In linea con la vigente normativa di settore in tema di accesso ai servizi web della pubblica amministrazione (linee guida AGID) l’Istituto consente l’accesso ai servizi telematici mediante SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di Identità Elettronica) e CNS (Carta Nazionale dei Servizi), strumenti che garantiscono adeguati livelli di sicurezza mediante l’utilizzo di una sola identità digitale per interagire con tutte le pubbliche amministrazioni, con i soggetti privati aderenti e per l’accesso ai servizi in rete delle pubbliche amministrazioni dell’Unione europea.

Gli utenti che operano in qualità di intermediario, azienda, associazione di categoria, pubblica amministrazione, professionista esercente l’attività di medico o di avvocato devono essere dotati di una credenziale SPID di livello non inferiore a 2 o della CIE (con relativo PIN) o di una CNS.

I cittadini impossibilitati a utilizzare in autonomia i servizi online INPS possono delegare una persona di fiducia all'esercizio dei propri diritti nei confronti dell'Istituto, attraverso una apposita funzionalità di delega dell’identità digitale.

È, comunque, previsto l’utilizzo in forma residuale di una ulteriore modalità di accesso attraverso il PIN (Personal Identification Number) per i residenti all’estero privi di documenti di identità rilasciati in Italia.

Il PIN è un codice alfanumerico identificativo personale che consente l'accesso ai servizi online e telematici, rilasciato nelle modalità ordinaria, per meri fini di consultazione, e dispositiva, per richiedere prestazioni e/o benefici economici.

Nella sezione “Accedere ai servizi” selezionabile nella homepage del sito istituzionale sono disponibili tutte le informazioni sulle credenziali di autenticazione necessarie per l’accesso ai servizi online.