CIGD agricoli Covid19: periodi utili per indennità di disoccupazione

L’articolo 22 del decreto Cura Italia (decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito dalla legge 24 aprile 2020, n. 27), in merito al trattamento di integrazione salariale in deroga per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19, dispone che, limitatamente ai lavoratori del settore agricolo, i periodi di cassa integrazione in deroga fruiti sono utili ai fini del calcolo dell’indennità di disoccupazione agricola in quanto equiparati a lavoro.

Con la circolare INPS 23 aprile 2021, n. 69 l’Istituto illustra le modalità di calcolo e liquidazione dell’indennità di disoccupazione agricola riferita al 2020 con l’applicazione delle disposizioni in questione.

In particolare si precisano la platea dei beneficiari, comprendente gli operai agricoli a tempo determinato e indeterminato e quelli dipendenti da cooperative agricole e loro consorzi, l’impatto della norma sul perfezionamento del requisito contributivo richiesto per l’accesso alla prestazione, e sulla retribuzione di riferimento, relativamente ai periodi di cassa integrazione equiparati a lavoro, da utilizzare per l’individuazione dell’importo indennitario da erogare.

Inoltre nella circolare viene puntualizzato che, ai fini della determinazione delle giornate non indennizzabili per la liquidazione delle prestazioni di disoccupazione agricola in competenza nel 2020 con riferimento ai periodi di soggiorno in Paesi extracomunitari non convenzionati, si terrà conto di un periodo di franchigia ampliato.