Indennità una tantum per autonomi e professionisti: riesame domande

Con la circolare INPS 26 settembre 2022, n. 103 sono state fornite le istruzioni relative all’indennità una tantum di 200 euro per i lavoratori autonomi e per i professionisti, prevista dal decreto-legge 50/2022 (decreto Aiuti).

Con il messaggio 19 gennaio 2023, n. 317 si forniscono le indicazioni per la presentazione delle richieste di riesame da parte dei richiedenti le cui domande sono state respinte per non avere superato i controlli sui requisiti. È possibile presentare la richiesta di riesame tramite il servizio online Indennità una tantum 200 euro – Domanda, entro 90 giorni dalla data di pubblicazione di questo messaggio.

Ai fini dell’accesso all’indennità una tantum, i lavoratori devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere percepito un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro nel periodo d’imposta 2021;
  • essere già iscritti alla gestione autonoma con posizione attiva alla data del 18 maggio 2022, data di entrata in vigore del decreto Aiuti;
  • essere titolari di partita IVA attiva e con attività lavorativa avviata al 18 maggio 2022;
  • avere effettuato entro il 18 maggio 2022, per il periodo di competenza dal 1° gennaio 2020 e con scadenze di versamento entro il 18 maggio 2022, almeno un versamento contributivo, totale o parziale, alla gestione di iscrizione per la quale è richiesta l’indennità;
  • non essere titolare di trattamenti pensionistici diretti alla data del 18 maggio 2022;
  • non essere percettore delle prestazioni di cui agli articoli 31 e 32 del decreto Aiuti.