Aziende nell’unità di crisi MISE: precisazioni su obbligo contributivo

La legge di bilancio 2021 ha previsto che, per l’attuazione dei piani di nuova industrializzazione, di recupero o di tenuta occupazionale relativi a crisi aziendali incardinate presso le unità di crisi del Ministero dello Sviluppo Economico o delle Regioni, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano possono concedere ulteriori periodi di trattamento di integrazione salariale in deroga (CIGD) nel 2021, della durata massima di 12 mesi, anche non continuativi.

L’Istituto, con la circolare INPS 26 novembre 2021, n. 179, ha già illustrato il flusso di gestione per verificare la disponibilità finanziaria, le modalità di trasmissione da parte delle Regioni e delle Province autonome dei provvedimenti di concessione emanati per gli interventi di CIGD e le modalità di pagamento.

La circolare INPS 15 giugno 2022, n. 69 fornisce ora chiarimenti sull’applicazione delle norme di riferimento, sui datori di lavoro tenuti all’obbligo contributivo al Fondo di Tesoreria e le relative istruzioni contabili.