Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Banche dati documentali

Inps Servizi

Banche dati documentali


Circolare numero 104 del 27/08/2009


Attivando questo Link si può ricevere il documento in formato PDF

 

Direzione Centrale

Entrate

 

Direzione Centrale

Sistemi Informativi e Tecnologici

 

 

 

 

Ai

Dirigenti centrali e periferici

 

Ai

Direttori delle Agenzie

 

Ai

Coordinatori generali, centrali e

Roma, 27/08/2009

 

periferici dei Rami professionali

 

Al

Coordinatore generale Medico legale e

 

 

Dirigenti Medici

 

 

 

Circolare n. 104 

 

e, per conoscenza,

 

 

 

 

Al

Commissario Straordinario

 

Al

Presidente e ai Componenti del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza

 

Al

Presidente e ai Componenti del Collegio dei Sindaci

 

Al

Magistrato della Corte dei Conti delegato all’esercizio del controllo

 

Ai

Presidenti dei Comitati amministratori

 

 

di fondi, gestioni e casse

 

Al

Presidente della Commissione centrale

 

 

per l’accertamento e la riscossione

 

 

dei contributi agricoli unificati

 

Ai

Presidenti dei Comitati regionali

 

Ai

Presidenti dei Comitati provinciali

 

 

 

OGGETTO:

Aziende agricole: Rivalutazione TFR al Fondo di Tesoreria.

 

 

SOMMARIO:

1. premessa

2. modifiche alla modulistica DMAG-UNICO

3. attività di controllo

 

 

1. PREMESSA

 

La circolare n. 105 del 17 luglio 2007  ha illustrato le novità introdotte dall’art. 1 commi 755 e seguenti della legge n. 296/2006 in merito all’istituzione del Fondo di Tesoreria, alle relative fonti di finanziamento e all’obbligo del versamento previsto per i datori di lavoro che occupano almeno 50 dipendenti.

Per consentire l’attribuzione dell’importo relativo a ciascun anno ovvero alla data di cessazione del rapporto di lavoro del TFR versato al Fondo di Tesoreria e per aggiornare la posizione del singolo lavoratore, con la presente circolare si rendono note le modifiche apportate al modello DMAG-UNICO.

 

 

  

2. MODIFICHE ALLA MODULISTICA DMAG – UNICO

 

A decorrere dalla presentazione del III trimestre 2009 i datori di lavoro  indicheranno, per ogni singolo lavoratore al quadro “F” del modulo DMAG-UNICO, l’importo relativo alla rivalutazione sopra detta; il modello DMAG dovrà essere di tipo V e riportare il IV trimestre 2008, quale periodo di competenza.

Tale importo sarà contraddistinto dalla lettera di nuova istituzione “E” che andrà apposta nella casella “tipo retribuzione”; per tale lettera dovrà essere avvalorato solo il campo retribuzione senza l’indicazione delle giornate.

Il codice “E” assumerà, quindi, il significato di importo relativo alla rivalutazione del TFR versato al Fondo di tesoreria.

A regime l’importo, al lordo dell’imposta sostitutiva, dovrà essere dichiarato con il DMAG relativo al IV trimestre di ogni anno.

Nell’ipotesi che alla scadenza della presentazione della dichiarazione del IV trimestre, le aziende non avessero ancora disponibile il dato della rivalutazione, la stessa potrà essere dichiarata alla prima scadenza utile con un DMAG di tipo V, riportante come competenza il IV trimestre e l’anno di riferimento della rivalutazione; lo stesso DMAG dovrà contenere le informazioni relative all’imposta sostitutiva (tipo retribuzione U).

Per i lavoratori che cessano il rapporto di lavoro, le informazioni relative alla rivalutazione devono essere indicate nel modello relativo al trimestre in cui viene comunicata la cessazione stessa.

 

 

 

3. ATTIVITA’ DI CONTROLLO

 

 

In fase di trasmissione del modello DMAG contenente informazioni contraddistinte dalla lettera “E” verrà effettuato un controllo per verificare la presenza obbligatoria del tipo retribuzione “F” nei DMAG degli anni precedenti (dal 2007) per i lavoratori per quali l’azienda  procede all’indicazione della rivalutazione.

In caso di mancata corrispondenza il modello verrà scartato con apposita segnalazione.

Nell’ipotesi in cui si riscontri che non si è provveduto a comunicare gli importi accantonati al fondo di tesoreria con la lettera “F” è necessario inviare un modello DMAG di tipo “V” ad integrazione del modello già presentato nei termini di legge.

 

 

 

 

Il Direttore generale

Crecco