Assegno unico per percettori RdC: mensilità arretrate di integrazione

Il decreto legislativo 29 dicembre 2021, n. 230 prevede la corresponsione d’ufficio dell’Assegno unico e universale per i figli a carico ai nuclei familiari percettori di Reddito di Cittadinanza.

L’Istituto, con la circolare INPS 28 aprile 2022, n. 53, informa gli interessati che il riconoscimento della quota integrativa (di seguito, integrazione Rdc/AU) avviene mediante la presentazione del modello “Rdc – Com/AU”, le cui modalità di compilazione sono illustrate nel messaggio 30 maggio 2022, n. 2261.

Ora, a parziale rettifica del messaggio n. 2261/2022, l’INPS, con il messaggio 22 giugno 2022, n. 2537, informa che saranno riconosciuti e liquidati gli importi relativi alle mensilità arretrate di integrazione Rdc/AU, a partire dal mese di marzo dell’anno di competenza dell’AU, indipendentemente dalla data di presentazione del modello “Rdc – Com/AU.