Esonero contributivo per le aziende

Il decreto Ristori prevede un esonero dal versamento dei contributi previdenziali per le aziende che non richiedono trattamenti di integrazione salariale, nel quadro delle misure di sostegno ai lavoratori e alle imprese connesse all'emergenza da Covid-19.

Il messaggio 6 maggio 2021, n. 1836 fornisce le indicazioni operative per la richiesta di autorizzazione e per la corretta esposizione dei dati relativi all’esonero nel flusso UNIEMENS , le istruzioni contabili e le indicazioni relative alla variazioni al piano dei conti.


Esonero per le aziende di filiere agricole, pesca e acquacoltura

L’articolo 16, decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137 ha disposto per le aziende delle filiere agricole, della pesca e dell'acquacoltura, comprese quelle produttrici di vino e birra, l'esonero dal versamento dei contributi a carico dei datori di lavoro per la mensilità relativa a novembre 2020. Lo stesso esonero è riconosciuto agli imprenditori agricoli professionali, ai coltivatori diretti, ai mezzadri e ai coloni.

Il messaggio 13 novembre 2020, n. 4272 fornisce le prime indicazioni per l’accesso all’esonero contributivo, precisando quali sono le aziende interessate.

Denuncia obbligatoria che il datore di lavoro, che svolge la funzione di sostituto d'imposta, invia mensilmente all'INPS.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.