Calcolo dei minimali di retribuzione

L'importo giornaliero determinato secondo i criteri individuati in precedenza non può essere inferiore al minimale giornaliero di retribuzione stabilito all'inizio dell'anno solare. Il minimale giornaliero è stabilito dall'INPS nel mese di gennaio di ciascun anno ed è pari al 9,50% dell'importo del trattamento minimo di pensione in vigore al 1° gennaio.

Il rispetto del minimale di retribuzione giornaliera non è dovuto in presenza di trattamenti previdenziali. Pertanto non si è tenuti al rispetto del minimale in caso di erogazione di prestazioni per cassa integrazione, malattia, maternità e infortunio.

Come determinare l'imponibile contributivo

In sintesi, per determinare l'imponibile contributivo occorre verificare il rispetto delle seguenti condizioni:

  • se la retribuzione effettiva è superiore ai minimali e a quella contrattuale, la contribuzione deve essere calcolata sulla retribuzione effettiva;
  • se la retribuzione effettiva è inferiore ai minimali o a quella contrattuale, deve essere adeguata all'importo più elevato tra i due.

Riferimenti normativi

  • Articolo 7, legge 11 novembre 1983, n. 638 e successive modificazioni