Furto o smarrimento dei voucher

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

 

In caso di furto o smarrimento dei voucher, il soggetto interessato, sia esso un committente o un prestatore di lavoro, deve sporgere denuncia alle autorità competenti e presentarla alla sede INPS territorialmente competente.

L'Istituto, una volta ricevuta la denuncia, per i voucher cartacei emessi dalla sede INPS o dagli uffici postali, provvederà alla sostituzione con altri buoni cartacei INPS emessi dalla sede se si tratta di un committente o a un bonifico domiciliato se si tratta di un lavoratore.

Mentre per i voucher emessi da tabaccherie o da banche autorizzate, le stesse provvederanno alla stampa di duplicati, sia per i committenti che per i lavoratori.

Dal 18 marzo 2017 non è più possibile l’acquisto di voucher.

I buoni lavoro richiesti entro il 17 marzo 2017 possono essere utilizzati esclusivamente per prestazioni il cui svolgimento avverrà entro il 31 dicembre 2017.

Il messaggio 28 novembre 2017, n. 4752 fornisce le istruzioni per la gestione dei voucher nel periodo transitorio sopra ricordato, al fine di assicurare il rispetto delle prescrizioni normative.