Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

bada.gif (3563 byte)

Servizi_M.JPG (6618 byte)

bada.gif (3563 byte)


Circolare numero 112 del 19-5-1999.htm

  
Rimborso contributi agli eredi di lavoratori extracomunitari.   

DocumentoZip.gif (1425 byte)

 
 

DIREZIONE CENTRALE
DELLE ENTRATE CONTRIBUTIVE
 

Ai

Dirigenti centrali e periferici

 

Ai

Coordinatori generali, centrali e

Roma, 19 maggio 1999

 

periferici dei Rami professionali

 

Al

Coordinatore generale Medico legale

   

e Dirigenti Medici

     

Circolare n. 112

 

e, per conoscenza,

     
 

Al

Presidente

 

Ai

Consiglieri di Amministrazione

 

Al

Presidente e ai membri del Consiglio

   

di indirizzo e vigilanza

 

Ai

Presidenti dei Comitati amministratori

   

di fondi, gestioni e casse

 

Ai

Presidenti dei Comitati regionali

Allegati 1

Ai

Presidenti dei Comitati provinciali

 

OGGETTO:

Rimborso contributi ai sensi dell'art. 3 comma 13 della legge 335/95.

 

SOMMARIO:

Rimborso contributi agli eredi di lavoratori extracomunitari.

Da parte di talune Sedi è stato posto il quesito in ordine al rimborso dei contributi, previsto dall'art. 3 comma 13 della legge 335/95, ai lavoratori extracomunitari deceduti prima di aver inoltrato la domanda.

Tale domanda è stata inoltrata dai legittimi eredi, alcuni dopo essere rimpatriati , altri da sempre residenti all'estero.

Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, interessato al riguardo, ha precisato con la lettera prot. N. E I 61/11757 del 19 aprile 1999 (all.1) che i beneficiari della citata norma sono soltanto i lavoratori extracomunitari.

Essendo inoltre una norma speciale, la stessa non può essere interpretata estensivamente e pertanto gli eredi non hanno alcun diritto al rimborso dei contributi versati a favore del loro dante causa.

Il Ministero stesso ritiene tuttavia che i superstiti, in presenza dei previsti requisiti, possano inoltrare richiesta di indennità una tantum.

 

IL DIRETTORE GENERALE

TRIZZINO

 

 

Allegato 1

Lettera del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale - Direzione Generale della Previdenza ed Assistenza Sociale - Div. II - Prot. N. E I 61/11757 del 19 Aprile 1999

Oggetto: Restituzione contributi agli extracomunitari

In risposta alla nota del 28 gennaio scorso, con la quale codesto Istituto ha chiesto il parere di questo Ministero circa la possibilità di accogliere alcune richieste di restituzione dei contributi ai sensi dell'art. 3 co.13 della legge 335/95, inoltrate da eredi di lavoratori extracomunitari, si espone quanto segue.

La norma di cui si chiede l'applicazione individua come beneficiari soltanto i lavoratori e non anche i superstiti. Poiché trattasi di una norma speciale, non suscettibile, quindi, di interpretazione estensiva, si ritiene che questi ultimi non abbiano diritto alla restituzione.

Si ritiene, tuttavia, che i superstiti possano, in presenza dei requisiti previsti, inoltrare richiesta di indennità una tantum.

 

Il Ministro

 

Antonio Bassolino

DocumentoZip.gif (1425 byte)