Congedo parentale

Il decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30 ha previsto un nuovo congedo parentale per i lavoratori dipendenti con figli affetti da Covid-19, in quarantena da contatto, oppure nei casi di sospensione dell’attività didattica in presenza o di chiusura dei centri diurni assistenziali.

Il nuovo congedo è indennizzato al 50% della retribuzione ed è coperto da contribuzione figurativa . La misura spetta ai genitori lavoratori dipendenti pubblici e privati, alternativamente tra loro (non negli stessi giorni), per figli conviventi minori di anni 14 o con disabilità grave, che non possono svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile. Sono esclusi dalla misura sia i genitori lavoratori autonomi sia i genitori iscritti alla Gestione separata INPS.

Il messaggio 25 marzo 2021, n. 1276 fornisce le prime informazioni sui destinatari e sui requisiti.


Istruzioni amministrative

Con la circolare INPS 14 aprile 2021, n. 63 l’Istituto fornisce le istruzioni amministrative in tema di fruizione del Congedo 2021 per genitori.

Il decreto-legge n. 30/2021 ha previsto per i genitori di figli fra i 14 e i 16 anni, il diritto di astenersi dal lavoro senza corresponsione di retribuzione, né riconoscimento di contribuzione figurativa , con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro. In questi casi però, le domande di astensione dal lavoro devono essere presentate ai datori di lavoro e non all’INPS.

La circolare dettaglia i requisiti per fruire del congedo, la sua durata, le modalità di indennizzo, le situazioni di compatibilità e di incompatibilità, e detta le istruzioni ai datori di lavoro per la compilazione delle denunce contributive.

Con il messaggio 22 aprile 2021, n. 1642 l’Istituto comunica che, per i datori di lavoro privati con lavoratori dipendenti iscritti alla Gestione privata, è stata anticipata al mese di marzo la possibilità di esporre il codice di conguaglio S123 e il relativo codice evento MZ2, avente il significato di "Congedo 2021 per genitori DL n. 30/2021 – art. 2".

Con il messaggio 29 aprile 2021, n. 1752 si informa che è attiva la procedura online per la compilazione e l’invio delle domande relative al congedo per genitori dipendenti privati.

La legge 6 maggio 2021, n. 61 ha introdotto la possibilità di fruire del congedo anche in modalità oraria, dal 13 maggio al 30 giugno 2021.

Nella circolare INPS 5 luglio 2021, n. 96 sono illustrate le istruzioni su fruizione del congedo in modalità oraria, compatibilità e incompatibilità con le altre misure, modalità di presentazione delle domande e compilazione delle denunce contributive nel flusso UNIEMENS .

Nel messaggio del 28 luglio 2021, n. 2754, l’INPS ha fornito indicazioni sulla modalità di presentazione delle domande. Le domande possono avere ad oggetto periodi di fruizione antecedenti la presentazione delle stesse, purché, nello specifico congedo orario, ricadenti all’interno dell’arco temporale previsto dalla norma (dal 13 maggio 2021 al 30 giugno 2021). La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso il sito web dell’Istituto, chiamando il Contact center ovvero attraverso gli Istituti di Patronato.

Contributi accreditati, senza onere a carico del lavoratore, per periodi in cui l’interessato è costretto a interrompere l’attività lavorativa per diversi motivi (gravidanza, malattia, disoccupazione). Sono utili sia per raggiungere il diritto a pensione sia per aumentare l'importo della stessa.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Denuncia obbligatoria che il datore di lavoro, che svolge la funzione di sostituto d'imposta, invia mensilmente all'INPS.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.