Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

bada.gif (3563 byte)

Servizi_M.JPG (6618 byte)

bada.gif (3563 byte)


Circolare numero 104 del 16-5-2001.htm

  
E' in scadenza il periodo quinquennale d'efficacia delle disposizioni agevolative previste per l'iscrizione dei soggetti d'età superiore ai sessantacinque anni.   

Attivando questo Link si può ricevere il documento originale

 
 

DIREZIONE CENTRALE
DELLE ENTRATE CONTRIBUTIVE
 

Al

Vice Direttore Generale

 

Ai

Dirigenti centrali e periferici

 

Ai

Direttori delle Agenzie

 

Ai

Coordinatori generali, centrali e

Roma, 16 maggio 2001

 

periferici dei Rami professionali

 

Al

Coordinatore generale Medico legale e

   

Dirigenti Medici

     

Circolare n. 104

 

e, per conoscenza,

     
 

Al

Presidente

 

Ai

Consiglieri di Amministrazione

 

Al

Presidente e ai Membri del Consiglio

   

di Indirizzo e Vigilanza

 

Al

Presidente e ai Membri del Collegio dei Sindaci

 

Al

Magistrato della Corte dei Conti delegato

   

all’esercizio del controllo

 

Ai

Presidenti dei Comitati amministratori

   

di fondi, gestioni e casse

 

Al

Presidente della Commissione centrale

   

per l’accertamento e la riscossione

   

dei contributi agricoli unificati

 

Ai

Presidenti dei Comitati regionali

 

Ai

Presidenti dei Comitati provinciali

 

OGGETTO:

Gestione separata di cui all'art. 2, comma 26, L. 335/95. D.M. 2 maggio 1996, n. 282. Disposizioni transitorie.

SOMMARIO:

E' in scadenza il periodo quinquennale d'efficacia delle disposizioni agevolative previste per l'iscrizione dei soggetti d'età superiore ai sessantacinque anni.

 

Il decreto ministeriale n. 282 del 2 maggio 1996 ha disciplinato l'assetto organizzativo e funzionale della Gestione separata e del rapporto assicurativo istituiti dall'art. 2, commi 26 e seguenti, della legge 8 agosto 1995, n. 335.

In particolare il predetto decreto stabilisce, al comma 1, lett. a), dell'art. 4, che per un quinquennio a decorrere dal 1° aprile 1996, relativamente a coloro che sono privi di tutela previdenziale obbligatoria, o dal 30 giugno 1996, relativamente a coloro che sono già pensionati o iscritti a forme pensionistiche obbligatorie, ai soggetti che svolgono le attività lavorative di cui all'art. 2, comma 26, della legge n. 335/1995 e che, alle date sopra indicate, risultano già ultrasessantacinquenni è concessa la facoltà d'iscriversi alla Gestione separata.

Il medesimo articolo, alla lettera b) del comma 1, prevede che coloro che compiono 65 anni nel corso del predetto quinquennio possono richiedere la cancellazione dalla Gestione.

Il successivo comma 2, limitatamente al periodo quinquennale in argomento, concede la facoltà, ai soggetti sessantenni alla data del 1° aprile o 30 giugno 1996, che cessino l'attività lavorativa senza aver conseguito il diritto alla pensione autonoma o ad altri trattamenti pensionistici, di richiedere la restituzione dei contributi maggiorati degli interessi.

Si rammenta, a tal riguardo, che il giorno 31 marzo 2001 è scaduto il periodo quinquennale per coloro che sono privi d'altra tutela previdenziale obbligatoria e non sono pensionati e che, conseguentemente, dalla cessazione dell'efficacia delle disposizioni citate deriva, per gli iscritti in argomento, l'impossibilità di esercitare le facoltà ivi previste.

In particolare, a decorrere dal 1° aprile 2001:

  1. i soggetti ultrasessantacinquenni che inizino a svolgere l'attività hanno l'obbligo d'iscriversi alla Gestione;
  2. gli iscritti che, avendo compiuto il sessantacinquesimo anno d'età, non hanno chiesto la cancellazione, non possono più esercitare tale facoltà;
  3. i medesimi soggetti non hanno titolo al rimborso dei contributi versati ancorchè cessino, a qualunque età, l'attività lavorativa senza aver conseguito il diritto ai trattamenti pensionistici.

Considerato, quindi, che la limitata efficacia temporale delle disposizioni in argomento non coinvolge anche le facoltà tempestivamente esercitate dai soggetti in possesso dei previsti requisiti, gli ultrasessantacinquenni che, durante il quinquennio, si sono avvalsi della facoltà di non iscriversi alla Gestione, non sono tenuti a farlo una volta scaduto il suddetto periodo, poiché rimane valida a tutti gli effetti l'opzione a suo tempo esercitata.

Analogamente i soggetti che hanno compiuto sessantacinque anni durante il predetto quinquennio e si sono avvalsi della facoltà di cancellarsi dalla Gestione, non sono tenuti ad iscrivervisi nuovamente.

Si evidenzia, infine, che il 29 giugno 2001 scadrà il termine quinquennale relativo ai soggetti iscritti ad altre forme pensionistiche obbligatorie, o già pensionati, e che anche tali soggetti si troveranno nelle situazioni sopra illustrate, con effetto dal 30 giugno 2001.

Le Sedi daranno la massima diffusione al contenuto della presente circolare, tramite i consueti canali.

 

 

 

IL DIRETTORE GENERALE

TRIZZINO

 

 

Attivando questo Link si può ricevere il documento originale