Attività essenziali, lockdown e contenimento della pandemia da COVID-19

In questo studio si prendono in considerazione i dati provinciali della protezione civile sulla dinamica dei contagiati Covid19, dal 24 febbraio al 21 aprile, e i dati amministrativi di fonte Inps relativi alla quota dei rapporti di lavoro nei settori essenziali a seguito dei due provvedimenti restrittivi del marzo 2020 emessi dal governo italiano. Si vuole verificare l’ipotesi che, a seguito dei provvedimenti governativi, le province con una maggiore quota di rapporti di lavoro nei settori essenziali, cioè che non sono stati bloccati, abbiano registrato una crescita superiore del numero dei contagiati.