Sistemazione posizione assicurativa: risultati collaborazione INPS-Ministero della Giustizia

Il 4 novembre 2020 al convegno “Ufficio centrale Estratto Conto dipendenti pubblici: bilancio a un anno dalla firma della Convenzione INPS – Ministero della Giustizia” sono stati presentati i risultati conseguiti nell’ambito della Convenzione firmata il 22 gennaio 2019 (pdf 4,97MB) tra l’Istituto e il Ministero della Giustizia, per la sistemazione delle posizioni assicurative e la definizione delle domande di natura pensionistica, presentate dai dipendenti del MIG fino al 2005.

L’evento live, trasmesso in streaming, ha rappresentato l’occasione per un momento di incontro e confronto tra l’INPS e il Ministero della Giustizia sulle attività svolte e gli esiti finora ottenuti a seguito della firma della Convenzione.

All’iniziativa hanno partecipato Gabriella Di Michele - Direttore Generale INPS, Alessandro Leopizzi - Direttore Generale Direzione Personale e Formazione - Dipartimento Organizzazione giudiziaria Ministero della Giustizia, Gabriele Uselli - Direttore centrale Pensioni INPS, Marcello Basilico - Magistrato ANM, Domenico De Fazio - Direttore Ufficio Centrale Estratto Conto dipendenti pubblici INPS, Carla Guglielmino - Dirigente Area manageriale Gestione e Coordinamento attività relative al Ministero della Giustizia e ai dipendenti INPS ex INPDAP, Annamaria Serravezza - Dirigente Ufficio V Pensioni Ministero della Giustizia e funzionari dei rispettivi uffici.

La Convenzione ha previsto la digitalizzazione di 8.000 fascicoli da parte di Postel e 12.500 domande di prestazione, assegnate per la lavorazione all’Ufficio ECO, nonché la composizione delle relative posizioni assicurative e l’inserimento nelle banche dati INPS dei decreti, già definiti dal Ministero, per accelerare la sistemazione contributiva e la determinazione dei provvedimenti di riscatto, ricongiunzione, computo e accredito figurativo di contributi per maternità. Dal resoconto illustrato nel periodo ottobre 2019-ottobre 2020 risultano, infatti, lavorate il 59,9 % delle prestazioni e completati il 38,8% dei fascicoli.

Il Direttore Generale INPS, Gabriella Di Michele, ha definito il Progetto ECO un’esperienza virtuosa e di successo, quale esempio apripista per nuove collaborazioni tra l’INPS e le altre pubbliche amministrazioni. Alessandro Leopizzi, Direttore Generale Direzione personale e formazione - Dipartimento Organizzazione giudiziaria Ministero della Giustizia, ha ripercorso i passaggi con cui il Ministero ha organizzato l’impegno, necessario per il recupero e l’archiviazione dei fascicoli da digitalizzare e trasmettere all’INPS, auspicando che le prassi utilizzate costituiscano il ponte verso un dialogo tra le amministrazioni, anche con l'utilizzo del linguaggio digitale.