Esonero contributivo

Tra le misure adottate dal Governo per il sostegno e il rilancio dell’economia è stato previsto l’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per le assunzioni, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, effettuate dal 15 agosto 2020 al 31 dicembre 2020.

Nella circolare INPS 24 novembre 2020, n. 133 vengono fornite indicazioni ai datori di lavoro che possono accedere al beneficio.

Esonero contributivo per aziende che non chiedono Cassa Integrazione

Con la circolare INPS 18 settembre 2020, n. 105 l’Istituto fornisce le prime indicazioni per la gestione dell’esonero contributivo per le aziende che non richiedano ulteriori trattamenti di Cassa Integrazione riconosciuti in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Con il messaggio 13 novembre 2020, n. 4254 si forniscono le indicazioni operative per la richiesta di autorizzazione e per la corretta esposizione dei dati relativi all’esonero nel flusso UNIEMENS .

Il messaggio 17 maggio 2021, n. 1956 fornisce chiarimenti in merito alla possibilità di autorizzare l’esonero ai datori di lavoro che richiedono trattamenti di integrazione salariale a valere sui Fondi di solidarietà alternativi (settori dell’artigianato e della somministrazione).

Denuncia obbligatoria che il datore di lavoro, che svolge la funzione di sostituto d'imposta, invia mensilmente all'INPS.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.