Concorso pubblico, per titoli ed esami, a 1858 posti di consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1

Si comunica che l’avviso relativo al diario della preselezione e delle prove scritte del concorso in oggetto sarà pubblicato, con valore di notifica a tutti gli effetti, sul sito internet dell’Istituto all’indirizzo www.inps.it nella sezione “Avvisi, bandi e fatturazione”, sotto la sezione “Concorsi” e nella Gazzetta Ufficiale, IV serie speciale “Concorsi ed Esami”, del 14 gennaio 2022.

Si informa che sulla Gazzetta ufficiale, IV serie speciale “Concorsi ed esami”, n. 78 del 1° ottobre 2021 è stato pubblicato il bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, a 1858 posti di consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1 (pdf 176KB), adottato con determinazione del Consiglio di Amministrazione n. 66 del 28 ottobre 2020.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate esclusivamente in via telematica, utilizzando la seguente applicazione: https://concorsi.inps.it.

L’invio online della domanda debitamente compilata deve essere effettuato entro le ore 16 del 2 novembre 2021; allo scadere del predetto termine il sistema non permetterà più l'invio del modulo elettronico. I requisiti per l’ammissione sono indicati nel bando di concorso, cui si rinvia per ogni riferimento.
 

COMPILAZIONE DELLA DOMANDA: PRECISAZIONI

Alla luce delle richieste che stanno pervenendo ai fini della partecipazione al concorso pubblico, per titoli ed esami, a 1858 posti di consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1, si forniscono le seguenti precisazioni:

  • prima di procedere alla compilazione della domanda di partecipazione al concorso, l’utente deve eseguire la procedura di validazione dei dati anagrafici, cliccando sulla funzione “Gestione Profilo”.
    Attraverso questa funzione, il candidato inserisce le informazioni obbligatorie richieste e valida il profilo; questi dati sono automaticamente inseriti all’interno di ogni domanda prodotta successivamente. I dati anagrafici sono automaticamente immessi all’interno della domanda in quanto recuperati dall’account con cui ci si è autenticati. L’utente può sempre modificare i seguenti campi:
    • Sesso
    • Stato di nascita
    • Provincia di nascita
    • Comune di nascita
    • Stato civile
    • Residenza
    • Domicilio
    • Recapiti
    Dopo aver completato l’inserimento dati, è necessario validare il profilo cliccando su “Avanti” oppure su “Validazione Profilo”, il sistema genera un messaggio di conferma. Cliccando su “Conferma” il sistema aggiorna i dati e mostra l’esito dell’aggiornamento. Nella sezione “Validazione Profilo”, il sistema mostra il riepilogo dei dati. Qui l’utente può convalidare definitivamente il profilo oppure tornare alla pagina precedente, attraverso i seguenti bottoni:
    • Convalida profilo (effettua la validazione del profilo)
    • Indietro (indirizza alla sezione precedente)
  • fino alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso (ore 16 di martedì 2 novembre 2021) non saranno prese in considerazione le richieste di modifica delle informazioni inserite nella domanda telematica; al fine di modificare le informazioni inserite in domanda (indirizzo pec, date conseguimenti titolo, estremi di nuovo documento di riconoscimento, etc.) il candidato deve presentare una nuova domanda telematica, che annullerà e sostituirà quella precedentemente inviata; l’Istituto prenderà in considerazione esclusivamente l’ultima domanda inviata;
  • conclusa la compilazione della domanda di partecipazione al concorso, l’utente provvederà a scaricare, stampare, firmare, scansionare e allegare in procedura il file .pdf contenente la sottoscrizione delle dichiarazioni (l’accettazione) e un documento di riconoscimento (come unico file .pdf). il candidato, pertanto, deve allegare l’accettazione firmata e il documento (non la domanda). In caso di sottoscrizione con firma digitale, il documento di riconoscimento non deve essere allegato;
  • si comunica, inoltre, che le domande di partecipazione al concorso che si trovano nello stato “In attesa di invio”, non risultano inviate e, dunque, non saranno considerate valide ai fini della partecipazione al concorso;
  • le votazioni conseguite in relazione ai titoli di studio posseduti dovranno essere parametrate su un sistema che preveda 66 quale votazione minima e 110 quale votazione massima conseguibile.

COMPILAZIONE DELLA DOMANDA: ULTERIORI PRECISAZIONI

Alla luce delle richieste che stanno pervenendo ai fini della partecipazione al concorso pubblico, per titoli ed esami, a 1858 posti di consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1, si forniscono le seguenti ulteriori precisazioni:

  • per inserire nella domanda di partecipazione il possesso dei titoli di cui all’art. 9 del bando di concorso, una volta indicate le informazioni obbligatorie, è necessario cliccare sul bottone "Inserisci" presente nella corrispondente sezione (i titoli saranno correttamente acquisiti se risultano riportati nella tabellina che appare nella schermata);
  • il candidato portatore di handicap dovrà selezionare la sezione "di essere stato riconosciuto portatore di handicap ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n.104 e s.m.i." e inviare la relativa documentazione; per i candidati non portatori di handicap, qualora nella procedura di presentazione della domanda la seguente dichiarazione "di inviare – a mezzo PEC all’indirizzo dc.risorseumane@postacert.inps.gov.it – entro 15 giorni successivi alla scadenza del bando, copia di documentazione attestante il riconoscimento dello stato di handicap a norma dell’art. 3 della legge n.104/1992 corredata, ove non desumibile dalla predetta documentazione, da idonea certificazione che specifichi la natura dell’handicap ai fini della valutazione della richiesta di ausili e di eventuali tempi aggiuntivi, di esonero dallo svolgimento della prova preselettiva, nonché, nei casi previsti dall’art. 21 della legge n.104/1992, ai fini dell’attribuzione della sede di servizio" risultasse selezionata di default (pur in assenza di selezione, da parte del candidato, della precedente sezione relativa alla condizione di portatore di handicap) la stessa non sarà oggetto di valutazione;
  • si ribadisce che le domande di partecipazione al concorso che si trovano nello stato "Bozza" o "In attesa di invio" non risultano inviate e, dunque, non saranno considerate valide ai fini della partecipazione al concorso; per procedere all’inoltro di una domanda nello stato "In attesa di invio" è necessario allegare un unico file pdf ottenuto mediante la scansione del modulo "accettazione" firmato e del documento di identità non firmato. Una volta caricato il file (la cui dimensione non deve eccedere i 2 MB), occorre compilare i campi relativi al documento di identità (che è stato scannerizzato) e inviare.
    Se si è in possesso di firma digitale è sufficiente firmare digitalmente il file e allegarlo (non c’è bisogno di procedere quindi alla scansione del modulo "accettazione" firmato a mano e del documento di identità);
  • i titoli di studio che consentono l’ammissione al concorso sono tutti indicati nell’ambito della procedura informatica di compilazione della domanda di partecipazione;
  • il diploma conseguito presso le scuole di specializzazione per le professioni legali non è considerato titolo valutabile nell’ambito della presente procedura selettiva.

Le indicazioni sopra riportate consentono di presentare validamente la domanda di partecipazione al concorso, con tutti i campi correttamente compilati. Nel caso in cui eccezionalmente il candidato non riuscisse a presentare la domanda, dovrà inviare urgentemente la segnalazione, allegando screenshot, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: dc.risorseumane@postacert.inps.gov.it indicando nell’oggetto: "concorso 1858 c.p.s. – problematiche tecniche".


N.B. Non è possibile cancellare le domande che si trovano nello stato "IN ATTESA DI INVIO", è tuttavia possibile procedere alle modifiche operando come segue.

Nel menu "Gestione domande", selezionando la voce di menu "Visualizza e invia" della domanda che si trova nello stato "IN ATTESA DI INVIO", cliccare la scheda "Verifica e Invia", in fondo alla pagina visualizzata sono presenti tre bottoni in basso a destra (Modifica, Salva ed esci, Invia). Cliccando su Modifica si ritorna alla pagina dei dati anagrafici e tutte le informazioni della domanda possono essere modificate.

Per procedere alla modifica della domanda in stato "BOZZA", cliccare sull’icona composta da tre trattini orizzontali presente al termine della riga della domanda stessa e selezionare la voce "Modifica".

In presenza di una domanda nello stato "INVIATA" è possibile presentare una nuova domanda che, una volta inviata, sostituirà la precedente. Per presentare una nuova domanda è necessario accedere al menu "Gestione domande" e, nel riquadro in alto "Nuova domanda", selezionare la "Figura professionale"; se i termini per la presentazione delle domande sono ancora validi, è visualizzato il bando attivo per la figura e, cliccando sul bottone "Procedi" è possibile iniziare la compilazione di una nuova domanda.