Anticipo del TFS e TFR a ex dipendenti INPS: indicazioni operative

La circolare INPS 25 novembre 2020, n. 134 fornisce le prime indicazioni operative in merito alla richiesta, da parte degli ex dipendenti dell’INPS, del finanziamento di una somma pari all’importo dell’indennità di fine servizio, secondo quanto previsto dall’articolo 23, comma 2, del decreto-legge 28 gennaio 2019.

L’importo massimo erogabile ammonta a 45mila euro, oppure all’importo spettante se l’indennità è di importo inferiore. Per l’accesso al finanziamento è istituito un Fondo di garanzia.

Possono richiedere l’anticipo del TFS / TFR non ancora liquidato gli ex dipendenti dell’Istituto che cessano o sono cessati dal servizio con diritto a pensione.

Possono erogare l’anticipo le Banche e gli Intermediari finanziari che aderiscono all’Accordo Quadro, approvato con il D.P.C.M. del 19 agosto 2020.

Nella circolare sono indicate dettagliatamente tutte le procedure per presentare la domanda di certificazione del diritto all'anticipo del TFS / TFR , del calcolo della prestazione, anche in caso di presenza di eventuali prestiti e mutui, per la presentazione della domanda e l’erogazione dell'anticipo del TFS / TFR , e per l’intervento del Fondo di garanzia.

Trattamento di fine rapporto: somma che il datore di lavoro deve corrispondere al proprio dipendente alla cessazione del rapporto, corrispondente alla sommatoria delle quote di retribuzione accantonate e rivalutate annualmente.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Trattamento di fine servizio

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.