Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Banche dati documentali

Inps Servizi

Banche dati documentali


Circolare numero 121 del 22-10-2007.htm

  
Costituzione presso la Sede Provinciale di Terni di un polo specializzato per il Fondo di previdenza per il clero secolare e per i ministri di culto delle Confessioni religiose diverse dalla cattolica.   

Attivando questo Link si può ricevere il documento in formato PDF

 

Direzione Centrale Prestazioni

Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Entrate Contributive

Direzione Centrale Sviluppo e Gestione Risorse Umane

Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione

Direzione Centrale Formazione e Sviluppo Competenze

Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni

 

 

 

Ai

Dirigenti centrali e periferici

 

Ai

Direttori delle Agenzie

 

Ai

Coordinatori generali, centrali e

Roma, 22 Ottobre 2007

 

periferici dei Rami professionali

 

Al

Coordinatore generale Medico legale e

 

 

Dirigenti Medici

 

 

 

Circolare n.  121

 

e, per conoscenza,

 

 

 

 

Al

Presidente

 

Ai

Consiglieri di Amministrazione

 

Al

Presidente e ai Componenti del Consiglio

 

 

di Indirizzo e Vigilanza

 

Al

Presidente e ai Componenti del Collegio dei Sindaci

 

Al

Magistrato della Corte dei Conti delegato

 

 

all’esercizio del controllo

 

Ai

Presidenti dei Comitati amministratori

 

 

di fondi, gestioni e casse

 

Al

Presidente della Commissione centrale

 

 

per l’accertamento e la riscossione

 

 

dei contributi agricoli unificati

 

Ai

Presidenti dei Comitati regionali

 

Ai

Presidenti dei Comitati provinciali

 

 

OGGETTO:

Costituzione presso la Sede Provinciale di Terni di un polo specializzato per il Fondo di previdenza per il clero secolare e per i ministri di culto delle Confessioni religiose diverse dalla cattolica.

 

SOMMARIO:

Viene  disposto, a partire dal 31 ottobre 2007, il trasferimento dalla Sede di Roma-EUR alla Direzione provinciale  di Terni di tutte le competenze relative alla riscossione dei contributi, alla gestione delle posizioni assicurative ed alla liquidazione delle prestazioni degli iscritti al Fondo di previdenza per il clero secolare e per i ministri di culto delle Confessioni religiose diverse dalla cattolica .

 

 

1. Premessa

 

Nell’ambito del progetto di decentramento delle funzioni gestionali relative ai fondi speciali, dopo un’adeguata sperimentazione, è costituito a partire dal 31 ottobre 2007, presso la Sede provinciale di Terni, il Polo specializzato per le attività connesse alla riscossione dei contributi, alla gestione delle posizioni assicurative, alla liquidazione e alla ricostituzione delle prestazioni pensionistiche degli iscritti al Fondo di previdenza per il clero secolare e per i ministri di culto delle Confessioni religiose diverse dalla cattolica.

 
Quanto sopra nell’intento di fornire un servizio sempre più efficace e aderente ai reali bisogni degli utenti, attraverso lo sviluppo di specifici centri di responsabilità con adeguati livelli di professionalità.

 

La costituzione del Polo, come precedentemente precisato, segue ad una fase sperimentale avviata con messaggio n.20022 del 3.8.2007, ed a una contestuale  fase di formazione finalizzata all’acquisizione da parte degli operatori della Direzione di Terni delle competenze necessarie per assicurare un servizio di qualità.


La sperimentazione, avvenuta di concerto con la Direzione Regionale dell’Umbria,  ha permesso di riscontrare l’esistenza presso la Sede di Terni  di tutti i presupposti e le motivazioni  necessarie  per realizzare un pieno soddisfacimento delle esigenze dell’utenza.

 

Con la presente circolare si forniscono le conseguenti disposizioni in merito.

 

 

 

2. Assetto Organizzativo ed Attività

 

A decorrere dal 31 ottobre 2007, la Sede provinciale di Terni subentra alla sede di Roma Eur nello svolgimento di tutte le attività connesse alla gestione del conto assicurativo, alla liquidazione ed alla ricostituzione delle prestazioni pensionistiche nonché delle  operazioni connesse alla riscossione dei contributi degli iscritti al Fondo di previdenza per il clero secolare e per i ministri di culto delle Confessioni religiose diverse dalla cattolica.

 

La competenza della Sede di Terni  - presso la quale sono già stati trasferiti gli archivi relativi ai lavoratori attivi (fascicoli personali e schede assicurative) -  si estende inoltre alla trattazione di tutte le domande ancora in fase di definizione presso la Sede di Roma EUR, nonché all’acquisizione dei bollettini non ancora definiti.

 

In tale contesto, le strutture sul territorio continueranno a svolgere le attività di ricezione delle domande – sia relative alla posizione assicurativa (incluse le domande di autorizzazione ai versamenti volontari), sia relative alla posizione pensionistica degli iscritti al Fondo speciale - ed a inoltrarle alla sede di Terni che provvederà alla conseguente assunzione in carico, istruttoria e definizione.

Ovviamente, le strutture dovranno garantire il servizio di informazione all’utenza e manterranno tutte le attività riferite alla gestione delle pensioni in pagamento, incluse le riduzioni di un terzo da operare in caso di titolarità di pensioni a carico di altri ordinamenti e le ricostituzioni documentali.

 

Per quanto concerne infine le domande di riconoscimento delle pensioni di invalidità, in considerazione della particolarità della normativa in materia, si fa riserva di emanare specifiche disposizioni al riguardo.

 

Qualora ritenuto necessario, considerato il carico di lavoro, le risorse impegnate, nonché i previsti parametri di istituzione di cui all'allegato 4 della Circolare n. 2/2001, sarà possibile costituire, previa formale autorizzazione  della DC Organizzazione e della DC Sviluppo e gestione risorse umane, apposita Unità di Processo (UdP).

 

 

 

3. Ricorsi  Amministrativi

 

Alla luce dei contenuti della Circolare n. 13 del 2 febbraio 2006 e del nuovo assetto organizzativo delineato con la presente Circolare, i ricorsi amministrativi dovranno essere inseriti in procedura DICA dalla struttura territoriale competente in base alla residenza dell’interessato e inoltrati da questa ultima, per l’istruttoria, alla Direzione Regionale dell’Umbria che, eventualmente, prenderà contatto con la Sede di Terni per l’acquisizione di ulteriori elementi istruttori.

 

La competenza in materia di ricorsi da parte della predetta Direzione Regionale riguarda anche provvedimenti adottati precedentemente al 31 ottobre 2007.

 

 

 

4. Procedure

 

Sono state realizzate le opportune modifiche alle procedure informatiche per il calcolo delle pensioni per consentire alla sede di Terni di operare come unica “Sede Polo” , ruolo finora svolto dalla sede di Roma Eur.

 

Alle presenti disposizioni verrà data la massima divulgazione attraverso i consueti canali di informazione.

 

 

 

 

Il Direttore Generale

Crecco