La storia dell’INPS

L’INPS nasce nel 1898 con il nome di Cassa nazionale di previdenza per l’invalidità e la vecchiaia degli operai.

Nel 1933 la Cassa diviene Istituto Nazionale Fascista della Previdenza Sociale, ente di diritto pubblico dotato di personalità giuridica e autonomia di gestione e nel 1944 assume l’attuale denominazione di Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.

A partire dalla fine degli anni Novanta del secolo scorso il legislatore ha previsto una progressiva incorporazione di enti previdenziali (SCAU, INPDAI, IPOST, ENPALS e INPDAP).

L'Istituto è oggi il principale gestore del sistema pensionistico obbligatorio pubblico. Accanto alle prestazioni di natura pensionistica l’INPS eroga prestazioni di sostegno al reddito o di carattere assistenziale e di sostegno alla famiglia.

La figura riporta in maniera sintetica la rappresentazione dei processi di integrazione nell’INPS dell’articolato mondo della previdenza obbligatoria pubblica.