Indennità Covid marittimi, pescatori e armatori: riesame delle domande

L’INPS, con il messaggio 27 giugno 2022, n. 2576, fornisce indicazioni sulla gestione degli eventuali riesami delle domande di indennità in favore dei lavoratori marittimi, pescatori autonomi, armatori e proprietari armatori, in caso di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa a causa della crisi pandemica da Covid-19.

L’Istituto interviene sulla concessione dell’indennità di 40 euro netti al giorno, spettante per massimo 90 giorni nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2021, e richiama la circolare INPS 19 novembre 2021, n. 173 con la quale erano già state illustrate le istruzioni per richiedere il beneficio. Gli esiti della domanda e le relative motivazioni sono consultabili sia dal Patronato che dal cittadino, accedendo al servizio Indennità Covid-19, alla voce “Esiti”.

A seguito del completamento della prima fase di gestione centralizzata delle domande, il messaggio indica, quindi, le modalità per la presentazione delle richieste di riesame delle domande respinte. Il termine per proporre il riesame è di 20 giorni, a partire dal 27 giugno 2022 (ovvero dalla conoscenza della reiezione se successiva).

L’utente può inviare la documentazione attraverso il link “Esiti” all’interno dello stesso servizio utilizzato per presentare la domanda di indennità, tramite un’apposita funzionalità che espone i motivi di reiezione e consente di allegare i documenti richiesti per il riesame. In alternativa, è possibile inviare la documentazione alla Struttura territoriale di competenza, tramite la casella di posta istituzionale dedicata riesamebonus600.nomesede@inps.it.