Trova in INPS
/ News /

Versione Testuale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Banche dati documentali Inps Servizi Banche dati documentali

Messaggio numero 8822 del 30-05-2013


Attivando questo Link si puo' ricevere il documento in formato PDF

Direzione Centrale Pensioni
Direzione Centrale Entrate e Posizione Assicurativa Gestione Dipendenti Pubblici
Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici
Roma, 30-05-2013
Messaggio n. 8822
Allegati n.2
OGGETTO:

Estensione del servizio Estratto Conto Integrato (E.C.I.) – Casellario Centrale delle Posizioni Previdenziali Attive.

   

 

Premessa

 

Con la collaborazione di INPS e degli altri Enti e Casse previdenziali (di seguito Enti previdenziali) è stata costituita l’anagrafe generale delle posizioni assicurative degli iscritti alle forme di previdenza obbligatoria, denominata Casellario Centrale dei lavoratori attivi (di seguito Casellario), che raccoglie per ciascun lavoratore l’intera storia lavorativa indipendentemente dall’Ente previdenziale di riferimento.

In un unico archivio informatico vengono raccolti per ciascun iscritto tutti i periodi con contribuzioni accreditate presso una o più gestioni previdenziali.

La consultazione di tale anagrafe consente al cittadino di verificare i dati relativi alla sua posizione contributiva complessiva presso i diversi Enti previdenziali disponendo così degli elementi informativi per programmare il suo futuro previdenziale con maggiore consapevolezza.

Il servizio E.C.I. (Estratto Conto Integrato) è stato reso disponibile nella prima fase sperimentale avviata nel dicembre 2011 ad un campione di 100.000 iscritti alle forme di previdenza obbligatoria, ripartiti tra gli Enti previdenziali in proporzione al numero degli iscritti di ciascun Ente.

Nel mese di aprile 2013 ha preso avvio la seconda fase dell’operazione E.C.I. per estendere il servizio ad un’ampliata platea di iscritti. La seconda  fase  concorre all’obiettivo di rendere progressivamente  disponibile il servizio E.C.I. a tutti gli iscritti alle forme di previdenza obbligatoria.

Questa seconda fase interessa complessivamente un  campione di 1.000.000 di lavoratori ripartiti tra gli Enti previdenziali in proporzione al numero degli iscritti di ciascun Ente o Gestione.

Il campione è stato individuato applicando in successione diversi criteri di selezione. Sono stati individuati gli iscritti con una posizione previdenziale presso due o più Enti o Gestioni.

Del campione fanno parte circa 650.000 lavoratori iscritti all’AGO, fondi sostitutivi e Gestione Separata, circa 150.000 lavoratori iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici, circa 20.000 lavoratori dello spettacolo e circa 180.000 iscritti presso altri enti previdenziali.

 

Di seguito si forniscono le informazioni relative a questa seconda fase di apertura dell’E.C.I. e alle relazioni del servizio stesso con le ordinarie attività delle strutture territoriali in ambito di posizione assicurativa.

Si allegano lo schema dell’Estratto Conto Integrato con numeri guida (all.1) e la legenda per una corretta lettura dell’ECI (all.2)

 

 

1.      Apertura del servizio Estratto Conto Integrato (E.C.I.) – II Fase

 

L’E.C.I. contiene le informazioni relative ai periodi assicurativi esposte in ordine cronologico. Se per uno stesso periodo sono presenti contributi versati presso diversi Enti di previdenziali, l’E.C.I. ne riporta l’elencazione senza eseguire sommatorie.

Si segnalano inoltre le seguenti caratteristiche nella prospettazione dei dati:

•        in E.C.I. i periodi da ricongiunzione e da riscatto non attribuibili ad uno specifico periodo temporale sono riportati in testa all’elenco dei periodi contributivi

•        in E.C.I. è indicato il Riepilogo dei periodi, contenuto in un’apposita tabella, che riporta la somma dei dati presenti a sistema. Attualmente non sono riportati i riepiloghi delle gestioni INPS;

•        in E.C.I. è indicato uno specifico prospetto di “Riepilogo dei montanti contributivi”. Il prospetto è valorizzato attualmente per periodi di iscrizione presso le gestioni degli altri Enti previdenziali.

 

L’utente può consultare l’E.C.I. in via telematica, attraverso il portale dell’ Ente di ultima iscrizione, previo riconoscimento dell’identità secondo le specifiche procedure adottate dall’Ente.

L’accesso sarà garantito anche agli intermediari autorizzati attraverso i servizi telematici a loro dedicati.

Il sistema informativo, oltre alla visualizzazione e alla stampa della posizione assicurativa, consente agli iscritti di segnalare inesattezze o incongruenze eventualmente riscontrate. Le segnalazioni saranno inoltrate sempre in via telematica, agli Enti di previdenza competenti.

 

2.      II campione: iscritti all’AGO, ai Fondi Sostitutivi e alla Gestione Separata

 

Il campione è stato individuato da Inps per i lavoratori iscritti all’AGO, ai fondi sostitutivi e alla Gestione Separata fra coloro che hanno contributi accreditati presso più gestioni previdenziali e sono stati esclusi i soggetti con età anagrafica superiore a 65 anni selezionati per ente di ultima gestione con versamenti nell’anno 2010.

 

Sono stati esclusi anche coloro che sono rientrati nelle liste di salvaguardia 65.000 e in mobilità.

 

 

3.      Modalità di accesso all’E.C.I.

 

La modalità di accesso al servizio, condivisa con tutti gli enti coinvolti nel progetto, prevede che l’interessato acceda attraverso il portale dell’ente presso cui ha il periodo di iscrizione più recente, previo riconoscimento dell’identità tramite i codici di accesso riservati (Pin).

Il beneficio immediato per gli utenti è la facilità di accesso ai servizi telematici  offerti dal Casellario utilizzando le credenziali già in uso nel dominio dell’Ente previdenziale di riferimento. Tale scelta consente all’Ente di riferimento di mantenere la titolarità dei contatti con l’iscritto per le informazioni previdenziali che lo riguardano ed evita, nel contempo, la ridondanza dei dati.

Il sistema di consultazione consente sia la visualizzazione dell’ECI sia la gestione condivisa delle segnalazioni inviate dagli assicurati a seguito della consultazione.

 

 

4.      Invio delle Segnalazioni attraverso E.C.I.

 

La procedura E.C.I. consente all’iscritto di inoltrare le richieste di variazione della propria posizione assicurativa direttamente all’Ente presso cui era iscritto  nel periodo per il quale  richiede la variazione.

Il cittadino dopo aver eseguito l’accesso al sistema di consultazione E.C.I., attraverso il portale dell’Ente di riferimento, può consultare l’estratto conto integrato, se riscontra un’inesattezza o una incongruenza che riguardano una o più righe contributive, può selezionare le stesse (attraverso menù guidati) e inoltrare le segnalazioni all’ente competente per il periodo oggetto di modifica selezionando l’Ente da un apposito elenco. Il cittadino potrà verificare la ricezione della segnalazione e consultare lo stato della lavorazione della pratica.

Le richieste che riguardano i lavoratori iscritti alle gestioni citate sono automaticamente inoltrate alla procedura FA.SE. (Fascicolo delle Segnalazioni)

 

 

5.      Monitoraggio

 

Il Casellario ha previsto un’attività di monitoraggio per la verifica dell’andamento del servizio E.C.I.  In particolare verranno considerati i dati relativi al numero di segnalazioni pervenute e ai tempi di lavorazione delle stesse.

 

  Il Direttore Generale  
  Nori