Incarichi a medici pensionati, proroga al 2023: effetti su pensioni

La legge di conversione del decreto Semplificazioni (decreto-legge 21 giugno 2022, n. 73) ha ulteriormente esteso al 31 dicembre 2023 gli incarichi di lavoro autonomo, anche di collaborazione coordinata e continuativa, a dirigenti medici, veterinari e sanitari, al personale del ruolo sanitario del comparto sanità e agli operatori sociosanitari collocati in quiescenza , per fare fronte all’emergenza Covid-19.

Con il messaggio 6 settembre 2022, n. 3287 l’INPS comunica che, sotto il profilo pensionistico, fino al 31 dicembre 2023 i redditi percepiti a seguito di questi incarichi continuano a essere cumulabili con i trattamenti pensionistici, ad eccezione dei trattamenti di pensione ai lavoratori precoci.

consiste nel trattamento di pensione dopo l'attività di lavoro

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.