Gestione Dipendenti Pubblici: l’Osservatorio sulle pensioni 2021

È stato pubblicato l’Osservatorio sulle pensioni della Gestione Dipendenti Pubblici (GDP), con i dati sulle prestazioni vigenti al 1° gennaio 2021 e su quelle liquidate nel 2020.

Il numero delle pensioni vigenti al 1° gennaio 2021 è pari a 3.029.451, in aumento del 1,3% rispetto all’anno precedente (22.990.412). L’importo complessivo annuo (13 mensilità) delle pensioni è di 76.750 milioni di euro, con incremento del 2,2% rispetto al 2020 (75.131 milioni di euro).

Per quanto riguarda la ripartizione per cassa, il 58,6% delle pensioni è erogato dalla Cassa Trattamenti Pensionistici Statali ( CTPS ), seguita dalla Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali ( CPDEL ) con il 38%. Le altre casse rappresentano complessivamente il 3,4% del totale. Con riferimento all’importo complessivo annuo, risulta che il 61,1% è a carico della CTPS (2.032,36 euro), il 31,8% a carico della CPDEL (1.631,73 euro) e il rimanente 7,1% è erogato dalle altre casse, con importi che variano da 1.471,39 euro mensili per la Cassa Pensioni Insegnanti ( CPI ), a 1.622,03 per la Cassa Pensioni Ufficiali Giudiziari ( CPUG ) e infine a 4.634 euro mensili per la Cassa Pensioni Sanitari ( CPS ).


Pensioni GDP: dati per categoria e sesso

Per quanto riguarda le prestazioni vigenti al 1° gennaio 2021, emerge che il 59,2% del totale dei trattamenti pensionistici è erogato alle donne, contro il 40,8% erogato agli uomini.

Relativamente alle pensioni liquidate nel 2020, la categoria delle pensioni di anzianità/anticipate è la più numerosa con il 54,9% del totale e importi complessivi annui pari a 2.884,3 milioni di euro (62% del totale). Le pensioni ai superstiti rappresentano il 23,8% del totale come numero e il 14,8% come importo, le pensioni di vecchiaia il 18,7% come numero e il 20,9% come importo e infine quelle di inabilità sono di poco superiori al 2% sia nel numero sia nell’importo.


Pensioni GDP: dati per area geografica

La distribuzione per area geografica del numero delle pensioni vigenti al 1° gennaio 2021 mette in evidenza che il maggior numero delle prestazioni è concentrato nell’area settentrionale della penisola con il 40,7% del totale nazionale, seguito dall’area meridionale e isole con il 36,4% e dall’Italia centrale con il 22,6% del totale.


Pensioni GDP: dati per età, categoria e importo

L’età media complessiva dei titolari di pensioni di vecchiaia e anzianità/anticipate è di 73,2 anni per gli uomini e di 73,3 per le donne; quella dei titolari di pensione di inabilità si discosta di oltre quattro anni tra i due sessi (69,4 per gli uomini e 73,5 per le donne); l’età media della categoria ai superstiti è la più differenziata tra i due sessi, essendo pari a 71,3 anni per gli uomini e a 78 anni per le donne.

La distribuzione delle pensioni per categoria e classi di importo mensile mette in evidenza che il 15,4% delle pensioni pubbliche ha un importo mensile inferiore ai 1.000 euro, il 46,3% tra 1.000 e 1.999,99 euro e il 28,7% di importo tra 2.000 e 2.999,99; infine, il 9,6% ha un importo dai 3.000 euro mensili lordi in su.

Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Cassa Pensioni Insegnanti

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Cassa Pensioni Sanitari

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Cassa pensioni Ufficiali giudiziari

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Cassa Trattamenti Pensionistici dei dipendenti dello Stato

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.