Gestione Spettacolo e Sport: l’Osservatorio con i dati del 2019

È stato pubblicato l’Osservatorio con le statistiche sui lavoratori della Gestione ex ENPALS, soppressa nel 2011 e confluita nell'INPS con la denominazione di Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo (FPLS) e di Fondo Pensione Sportivi Professionisti (FPSP).

Dal 2020 le pensioni della Gestione Spettacolo e Sport sono state inserite nell'osservatorio delle pensioni erogate dall'INPS.

I dati sui lavoratori dello spettacolo

Nel 2019 il numero di lavoratori dello spettacolo con almeno una giornata retribuita nell’anno è risultato pari a 327.812, con una retribuzione media annua di 10.664 euro e un numero medio annuo di 100 giornate retribuite.

Il gruppo professionale più numeroso è quello degli attori (25,4%), seguito dai gruppi dei lavoratori degli impianti e circoli sportivi (11,2%), degli impiegati (11%) e dei concertisti e orchestrali (9,4%). Analizzando la struttura per classi di età di questa collettività di lavoratori emerge che, nel 2019, la classe di età modale è quella tra i 25 e i 29 anni con 45.408 lavoratori (il 13,9% del totale). I lavoratori maschi rappresentano il 57,5% della collettività considerata.

La retribuzione media annua nel 2019, pari a 10.664 euro nel complesso, risulta molto differenziata sia per età, sia per genere. In particolare aumenta al crescere dell’età, almeno fino alla classe 55-59, ed è costantemente più alta per il genere maschile (11.749 euro contro 9.199 euro per le femmine).

Confrontando gli ultimi due anni disponibili, nel 2019 si registra una lieve diminuzione pari a -0,8% del numero dei lavoratori mentre le retribuzioni medie annue aumentano dell’1,3% e le giornate medie retribuite sono stabili, pari a 100.

Analizzando la distribuzione dei lavoratori dello spettacolo per area geografica di lavoro, nel 2019 il 38,7% dei lavoratori si colloca nelle regioni del Centro, a seguire il Nord-Ovest con il 26,9%, Sud e isole con il 17,3% e il Nord-Est con il 17%.

I dati sugli sportivi professionisti

Gli sportivi professionisti con almeno un contributo versato nel 2019 sono risultati 8.014, il 91,6% dei lavoratori è costituito dagli appartenenti alla Federazione Calcio. Nel 2019 si registra un incremento del 2,9% del numero dei lavoratori rispetto all’anno precedente.

Più della metà circa degli sportivi professionisti lavora al Nord (54,4%).

Il 54,6% degli sportivi è costituito da atleti, il restante 45,4% da allenatori, direttori tecnico-sportivi e preparatori atletici.

Nel 2019, la classe di retribuzione modale dei lavoratori sportivi professionisti è quella tra i 10.000 e fino a 50.000 euro con il 43,1%. Alla classe di retribuzione oltre i 700.000 euro appartengono generalmente solo gli sportivi professionisti della Federazione Calcio e si tratta in prevalenza di atleti (84,8%).