Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Banche dati documentali

Inps Servizi

Banche dati documentali


Circolare numero 71 del 21-5-2009.htm

  
Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3763 del 6 maggio 2009, sulle misure da adottare in favore delle popolazioni dell’Abruzzo colpite dagli eventi sismici del 6 aprile 2009: Indennizzo 800 euro mensili  ai lavoratori autonomi.   

Attivando questo Link si può ricevere il documento in formato PDF

 

Direzione Centrale

Prestazioni a Sostegno del Reddito

Direzione centrale

Entrate

Direzione centrale

Bilanci e Servizi fiscali

Direzione Centrale

Sistemi Informativi e Tecnologici

 

 

 

Ai

Dirigenti centrali e periferici

 

Ai

Direttori delle Agenzie

 

Ai

Coordinatori generali, centrali e

Roma, 21 Maggio 2009

 

periferici dei Rami professionali

 

Al

Coordinatore generale Medico legale e

 

 

Dirigenti Medici

 

 

 

Circolare n.  71

 

e, per conoscenza,

 

 

 

 

Al

Commissario Straordinario

 

Al

Presidente e ai Componenti del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza

 

Al

Presidente e ai Componenti del Collegio dei Sindaci

 

Al

Magistrato della Corte dei Conti delegato

 

 

all’esercizio del controllo

 

Ai

Presidenti dei Comitati amministratori

 

 

di fondi, gestioni e casse

 

Al

Presidente della Commissione centrale

 

 

per l’accertamento e la riscossione

 

 

dei contributi agricoli unificati

 

Ai

Presidenti dei Comitati regionali

Allegati 1

Ai

Presidenti dei Comitati provinciali

 

 

OGGETTO:

Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3763 del 6 maggio 2009, sulle misure da adottare in favore delle popolazioni dell’Abruzzo colpite dagli eventi sismici del 6 aprile 2009: Indennizzo 800 euro mensili  ai lavoratori autonomi.

 

SOMMARIO:

Premessa

Riferimenti normativi

Prestazione

Requisiti

Modulistica

Istruzioni procedurali e contabili  

 

 

   1. Premessa

 

A seguito degli eventi sismici che hanno colpito la regione Abruzzo il 6 aprile 2009, il Governo ha disposto l’erogazione di una indennità esentasse a sostegno di lavoratori  di cui ai riferimenti normativi di seguito riportati, operanti nei comuni individuati ai sensi dell’art. 1 dell’ordinanza n. 3754 del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 aprile 2009, che abbiano dovuto sospendere l’attività a causa degli eventi sismici.

 

 

2. Riferimenti normativi

§         Decreto legge n. 39 del 29 aprile 2009, articolo 8, lettera b:

prevede “l’indennizzo in favore dei collaboratori coordinati e continuativi, in possesso dei requisiti di cui all’art. 19, comma 2, del decreto legge  29 novembre 2008, n. 185, convertito con modificazioni dalla legge 28 gennaio 2009 n. 2, dei titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, dei lavoratori autonomi, ivi compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza che abbiano dovuto sospendere l’attività a causa degli eventi sismici;”

§         Ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri del 6 maggio 2009 n. 3763 l’art. 5, comma 2:

per l’attuazione della precedente disposizione ha stabilito che “ Ai collaboratori coordinati e continuativi, in possesso dei requisiti di cui all’art. 19, comma 2, del decreto legge  29 novembre 2008, n. 185, convertito con modificazioni dalla legge 28 gennaio 2009 n. 2, ai titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, ai lavoratori autonomi, ivi compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza operanti nei comuni individuati ai sensi dell’art. 1 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3754 del 9 aprile 2009 che abbiano dovuto sospendere l’attività a causa degli eventi sismici, è riconosciuta per un periodo massimo di tre mesi un’indennità  pari  a 800 euro mensili.”

 

 

 

3. Prestazione

 

Ai richiedenti che ne hanno diritto viene liquidata un’indennità mensile di euro 800,00, per un periodo massimo di tre mesi, a decorrere dal 6 aprile 2009 (data dell’evento sismico).

L’indennità è erogata dall’INPS, nell’ordine di presentazione delle domande,  e non concorre alla formazione del reddito ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986 n.917.

Il lavoratore che abbia ripreso l’attività lavorativa e’ tenuto a darne tempestivamente notizia all’INPS.

 

 

4. Requisiti

 

§         L’indennizzo e’ erogato alle seguenti categorie di lavoratori che, alla data del 6 aprile 2009 già operavano nei Comuni individuati ai sensi dell’art. 1 dell’’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3754 del 9 aprile 2009, :

 

·        collaboratori coordinati e continuativi in possesso dei requisiti previsti dall’art. 19, comma 2, del D.L. 185/2008,  convertito con modificazioni dalla L. n. 2/2009 che soddisfino, in via congiunta, le seguenti condizioni:

-         che operino in regime di monocommittenza;

-         che abbiano conseguito nell’anno precedente un reddito superiore a 5.000 euro e pari o inferiore al minimale di reddito di cui all’art. 1, co.3 della L. 233/1990, e siano stati accreditati presso la Gestione separata un numero di mensilità non inferiore a tre;

-         che con riferimento all’anno di riferimento siano accreditati presso la gestione separata un numero di mensilità non inferiore a tre;

-         non risultino accreditati nell’anno precedente almeno due mesi presso la predetta Gestione separata;

 

·        titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale;

 

·        lavoratori autonomi, ivi compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza.

 

 

5. Modulistica

 

La domanda può essere presentata dall’interessato in qualsiasi sede INPS sul territorio nazionale, secondo il modello allegato (All.1).

 

 

 

 

 

6. Istruzioni procedurali e contabili

 

Le indennità saranno erogate con la procedura automatizzata “Pagamenti vari”, i cui dettagli tecnici saranno forniti dalla competente  Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici con uno specifico messaggio. La Direzione Bilanci e Servizi Fiscali, provvederà ad impartire alle sedi le relative conseguenti istruzioni contabili.

 

 

 

                                                                                   Il Direttore generale

                                                                                       Vittorio Crecco

 

Allegato N.1