Osservatorio sul precariato: pubblicati i dati di marzo 2021

Sono stati pubblicati i dati di marzo 2021 dell’Osservatorio sul precariato. A marzo, nel settore privato, complessivamente le assunzioni sono state 1.273.953, con una contrazione rispetto allo stesso periodo del 2020 (-18%) in parte dovuta, per i mesi di gennaio e febbraio, agli effetti dell’emergenza legata alla pandemia da Covid-19, mentre a marzo 2021 si registra un recupero (+16%) rispetto allo stesso mese del 2020. La contrazione riguarda tutte le tipologie contrattuali.


La dinamica dei flussi

Le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, nel terzo mese del 2021, sono risultate 111.167, in flessione rispetto allo stesso periodo del 2020 (-36%). In crescita risultano invece le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (+13%).

Le cessazioni sono state 1.002.943, in diminuzione rispetto al trimestre dell’anno precedente (-33%).


Il lavoro occasionale

I lavoratori impiegati con Contratto di Prestazione Occasionale (CPO) a marzo 2021 sono stati 10.994 (in aumento del 9% rispetto allo stesso mese del 2020); l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 267 euro.

I lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia (LF) sono stati 15.788 (in flessione dell’86% rispetto a marzo 2020, mese in cui è stato introdotto il bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting), con un importo mensile lordo medio di 202 euro.