Osservatorio sul precariato: pubblicati i dati di gennaio 2022

Sono stati pubblicati i dati di gennaio 2022 dell’Osservatorio sul precariato. A gennaio 2022, le assunzioni nel settore privato sono state 663.249, in forte crescita rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

L’incremento ha riguardato tutte le tipologie contrattuali: assunzioni intermittenti +74%, contratti di somministrazione +49%, contratti a tempo indeterminato +46%, in apprendistato +45%, a tempo determinato +38% e stagionali +35%. Questo andamento riflette la dinamica della pandemia da Covid-19, particolarmente significativa nei primi mesi del 2021.

La dinamica dei flussi

Le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato nel primo mese del 2022 sono state nel complesso 88.595, in aumento rispetto allo stesso periodo del 2021 (+72%).

Anche per le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo si registra una dinamica positiva (11.785, +14% rispetto all’anno precedente).

Le cessazioni sono state in complesso 499.339, in aumento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (+51%).

Il lavoro occasionale

Il numero dei lavoratori impiegati con Contratti di Prestazione Occasionale (CPO) a gennaio 2022 si attesta sulle 11.119 unità (in aumento del 22% rispetto allo stesso mese del 2021); l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 241 euro.

I lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia (LF) a gennaio 2022 risultano 10.976, in diminuzione del 52% rispetto a gennaio 2021; l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 159 euro.