Assegni di frequenza e Contributi formativi

Data: 24/12/2015

ATTENZIONE: la seguente pagina è archiviata e le notizie e informazioni presenti hanno solo un valore storico e potrebbero non essere più in linea con la normativa vigente alla data di oggi.

L’Inps mette a concorso ogni anno benefici economici in favore di orfani e figli portatori di handicap di lavoratori e pensionati iscritti all’Assistenza Magistrale (ex Enam).

I benefici vengono assegnati mediante Bando di concorso pubblicato annualmente in

Iniziative Welfare.

Si tratta di:

  • Assegni di frequenza concessi in favore di bambini che frequentano asili nido, scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I grado fino alla classe seconda, figli e orfani di lavoratori e pensionati iscritti alla Gestione Magistrale (ex Enam). L’importo degli assegni e i criteri di assegnazione sono differenziati in base all’importo dell’ultima Dichiarazione Isee presentata e valida alla data di presentazione della domanda;
  • Contributi formativi per portatori di handicap concessi in favore di bambini e ragazzi che frequentano asili nido, scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I grado fino alla classe seconda, scuole di formazione e scuole speciali propedeutiche all’inserimento nel contesto sociale e lavorativo. L’importo del beneficio e i criteri di assegnazione sono differenziati in base all’ultima Dichiarazione Isee presentata e valida alla data di presentazione della domanda.

A chi spettano

Gli assegni di frequenza sono destinati in particolare a:

  • orfani dell’iscritto alla Gestione Magistrale (Ex Enam);
  • orfani del coniuge dell’iscritto;
  • figli di genitore iscritto non legalmente riconosciuti dall’altro genitore;
  • figli degli iscritti dispensati dal servizio per infermità che comporti assoluta e permanente inabilità a proficuo lavoro.

I contributi formativi sono destinati in particolare a figli e orfani di iscritti e a carico, portatori di handicap ai sensi della vigente legislazione in materia, fino al compimento del 26° anno di età.

La domanda

La domanda deve essere presentata dal genitore iscritto in servizio o in pensione (in qualità di titolare/richiedente) o dal genitore superstite o dal tutore (in qualità di richiedenti) e, nel caso di concorrente maggiorenne, (alla data di presentazione della domanda), dal medesimo studente (in qualità di richiedente/beneficiario) entro i termini stabiliti dal bando di concorso.

Per trasmettere la domanda si accede con Pin, nell’area Servizi online - Servizi per il cittadino - Servizi ex Inpdap - Per tipologia di servizio - domanda Assegno di frequenza o domanda Contributi formativi. In alternativa, nei casi di impossibilità a presentare domanda via web, si può chiedere al Contact Center Inps 803164.


Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.

Indicatore della situazione economica equivalente, che deriva dal rapporto tra l'ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Registrati al MyINPS
per aggiungere questo contenuto all'elenco dei tuoi interessi.
  1. Percorso di navigazione

    Le voci indicano la posizione della pagina nell'alberatura del portale, permettendo la navigazione veloce a ritroso.

  2. Il menu di sezione

    In quest'area sono presenti le principali voci della sezione. Il simbolo "+" indica la presenza di sottosezioni. Con un clic su una voce puoi accedere al contenuto.

  3. I pulsanti di servizio SALVA e STAMPA

    Con i due pulsanti puoi scegliere di salvare il contenuto in formato PDF o stamparlo direttamente.

  4. Filtrare i risultati

    In quest'area è possibile scegliere la modalità di visualizzazione delle notizie (griglia o lista) e filtrare i risultati tramite una ricerca libera inserendo parole chiave o periodo di pubblicazione negli appositi campi.