Giornata nazionale della previdenza - Milano 16-17-18 maggio 2013

Giornata nazionale della previdenza - Milano 16-17-18 maggio 2013

“L’importanza di comunicare la necessità di conoscere”

Dal 16 al 18 maggio si è tenuta a Milano (Palazzo Mezzanotte – Piazza Affari), l’edizione 2013 della Giornata Nazionale della Previdenza. L’evento promosso da Itinerari previdenziali e Prometeia ha visto la presenza di enti previdenziali, casse privatizzate, fondi pensione, società di welfare integrativo, casse di previdenza sanitaria che, nella “tre giorni” voluta da Alberto Brambilla, presentano i servizi offerti ai cittadini lavoratori e pensionati.

La necessità di informare, comunicare ed educare sui temi della previdenza e del welfare giovani e famiglie è stato il tema al centro della terza edizione della Giornata nazionale della previdenza 2013. Per questo, la manifestazione che ha aperto i battenti a Piazza Affari giovedì 16 maggio, ha proposto, il 17 maggio, un programma interamente dedicato ai giovani, nel quale è stato anche lanciato un gioco per verificare le loro conoscenze in materia di previdenza, con collegamenti alle Università di Cagliari, Catania, Venezia e Viterbo, e si è concluso sabato 18 con la giornata dedicata alle famiglie, che hanno potuto fruire di una ludoteca per i bambini e di un programma di incontri a loro dedicato. Quest'anno i partecipanti in totale sono stati 4400.

Nella giornata di apertura della manifestazione, intitolata "L'importanza di comunicare...la necessità di conoscere", il Presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua, è intervenuto nella tavola rotonda (leggi il resoconto pubblicato di seguito). Nella seconda giornata, Cinzia Ferrara, Coordinatrice statistico-attuariale Inps-Gestione ex-Enpals ha coordinato invece la tavola rotonda dell'Ordine degli Attuari dal titolo "Ricomporre il circolo virtuoso del welfare: il contributo degli attuari".

Anche quest'anno l’Istituto ha partecipato all'evento con un suo stand, all'interno della Casa del Welfare, per offrire informazioni e servizi ai visitatori e ha proposto con il contributo dei propri esperti di materia un fitto programma di “speed date previdenziali”.

Link al sito dell'evento

Lo stand Inps e la visita di classi di scuole superiori: fotogallery
 

Resoconto dell'intervento del Presidente alla Tavola Rotonda "Educare alla responsabilità per un futuro socialmente responsabile"

I lavori della Terza Giornata della Previdenza (16-18 maggio) si sono aperti a Milano con la Tavola rotonda dal titolo “Educare alla responsabilità per un futuro socialmente responsabile”.
Al confronto hanno partecipato il Presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua, Annamaria Tarantola (Presidente della Rai), Marcella Panucci (Direttore Generale Confindustria), Cesare Fumagalli (Direttore Confcommercio), Andrea Camporese (Presidente Adepp) e Onofri di Prometeia.

Nella sua relazione, Mastrapasqua ha precisato, preliminarmente, che la necessità di un intervento dell’Inps in una materia come quella della previdenza complementare, apparentemente in conflitto con la previdenza obbligatoria gestita dall’Inps, nasce da precise esigenze poste dalla legge, che ha reso indispensabile che ogni attore coinvolto partecipi in maniera attiva alla costruzione del futuro previdenziale  delle giovani generazioni.

Il Presidente dell’Inps è convinto che sia importante, anzi indispensabile, pensare al futuro anche attraverso la previdenza complementare, come chiaramente manifestato dal gap che divide l’Italia dagli altri paesi europei, in cui il cosiddetto secondo pilastro registra percentuali di adesione assai più alte, sfiorando in alcuni casi il novanta per cento, contro il poco più di venticinque per cento del nostro Paese.
In questa situazione educare è assolutamente prioritario, in modo che ciascuno sia perfettamente consapevole della sua situazione e dei possibili scenari che si aprono nel futuro.

L’Inps in questi ultimi anni ha informatizzato tutto il bagaglio contributivo dei lavoratori dipendenti, operazione assai complessa, riguardando alcuni milioni di persone, resa possibile dall’aiuto delle casse privatizzate, anche se qualche difficoltà in più è stata trovata a causa dell’incompletezza degli archivi dell’ex-Inpdap.
Questa operazione di informatizzazione ha reso possibile l’invio di un milione di lettere contenenti l’Estratto Conto Integrato (ECI), cioè relativo alla posizione complessiva di lavoratori che hanno avuto contribuzioni in enti differenti, operazione  che ha avuto un successo insperato: solo lo 0,27% di chi ha ricevuto la lettera ha risposto segnalando problemi e inesattezze, percentuale che conferma la correttezza dei dati contenuti negli archivi dell’Istituto.

Qualche tempo fa era stato annunciato l’invio della Busta arancione, che però è stato bloccato dalle successive disposizioni normative che, per motivi di risparmio, hanno previsto che le posizioni contributive dovessero essere rese disponibili solo online. Sono ancora in discussione le modalità in cui si concretizzerà questa possibilità, ma sicuramente grande attenzione dovrà essere posta  all’informazione.

Secondo Mastrapasqua, diverse sono le opzioni possibili per incrementare le adesioni alla previdenza complementare, ma rendere obbligatorio il TFR a tale fine è una scelta che spetta unicamente al Parlamento. "Mi farebbe piacere stabilire modalità di collaborazione con la RAI per istituire canali di informazione previdenziale" ha dichiarato il Presidente dell'Inps, tornando sul tema dell'educazione previdenziale anche chiarendo che il sistema di Welfare del nostro Paese deve essere attentamente esaminato e studiato, perché cresciuto nel corso degli anni mettendo insieme situazioni differenti, non sempre omogenee. Un criterio dovrebbe però guidare questa analisi: non più tagli, ma redistribuzione delle risorse fra le varie componenti, avendo come obiettivo saggezza e lungimiranza per il futuro del nostro Paese.

Fotogallery

 

Trattamento di fine rapporto: somma che il datore di lavoro deve corrispondere al proprio dipendente alla cessazione del rapporto, corrispondente alla sommatoria delle quote di retribuzione accantonate e rivalutate annualmente.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.