Invalidità civile: gestione degli assenti a visita di revisione

L’INPS, con il messaggio 6 maggio 2021, n. 1835  semplifica il procedimento di revisione dell’invalidità civile, rendendolo più coerente con l’impianto normativo di riferimento in materia di accertamento della permanenza dei requisiti sanitari per invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità.

In particolare, vengono semplificate le attività di gestione delle persone che risultano assenti a visita di revisione. In questi casi, l’assenza a visita di revisione determina la sospensione cautelativa della prestazione economica.

L’interessato è invitato a presentare una giustificazione per l’assenza, entro 90 giorni, alla struttura INPS territorialmente competente. Con la presentazione di una giustificazione sanitaria o amministrativa fondata, si riavvia il processo di revisione e viene fissata una nuova data per la visita medica di accertamento. In caso di assenza anche alla seconda convocazione, il beneficio economico è revocato dalla data di sospensione.