Recuperare il PIN smarrito

Ripristinare il PIN

In caso di smarrimento, è possibile utilizzare la procedura online di ripristino del PIN per ottenerne uno nuovo.

Il ripristino del PIN smarrito sarà possibile anche dopo il 1° ottobre 2020 e fino alla comunicazione da parte dell’Istituto del termine della fase di transizione a SPID, CIE o CNS.

Per utilizzare la procedura di ripristino è necessario indicare il codice fiscale e, per ragioni di sicurezza, almeno due dei contatti inseriti al momento della registrazione tra cellulare, email e PEC (Posta Elettronica Certificata). A conferma dell'operazione, l'utente riceve una email o una PEC con il link da seguire. Il nuovo PIN (di 16 caratteri) viene inviato metà al numero di cellulare tramite SMS e metà all'indirizzo email o PEC.

Se si è già fornito almeno un riferimento tra cellulare, email e PEC è possibile aggiungerne un altro chiamando il Contact center al numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile (a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico).

Si raccomanda comunque di mantenere aggiornati i propri contatti personali attraverso la procedura online di modifica dei contatti PIN, accessibile con il proprio PIN.

Revocare il PIN

Se si è smarrito il PIN e non si riesce a ripristinarlo, oppure non se ne ha più bisogno perché si accede con SPID, CIE o CNS, si può procedere con la revoca per impedirne un eventuale utilizzo da parte di terzi.

Dopo la revoca del PIN se ne potrà richiedere uno nuovo solo nei casi residuali indicati nella pagina Validità del PIN e Fase di transizione.

La revoca del PIN si effettua tramite la procedura online di revoca del PIN, fornendo il codice fiscale, i dati della tessera sanitaria e un indirizzo email o PEC. In alternativa, si può chiamare il Contact center al numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164164 da rete mobile (a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico).