CIGO e assegno ordinario: modalità di accesso e nuove causali Covid-19

Con il messaggio 12 marzo 2020, n. 1118 l’INPS fornisce nuove indicazioni sulle modalità di presentazione delle domande di Cassa integrazione ordinaria (CIGO) e di assegno ordinario.

Per effetto dell’entrata in vigore del decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9 recante “Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19”, le domande di cassa integrazione ordinaria e di assegno ordinario possono essere presentate dai datori di lavoro, con la nuova causale denominata “COVID-19 d. l. n. 9/2020”, esclusivamente nei casi indicati nel messaggio.

Le domande di accesso a tali prestazioni con la causale indicata devono essere presentate alla struttura INPS territorialmente competente in relazione all’ubicazione dell’unità produttiva, esclusivamente in via telematica, entro la fine del quarto mese successivo a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione o di riduzione dell’attività lavorativa. Nel messaggio sono illustrati i percorsi di accesso ai servizi online per richiedere le prestazioni.

Per le imprese beneficiarie di integrazioni salariali straordinarie (ad esempio, per contratto di solidarietà o per riorganizzazione) che devono sospendere il programma di CIGS a causa del blocco totale dell’attività lavorativa, è prevista la possibilità di accedere al trattamento di integrazione salariale ordinario, che può essere richiesto seguendo le stesse modalità indicate sopra, con causale “COVID-19 – interruzione CIGS d. l. n.9/2020”.

Cassa integrazione guadagni straordinaria.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.