Indennità COVID-19: attivo il servizio online per il bonus 600 euro

È attiva la procedura telematica per le domande di indennità di 600 euro previste dal decreto Cura Italia (decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18). Lo comunica l’INPS con il messaggio 2 aprile 2020, n. 1464.

Nello specifico, possono presentare domanda le seguenti categorie di lavoratori:

  • liberi professionisti titolari di partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020 iscritti in via esclusiva alla Gestione separata INPS e lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data;
  • lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Assicurazione Generale Obbligatoria (artigiani, commercianti, imprenditori agricoli, coltivatori diretti, coloni e mezzadri);
  • lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti del settore agricolo;
  • lavoratori dello spettacolo.

Considerata la rilevanza emergenziale della prestazione, il servizio online è accessibile anche sulla homepage del portale ed è reso disponibile a tutti i cittadini con modalità di identificazione più ampie e facilitate rispetto alle procedure ordinarie.

È possibile accedere tramite le credenzialiPIN (sia ordinario sia dispositivo), SPID, Carta di identità elettronica (CIE) o Carta nazionale dei servizi (CNS).

Qualora gli utenti interessati non siano in possesso di queste credenziali, è prevista una modalità semplificata per accedere e inviare la domanda online, con l’inserimento della sola prima parte del PIN, ricevuto via SMS o email subito dopo la relativa richiesta. Tutte le informazioni sugli interventi di semplificazione per l’accesso ai servizi web e per l’attribuzione dei PIN sono riportate nel messaggio 26 marzo 2020, n. 1381.

In alternativa, è possibile richiedere l’indennità tramite:

  • il Contact enter dell’Istituto, al numero 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai gestori). Anche in questo caso, è possibile avvalersi del servizio in modalità semplificata, comunicando all’operatore la sola prima parte del PIN;
  • i servizi gratuiti degli enti di patronato.