Sistemazione posizione assicurativa: convenzione INPS - Ministero della Giustizia

Nell’ambito degli accordi necessari per lo sviluppo delle attività del “Progetto ECO dipendenti pubblici”, ridenominato Ufficio centrale Estratto Conto dipendenti pubblici, l’INPS e il Ministero della Giustizia hanno sottoscritto, il 22 gennaio 2019, una Convenzione (pdf 5MB) al fine di facilitare la definizione delle domande di riscatto, ricongiunzione, computo e accredito figurativo di contributi per maternità, presentate dai dipendenti del Ministero della Giustizia – Dipartimento Organizzazione giudiziaria e del personale, prima del 1° ottobre 2005 e giacenti presso lo stesso Ministero.

Scopo della Convenzione è quello di accelerare la definizione delle domande di natura pensionistica e la sistemazione delle posizioni assicurative dei dipendenti del Ministero, in linea con gli obiettivi strategici dell’Istituto.

La Convenzione prevede la digitalizzazione di 12.150 domande di prestazione e relativi fascicoli cartacei, il trasferimento dei corrispondenti file negli archivi informatici INPS, con l’apertura delle pratiche in capo all’Ufficio centrale Estratto Conto dipendenti pubblici, che le definirà e curerà la notifica dei provvedimenti e la sistemazione o correzione delle posizioni assicurative.

L'INPS sta attuando la Convenzione con la lavorazione da parte dell'Ufficio centrale Estratto Conto dipendenti pubblici dei fascicoli digitalizzati, che sono disponibili dopo la fase di elaborazione da parte della società incaricata (POSTEL SpA).

Tutti gli uffici giudiziari sono stati informati dell’iniziativa con la circolare Ministero della Giustizia 16 luglio 2019 (pdf 84KB).

Per gli anni 2019-2021 è stata avviata, inoltre, la campagna informativa, rivolta ai dipendenti del Ministero.

Tra le iniziative di comunicazione, è stata realizzata una brochure informativa e interattiva, al fine di facilitare la consultazione del contenuto della convenzione e l'individuazione delle competenze delle amministrazioni, coinvolte nella lavorazione dei fascicoli per la sistemazione delle posizioni assicurative.

In allegato è possibile consultare l’opuscolo informativo “Convenzione INPS - Ministero della Giustizia 2019-2021”.

Collaborazione INPS – Ministero della Giustizia: i risultati

Il 4 novembre 2020 al convegno "Ufficio centrale Estratto Conto dipendenti pubblici: bilancio a un anno dalla firma della Convenzione INPS – Ministero della Giustizia" sono stati presentati i risultati conseguiti nell’ambito della Convenzione firmata il 22 gennaio 2019 tra l’Istituto e il Ministero della Giustizia, per la sistemazione delle posizioni assicurative e la definizione delle domande di natura pensionistica, presentate dai dipendenti del MIG fino al 2005.

L’evento live, trasmesso in streaming, ha rappresentato l’occasione per un momento di incontro e confronto tra l’INPS e il Ministero della Giustizia sulle attività svolte e gli esiti finora ottenuti a seguito della firma della Convenzione.

All’iniziativa hanno partecipato Gabriella Di Michele - Direttore Generale INPS, Alessandro Leopizzi - Direttore Generale Direzione Personale e Formazione - Dipartimento Organizzazione giudiziaria Ministero della Giustizia, Gabriele Uselli - Direttore centrale Pensioni INPS, Marcello Basilico - Magistrato ANM, Domenico De Fazio - Direttore Ufficio centrale Estratto Conto dipendenti pubblici INPS, Carla Guglielmino - Dirigente Area manageriale Gestione e Coordinamento attività relative al Ministero della Giustizia e ai dipendenti INPS ex INPDAP, Annamaria Serravezza - Dirigente Ufficio V Pensioni Ministero della Giustizia e funzionari dei rispettivi uffici.

La Convenzione ha previsto la digitalizzazione di 8.000 fascicoli da parte di Postel e 12.500 domande di prestazione, assegnate per la lavorazione all’Ufficio ECO, nonché la composizione delle relative posizioni assicurative e l’inserimento nelle banche dati INPS dei decreti, già definiti dal Ministero, per accelerare la sistemazione contributiva e la determinazione dei provvedimenti di riscatto, ricongiunzione, computo e accredito figurativo di contributi per maternità. Dal resoconto illustrato nel periodo ottobre 2019-ottobre 2020 risultano, infatti, lavorate il 59,9 % delle prestazioni e completati il 38,8% dei fascicoli.

Il Direttore Generale INPS, Gabriella Di Michele, ha definito il Progetto ECO un’esperienza virtuosa e di successo, quale esempio apripista per nuove collaborazioni tra l’INPS e le altre pubbliche amministrazioni. Alessandro Leopizzi, Direttore Generale Direzione personale e formazione - Dipartimento Organizzazione giudiziaria Ministero della Giustizia, ha ripercorso i passaggi con cui il Ministero ha organizzato l’impegno, necessario per il recupero e l’archiviazione dei fascicoli da digitalizzare e trasmettere all’INPS, auspicando che le prassi utilizzate costituiscano il ponte verso un dialogo tra le amministrazioni, anche con l'utilizzo del linguaggio digitale.

Campagna social

È stata avviata, inoltre, una campagna sui socialnetwork più rappresentativi, rivolta al personale ministeriale interessato, tramite i canali social istituzionali, veicolando la comunicazione in particolare su Twitter e LinkedIn e alternando diverse tipologie di copy in base alla piattaforma utilizzata e al target di riferimento. In linea con le scelte di content strategy dei social INPS, si è scelto di dedicare particolare attenzione ad alcuni punti specifici riguardanti la Convenzione:

  • Convenzione in generale;
  • scopo;
  • previsione del numero di domande da digitalizzare (dato);
  • informazioni brochure.

In allegato è possibile prendere visione dei risultati, finora conseguiti, nel Report sulle attività social "INPS - Ministero della Giustizia - Sistemazione posizione assicurativa", aggiornato al 4 settembre 2020".