Reddito di Cittadinanza: incentivi all’assunzione ai datori di lavoro

Il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26, istitutivo del Reddito di Cittadinanza e della Pensione di Cittadinanza, all’articolo 8 introduce incentivi per i datori di lavoro che assumono, con contratto di lavoro subordinato a tempo pieno e indeterminato, i beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

La circolare INPS 19 luglio 2019, n. 104, specifica il quadro normativo di riferimento, generale e particolare, che definisce la natura dell’esonero contributivo, i datori di lavoro beneficiari dell’incentivo, le tipologie di rapporti di lavoro incentivati, le condizioni per il diritto all’esonero contributivo, la compatibilità con altre forme di incentivo all’occupazione e, infine, l’assetto e la misura dell’incentivo.

Allo scopo di conoscere con esattezza l’ammontare e la durata del beneficio spettante, il datore di lavoro deve inoltrare all’Istituto domanda di ammissione all’agevolazione tramite modulo on line che sarà reso disponibile nel Portale Agevolazioni (ex DiResCo). L’INPS darà atto dell’avvenuta pubblicazione di detto modulo con successivo messaggio.