L’Istituto mette a disposizione delle persone con disabilità servizi digitali che facilitano la fruizione delle prestazioni di sua competenza.

La Carta Europea della Disabilità

La Carta Europea della Disabilità, cosiddetta Disability Card, è un documento su supporto magnetico che permette alle persone con disabilità di accedere a servizi e agevolazioni loro riservate, in Italia e nei paesi dell’Unione Europea aderenti al progetto.

La Disability Card consente di attestare il proprio stato di invalidità esibendola insieme al proprio documento di identità grazie alla presenza del QR Code stampato sul retro, e permette al cittadino di attestare sempre il suo stato di invalidità aggiornato e di accedere a determinati servizi e convenzioni in Italia e in Europa. Consente di avere sconti, agevolazioni, precedenze nell’accesso a cinema, teatri, musei, biblioteche e presso esercizi commerciali anche di articoli sanitari convenzionati.

La CED può esser richiesta all’INPS tramite il servizio online come indicato dal messaggio 22 febbraio 2022, n. 853. La domanda può essere presentata direttamente dal cittadino oppure avvalendosi, tramite delega, di associazioni rappresentative delle persone con disabilità abilitate dall'INPS all'uso del canale telematico (ANMIC, ENS, UIC, ANFFAS).

La circolare INPS 1° aprile 2022, n. 46 illustra le modalità di presentazione della domanda, i soggetti legittimati alla richiesta, le modalità di distribuzione e di utilizzo della stessa.

Invalidità civile: presentazione online dei documenti

I cittadini, dallo scorso 1° aprile 2020, possono evitare di sottoporsi a visita medica in presenza e possono presentare on line la documentazione sanitaria utile per il riconoscimento dell'invalidità civile e previdenziale. Gli utenti interessati possono inviare in anticipo le informazioni di natura socio-economica contenute nel modello “AP70”, di norma comunicate solo al termine dell’esito positivo della fase sanitaria.

L’Istituto, con il messaggio 10 dicembre 2019, n. 4601, aveva comunicato l’inizio del progetto in via sperimentale. Terminata con esito positivo tale fase, dal 1° aprile 2020, la nuova modalità di presentazione della domanda di invalidità civile, cecità e sordità è entrata a regime, divenendo obbligatoria per tutti i soggetti di età compresa tra i 18 e i 67 anni come illustrato dal messaggio 20 marzo 2020, n. 1275.

Semplificazione riconoscimento invalidità civile

Il progetto di semplificazione per il riconoscimento dell’invalidità civile ha gli obiettivi di:

  • velocizzare, semplificare e automatizzare il processo di liquidazione dei sostegni economici;
  • offrire informazioni aggiornate a tutti gli stakeholder coinvolti;
  • rendere disponibile al personale medico informazioni utili a supportare il processo di valutazione dello stato di invalidità, utilizzando algoritmi di intelligenza artificiale.

Con il messaggio 25 febbraio 2022, n. 926 l’INPS ha comunicato le nuove modalità operative di revisione delle prestazioni assistenziali collegate all’invalidità civile. Gli interessati possono allegare la propria documentazione sanitaria tramite il servizio online Allegazione documentazione Sanitaria Invalidità Civile per una valutazione sugli atti.

Sono a disposizione degli utenti un videotutorial e un tutorial (pdf 3MB), consultabile anche dalla pagina "Accertamento sanitario". Se la documentazione non è ritenuta sufficiente, l’Istituto fisserà un appuntamento per una visita diretta. Nel caso non sia possibile essere presenti alla visita, dovrà essere prodotta una documentata richiesta di giustificazione per motivi amministrativi o sanitari.

Guarda il videotutorial