorrenza nel 2017.

Per ciò che concerne la composizione per genere, si registra nei primi tre trimestri del 2017 un numero di pensioni femminili su 100 pensioni maschili pari a 97 e quindi inferiore rispetto all'analogo valore dell'anno 2016 che risultava pari a 107

Osservando poi gli indicatori statistici relativi alla composizione per categoria, si rileva nei primi nove mesi del 2017 una minore incidenza dei trattamenti di invalidità su quelli di vecchiaia rispetto all'analogo valore registrato nell'intero anno 2016. L’andamento è giustificato dai tempi più lunghi di liquidazione delle pensioni d’invalidità oltre che da un aumento nel 2017 del numero dei trattamenti di vecchiaia.

Tale incremento comporta inoltre una riduzione dell'incidenza delle pensioni di anzianità/anticipate rispetto a quelle di vecchiaia: il rapporto tra pensioni di anzianità/anticipate per 100 pensioni di vecchiaia passa infatti da 97 dell’intero anno 2016 a 91 del periodo gennaio-settembre 2017.

Lascia un commento

Registrati al MyINPS per rilasciare un commento su questo contenuto.

  1. Accedi al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.

  2. Indice

    Attraverso l'indice della pagina puoi selezionare ogni singola voce per accedere direttamente alla sezione di tuo interesse.

  3. Il contenuto della pagina

    In quest'area è presente il contenuto della pagina. Con il segno + puoi espandere la sezione che ti interessa.

  4. Accesso al servizio

    Selezionando il pulsante puoi accedere direttamente al servizio o a un eventuale ulteriore menu di scelta.